Thread MXP-LIN 2019

13900

Well-known member
Utente Registrato
26 Aprile 2012
5,844
61
Parlando (per una volta bene) di Malpensa, ho visto l'altro giorno che, ai controlli di sicurezza, hanno piazzato un nuovo tipo di macchinario raggi X che non richiede di tirar fuori liquidi o iPad/laptop. Mai visti prima, e ha migliorato l'esperienza di viaggio.
 

ploncito

Well-known member
Utente Registrato
24 Luglio 2018
263
2
ex MLA, ora AMS
Parlando (per una volta bene) di Malpensa, ho visto l'altro giorno che, ai controlli di sicurezza, hanno piazzato un nuovo tipo di macchinario raggi X che non richiede di tirar fuori liquidi o iPad/laptop. Mai visti prima, e ha migliorato l'esperienza di viaggio.
Dove precisamente?
(Concordo che i controlli sono molto più fluidi così, qui ad AMS questi macchinari sono solo in alcune postazioni extra-EU e lì si va lisci come l'olio)
 

13900

Well-known member
Utente Registrato
26 Aprile 2012
5,844
61
Dove precisamente?
(Concordo che i controlli sono molto più fluidi così, qui ad AMS questi macchinari sono solo in alcune postazioni extra-EU e lì si va lisci come l'olio)
Una delle posizioni ai controlli del T1, non so dirti di preciso quale.
 

edo01

Well-known member
Utente Registrato
7 Luglio 2017
115
0
Per non vedere cosa esattamente?

Gli e-gates di MXP sono una roba ridicola. Funzionano peggio di quando a LHR funzionavano male.
Tra l’altro sono presenti esclusivamente al T1, al T2 arrivi c’è ancora il cantiere (dopo un anno e passa), mentre al T2 partenze... non pervenuti.
Poi sono accessibili soltanto ai cittadini EU/EEA/CH, al contrario di VCE e FCO che permettono il passaggio anche a ben otto nazionalità extra-UE.
Infine non riesco proprio a capire come mai MXP, con i suoi 5 milioni (se non sbaglio) di pax extra schengen, si possa permettere ben tre aree di controllo passaporti.
 

miguel

Well-known member
Utente Registrato
25 Giugno 2014
230
0
Brianza
Per non vedere cosa esattamente?

Gli e-gates di MXP sono una roba ridicola. Funzionano peggio di quando a LHR funzionavano male.
Sul fatto che non sono l’avvocato di SEA e non ho interessi a farlo , se si vuole criticare i cessi non pienamente d’accordo
Per gli e-gates è un po’ più complesso e non trovo corretto sparare addosso a SEA un tanto al chilo
C’è stata una gate per l’installazione degli e-gates , si sono presentiti i soliti noti del settore ( mondiale non 4 scappati di casa )
Ha visto la gara il fornitore che è presenta a LHR , AMS LAX etc per intenderci
Ha portato l’ultima versione del prodotto ( quando hai un prodotto nuovo sempre da qualche parte lo devi installare per la prima volta , questa volta è capitato a Milano )
Il sistema dialoga direttamente con il Ministero degli Interni non passa dai server SEA per intenderci
Il fornitore che ha vinto è alla prima installazione in Italia , immagina quindi la burocrazia agli inizi per dialogare con la Polizia , certificati che non arrivano etc..
Non pensare che l’installazione a FCO è stata fatta in un giorno poi tutto ok , è stato beta uno o due anni , non ricordo più
 

TW 843

Senior Member
6 Novembre 2005
31,796
20
44
Ormeggiatore di aliscafi
SEA: approvato bilancio 2018
mercoledì 24 aprile 2019 09:59:33

