Norwegian riapre LGW e aumenta le rotte

FlyKing

Moderatore
Utente Registrato
14 Aprile 2011
5,847
22
Genova - LIMJ
“From the perspective of Norwegian’s shareholders, it’s a pity the company didn’t sell itself to British Airways owner, International Consolidated Airlines Group SA, when it had the chance.”

Se lo sono chiesto un po’ tutti, anche il motivo che ha spinto IAG a muoversi in tal senso
 

leerit

Well-known member
Utente Registrato
3 Settembre 2019
786
31
Una novità che lascia spiazzati, ma che poteva essere prevista senza grossi problemi. Il buco finanziario del vettore aereo scandinavo Norwegian Air Shuttle ammonta a 6 miliardi di Euro, come emerso in queste ultime ore dopo la presentazione dei documenti economici alle autorità giudiziarie irlandesi (leggi anche l’articolo pubblicato da AVIONEWS). Il governo di Oslo ha deciso di recente di non fornire altro sostegno alla compagnia e la situazione è davvero allarmante, soprattutto se si approfondisce quanto accertato da alcuni analisti indipendenti. Lo scoperto, infatti, sarebbe addirittura superiore, circa 7,1 miliardi di Euro; la differenza di 1,1 miliardi si spiega con i beni che Norwegian attualmente possiede e che servirebbero a coprire in parte la somma (vedi AVIONEWS).
L’aviolinea nordica si è rivolta ai tribunali d’Irlanda per un semplice motivo, gli aerei della sua flotta sono gestiti da società che risultano registrate proprio in questa Nazione. In base a quanto trapelato, la liquidità dovrebbe terminare il prossimo mese di marzo, una prospettiva che ovviamente non può essere incoraggiante. Il pessimismo potrebbe essere inevitabile ed invece gli esperti di finanza sono convinti che ci siano buone possibilità di salvare la compagnia; molto dipenderà dai contratti di locazione degli aeromobili e della loro nuova negoziazione, per non parlare dei rimborsi dei prestiti. Nel frattempo, i giudici hanno nominato Kieran Wallace come revisore provvisorio delle controllate Norwegian Air International ed Arctic Aviation Assets.

 

leerit

Well-known member
Utente Registrato
3 Settembre 2019
786
31
Boeing is bidding to stall troubled airline Norwegian Air’s $1 billion lawsuit against the US aircraft manufacturer while the Scandinavian carrier lines up a rescue attempt in the Irish courts.

Mr Justice Michael Quinn granted Oslo-based Norwegian Air Shuttle, and five Irish-based subsidiaries, that own much of its aircraft, interim protection from creditors last week.

Norwegian filed a $1 billion claim for damages against Boeing in the US courts last summer to recover the cost of 18 of the manufacturers’s 737 Max that it had bought.

Aviation safety regulators grounded the craft worldwide in March last year after 737 Maxs flown by Ethiopian Airlines and Indonesia’s Lion Air crashed in separate incidents, killing more than 300 people.

Boeing recently told a federal court in Illinois that it is seeking to have part or all of the US action dismissed. The issue is due for hearing on December 15th, eight days after the airline’s Irish case is due back before the High Court in Dublin.

Norwegian bought 18 Boeing 737 Max aircraft for $1 billion, but could not fly them following the regulators’ decision. The Scandinavan group subsequently cancelled an order for a further 92 craft.

The lawsuit includes claims for damages for the craft that it could not use and also involves maintenance agreements with Boeing.

Norwegian calculates that being unable to use the Max knocked $185 million of operating profit last year and contributed to the financial woes that prompted key parts of the group to seek the Irish court’s protection.

Justice Quinn last week appointed Kieran Wallace of KPMG interim examiner to Irish-registered Norwegian Air International, Arctic Aviation Assets, Drammensfjorden Leasing, Lysakerfjorden Leasing and Torskefjorden Leasing, and granted them protection from creditors.

He also gave protection to their ultimate parent, Oslo-based Norwegian Air Shuttle, which guarrantees the Irish subsdiaries’ debts.


Norwegian group companies owe about $5.2 billion to creditors. The Irish entities under protection account for $4.6 billion of this sum. The three leasing companies hold 72 of its 140 aircraft.


Meanwhile, it has emerged that lawyers are debating whether the Irish court’s order could be enforced if a creditor took action against Norwegian Air Shuttle in its home jurisdiction.


Norway’s biggest newspaper, Aftenposten, reported that University of Oslo legal academic Professor Erik Røsæg agreed that the situation was unclear. “But common sense dictates that what is happening in Ireland should be respected,” he told the newspaper.


An independent expert report written by Ken Fennell, partner in Deloitte’s Dublin office, maintains that Norwegian has a reasonable prospect of survival if it can cut its fleet and future aircraft orders and attract new finance.


If the High Court confirms his appointment and protection from creditors on December 7th, Mr Wallace will have up to 100 days to come up with a rescue plan based on these and other proposals.


