Neos apre MXP-JFK da giugno


Normalaw

Utente Registrato
2 Febbraio 2019
135
22
Quindi EK ruba, non è che fornisce un servizio, ruba. Bella considerazione, complimenti. Farò un giro a malpensa a guardare la schiera di emiratini al lavoro, già che nessun italiano lavora per loro.
Dimmi dove ho detto ek non fornisce un servizio e "ruba". Bella considerazione di che cosa?
 
Ultima modifica:

Dancrane

Amministratore AC
Staff Forum
10 Febbraio 2008
17,094
655
Milano
Dimmi dove ho detto ek non fornisce un servizio e "ruba". Bella considerazione di che cosa?

Certo, ma non c'e bisogno che una compagnia del medio oriente ponga le basi in Italia per dare lavoro.
EK non serve

Ho detto da subito che non si doveva dare la 5a liberta a EK ma questo vale per qualunque compagnia. non ci ho girato per nulla intorno; vuoi mettere i piedi in italia e non sei comunitario, fatti un bel coa italiano, assumi italiani e poi fai tutti i voli che vuoi, ... [/b]

EK deve essere italiana

...Non ho detto che EK non ha portato lavoro,
Sicuramente ho capito male io

...bensi che il lavoro portato da EK lo poteva portare qualsiasi altra compagnia che avesse aumentato le frequenze. Mi stanno sulle palle tutti quelli che vengono rubano e se ne vanno, ...
Hai ragione, EK ancora non se ne è andata. Ma secondo te dovrebbe farlo, anzi non avrebbe proprio dovuto provarci, abbiamo fatto male a concederglielo. C’era una coda infinita di pretendenti e siamo andati da EK, pensa te! Mah...
 
  • Like
Reactions: BAlorMXP

Normalaw

Utente Registrato
2 Febbraio 2019
135
22
Sicuramente concedere la 5a liberta e' stato un errore😉
Si ..ek o altri se vogliono possono aprire una bella compagnia in Italia con personale di volo Italiano, non so perche' ho questa fissa del lavoro agli Italiani, mah saro fuori dal mondo
 

Dancrane

Amministratore AC
Staff Forum
10 Febbraio 2008
17,094
655
Milano
Sicuramente concedere la 5a liberta e' stato un errore😉
Si ..ek o altri se vogliono possono aprire una bella compagnia in Italia con personale di volo Italiano, non so perche' ho questa fissa del lavoro agli Italiani, mah saro fuori dal mondo
Sì, lo sei. Quantomeno se non aggiungi che i nostri che lavorano all’estero ci debbono essere rispediti indietro seduta stante per il medesimo principio. Perchè se vogliamo fare i puristi, dobbiamo esserlo sino in fondo: gli stranieri rubano da noi tanto quanto i nostri rubano all’estero. Credi sia questa la risposta corretta?
 

frubagotti

Utente Registrato
21 Marzo 2012
356
49
Berlin
Io non ho capito che cosa abbia rubato la quinta libertà ad EK.
La dignità del paese? L'hub Alitalia a Malpensa? Le placchette verdi degli interruttori nei bagni dei SEA?

Alla fine EK avrà personale di bordo straniero, ma tutti i servizi a Malpensa sono a carico di personale italiano.
E non credo che questo volo di EK abbia distrutto AirItaly o l'hub intercontinentale di Alitalia nella brughiera, inoltre non vedo la fila di compagnie aeree italiane desiderose di attraversare lo stagno da Malpensa.
Se Neos ha deciso di aprire JFK adesso non è sicuramente perché prima c'era EK, ma per altri motivi come flotta e mutate condizioni di mercato.

Sia ben chiaro, aprire le gabbie all'invasione indiscriminata delle golfare è cosa sbagliatissima, ma una quinta libertà su NYC non credo che faccia chissà quale danno all'occupazione italiana, anzi, stimola il mercato, creando quel movimento di persone e merci che poi portano beneficio sul territorio. Ma bloccare tutto perché "o agli italiani, o nulla", è un po' miope: se togliessi quel volo, cosa succederebbe? Un po' di gente a Malpensa avrebbe meno lavoro, Alitalia non la vedrei propensa ad aumentare, e alla fine la gente si ridistribuirebbe sui soliti AMS/CDG/FRA/LHR.
 

