News aeroporto di Rimini


RMI

Utente Registrato
27 Gennaio 2022
127
50
Dall'articolo letto a Rimini stanno cercando di fare la stessa cosa di Ancona, ma sarà complicato perché i comuni vicini non hanno interesse come hanno già fatto capire al Sindaco di Rimini.
Ancona ha il sostegno della regione, non si parla di comuni.

Sono 2 milioni le risorse ufficiali che verranno utilizzate sul bando regionale di promozione turistica entro il primo semestre del 2024 attraverso
Visit Romagna, per i voli 2025 (non di questo anno).

L'incremento della tassa di soggiorno (per Rimini) è utilizzata quindi in accordo con gli operatori per due azioni:
- promozione sui mercati internazionali attraverso diversi canali (2 milioni)
- sostegno all'aeroporto per acquisizione nuove rotte sui mercati esteri (1 milione)
Le due iniziative sono complementari e in sinergia tra loro.

Queste attività vengono svolte da TUTTI in italia e non figurano nei bilanci aeroportuali, gli altri pero' stanno zitti.

Comunque ci saranno anche altri stakeholders privati che si andranno ad aggiungere al discorso
e da quanto mi risulta in realtà le risorse a disposizione dovrebbero essere 3 milioni e non 2.
 
  • Like
Reactions: BM8208

BM8208

Utente Registrato
4 Settembre 2020
40
13
Giusto per rimanere in tema... fonte: aeroporticalabria.com
Aeroporti Calabria: l’UE approva i 120 milioni di Euro di aiuti alle compagnie aeree. Porte aperte per Ryanair
15 Gennaio 2024 15:31 Voli Lamezia, Voli Crotone, Voli Reggio Calabria 41 commentiAeroportiCalabria.com

La commissione europea ha approvato l’aiuto da 120 milioni di Euro in 3 anni che la Regione Calabria tramite bandi vorrebbe concedere alle compagnie aeree che avvieranno nuove rotte dalla Calabria.
Secondo quanto riportato nel comunicato l’aiuto massimo coprirà fino al 50% dei diritti aeroportuali (Tasse di atterraggio e decollo; Tasse aeroportuali a passeggero; Diritti di Handling). Non si capisce se per gli Aeroporti di Reggio Calabria e Crotone, essendo sotto il milione di passeggeri, si potrà arrivare fino al 75% di aiuto come richiesto dalla Regione Calabria.
Dunque porte aperte per Ryanair dagli scali di Lamezia Terme e Crotone e per la prima volta nella storia anche da Reggio Calabria.
Per l’Aeroporto di Reggio Calabria si prevede una base del vettore irlandese con equipaggi addestrati ed abilitati per operare in tutta sicurezza e nel rispetto delle normative.
Da Aprile 2024 si volerà da Reggio Calabria con Ryanair? Diciamo che bisognerà correre poiché i tempi sono molto stretti. Difficilmente potranno esserci i tempi tecnici per poter aggiudicare i bandi entro fine Marzo (devono ancora essere pubblicati). Però Ryanair potrebbe comunque partire ed attendere i bandi oppure il vettore irlandese potrebbe aver partecipato all’altro bando relativo al marketing digitale turistico da 47 milioni di Euro che scadrà il 18 Gennaio 2024 e dunque avere un incentivo economico.
Per l’Aeroporto di Reggio Calabria questa è l’ultima chiamata. Ci sono i soldi (tanti) e c’è la volontà di abilitare gli equipaggi. Ora o mai più. Allacciate le cinture…
 

bamby69

Utente Registrato
18 Marzo 2011
1,213
23
Il primo volo ho letto su Italiavola sarà su Manchester, che fantasia, di solito si comincia con Stanstead!, Poi Bergamo come si può negare un volo sul bergamasco!
 

herry92

Utente Registrato
3 Aprile 2016
287
25

Il ’Fellini’ in missione per i nuovi voli. Vertice con i manager di Ryanair. Germania e Francia nei radar
Corbucci, ad dell’aeroporto: "Nove destinazioni già confermate, ma presto ne arriveranno altre". Si tratta anche per il collegamento con Roma, e con Wizzair per aggiungere rotte dall’est Europa.

