Situazione limitazioni agli spostamenti EU


Stato
Discussione chiusa ad ulteriori risposte.

ilverococco

Utente Registrato
3 Novembre 2016
230
110
BLQ - DXB
certo che non è possibile far viaggiare solo chi è vaccinato perchè discriminatorio nei confronti di chi non può accedere al vaccino (ai vaccini) in tempo:
l'accesso limitato ai vaccini è sicuramente un problema, tuttavia sarò un semplice io ma a me non pare difficile:
1- sei vaccinato/hai avuto la fortuna di accedere al vaccino --> viaggi senza limitazioni (mi riferisco a quarantena e affini)
2- non sei vaccinato/non hai la fortuna di essere tra i gruppi prioritari --> viaggi con controlli aggiuntivi

In questo modo intanto cominci a muovere qualcosa, poi col tempo il gruppo 1 sarà maggiore del gruppo 2 e la mobilità internazionale ne risentirà sempre più positivamente

e io spero nella durezza nei confronti di chi non rispetta regole e controlli!
mah io risiedo a Dubai e a giudicare dalla frequenza con cui geni italici chiedono sui gruppi FB conferme su come aggirare i vincoli e venire qui per mero turismo...non ci conterei troppo
 

Qantaslink

Utente Registrato
22 Giugno 2009
1,436
77
Straniero che non ha patria
Per il fumo di londra;), Flyfan;), Giofumagalli;), io ho solo riportato l'articolo, sarei ben conteno di farlo quello di AstraZeneca e per poter ricominciare a viaggiare( e anche altri per permettere a tutti i settori colpiti di ripartire), ma alcuni paesi tipo l'Islanda ( come detto da alcuni di questo forum), non è riconosciuto). Chiedo scusa se non ho scritto bene

Mi sembra che stanno facendo la guerra dei vaccini
 
  • Like
Reactions: delta75

Charter2017

Utente Registrato
3 Agosto 2017
775
315
l'accesso limitato ai vaccini è sicuramente un problema, tuttavia sarò un semplice io ma a me non pare difficile:
1- sei vaccinato/hai avuto la fortuna di accedere al vaccino --> viaggi senza limitazioni (mi riferisco a quarantena e affini)
2- non sei vaccinato/non hai la fortuna di essere tra i gruppi prioritari --> viaggi con controlli aggiuntivi

In questo modo intanto cominci a muovere qualcosa, poi col tempo il gruppo 1 sarà maggiore del gruppo 2 e la mobilità internazionale ne risentirà sempre più positivamente



mah io risiedo a Dubai e a giudicare dalla frequenza con cui geni italici chiedono sui gruppi FB conferme su come aggirare i vincoli e venire qui per mero turismo...non ci conterei troppo
Bbbono: il punto 1 non è proprio così perché, nonostante il vaccino, tu puoi prenderti il virus e, forse/probabilmente (ancora non si sa con certezza) contagiare! Quindi tu viaggi sereno perché al 96-98% non ti fai la malattia anche se hai il virus in corpo ma, a seconda della carica virale che ti porti nel bagaglio insieme a pinne e maschera da sub, puoi contagiare da 3 a 6 persone! E tutto questo varia anche con le "varianti".
È fondamentale capire se, come ed eventualmente quanto si contagia avendo il Covid pur essendo vaccinati, ed associare sierologici e pcr. Altrimenti è un loop senza fine.
Per il furbetto: facile, lo becchi e, specialmente se positivo al Covid, gli dai "epidemia colposa" e lo sbatti in galera per un paio di mesi a pane e acqua. Quando esce sarà il primo a urlare di rispettare regole, leggi, DPCM e controlli!
 
Ultima modifica:

Flyfan

Utente Registrato
17 Giugno 2019
622
196
LJU
Per il fumo di londra;), Flyfan;), Giofumagalli;), io ho solo riportato l'articolo, sarei ben conteno di farlo quello di AstraZeneca e per poter ricominciare a viaggiare( e anche altri per permettere a tutti i settori colpiti di ripartire), ma alcuni paesi tipo l'Islanda ( come detto da alcuni di questo forum), non è riconosciuto). Chiedo scusa se non ho scritto bene

Mi sembra che stanno facendo la guerra dei vaccini
hai informazioni sbagliate, Astra Zeneca è usato anche in islanda e non mi risulta esistano ancora paesi in cui non sia stato approvato e/o riconosciuto.
 

ilverococco

Utente Registrato
3 Novembre 2016
230
110
BLQ - DXB
Bbbono: il punto 1 non è proprio così perché, nonostante il vaccino, tu puoi prenderti il virus e, forse/probabilmente (ancora non si sa con certezza) contagiare!
Corretto, tuttavia:
1- come tu dici non v'è certezza
2- Al momento c'è un discreto consenso sul fatto che la trasmissione, se possibile (vedi punto 1), sia probabilisticamente bassa

Credo che le precauzioni debbano essere mirate ad un abbattimento della probabilità del contagio piuttosto che all'azzeramento perchè pare evidente che l'unica maniera per azzerare il rischio sia stare sotto una campana di vetro
 

Cesare.Caldi

Utente Registrato
14 Novembre 2005
34,489
207
N/D
Io credo che con l'avvicinarsi della stagione estiva i vari paesi in particolare quelli a piu' alta vocazione turistica allenteranno divieti e quarantene, credo che faranno accedere oltre ai vaccinati anche chi non lo è facendo un semplice test rapido in aeroporto. Vedi ad esempio Grecia, Spagna, Malta e Cipro che stanno già spingendo nella direzione di una riapertura turistica adottando un passaporto vaccinale.
 

