Treno vs. Aereo: sviluppi e prospettive del trasporto ferroviario


venexiano

Socio AIAC
Utente Registrato
12 Novembre 2005
1,566
376
37
Milano/Pavia/Berlino
Da un lato è comprensibile la volontà di regolamentare il trasporto di bagagli in quantità smisurate, a fronte di limitate capacità a bordo. Dall’altro, però, penso si debba riflettere sul fatto che dei limiti meno stringenti facciano da incentivo (più o meno importante) all’uso del treno in generale.

L’ideale sarebbe avere spazi adeguati per i bagagli a bordo, ma il trend ormai è quello che conosciamo.
 

micheleforchini

Utente Registrato
9 Gennaio 2010
298
312
BGY
Ho giusto preso sia ITALO che Frecciarossa1000 un paio di giorni fa per motivi di lavoro. Dopo tanti anni sono riuscito finalmente a prendere sto benedetto 1000 e devo dire che non mi ha fatto impazzire.

Premetto : non faccio tanti viaggi in treno ma regolarmente almeno 2-3 tratte all'anno le copro. Nel 2013-2015 invece ho usato con frequenza i servizi AV per necessità di lavoro (anche 20-25 in un anno) quindi il prodotto ho imparato a conoscerlo ma soprattutto ne ho visto l'evoluzione (w la concorrenza!)

Dicevo del 1000: non l'avevo ancora preso perchè, per ragioni di prezzo, mi sono sempre appoggiato a ITALO salvo in rare occasioni in cui il biglietto era pagato da altri ( ma ho sempre beccato o Etr500 o i paperotti ex Olanda). Esteticamente è una bomba, cioè bello bello tuttavia ho sentito parecchie vibrazioni ma soprattutto l'ho trovato sporchissimo ( ed ero in business ). ETR500 di un altro pianeta a livello di comfort tuttavia questo ragazzone ci ha portato (incredibilmente) da Roma a Milano Rogoredo con ben 10 minuti di anticipo (ed è pure partito in leggero ritardo). Avrà avuto il vento a favore 😅 .

Servizio simile su entrambi ( w la concorrenza!) e ho notato con piacere che, quantomeno nei miei viaggi sul Milano-Roma, sono stati abbandonati gli snack confezionati. Per gli amanti del genere sono ancora ben presenti sui voli ITA.

Un mese fa esatto ho fatto la stessa tratta con ITA e devo dire che Fiumicino, personalmente, penso abbia senso solo se devi essere a Roma (o Milano) molto presto e se devi rientrare molto tardi. Oppure se devi fare scalo. Altrimenti non ha senso soprattutto a livello di tempo. Se fossi ripartito da Fiumicino avrei dovuto farmi 35' di trenino, poi i controlli, poi prendere l'aereo sperando poi di essere sbarcato via bridge altrimenti passa altro tempo.

Sul tema bagagli non ho visto cose strane, penso appunto che il problema sia quando ci sono gli spostamenti nelle festività con la gente che muove la casa. Io posso capire, ma visto che nella maggiorparte dei casi è uno spostamento "alle origini" si potrebbero prendere in considerazione soluzioni alternative come la spedizione delle valigie.

Sui turisti beh, il problema non esiste soprattutto con i Giapponesi: se glielo comunichi per tempo si adattano senza fare storie ( alla fine non gli stai dicendo di portare 1 bagaglio).