13900

Utente Registrato
26 Aprile 2012
7,018
1,602
Io non ho capito che cosa abbia rubato la quinta libertà ad EK.
La dignità del paese? L'hub Alitalia a Malpensa? Le placchette verdi degli interruttori nei bagni dei SEA?

Alla fine EK avrà personale di bordo straniero, ma tutti i servizi a Malpensa sono a carico di personale italiano.
E non credo che questo volo di EK abbia distrutto AirItaly o l'hub intercontinentale di Alitalia nella brughiera, inoltre non vedo la fila di compagnie aeree italiane desiderose di attraversare lo stagno da Malpensa.
Se Neos ha deciso di aprire JFK adesso non è sicuramente perché prima c'era EK, ma per altri motivi come flotta e mutate condizioni di mercato.
Non ha rubato niente, ma qui c'e' ancora la logica dello "straniero".

Sia ben chiaro, aprire le gabbie all'invasione indiscriminata delle golfare è cosa sbagliatissima, ma una quinta libertà su NYC non credo che faccia chissà quale danno all'occupazione italiana, anzi, stimola il mercato, creando quel movimento di persone e merci che poi portano beneficio sul territorio. Ma bloccare tutto perché "o agli italiani, o nulla", è un po' miope: se togliessi quel volo, cosa succederebbe? Un po' di gente a Malpensa avrebbe meno lavoro, Alitalia non la vedrei propensa ad aumentare, e alla fine la gente si ridistribuirebbe sui soliti AMS/CDG/FRA/LHR.
Io sarei piu' attento alle compagnie cinesi. Quelle sono veramente di Stato.
 

BAlorMXP

Utente Registrato
27 Febbraio 2006
14,939
65
Milano/Antwerpen
Sicuramente concedere la 5a liberta e' stato un errore
Si ..ek o altri se vogliono possono aprire una bella compagnia in Italia con personale di volo Italiano, non so perche' ho questa fissa del lavoro agli Italiani, mah saro fuori dal mondo
Si riesce ad andare oltre a “errore” e al “piagnisteo” o la terminiamo con un bel piatto di carbonara da Maccheroni in Piazza delle Coppelle? Aggiungiamo che investire nel nostro Paese è sempre più complicato e meno attraente... la vedo dura andare avanti con gli occhiolini