 

Madro

Active member
Utente Registrato
13 Luglio 2019
42
4
Eh già..



Le autorità norvegesi devono garantire che Norwegian sopravviva alla crisi, chiedendo un numero sempre crescente di viaggiatori. Foto: Knut-Erik Mikalsen DI: KNUT-ERIK MIKALSEN 24 NOVEMBRE 2020 Sono attualmente in corso due campagne di firma per raccogliere il sostegno popolare dietro la richiesta che lo stato deve intervenire finanziariamente per evitare che il norvegese fallisca. In poco tempo le campagne hanno raccolto ben oltre 35.000 firme. Uno è l'entusiasta norvegese Geir Sætre, che martedì mattina ha superato 26.300 firme sulla piattaforma change.com. L'altro è Afshin Silva che c'è dietro, e ora si avvicina alle 11.000 firme su Facebook. Il loro obiettivo comune è stimolare l'impegno politico per garantire finanziariamente l'azienda danneggiata. Il governo si è finora rifiutato di fornire più sostegno che garantire un prestito di 3 miliardi di NOK per Norwegian, che secondo il CEO dell'azienda Jacob Schram è minacciato di bancarotta. Il governo ritiene che il norvegese abbia troppi debiti e che quindi ci sia un rischio troppo grande di perdita sputando denaro nella società. Aiuta finanziariamente il norvegese Ora Sætre e coloro che firmano la sua dichiarazione di sostegno chiedono che il governo e la Storting forniscano contributi in conto capitale in modo che la società - che ha già presentato domanda di protezione dal fallimento in Irlanda - sopravviva. - Se il norvegese scomparisse, noi in Norvegia perderemmo importanti infrastrutture. Il trasporto di beni e servizi sarebbe più difficile e molte aziende perderebbero entrate. La perdita di posti di lavoro ridurrà le entrate fiscali e ridurrà la nostra capacità di gestire una società del benessere, ritiene Sætre. Crede che la compagnia sia importante, non solo per l'opportunità dei norvegesi di viaggiare dentro e fuori la Norvegia: Supporto popolare - Alcuni paesi sponsorizzano squadre di calcio per promuovere il proprio paese. La Norvegia non ne ha bisogno. Abbiamo il norvegese. Volano in tutto il mondo, con una flotta composta dagli aeromobili più rispettosi dell'ambiente sul mercato, dipendenti che irradiano valori di cui tutti possiamo essere orgogliosi e che sembrano completi, secondo lui. Silva, che sta dietro alla seconda azione, si riferisce al supporto che l'azienda riceve ora dall'opinione pubblica norvegese mentre si trova in una profonda crisi economica: - La speranza è che i politici vedano che c'è impegno tra il popolo norvegese in termini di prendersi cura di ciò che una volta dava ai norvegesi e ai passeggeri di tutto il mondo, una gioia e un servizio non ultimo eccellente, dice Silva a flysmart24. La risposta è sorprendente Silva dice di essere sorpreso dalla risposta rapida e positiva che ha ricevuto quando ha lanciato la campagna, e lo prende come un segno che c'è un grande desiderio tra le persone che l'azienda sopravviva: - Ho condiviso informazioni sulla campagna in molti diversi gruppi di Facebook nella speranza che le persone mostrassero solidarietà per esprimere la loro opinione. Poi è stato molto emozionante vedere che il numero di firme è aumentato notevolmente e scalda il cuore vedere un impegno così enorme da parte delle persone, dice Silva.
 

Flyflyfly

Well-known member
Utente Registrato
19 Agosto 2015
275
1
Chissa’ che succedera’ ai dipendenti italiani...e’ comunque un casino. Di certo lo stato norvegiese, qualora ci mettesse i soldi per arginare qualcosa lo farebbe solo per il suo territorio credo.
 

Madro

Active member
Utente Registrato
13 Luglio 2019
42
4
Chissa’ che succedera’ ai dipendenti italiani...e’ comunque un casino. Di certo lo stato norvegiese, qualora ci mettesse i soldi per arginare qualcosa lo farebbe solo per il suo territorio credo.
Molto probabile.. Anche se credo, laddove dovessero farcela, che qualche macchina di lh la terranno.
 

Flyflyfly

Well-known member
Utente Registrato
19 Agosto 2015
275
1
Non credo. Il lh e’ una sfida difficile in tempi normali...ora e’ proprio un suicidio con il loro intento...ovvero lh low cost
 
  • Like
Reactions: BrunoFLR

leerit

Well-known member
Utente Registrato
3 Settembre 2019
786
31
Pensa, in Italia nessuna solidarietà eppure ci mettono le mani in tasca senza permesso. Trova la differenza.
Beh eccone una di differenza...


Minister of Transport and Communications Knut Arild Hareide (KrF) believes that Wizz Air will have problems maintaining its business model if the company increases activity in Norway.