In missione a Dublino per ’strappare’ nuove rotte a Ryanair. Dopo la trasferta a Dubai (lo scorso novembre) per incontrare compagnie e tour operator legati al mercato russo e asiatico, i vertici di Airiminum – la società di gestione dell’aeroporto di Rimini – volano in Irlanda. Domani e martedì una delegazione guidata da Leonardo Corbucci, amministratore delegato dell’aeroporto, sarà a Dublino per incontrare i manager della compagnia Ryanair. Al faccia a faccia parteciperà anche Emanuele Burioni, direttore di Apt, ovvero l’agenzia di promozione turistica per l’Emilia Romagna. L’obiettivo è fare il punto per questa stagione e pianificare già le nuove rotte dal 2025 in poi, a cui l’aeroporto sta lavorando da tempo.

"Ryanair intende operare nuovi voli a Rimini quest’anno – premette Corbucci – Intanto ha già confermato per il 2024 le 9 destinazioni che avevamo l’anno scorso: Cagliari e Palermo, Londra, Vienna, Praga, Budapest, Cracovia, Varsavia, Kaunas. Per alcuni voli le vendite sono già iniziate". L’anno scorso Ryanair ha portato circa 200mila passeggeri a Rimini, due terzi del totale. "La compagnia è pronta ad ampliare le rotte già da quest’anno. Ma a Dublino si parlerà anche dei voli dal 2025 in poi".

Quali siano le rotte in ballo Corbucci, per ora, non vuole svelarlo. Ma è certo che si parlerà dei voli da Francoforte e Colonia, di nuove rotte dall’Inghilterra, dalla Francia e dall’est Europa. Nel frattempo proseguono le trattative con Wizzair, per convincere la compagnia low cost a implementare le rotte al ’Fellini’. Ma si lavora anche, con altre compagnie, per aggiungere voli nazionali: più Roma che Milano. Un obiettivo dichiarato e condiviso da Airiminum con la Fiera e con gli albergatori.

Proprio venerdì Corbucci ha incontrato l’associazione albergatori, per illustrare piani e strategie dell’aeroporto. Un incontro che Patrizia Rinaldis, presidente di Federalberghi, giudica "positivo. Finalmente ci sono le condizioni per rendere Rimini e la Riviera sempre più accessibili grazie alle nuove rotte. Un obiettivo che sarà possibile anche grazie alle attività di marketing che saranno finanziate dall’aumento della tassa di soggiorno, decisione sofferta ma che alla fine abbiamo condiviso per il bene della città". Non è escluso poi che Federalberghi "possa partecipare, anche con altre risorse, alla promozione dei voli. Lo valuteremo". Ad Airiminum "chiediamo certezze sul ritorno dei voli dalla Germania".

Inviato dal mio M2007J20CG utilizzando Tapatalk
 

herry92

Utente Registrato
3 Aprile 2016
287
25

L'aeroporto Fellini a "caccia" di nuovi voli, Airiminum in trasferta a Dublino per incontrare Ryanair
L’amministratore delegato Leonardo Corbucci e il suo staff sono attesi in Irlanda nelle giornate di lunedì e martedì

Sono ore importanti per avviare possibili nuove collaborazioni con Ryanair. E’ infatti in programma in questi giorni una trasferta al quartier generale della compagnia aerea low cost irlandese, a Dublino, da parte dei vertici di Airiminum, la società che ha in gestione lo scalo Federico Fellini di Rimini-San Marino. L’amministratore delegato Leonardo Corbucci e il suo staff sono attesi in Irlanda nelle giornate di lunedì e martedì (22 e 23 gennaio). L’obiettivo della trasferta è quello di confermare il piano voli in vista della nuova stagione estiva, ma anche di stringere accordi per incrementarli.

Il sogno è quello di strappare qualche nuova rotta per il 2024 e sicuramente per il 2025. In particolare l’aeroporto di Rimini, e questo è chiaramente emerso anche durante un recente summit con gli albergatori, vuole al più presto tornare a collegarsi con la Germania, paese che ha regalato molte soddisfazioni in chiave di presenze turistiche durante la scorsa estate. Collegamenti aerei, oltre che quelli ferroviari, sarebbero una vera manna dal cielo: gli obiettivi sono quelli noti, ovvero voli con gli aeroporti di Colonia e Francoforte. Visto anche i recenti studi pubblicati, aggiungere a Londra altri aeroporti dalla Gran Bretagna potrebbe essere il passo successivo.