Inviato dal mio iPhone utilizzando Tapatalk
 

belumosi

Socio AIAC
Utente Registrato
10 Dicembre 2007
13,575
442
Sul tema 5a libertà credo sarebbe opportuno fare un'analisi che tenga conto dei vari interessi sul campo.
Innanzitutto partiamo dal presupposto che in linea di principio, i collegamenti tra due nazioni vengono svolte da compagnie appartenenti (o almeno basate) sulle nazioni stesse.
Siccome a volte le compagnie hanno interesse a collegare anche un terzo stato in posizione ulteriormente remota, possono venire accordati diritti di 5a libertà per poter rendere questi voli sostenibili grazie anche al trasporto di pax e merci tra questi due paesi.
In concreto, SQ può caricare pax e cargo tra FRA e NY, mentre LH potrebbe farlo tra SIN e l'Australia.
E lo spirito con cui nasce, è quello di favorire un interesse reciproco.
Nel tempo e sotto la costante spinta ad una maggiore liberalizzazione, sono state concesse 5e anche se l'interesse era asimmetrico, nel senso che solo uno dei due stati ne traeva vantaggio. L'altro stato, ne traeva spesso beneficio grazie in quanto otteneva la copertura di una rotta non operata da altri vettori.
Doverosa premessa per ricordare che la 5a libertà non è un diritto, è una concessione tra due stati.
Ora, tenendo presente quanto sopra, spostiamoci a Milano una decina di anni fa.
La capitale economica italiana, aereonauticamente parlando, era reduce da un doppio smacco: il dehub di AZ e a seguire la chiusura di LH Italia, in teoria chiamata a rimpiazzarla come hub carrier.
Veniva quindi sentita la necessità di dare un segnale, di battere un colpo.
E siccome di hub carrier non ce n'erano, si è pensato di puntare i riflettori su una compagnia di prestigio che avrebbe dovuto operare la rotta regina, quella per NY.
Furono stretti accordi con SQ, il meglio del meglio. La compagnia singaporese però una volta ottenuti i diritti di 5a libertà, decise di non effettuare il volo.
Ma ormai la strada era tracciata: qualche grande compagnia da "spendere" alla grande verso il pubblico, sarebbe dovuta arrivare sulla NY.
E fu così che arrivò EK, già ben radicata a MXP. Prima con il 77W e successivamente con il 380.
La prima considerazione che possiamo fare, è che EK sarebbe stata la 5a compagnia ad effettuare la rotta. Quindi con valore strategico nullo.
E' vero che la compagnia emiratina ha costretto le controparti americane a mettere aerei più recenti. Ma sarebbe abbastanza facile rispondere che se le big3 avessero potuto godere dello stesso sistema fiscale e sindacale garantito ad EK, sarebbero rimasti i soldi per avere la business nuova. Dall'altra parte della barricata si potrebbe ribattere che l'oligopolio delle 3 compagnie USA ha garantito guadagni miliardari che avrebbero permesso comunque di investire in aerei più recenti per servire Milano.
Sono tutte parti di una verità complessa, che sicuramente non si può liquidare con una business migliore o un concetto astratto di libera concorrenza. Tanto più che quest'ultima è possibile solo tra paesi con sistemi sociali e fiscale simili. E con tutta la buona volontà, non credo che gli EAU o il Qatar possano considerarsi tali nei confronti di Europa o USA. A partire da finanziamenti di fatto illimitati alle locali compagnie necessari per garantire ai piccoli emirati un network globale associato ad un peso politico enormemente superiore a quello permesso dalla relativa popolazione o dal PIL locale (ad esempio quello del Qatar nel 2019 era meno di 1/11 rispetto a quello italiano).
Nel caso di EK a Milano, io non avrei concesso la 5a libertà su NY. Semmai l'avrei concessa su qualsiasi altra rotta scoperta. O quantomeno avrei vincolato l'apertura della NY all'effettuazione di una rotta libera.
Probabilmente sarebbe stato possibile fare pressing sulle americane per ottenere un prodotto migliore in cambio della rinuncia ad EK, ma di certo l'impatto mediatico non sarebbe stato lo stesso.
O se vogliamo guardare le cose in prospettiva, siccome gli aerei non sono eterni, le big3 entro qualche anno avrebbero giocoforza inserito macchine più fresche.
Non va nemmeno dimenticato che l'arrivo di EK sulla MXP-NY ha innescato la reazione di AZ che è riuscita a fare una pressione politica sufficiente per fare abrogare la legge "Salvamalpensa", che garantiva a qualunque compagnia straniera il diritto a volare in Italia in deroga ai bilaterali per 3 stagioni IATA (ma di fatto sarebbe diventato permanente). Che è poi l'aggancio usato da EK per aprire il volo su NY. Non è giusto? No, non lo è. Però era prevedibile. E sinceramente barattare un open sky globale contro la 5a di EK, non mi sembra sia stato questo capolavoro di strategia.
Tanto più che ora che è necessario andare a Roma e chiedere per piacere per qualsiasi cosa non sia garantita dai bilaterali in vigore.
 