Charter2017

Utente Registrato
3 Agosto 2017
775
315
Corretto, tuttavia:
1- come tu dici non v'è certezza
2- Al momento c'è un discreto consenso sul fatto che la trasmissione, se possibile (vedi punto 1), sia probabilisticamente bassa

Credo che le precauzioni debbano essere mirate ad un abbattimento della probabilità del contagio piuttosto che all'azzeramento perchè pare evidente che l'unica maniera per azzerare il rischio sia stare sotto una campana di vetro
Sono d'accordo. Ma la vera soluzione è accordarsi tra OMS, Stati, ONU e ICAO, IATA e compagnie aeree su come si deve viaggiare: regole certe e pratiche, condivide e rispettate da tutti, in grado di fornire sicurezza ai passeggeri e possibilità di ripartenza del comparto "aviazione civile" tutto.
(Thomas More sarebbe stato felicissimo di questo post e mi avrebbe messo una marea di like...).
 
Ultima modifica:

ilverococco

Utente Registrato
3 Novembre 2016
230
110
BLQ - DXB
Sono d'accordo. Ma la vera soluzione è accordarsi tra OMS, Stati, ONU e ICAO, IATA e compagnie aeree su come si deve viaggiare: regole certe e pratiche, condivide e rispettate da tutti, in grado di fornire sicurezza ai passeggeri e possibilità di ripartenza del comparto "aviazione civile" tutto.
(Thomas More sarebbe stato felicissimo di questo post e mi avrebbe messo una marea di like...).
te lo metto io anche se il tuo (il nostro) mi sembra wishful thinking :)
 
  • Like
Reactions: Charter2017

Mandrake

Utente Registrato
24 Luglio 2018
148
18
Sono d'accordo. Ma la vera soluzione è accordarsi tra OMS, Stati, ONU e ICAO, IATA e compagnie aeree su come si deve viaggiare: regole certe e pratiche, condivide e rispettate da tutti, in grado di fornire sicurezza ai passeggeri e possibilità di ripartenza del comparto "aviazione civile" tutto.
(Thomas More sarebbe stato felicissimo di questo post e mi avrebbe messo una marea di like...).
Concordo e chi non rispetta le direttive, multe a raffica, non che durante le SAFA/SANA si cade dal pero.
 
  • Like
Reactions: Charter2017

Charter2017

Utente Registrato
3 Agosto 2017
775
315
Variante "Newyorkese" in arrivo, variante Inglese più "tosta"

Nuova variante Covid si diffonde a New York, Biden estende emergenza nazionale
La mutazione potrebbe indebolire l'efficacia dell'immunizzazione. L'Oms: 'Gli effetti a lungo termine siano priorità. Dopo tre mesi una persona su 10 non sta ancora bene
Una nuova forma di coronavirus si sta diffondendo rapidamente a New York e ha una mutazione che potrebbe indebolire l'efficacia dei vaccini. Lo riporta il New York Times citando due studi, uno di Caltech e uno della Columbia
La nuova variante è chiamata B.1.526 e contiene una mutazione che potrebbe aiutare il virus a schivare il sistema immunitario.
Il presidente americano Joe Biden ha intanto esteso l'emergenza nazionale a causa del Covid. "Il Covid 19 continua a causare significativi rischi alla salute pubblica e alla sicurezza del Paese. Per questo l'emergenza nazionale dichiarata il 13 marzo 2020, e iniziata l'1 marzo del 2020, deve continuare a restare in effetto dopo l'1 marzo 2021", si legge in una nota.
Intanto la California supera la soglia dei 50.000 morti, divenendo il primo stato americano a superare il traguardo. La soglia arriva mentre una variante del virus rintracciata in California durante l'inverno si sta rapidamente diffondendo e ora rappresenta il 50% delle infezioni in 44 contee.
Il "lungo Covid", ovvero gli effetti a lungo termine del coronavirus che colpiscono misteriosamente un numero significativo di pazienti deve essere la priorità delle autorità sanitarie. Lo ha detto il direttore dell'Oms Europa, Hans Kluge, in in una conferenza stampa. Kluge ha usato il termine inglese 'long Covid' per descrivere un fenomeno diffuso nell'area e cioè che dopo 12 settimane dal coronavirus una persona su 10 contagiata non è ancora in buone condizioni di salute.


Covid, Iss: 'Variante inglese più trasmissibile del 37%, con punte del 60%'
L'Istituto aggiorna le Faq sul proprio sito, grande incertezza statistica
"In Italia si è stimato che la cosiddetta variante inglese del virus Sars-CoV-2 ha una trasmissibilità superiore del 37% rispetto ai ceppi non varianti, con una grande incertezza statistica" tra il 18% fino ad arrivare a punte del 60%.
Lo scrive l'Istituto superiore di sanità (ISS) in un aggiornamento delle Faq sulle varianti sul proprio sito. "La stima - si legge -, è stata ottenuta da uno studio di Iss, ministero della Salute, Fondazione Bruno Kessler, Regioni/Province autonome. Questi valori sono in linea con quelli riportati in altri Paesi, anche se leggermente più bassi. "La stima induce a considerare l'opportunità di più stringenti misure di controllo che possono andare dal contenimento di focolai nascenti alla mitigazione", si legge.
Nella Faq viene descritto anche il metodo usato per calcolare la trasmissibilità. "La stima della trasmissibilità relativa del mutante Gb è stata effettuata tramite un modello matematico basato sui dati di due 'flash survey' condotte nelle scorse settimane sulla prevalenza della variante inglese - prosegue il testo - insieme a quelli dei ricoveri di 10 regioni. Le stime sono state fatte utilizzando diversi metodi matematici che hanno dato risultati consistenti tra loro".
 
Stato
Discussione chiusa ad ulteriori risposte.