L’assemblea degli azionisti ha approvato all’unanimità il bilancio d’esercizio 2018 di SEA SpA e ha esaminato il bilancio consolidato del Gruppo SEA. I principali risultati a livello di Gruppo indicano un netto miglioramento rispetto al 2017. I ricavi della gestione sono pari a 684 milioni di euro, in crescita del 5,5% rispetto al 2017; l’EBITDA è 281,9 milioni di euro, in crescita del 16% rispetto all’esercizio precedente (+5,4% al netto delle poste non ricorrenti). L’utile netto del Gruppo è stato di 136,1 milioni di euro, in crescita di 52 milioni (+61,9%) rispetto al 2017 che incorporava, oltre a costi non ricorrenti, anche 25,3 milioni di euro di svalutazione crediti Alitalia. La Posizione Finanziaria Netta è 399,6 milioni di euro, in miglioramento di 109,3 milioni. La capogruppo SEA SpA ha chiuso l’esercizio 2018 con ricavi pari a 693,1 milioni di euro, in crescita del 5,8% rispetto all’esercizio precedente. L’EBITDA è pari a 267,9 milioni di euro e l’utile netto della società risulta pari a 123,5 milioni di euro. L’assemblea ha deliberato, inoltre, la distribuzione di un dividendo pari a 98.800.000 euro, per un importo di 0,3952 euro per azione, corrispondente a un pay out ratio dell’80% circa.
Il dividendo sarà messo in pagamento a decorrere dal 20 giugno.
Pierfrancesco Barletta, Michaela Castelli, Davide Amedeo Corritore, Patrizia Michela Giangualano, Luciana Sara Rovelli, Armando Brunini e Rosario Mazza sono stati nominati consiglieri d’amministrazione. Rosalba Casiraghi, Andrea Manzoni e Stefano Pozzoli sono stati nominati sindaci effettivi. Valeria Maria Scuteri è stata indicata quale sindaco effettivo di nomina del ministero delle Infrastrutture e trasporti ai sensi di statuto; non essendo stato comunicato il nominativo del designato a cura del ministero dell’Economia e Finanze l’attuale collegio sindacale rimarrà in carica sino alla comunicazione alla società di tale nomina.
Il consiglio di amministrazione, riunitosi dopo l’assemblea, ha deliberato di nominare Michaela Castelli presidente e Davide Amedeo Corritore vicepresidente non esecutivo della società. Il direttore generale Armando Brunini è stato confermato nella carica di amministratore delegato.
 

AZ209

Socio AIAC
Utente Registrato
24 Ottobre 2006
16,831
17
Londra.
Fidato (Sea), riqualificazione terminal Linate per renderlo aeroporto più smart d’Europa

Milano, 27 mag 17:15 - (Agenzia Nova) - Rendere lo scalo di Milano-Linate il city airport più smart d’Europa. Questa l’idea alla base della riqualificazione del terminal, spiegata oggi da Alessandro Fidato, airport management director di Sea, durante la giornata di apertura al pubblico dei cantieri della M4 a Linate. “Ci vorranno un paio d’anni per raggiungere questo risultato - ha dichiarato Fidato - Sono investimenti importanti che si aggirano intorno ai 20 milioni di euro ma non saranno gli unici che interesseranno il terminal perché stiamo partendo anche con investimenti di riqualifica architettonica e di design per dare una cifra stilistica omogenea. Ci saranno anche altri investimenti di innovazione tecnologica e di automazione per rendere sempre più veloce il passaggio dei passeggeri all’interno del nostro aeroporto”. I lavori di riqualifica del terminal inizieranno il 27 luglio con la chiusura per tre mesi dell’aeroporto di Linate e si completeranno nel gennaio 2021 in concomitanza con l’apertura della nuova stazione della metropolitana: “Realizzeremo la nuova area di sicurezza più smart in Europa, ci auguriamo, per dare ai milanesi un aeroporto che sia sempre più all’altezza della loro città - prosegue Fidato - Parliamo anche dell’utilizzo della tecnologia biometrica all’interno del terminal, che abbatte tutti i gate all’interno dell’aeroporto, tutti i vari passaggi, per renderli molto più veloci. Ci sarà un enrollment iniziale del passeggero in modo tale che in ogni passaggio venga riconosciuto in modo automatico e possa più velocemente raggiungere il gate”.
 

TW 843

Senior Member
6 Novembre 2005
31,796
20
44
Ormeggiatore di aliscafi
A Linate apre il cantiere per la manutenziuone della pista di volo. La Sea ha aggiudicato a Vitali (in ATI con Impresa edili stradale Artifoni) gli interventi di riqualifica e ammodernamento delle infrastrutture airside, che comprendono il recupero della pavimentazione della pista di volo 18/36, della taxiway «T» nel tratto compreso tra l’area de-icing e la posizione d’attesa intermedia T2 e la realizzazione di opere civili interrate adeguate all’installazione di un impianto di alimentazione elettrica 400 Hz per aeromobili in sosta sul piazzale Nord.
L’aggiudicazione è stata di 16.200.000 euro.
 

aa/vv??

Well-known member
Utente Registrato
7 Agosto 2008
3,186
4
Up in the air
Fidato (Sea), riqualificazione terminal Linate per renderlo aeroporto più smart d’Europa

“Ci saranno anche altri investimenti di innovazione tecnologica e di automazione per rendere sempre più veloce il passaggio dei passeggeri all’interno del nostro aeroporto”.
Un'area transiti sarebbe più che sufficiente. Inutile mettere coincidenze di 40 minuti se poi stai ai remoti e devi rifare tutto il giro, controlli compresi, (con magari pure 15 minuti di ritardo sul volo in arrivo) e l'unica speranza è vincere un finger.