Normalaw

Utente Registrato
2 Febbraio 2019
135
22
Sul tema 5a libertà credo sarebbe opportuno fare un'analisi che tenga conto dei vari interessi sul campo.
Innanzitutto partiamo dal presupposto che in linea di principio, i collegamenti tra due nazioni vengono svolte da compagnie appartenenti (o almeno basate) sulle nazioni stesse.
Siccome a volte le compagnie hanno interesse a collegare anche un terzo stato in posizione ulteriormente remota, possono venire accordati diritti di 5a libertà per poter rendere questi voli sostenibili grazie anche al trasporto di pax e merci tra questi due paesi.
In concreto, SQ può caricare pax e cargo tra FRA e NY, mentre LH potrebbe farlo tra SIN e l'Australia.
E lo spirito con cui nasce, è quello di favorire un interesse reciproco.
Nel tempo e sotto la costante spinta ad una maggiore liberalizzazione, sono state concesse 5e anche se l'interesse era asimmetrico, nel senso che solo uno dei due stati ne traeva vantaggio. L'altro stato, ne traeva spesso beneficio grazie in quanto otteneva la copertura di una rotta non operata da altri vettori.
Doverosa premessa per ricordare che la 5a libertà non è un diritto, è una concessione tra due stati.
Ora, tenendo presente quanto sopra, spostiamoci a Milano una decina di anni fa.
La capitale economica italiana, aereonauticamente parlando, era reduce da un doppio smacco: il dehub di AZ e a seguire la chiusura di LH Italia, in teoria chiamata a rimpiazzarla come hub carrier.
Veniva quindi sentita la necessità di dare un segnale, di battere un colpo.
E siccome di hub carrier non ce n'erano, si è pensato di puntare i riflettori su una compagnia di prestigio che avrebbe dovuto operare la rotta regina, quella per NY.
Furono stretti accordi con SQ, il meglio del meglio. La compagnia singaporese però una volta ottenuti i diritti di 5a libertà, decise di non effettuare il volo.
Ma ormai la strada era tracciata: qualche grande compagnia da "spendere" alla grande verso il pubblico, sarebbe dovuta arrivare sulla NY.
E fu così che arrivò EK, già ben radicata a MXP. Prima con il 77W e successivamente con il 380.
La prima considerazione che possiamo fare, è che EK sarebbe stata la 5a compagnia ad effettuare la rotta. Quindi con valore strategico nullo.
E' vero che la compagnia emiratina ha costretto le controparti americane a mettere aerei più recenti. Ma sarebbe abbastanza facile rispondere che se le big3 avessero potuto godere dello stesso sistema fiscale e sindacale garantito ad EK, sarebbero rimasti i soldi per avere la business nuova. Dall'altra parte della barricata si potrebbe ribattere che l'oligopolio delle 3 compagnie USA ha garantito guadagni miliardari che avrebbero permesso comunque di investire in aerei più recenti per servire Milano.
Sono tutte parti di una verità complessa, che sicuramente non si può liquidare con una business migliore o un concetto astratto di libera concorrenza. Tanto più che quest'ultima è possibile solo tra paesi con sistemi sociali e fiscale simili. E con tutta la buona volontà, non credo che gli EAU o il Qatar possano considerarsi tali nei confronti di Europa o USA. A partire da finanziamenti di fatto illimitati alle locali compagnie necessari per garantire ai piccoli emirati un network globale associato ad un peso politico enormemente superiore a quello permesso dalla relativa popolazione o dal PIL locale (ad esempio quello del Qatar nel 2019 era meno di 1/11 rispetto a quello italiano).
Nel caso di EK a Milano, io non avrei concesso la 5a libertà su NY. Semmai l'avrei concessa su qualsiasi altra rotta scoperta. O quantomeno avrei vincolato l'apertura della NY all'effettuazione di una rotta libera.
Probabilmente sarebbe stato possibile fare pressing sulle americane per ottenere un prodotto migliore in cambio della rinuncia ad EK, ma di certo l'impatto mediatico non sarebbe stato lo stesso.
O se vogliamo guardare le cose in prospettiva, siccome gli aerei non sono eterni, le big3 entro qualche anno avrebbero giocoforza inserito macchine più fresche.
Non va nemmeno dimenticato che l'arrivo di EK sulla MXP-NY ha innescato la reazione di AZ che è riuscita a fare una pressione politica sufficiente per fare abrogare la legge "Salvamalpensa", che garantiva a qualunque compagnia straniera il diritto a volare in Italia in deroga ai bilaterali per 3 stagioni IATA (ma di fatto sarebbe diventato permanente). Che è poi l'aggancio usato da EK per aprire il volo su NY. Non è giusto? No, non lo è. Però era prevedibile. E sinceramente barattare un open sky globale contro la 5a di EK, non mi sembra sia stato questo capolavoro di strategia.
Tanto più che ora che è necessario andare a Roma e chiedere per piacere per qualsiasi cosa non sia garantita dai bilaterali in vigore.
Alla tifoseria questa analisi non piacera! Parlare di strategie da parte dei nostri governi è utopia. Rinnovo, e chiudo qua, i mei auguri a Neos che da lavoro a Naviganti Italiani, oltre all'indotto di terra che ruota attorno ad un aereo.
 