Non è un segreto che la partnership tra lo scalo riminese e la compagnia low cost è destinato a crescere. Il progetto era stato presentato, con gli obiettivi strategici, lo scorso febbraio durante la Bit di Milano. In quell’occasione Mauro Bolla, country manager di Ryanair in Italia aveva dichiarato: “Mentre celebriamo il 25° anniversario da quando abbiamo iniziato le operazioni a Rimini, Ryanair rimane impegnata a portare ulteriore crescita nella regione e siamo lieti di annunciare il nostro nuovo e più grande programma Estivo per Rimini”. Dai dati era emerso che nella scorsa stagione (2023/2024) aeroporto e compagnia aerea si ponevano l’obiettivo di vendere 300 mila biglietti. Che per quest’anno dovranno salire a 346 mila. Poi per gli anni successivi: 400 mila nel 2025/2026, 442 mila nel 2026/2027 e 471 mila nel 2027/2028.

Inviato dal mio M2007J20CG utilizzando Tapatalk
 

herry92

Utente Registrato
3 Aprile 2016
287
25

Aeroporto: conferma Palermo, aumenti su Vienna, ottobre in Egitto

Ancora nessun annuncio di nuove rotte ma qualcosa si muove all’aeroporto Fellini. In attesa di capire se darà risultati la missione a Dublino con i manager Ryanair dell’amministratore delegato Leonardo Corbucci (vedi notizia), dalla app della compagnia irlandese arrivano le prime novità. Innanzitutto, dopo il rinnovato accordo con lo scalo di Palermo, sono stati messi in vendita i voli per la Sicilia: tre a settimana dal Fellini, da aprile ad ottobre. Inoltre sono stati precaricati i potenziamenti per Kaunas in Lituania, che anticipa la partenza ad aprile con due frequenze a settimana e passa poi a tre da maggio ad ottobre, e per Vienna che scatta in anticipo e nei mesi di aprile e ottobre conterà su tre voli a settimana (due negli altri mesi estivi).
Tutto confermato, al momento, per gli altri voli Ryanair dal Fellini: Londra (da giugno a settembre con quattro collegamenti a settimana), Budapest (un volo a settimana già da marzo e poi tre da aprile ad ottobre), Cracovia (due voli settimanali da giugno a settembre), Praga (due a settimana da aprile a ottobre) e Cagliari (rotta annuale che da aprile ad ottobre avrà quattro frequenze settimanali). Resta in stand by Varsavia a causa dei rapporti burrascosi tra la compagnia irlandese e lo scalo di Modlin.

Wizzair al momento conferma le tre frequenze settimanali con Tirana, senza introdurre nuove rotte da Rimini.

Già in vendita i voli Luxair per il Lussemburgo, anche questi con un aumento di frequenze: partiranno a maggio con due collegamenti settimanali che a luglio, agosto e fino a metà settembre diventeranno quattro.

Dal 30 giugno al 25 agosto è confermato il volo Rimini-Riga di AirBaltic e dal 30 maggio al 4 luglio Rimini-Vilnius. Pacchetti in vendita su Tez Tour.

Neos ha già predisposto invece i classici collegamenti con l’Egitto di fine estate: tra settembre e ottobre l’aeroporto di Rimini potrà contare sui voli per Sharm El Sheikh e, novità, Marsa Matrouh.

All’avvio della summer season mancano ancora un paio di mesi e, come noto, AIRiminum sta lavorando per potenziare le frequenze ma anche le destinazioni e qualche interessante novità potrebbe arrivare nelle prossime settimane.

Inviato dal mio M2007J20CG utilizzando Tapatalk
 

herry92

Utente Registrato
3 Aprile 2016
287
25

Aeroporto: Rimini chiude il 2023 con 280.000 passeggeri. Attesa per nuove rotte

Nel 2023 gli aeroporti italiani hanno toccato un record storico superando i 197 milioni di passeggeri. Più anche dell’epoca pre-covid. E tra i primi 10 scali nazionali figura anche il Marconi di Bologna, 7° con 10milioni di passeggeri. Il resto della Romagna però non brilla. L’aeroporto Fellini di Rimini con i 7.237 del mese di dicembre, chiude il 2023 con circa 282mila passeggeri (279mila quelli “commerciali”): nel dettaglio poco meno di 222.000 internazionali e 55mila italiani con le rotte per Cagliari e Palermo. Complessivamente il Fellini cresce del 31,4% sull’anno precedente ma con numeri inferiori a quelli attesi alla vigilia. Il 2019 resta, al momento, l’anno record della gestione AIRiminum con quasi 400mila passeggeri. Anche per l’aeroporto Ridolfi di Forlì il 2023 segna una crescita inferiore alle attese e in parte dovuta all’interruzione del rapporto con Aeroitalia. Con i poco più di 7mila di dicembre, il Ridolfi chiude l’anno con circa 134mila passeggeri (+42,6% sul 2022). Più o meno lo stesso risultato dell’altro scalo regionale, quello di Parma (132.402 passeggeri).