“When it comes to Wizz Air, they have the opportunity to have flights in Norway. But it will probably be more difficult for the company if they increase operations too much when it comes to domestic flights,” Hareide said in the Norwegian parliament (Storting) on Wednesday.

According to him, the Hungarian low-cost airline must follow Norwegian laws and working conditions differently if it starts flying many domestic routes in Norway.

“Wizz Air will probably have challenges with its model if their domestic flight offer gets too large,” he added.

The warning came in response to a question from the Labor Party’s (AP) Sverre Myrli.

He referred to an article by newspaper Dagens Næringsliv, which revealed that, among other things, pilots in Wizz Air must cover their own pensions, insurance, and sickness benefits.

“That’s simply social dumping. This is not how we want it in Norway,” Myrli said.

 
Ultima modifica:
  • Like
Reactions: Paolì

Madro

Active member
Utente Registrato
13 Luglio 2019
42
4
Potresti trasferirti in Norvegia


Beh eccone una di differenza...


Minister of Transport and Communications Knut Arild Hareide (KrF) believes that Wizz Air will have problems maintaining its business model if the company increases activity in Norway.

“When it comes to Wizz Air, they have the opportunity to have flights in Norway. But it will probably be more difficult for the company if they increase operations too much when it comes to domestic flights,” Hareide said in the Norwegian parliament (Storting) on Wednesday.

According to him, the Hungarian low-cost airline must follow Norwegian laws and working conditions differently if it starts flying many domestic routes in Norway.

“Wizz Air will probably have challenges with its model if their domestic flight offer gets too large,” he added.

The warning came in response to a question from the Labor Party’s (AP) Sverre Myrli.

He referred to an article by newspaper Dagens Næringsliv, which revealed that, among other things, pilots in Wizz Air must cover their own pensions, insurance, and sickness benefits.

“That’s simply social dumping. This is not how we want it in Norway,” Myrli said.

Dovrei trasferirmi in norvegia? Lavori per Alitalia?
 

leerit

Well-known member
Utente Registrato
3 Settembre 2019
786
31
Si ok ma non capisco " eccone una di differenza" spiegami, a parole tue
Se non sbaglio le autorita' norvegesi sono pronte a non dare le autorizzazioni a un numero di voli interni troppo elevato. Almeno cosi' mi e' sembrato di capire. Non mi risulta cio' accada da noi. Magari qualcuno puo' correggermi, ma esiste un limite al numero di voli che una compagnia puo' effettuare all'interno del nostro Paese? Nel qual caso non esiterei ad ammettere lo sbaglio. Lo chiedo senza polemica, ma con un solo spirito di curiosita'. Grazie sin d'ora a chi vorra' rispondere.
 

Madro

Active member
Utente Registrato
13 Luglio 2019
42
4
Se non sbaglio le autorita' norvegesi sono pronte a non dare le autorizzazioni a un numero di voli interni troppo elevato. Non mi risulta cio' accada da noi. Magari qualcuno puo' correggermi, ma esiste un limite al numero di voli che una compagnia puo' effettuare all'interno del nostro Paese? Nel qual caso non esiterei ad ammettere lo sbaglio. Lo chiedo senza polemica, ma con un solo spirito di curiosita'. Grazie sin d'ora a chi vorra' rispondere.
Ripeto, cosa c entra con quello che ho scritto io? In riferimento a ciò che hai scritto allego questo: According to him, the Hungarian low-cost airline must follow Norwegian laws and working conditions differently if it starts flying many domestic routes in Norway. Norwegian prima del covid operava centinaia di voli interni, la oslo trodhenaim ad esempio aveva la frequenza della vecchia fco lin di az. Credo che l articolo faccia riferimento alle tutele per i lavoratori, alle condizioni salariali etc etc etc. Non permetteranno di far operare on Norvegia con contratti ungheresi senza adempiere a ciò che le regolamentazione locale richiede. Stessa cosa accadrà qui in italia con il ccnl, vedremo se permetteranno a wizzair di operare con contratti diversi da quelli previsti con la nuova normativa.
 

leerit

Well-known member
Utente Registrato
3 Settembre 2019
786
31
Ripeto, cosa c entra con quello che ho scritto io? In riferimento a ciò che hai scritto allego questo: According to him, the Hungarian low-cost airline must follow Norwegian laws and working conditions differently if it starts flying many domestic routes in Norway. Norwegian prima del covid operava centinaia di voli interni, la oslo trodhenaim ad esempio aveva la frequenza della vecchia fco lin di az. Credo che l articolo faccia riferimento alle tutele per i lavoratori, alle condizioni salariali etc etc etc. Non permetteranno di far operare on Norvegia con contratti ungheresi senza adempiere a ciò che le regolamentazione locale richiede. Stessa cosa accadrà qui in italia con il ccnl, vedremo se permetteranno a wizzair di operare con contratti diversi da quelli previsti con la nuova normativa.
Ok grazie. Avevo capito male. Credevo ci fosse una limitazione allo sviluppo interno di un operatore straniero. Grazie ancora.