  • Like
Reactions: I-MEX and Paolì

Dancrane

Amministratore AC
Staff Forum
10 Febbraio 2008
17,094
655
Milano
Alla tifoseria questa analisi non piacera! Parlare di strategie da parte dei nostri governi è utopia. Rinnovo, e chiudo qua, i mei auguri a Neos che da lavoro a Naviganti Italiani, oltre all'indotto di terra che ruota attorno ad un aereo.
La “tifoseria” (come la chiami tu, da tifoso) apprezza i ragionamenti argomentati, e disprezza gli slogan vuoti e inconsistenti, dal vago sapore pseudonazionalista della guerra santa all’invasore straniero che ruba il lavoro agli italiani. È la sottile differenza che intercorre tra il sapere mettere insieme un ragionamento ed il non esserne invece capaci.
 

BAlorMXP

Utente Registrato
27 Febbraio 2006
14,939
65
Milano/Antwerpen
La “tifoseria” (come la chiami tu, da tifoso) apprezza i ragionamenti argomentati, e disprezza gli slogan vuoti e inconsistenti, dal vago sapore pseudonazionalista della guerra santa all’invasore straniero che ruba il lavoro agli italiani. È la sottile differenza che intercorre tra il sapere mettere insieme un ragionamento ed il non esserne invece capaci.
Touché


Inviato dal mio iPhone utilizzando Tapatalk
 

romaneeconti

Utente Registrato
21 Marzo 2021
108
78
Alla tifoseria questa analisi non piacera! Parlare di strategie da parte dei nostri governi è utopia. Rinnovo, e chiudo qua, i mei auguri a Neos che da lavoro a Naviganti Italiani, oltre all'indotto di terra che ruota attorno ad un aereo.
Una curiosita': abiti sulla riva del Piave?
 

tiefpeck

Utente Registrato
27 Agosto 2011
1,985
43
Back to Fischamend
Innanzitutto partiamo dal presupposto che in linea di principio, i collegamenti tra due nazioni vengono svolte da compagnie appartenenti (o almeno basate) sulle nazioni stesse.
È vero che ci sono i bilaterali ma non è detto che ci debbono essere. Credo che in Thailandia e a Singapore possa volare chiunque. E immaginiamo se solo navi dei paesi in questione potessero portare merci tra un porto e l'altro: l'inefficienza assoluta. Ma può anche darsi che un tempo fosse così.
 
  • Like
Reactions: Fewwy

BrunoFLR

Utente Registrato
13 Giugno 2011
1,064
146
Firenze
La “tifoseria” (come la chiami tu, da tifoso) apprezza i ragionamenti argomentati, e disprezza gli slogan vuoti e inconsistenti, dal vago sapore pseudonazionalista della guerra santa all’invasore straniero che ruba il lavoro agli italiani. È la sottile differenza che intercorre tra il sapere mettere insieme un ragionamento ed il non esserne invece capaci.
Game, set, match.