Messi nel cassetto i risultati 2023, per gli aeroporti è tempo di guardare al futuro. Sono tanti gli obiettivi per lo scalo di Rimini in vista del prossimo avvio della Summer 2024 (che scatta in aprile): confermate al momento le 9 rotte Ryanair già operative lo scorso anno (Palermo, Cagliari, Vienna, Praga, Kaunas, Londra, Cracovia, Budapest e Varsavia), Tirana con Wizzair e Lussemburgo con Luxair, AIRiminum punta a nuovi collegamenti strategici per il territorio. Germania in primis, ma anche Francia, Belgio e nord Europa senza dimenticare un hub italiano come Roma. Ancora non ci sono annunci ufficiali ma sono queste le settimane decisive per mettere nero su bianco nuovi accordi.

Inviato dal mio M2007J20CG utilizzando Tapatalk
 

herry92

Utente Registrato
3 Aprile 2016
287
25
Aeroporti. Il 2024 inizia con 6.500 passeggeri ma si guarda ai voli estivi

Nel primo mese del 2024 sono stati 6.574 i passeggeri dell’aeroporto Fellini che ha potuto godere della conferma del collegamento annuale di Wizzair con Tirana (oltre 4.400 passeggeri) e dell’estensione ai mesi invernali del volo Ryanair con Cagliari (poco più di due mila). Lo scalo riminese registra una crescita del 23,6% rispetto al gennaio 2023.
Il vicino Ridolfi di Forlì, dove sono operativi annualmente i voli per Katowice e Palermo della compagnia irlandese, ha invece visto poco più di 6.700 passeggeri nel mese di gennaio con un calo del 35% rispetto allo scorso anno. I dati sono stati pubblicati da Assoaeroporti.

Intanto i due scali si preparano all’avvio della stagione estiva, che parte dal mese di aprile. Rimini al momento vede confermate le destinazioni 2024: 9 con Ryanair (Londra, Palermo e Cagliari, Kaunas, Vienna, Praga, Budapest, Cracovia e Varsavia), Tirana con Wizzair, Lussemburgo con Wizzair e i charter nei mesi centrali dell’estate con Riga e Vilnius con Air Baltic e Getjet. Ci sono poi i voli Neos di fine stagione con l’Egitto (Sharm el Sheik e Marsa Matrouh). Rispetto all’estate 2023 la novità, al momento, è legata solo ad alcuni aumenti di frequenze che (stando alle parole del sindaco di Rimini Sadegholvaad nel consiglio comunale dedicato al turismo) dovrebbero portare a chiudere il 2024 con circa 350.000 passeggeri rispetto ai 280.000 del 2023. La sensazione però è che AIRiminum, società di gestione dello scalo, abbia qualche asso nella manica. Dal territorio si guarda in particolare a Germania, Francia, Nord Europa ma anche Roma o Milano. Il tempo stringe ma, magari dal mese di giugno, qualche novità potrebbe ancora arrivare anche se Ryanair è alle prese con i ritardi nella consegna dei nuovi Boeing che potrebbero influire sull’operativo.

Per quanto riguarda l’aeroporto di Forlì, la stagione è stata già presentata. Oltre ai voli Ryanair per Palermo e Katowice, ci sono le 12 destinazioni servite tramite il network GoToFly: Catania, Trapani, Lampedusa, Pantelleria, Olbia, Cagliari, Lefkada, Zante, Cefalonia, Corfù, Karpathos e Tirana.


Inviato dal mio M2007J20CG utilizzando Tapatalk
 

Dany85

Utente Registrato
7 Gennaio 2020
74
25
Qualcuno sa perché il Boeing 737-400
ZA-ALC dell'Albawings dopo un mese a Forlì è stato spostato a Rimini?? 🤔🤔🤔
 

herry92

Utente Registrato
3 Aprile 2016
287
25
Qualcuno sa perché il Boeing 737-400
ZA-ALC dell'Albawings dopo un mese a Forlì è stato spostato a Rimini??
Qui c'è un po' di storia in anni diversi per le contese di Albawings tra i due aeroporti

Inviato dal mio M2007J20CG utilizzando Tapatalk
 

herry92

Utente Registrato
3 Aprile 2016
287
25
Aeroporto, obiettivo 350 mila passeggeri. Novità Vilnius e Sofia, ma è "caccia" a nuove destinazioni
Non si intravedono all’orizzonte grandi nuove destinazioni se non Vilnius collegata con Get Jet una volta a settimana e Sofia con Bulgaria Air una volta la settimana ad agosto. L'Ad Corbucci: "Presto altre novità"

All’Aeroporto Fellini la nuova stagione si prepara a partire con un incremento delle frequenze dei voli, ma al momento non si intravedono all’orizzonte grandi nuove destinazioni se non Vilnius collegata con Get Jet una volta a settimana e Sofia con Bulgaria Air una volta la settimana ad agosto. Chi si attendeva per l’inizio della primavera l’annuncio di molteplici nuove località da collegare a Rimini per il momento dovrà restare alla finestra e attendere. Anche il sindaco Jamil Sadegholvaad durante gli scorsi giorni aveva chiesto una spinta sull’acceleratore per aumentare le prospettive dello scalo riminese. In vista del 2024 il numero complessivo dei passeggeri è destinato a crescere in virtù del numero maggiore dei voli in programma.


Il programma voli della Summer '24 partirà domenica, 31 marzo, e propone un totale di 15 rotte, suddivise tra 2 rotte nazionali e 13 internazionali, operate da 8 compagnie aeree, per un totale di 12 Paesi diversi collegati con un incremento sensibile di frequenze rispetto all’anno precedente. Nel 2024, considerando che a fine marzo i passeggeri sono già circa 24 mila, si prevede ancora una crescita a doppia cifra, con il target di 350 mila passeggeri, anche grazie a un atteso incremento dei voli nella stagione invernale, oltre a quelli già operati nella stagione precedente Cagliari (Ryanair) e Tirana (Wizzair).

Il bilancio del 2023 parla di circa 285 mila passeggeri con un “Load Factor" pari all' 89% e una crescita del 33% rispetto ai volumi del 2022. Questi risultati hanno permesso all’aeroporto di Rimini di posizionarsi tra i primi tre aeroporti italiani con tasso di riempimento più alto.


Rotte e compagnie
Ryanair prevede i seguenti collegamenti. Londra Stansted (Regno Unito): 4 frequenze settimanali a partire da inizio giugno. Cagliari (Italia): 4 frequenze settimanali a partire da fine marzo (+1 frequenza rispetto al 2023). Palermo (Italia): 4 frequenze settimanali a partire da fine marzo (+1 frequenza rispetto al 2023). Budapest (Ungheria): 3 frequenze settimanali a partire da fine marzo. Kaunas (Lituania): 3 frequenze settimanali a partire da fine marzo (+1 frequenza rispetto al 2023). Vienna (Austria): 3 frequenze settimanali a partire da fine marzo (+1 frequenza rispetto al 2023, anticipata di due mesi rispetto al 2023). Praga (Repubblica Ceca): 2 frequenze settimanali a partire da fine marzo. Cracovia (Polonia): 2 frequenze settimanali a partire da inizio giugno.

“La crescita delle frequenze sulle rotte operate da Ryanair, che anche quest’anno collegherà Rimini a 7 Paesi europei, contribuirà a consolidare il collegamento con le varie destinazioni e potrà nel tempo creare le condizioni per consentire un volo annuale esteso anche nella stagione invernale. Ryanair, con cui si ha un accordo strategico di 5 anni, per la prima volta da quando è arrivata in Italia, ha operato a Rimini nella stagione invernale con il volo per Cagliari”, spiegano dall’aeroporto.

Wizzair. Tirana (Albania): 3 frequenze settimanali a partire da inizio marzo. “Con la compagnia ungherese, con cui si ha un accordo strategico di 4 anni, si sta trattando per l’apertura nel 2025 di nuove destinazioni strategiche per il territorio”, dice Airiminum.

Luxair. Lussemburgo (Lussemburgo): 4 frequenze a partire da inizio maggio (+1 frequenza rispetto al 2023).
Airbaltic. Riga (Lettonia): 1 frequenza a partire da fine giugno.
Get Jet. Vilnius (Lituania): 1 frequenza partire da fine maggio (Nuova destinazione).
Bulgaria Air. Sofia (Bulgaria): 1 frequenza settimanale a partire da agosto (Nuova destinazione).
Neos Air. Sharm El-Sheikh (Egitto): 1 frequenza settimanale a partire da settembre. Marsa Matruh (Egitto):1 frequenza settimanale a partire da settembre (Nuova destinazione).
Nesma Airline. Sharm El-Sheikh (Egitto): 1 frequenza settimanale a partire da settembre.