Inviato dal mio WAS-LX1A utilizzando Tapatalk
 
  • Like
Reactions: 777Aeromexico

Normalaw

Utente Registrato
2 Febbraio 2019
135
22
La “tifoseria” (come la chiami tu, da tifoso) apprezza i ragionamenti argomentati, e disprezza gli slogan vuoti e inconsistenti, dal vago sapore pseudonazionalista della guerra santa all’invasore straniero che ruba il lavoro agli italiani. È la sottile differenza che intercorre tra il sapere mettere insieme un ragionamento ed il non esserne invece capaci.
Allora prenditela con Belumosi che ha scritto una pagina intera di argomentazioni.
 

Normalaw

Utente Registrato
2 Febbraio 2019
135
22
Con belumosi discuto e mi confronto. E pure piacevolmente, anche quando abbiamo punti di vista diversi.
Quindi se uno dice che a veder suo la 5a liberta ad una compagnia straniera e' un errore non capisce un c...o? Ma beato chi di aviazione commerciale e' maestro, si vedono i risultati in Italia. In 13 anni abbiamo ceduto 130 aerei agli stranieri, sebbene comunitari, ora facciamo venire anche gli extracomunitari. A quello che chiede se abito sul Piave non ho capito il senso, ma se penso agli interessi del Paese prima di tutto ebbene la risposta e' si. Distrutta Alitalia non si e' fatto nulla per rimpiazzarla, pero' abbiamo EK che fa la NY con gli aerei fighi.
 
Ultima modifica:

A345

Socio AIAC
Utente Registrato
15 Novembre 2007
2,087
104
Piacenza, Emilia Romagna.
Quindi se uno dice che a veder suo la 5a liberta ad una compagnia straniera e' un errore non capisce un c...o? Ma beato chi di aviazione commerciale e' maestro, si vedono i risultati in Italia. In 13 anni abbiamo ceduto 130 aerei agli stranieri, sebbene comunitari, ora facciamo venire anche gli extracomunitari. A quello che chiede se abito sul Piave non ho capito il senso, ma se penso agli interessi del Paese prima di tutto ebbene la risposta e' si. Distrutta Alitalia non si e' fatto nulla per rimpiazzarla, pero' abbiamo EK che fa la NY con gli aerei fighi.
Non è che non capisce un c..o, è che non argomenta con motivazioni valide.
La 5a di EK non ha rubato alcun posto di lavoro in Italia, anzi ne ha generato qualcuno, e Alitalia si è distrutta da sola, non è sicuramente colpa di Ryanair o EK, infatti fino a prima del Covid le principali compagnie degli altri principali paesi europei facevano TUTTE soldi, tranne AZ, nonostante sia FR che EK operino anche li.
 

Dancrane

Amministratore AC
Staff Forum
10 Febbraio 2008
17,094
655
Milano
Quindi se uno dice che a veder suo la 5a liberta ad una compagnia straniera e' un errore non capisce un c...o? Ma beato chi di aviazione commerciale e' maestro, si vedono i risultati in Italia. In 13 anni abbiamo ceduto 130 aerei agli stranieri, sebbene comunitari, ora facciamo venire anche gli extracomunitari. A quello che chiede se abito sul Piave non ho capito il senso, ma se penso agli interessi del Paese prima di tutto ebbene la risposta e' si. Distrutta Alitalia non si e' fatto nulla per rimpiazzarla, pero' abbiamo EK che fa la NY con gli aerei fighi.
Non è la tua opinione ad infastidire ("la V a EK è stato un errore"), ma le pseudo argomentazioni a supporto (non assumono italiani, non creano lavoro ecc. ecc., tutte bellamente confutabili e confutate, ma sorvoliamo). Spero adesso ti sia chiaro il mio pensiero, poi mi rimangono solo i disegnini, per i quali però sono molto poco portato, per questo preferisco spiegare in lingua (italiana).