Corbucci: “Presto importanti novità”
“Anche in assenza dell’importante apporto dei volumi di traffico dei mercati della Federazione Russa, Ucraina, Bielorussia e Finlandia (che nel 2019 rappresentavano circa 2 terzi del portafoglio), il “trend” di crescita dell’aeroporto di Rimini – dichiara Leonardo Corbucci, amministratore delegato di Airiminum 2014 – continuerà anche quest’anno a doppia cifra attraverso un incremento sensibile delle frequenze delle rotte; crescita che ci consoliderà nel 2024 ancora più ampiamente come il secondo aeroporto regionale”.


“La proficua collaborazione di Airiminum con la Regione, con Apt servizi e con il Comune di Rimini - aggiunge, Leonardo Corbucci – ci consentirà di annunciare, a breve, l’arrivo di nuove importanti novità”

Inviato dal mio M2007J20CG utilizzando Tapatalk
 

herry92

Utente Registrato
3 Aprile 2016
287
25
... Finita qui? No, perché "presto – promette Corbucci – annunceremo nuovi voli charter, sempre per l’estate. Siamo in attesa che Ryanair aggiunga altre rotte invernali, e stiamo trattando con importanti compagnie per l’anno prossimo".

Resta il nodo dei voli dalla Germania. Niente da fare quest’anno. "Ma per noi quello tedesco è uno dei mercati più strategici insieme al Regno Unito. Ne stiamo parlando con alcune compagnie. Credo proprio che il 2025 sarà l’anno giusto". Così come dovrebbe esserlo "per il volo da Roma (Fiumicino) o da un altro importante hub europeo". Inoltre Airiminum sta lavorando per aumentare il traffico cargo. E "a breve presenteremo importanti novità per rafforzare la struttura commerciale e network del ’Fellini’, con l’arrivo di uno dei principali manager in Italia, che ha lavorato per le principali compagnie aeree". Insomma: se voli e passeggeri sono destinati a crescere anche quest’anno, "sarà il 2025 l’anno della svolta – conclude Corbucci – La collaborazione proficua con la Regione, l’Apt, il Comune di Rimini ci consentiranno di avere importanti novità".

Inviato dal mio M2007J20CG utilizzando Tapatalk
 

BM8208

Utente Registrato
4 Settembre 2020
40
13
... Finita qui? No, perché "presto – promette Corbucci – annunceremo nuovi voli charter, sempre per l’estate. Siamo in attesa che Ryanair aggiunga altre rotte invernali, e stiamo trattando con importanti compagnie per l’anno prossimo".

Resta il nodo dei voli dalla Germania. Niente da fare quest’anno. "Ma per noi quello tedesco è uno dei mercati più strategici insieme al Regno Unito. Ne stiamo parlando con alcune compagnie. Credo proprio che il 2025 sarà l’anno giusto". Così come dovrebbe esserlo "per il volo da Roma (Fiumicino) o da un altro importante hub europeo". Inoltre Airiminum sta lavorando per aumentare il traffico cargo. E "a breve presenteremo importanti novità per rafforzare la struttura commerciale e network del ’Fellini’, con l’arrivo di uno dei principali manager in Italia, che ha lavorato per le principali compagnie aeree". Insomma: se voli e passeggeri sono destinati a crescere anche quest’anno, "sarà il 2025 l’anno della svolta – conclude Corbucci – La collaborazione proficua con la Regione, l’Apt, il Comune di Rimini ci consentiranno di avere importanti novità".

Inviato dal mio M2007J20CG utilizzando Tapatalk
Come sempre si tratta solo di annunci e promesse...in rapporto ai proclami ciò che realmente si concretizza è sempre molto poco ...e poi ricorre il solito ritornello che l'anno decisivo è il prossimo.... del resto è pur vero che la concorrenza fra aeroporti medio-piccoli è forte e non tutti partono dalla stessa linea di partenza (vedi bandi e sovvenzioni varie....)
 
  • Like
Reactions: fltmarco

RMI

Utente Registrato
27 Gennaio 2022
127
50
il piano inizia dal 2025 (inteso che mancano i tempi per questa stagione)
 
Ultima modifica: