[miniTR] MXP-PMO-MXP, Ryanair e easyJet


I-DAVE

Moderatore
Finita anche la sbornia estiva fatta di qui non ce n'è di Coviddi e i contagiati al Billionaire, portati indietro gli ultimi turisti spiaggiati sulle coste italiane, le compagnie hanno iniziato a tagliare i voli e le offerte hanno iniziato a fioccare, lasciando spazio per il residuale turismo culturale che può viaggiare fuori stagione. Il fatto che Wizzair sia entrata a gamba testa sul mercato Milano-Sud Italia ha pure influito sul fioccare di offerte.

E, visto che a Palermo è una vita che voglio andare, impegnato finora ad esplorare l'Asia più che le radici della civiltà europea, colgo al volo la necessità di finire le ferie residue entro fine anno e gli ottimi prezzi di Ryanair e easyJet sui troppi voli che ora collegano Milano alla Sicilia, nonchè gli ultimi barlumi del sole ottobrino (al sud: che a Milano fa già freddo) per fare un weekend lungo sabato-martedì.

Metro e treni possono viaggiare all'80% della capacità, ma distanziarsi sul Malpensa Express pare proprio non sia necessario; il treno però viaggia lo stesso in composizione doppia.

001.jpg


Al contrario, in aereo si può stare vicini vicini che il Coviddi teme i filtri HEPA ed è quasi difficile prenderselo, secondo alcuni studi. Al check-in però non c'è nessuno: sospetto che molti faranno un day trip o mini weekend con solo bagaglio a mano. Sono sagace, lo so. Io, invece, con la prospettiva di comprare leccornie alimentari per un paio di mesi, parto con una valigia imbarcata quasi vuota (10 kg). Al ritorno ne peserà 21...

I voli nazionali sono pieni, ma sono una frazione di quelli che c'erano un anno fa, lasciando ampi spazi per partite di calcetto. Ah no, il DPCM le vieta.

002.jpg


Tra l'attimo in cui l'addetta al check-in mi consegna la ricevuta del bagaglio imbarcato e il momento in cui sorpasso di slancio il malefico gabbiotto dell'American Express (ma quello non lo chiudono?), dopo i controlli di sicurezza, passeranno forse, ma proprio forse, tre minuti, nonostante le sole quattro postazioni di sicurezza aperta.

D'altra parte, basta dare un occhio al tabellone delle partenze: i voli sono pochi e ben distanziati nel corso della giornata. Oltre il dieci percento dei voli sono su Catania!

003.jpg


Eppure il tarmac è quasi normalmente affollato. Certo, con easyJet al T1 anziché al T2.

006.jpg


La quasi assenza di voli intercontinentali significa anche che le aree commerciali sono in profondo rosso. Mai visto il duty free così vuoto e desolato.

004.jpg


Mi rifornisco di igienizzante per il volo e vado al gate che i priority stanno per iniziare a imbarcare. I malefici gate remoti.

La coda dei non priority si avvolge su se stessa tipo la sequenza di Fibonacci di Merz nella metro di Napoli, grazie alle intuizioni geniali di chi ha progettato quest'area del terminal che sembra l'ingresso dei poliambulatori di una ASL: lo spazio non è sufficiente in tempi normali e ancora meno quando qualcuno cerca di mantenere le distanze il più possibile.

005.jpg


FR_RYR.png

Volo: FR 8888
Tratta: Milano-Malpensa (MXP) >>> Palermo-Punta Raisi (PMO)
Aereo: Boeing 737-8AS
Età: 4.6 anni
Reg: 9H-QCG
Posto: 30F
Sched/Actual: 1205-1345 // 1201-1324
Durata volo: 1h 23′
Gate: A52

Per la prima volta volo con la sussidiaria maltese di Ryanair, Malta Air - non che cambi molto, se non dal punto di vista fiscale (ovviamente migliore) per Ryanair. Velivoli, colori e tutto il resto è assolutamente identico, a parte il piccolissimo logo visibile sulla safety card incollata al sedile di fronte.

008
007


Con tutti i voli nazionali tra Ryanair, easyJet e Wizzair, e le sparute frequenze sugli altri hub europei, l'aeroporto sembra più pieno del solito.

010
009


Un bel G650... bello volare così.

011.jpg


Decolliamo da 35L, con bella vista dei due 777 che il nostro debito volante, aka Alitalia, ha parcheggiato al T2. Fossero davvero solo Micromachines...

012.jpg


Mai visto il Ticino così carico d'acqua in questo punto. In basso, il canale Villoresi si stacca dall'alveo del fiume, generato dalla diga del Panperduto (bisogna davvero ammirare la fantasia e poeticità di certa toponomastica!). In alto a sinistra, la centrale idroelettrica di Porto della Torre. Le turbine della centrale sono della Riva Calzoni, uno dei tanti pezzi dell'allora poderosa industria siderurgica italiana che sono stati parzialmente smembrati e acquisiti da aziende straniere.

013.jpg


Il Monte Rosa, con punta Dufour nascosta dalle nubi.

014.jpg


Momento #diventeremomigliori. Al cretino che ha appiccicato la gomma, gli farei pulire con la lingua bracciolo e paratia. Certo, Ryanair promette che ogni notte i loro velivoli vengono disinfettati con prodotti chimici che durano più di 24 ore, ma anche una pulitina tra un volo e l'altro non farebbe proprio male, considerando che certi passeggeri sono delle bestie. Tipo il mio vicino di posto, con una mascherina chirurgica che sarà stata indossata per un mese di seguito (completamente sfilacciata e con l'elastico che ormai non teneva più), tanto che continua a scivolargli dal naso. Non che faccia neppure uno sforzo per tenerla su: e quando si addormenta, con la mascherina ormai sul mento e la bocca aperta (mancava solo il filo di bava), ho solo la speranza che un insetto voglia fare speleologia nella sua trachea.

015.jpg


Passo il volo in apnea con la faccia rivolta al finestrino, al costo di rischiare una paresi vertebrale. Non che ci sia molto da vedere fuori - la penisola è ricoperta da un velo nuvoloso.

L'unico momento di eccitazione è l'avvicinamento a Punta Raisi: bellissimi i paesaggi tra la punta di San Vito lo Capo e la riserva dello Zingaro, peccato essere quasi controluce.

016
017


Oltre a qualche aereo del debito volante - anche qui parcheggiato in maniera più o meno prolungata, a giudicare dalle sigillature sui motori - si vede solamente Ryanair e easyJet.

Vista da fuori, l'aerostazine sembra più un carcere che un aeroporto...

018.jpg


Lo sbarco avviene tramite bus interpista con addetti a regolare il numero di passeggeri per bus. Quattro bus sono in coda - molto meglio che la mia ultima esperienza a Bergamo Orio.

L'area di ritiro bagagli è un tuffo negli anni '80. I bagagli arrivano con la lentezza degna di Malpensa.

019.jpg


Palermo è uno dei tre aeroporti italiani a poter vantare un collegamento aeroportuale. Con due treni all'ora per buona parte della giornata, è pure un servizio piuttosto efficiente, anche se nei weekend la frequenza pomeridiana diventa solo oraria. Ovviamente perdo il treno per due minuti.

020.jpg


I treni sono i nuovi Jazz di Trenitalia; la tratta è parte della metropolitana suburbana, quindi i treni non sono proprio dedicati al servizio aeroportuale, ma qualsiasi treno è mille volte meglio di altre soluzione. Questi hanno comunque il pianale ribassato quindi salire e scendere con le valigie non è un problema.

021.jpg


Scendo a Palermo Lolli, abbastanza vicina al mio hotel da potermela fare a piedi.

022.jpg


Dopo tre giorni di bagordi culturali e alimentari, si torna. Stesso treno tra Palermo Lolli e Punta Raisi; al passaggio tra stazione ferroviaria e aerostazione c'è un controllo della temperatura, anche se nessuno è lì a verificare che qualcuno abbia la febbre.

Il volo è pieno - verificato al momento della scelta del posto, quando una delle poche opzioni al finestrino era un 38A, praticamente quando le prime file atterrano io starò ancora sul Tirreno - ma la coda al drop off è tutto sommato corta: è anche vero che sono qui due ore prima della partenza, e la maggior parte dei passeggeri viaggia comunque con solo bagaglio a mano. Per il resto, aeroporto abbastanza vuoto: vedere gli aeroporti in questo stato fa male.

023
024


Un secondo controllo della temperatura avviene prima di giungere al controllo sicurezza. 36.5°C, come tutti gli altri controlli di questi giorni, tra musei, chiese e ristoranti.

I controlli sono piuttosto veloci ed efficienti; passando sotto l'archetto suono, e mi invitano a riprovare, senza che suoni. Mi pare una pratica un po' curiosa, ecco.

Anche qui, partenze ben distanziate - due, massimo tre all'ora - garantiscono che l'aeroporto non sia affollato.

025.jpg
026.jpg


L'imbarco inizia quasi un'ora prima - infatti rimarremo a bordo per oltre venticinque minuti, pronti a partire, prima dello schedulato. Capisco l'ansia di riempire un Airbus 321 da 240 persone...

ezy_u2_ec_EJU

Volo: U2 2810 - EC 2810
Tratta: Palermo-Punta Raisi (PMO) >>> Milano-Malpensa (MXP)
Aereo: Airbus 321-251NX
Età: 0.7 anni
Reg: OE-ISD
Posto: 38A
Sched/Actual: 1720-1900 // 1722-1847
Durata volo: 1h 25′
Gate: 10

Si imbarca a piedi, con mia grande gioia.

027
028


Come detto, sono al 38F - in pratica come prendere il volo successivo, come mi ha detto qualcuno :D

L'aereo puzza ancora di nuovo, per quel che si può intuire attraverso la mascherina, dati i suoi 7 mesi di vita.

031.jpg


Le cappelliere sono in versione jumbo - gli assistenti di volo continuano a ricordare di mettere i trolley in verticale per farcene stare di più. Quei sedili sono davvero sottili...

030.jpg


... ma devo dire tutto sommato sopportabili per un paio d'ore. Apprezzabile avere ancora una tasca di mettere temporaneamente un libro o qualche effetto personale. Come visto sul volo d'andata, togliere la tasca non significa automaticamente una cabina più pulita.

029.jpg


Aspettiamo gli ultimi passeggeri e... aspettiamo di poter sbloccare, venticinque minuti dopo.

032.jpg


Partiamo sballottati dal vento. Che panorami!

033.jpg


Vado in catalessi qualche minuto dopo, agevolato dal repeat di Codice a Sbarre delle Pornoriviste che mi riporta ai tempi del liceo. Poco male - il sole è esattamente di fronte al finestrino e guardare fuori è assolutamente impossibile a meno di non voler rischiare un glaucoma. Mi risveglio che siamo già in avvicinamento, col sole già tramontato.

034.jpg


L'arancio easyJet fa un po' "emergenza in corso".

035.jpg


Tocchiamo sulla 35R, attraversiamo la 35L e andiamo a parcheggiare al Satellite A, dove non serve il cobus, ma solamente una veloce passeggiata per risalire all'interno dell'aerostazione. Riconsegna bagagli sempre mediocre come tempi. Alla stazione del MXPExpress il contactless con carta non funziona (nessuno dei due), le macchinette Trenitalia neppure, rimangono solo quelle TreNord - avanti così...

Treno mezzo vuoto, a parte due ragazzini che salgono ovviamente senza biglietto a Saronno e che scappano una volta pizzicati dalla controllora. Stiamo allevando una generazione di imbecilli inenarrabile...

DaV
 

I-DAVE

Moderatore
Nessuno mette mai TR di destinazioni nazionali, quindi cerchiamo di rimediare un po' a questa situazione tragicomica con un po' di OT. Era la mia prima volta a Palermo (vergogna!!!!) e sicuramente tornerò, anche perché in due giorni e due mezze giornate non sono riuscito a vedere tutto, merito anche degli orari casuali di apertura della maggior parte delle attrazioni. Qualche foto:

Il castello della Zisa

042


Palazzo reale e Cappella Palatina

048.jpg

049.jpg

052
050

055

058


Cattedrale

062.jpg

063.jpg

064.jpg

067


Pani ca meusa a Ballarò

071.jpg

073
072

San Cataldo

074.jpg

076.jpg


Santa Caterina e il monastero dove si trova la dolceria ? si poteva salire sui tetti, potevo esimermi?

077.jpg

121.jpg


078.jpg

Piazza Pretoria con l'omonima fontana e la cupola di San Giuseppe dei Teatini di fronte.

085.jpg


Piazza Bellini con la Martorana, San Cataldo e la cupola di San Gesù in distanza.

086.jpg


Ovviamente non potevo non fermarmi a mangiare un cannolo nel chiostro.

088.jpg


Piazza Pretoria vista dal piano strada

093.jpg


Monreale, il duomo e il chiostro

098.jpg

099.jpg

100.jpg

105.jpg

107.jpg

110.jpg


Di nuovo a Palermo, San Giuseppe dei Teatini.

114.jpg

115.jpg


Martorana

120.jpg

119.jpg


Trionfo della Morte, noto anche come Dancrane a Cavallo, alla Galleria Regionale.

130.jpg


E il pezzo più importante della collezione, l'Annunciata di Antonello da Messina:

133.jpg


DaV
 

vipero

Utente Registrato
8 Ottobre 2007
4,966
586
.
Panperduto si chiama così per via delle rapide che spesso impedivano il passaggio delle chiatte che trasportavano le pietre per la costruzione del Duomo di Milano, quindi facendo "perdere il pane" ai lavoratori che non guadagnavano la paga.

Da questo posto anche il modo di dire "viaggiare a ufo" per chi scrocca senza pagare, poiché questi barconi erano esentati dal pagamento del pedaggio per via della destinazione "ad usum fabricae" -> auf, quindi "viagia' a uf"...

(Scusate la digressione)
((Appena prima della diga del Panperduto, sulla sponda che nell'immagine è a destra poco in alto, si nota ancora la frana che ha inghiottito la casa del titolare dei ParkinGo))

Ah! Bellissimo TR ;)
 
Ultima modifica:

marksimon

Utente Registrato
6 Febbraio 2017
143
6
54
Cameri (NO)
Parte OT veramente eccellente, nemmeno io sono mai stato a Palermo e dopo aver visto le tue foto penso che dovrò sicuramente rimediare a questa grave mancanza.

Grazie per averlo condiviso.
Ciao
Marco
 

13900

Utente Registrato
26 Aprile 2012
6,929
1,437
Bellissime le foto di Palermo, ogni volta che vedo un tuo TR mi ricordo che non so fare le foto, specialmente al buio, specialmente all'interno. Vedo che ti sei spippato tutte le chiese che io, stupidamente, ho ignorato... Ma vorrà dire che tornerò.
 

Dancrane

Amministratore AC
Staff Forum
10 Febbraio 2008
17,043
564
Milano
Il dipinto a me dedicato è magnifico. Per il resto, vedere quel cannolo e ricordare il valore della mia glicemia di stamattina mi ha fatto montare la rabbia assassina nei tuoi confronti!
 

magick

Utente Registrato
5 Maggio 2016
500
48
Palermo vista così non sembra neanche la città che frequento.

Se ti sembra anni '80 l'area di ritiro bagagli, non hai mai visto la zona dei gate 1-8...
 

OneShot

Utente Registrato
31 Dicembre 2015
2,314
326
Paris
Le foto fatte così bene, fanno apparire bella pure la concorrenza!
Bellissimo anche l'OT, che vohlia di fare un giro gastroglicemico i Trinacria!

Ps: grazie Vipero per lo spiegone. Quelle anse le ho percorse in lunho e in largo in bici, ma mai saputo tutti quei nomi e le storie a essi legate.
 

londonfog

Moderatore
Utente Registrato
8 Luglio 2012
8,867
416
Londra
...vedere quel cannolo e ricordare il valore della mia glicemia di stamattina mi ha fatto montare la rabbia assassina nei tuoi confronti!
Sentimenti simili dettati dal contenuto calorico (devo ridurre la mia massa corporea) piu' che dalla glicemia (per fortuna sono a posto su quel fronte)

Per il resto, gran bel TR
 

I-DAVE

Moderatore
Panperduto si chiama così per via delle rapide che spesso impedivano il passaggio delle chiatte che trasportavano le pietre per la costruzione del Duomo di Milano, quindi facendo "perdere il pane" ai lavoratori che non guadagnavano la paga.

Da questo posto anche il modo di dire "viaggiare a ufo" per chi scrocca senza pagare, poiché questi barconi erano esentati dal pagamento del pedaggio per via della destinazione "ad usum fabricae" -> auf, quindi "viagia' a uf"...
Conoscevo l'origine del termine viaggiare a ufo, ma è la prima volta che sento di Panperduto! Grazie per il piccolo excursus storico (y)

Parte OT veramente eccellente, nemmeno io sono mai stato a Palermo e dopo aver visto le tue foto penso che dovrò sicuramente rimediare a questa grave mancanza.

Grazie per averlo condiviso.
Ciao
Marco
Grazie a te! Raccomando caldamente la destinazione.

Bellissimo. Complimenti.
Grazie!

Bellissime le foto di Palermo, ogni volta che vedo un tuo TR mi ricordo che non so fare le foto, specialmente al buio, specialmente all'interno. Vedo che ti sei spippato tutte le chiese che io, stupidamente, ho ignorato... Ma vorrà dire che tornerò.
Forse ho ecceduto un po' e almeno un paio di altre ho evitato di aggiungerle al TR (si vedono solo sul blog). Però almeno Cappella Palatina, Duomo di Monreale e Martorana vanno viste. Sarei andato anche a Cefalù ma non ci stavo proprio dentro con i tempi.

Il dipinto a me dedicato è magnifico. Per il resto, vedere quel cannolo e ricordare il valore della mia glicemia di stamattina mi ha fatto montare la rabbia assassina nei tuoi confronti!
Ti devi preoccupare più della gotta che della glicemia. Ma ora che hai scoperto il branzino... ?

Se doveste tornare a Palermo fatevi sentire che vi faccio fare un grasso street food tour ;););)
Sicuro!

Palermo vista così non sembra neanche la città che frequento.

Se ti sembra anni '80 l'area di ritiro bagagli, non hai mai visto la zona dei gate 1-8...
Le zone turistiche e il centro storico mi hanno sorpreso assai positivamente. Il problema è che basta uscire davvero un attimo dal percorso turistico, pur rimanendo in centro o semicentro, e si trova molta sporcizia e altrettante noncuranza.

Le foto fatte così bene, fanno apparire bella pure la concorrenza!
Bellissimo anche l'OT, che vohlia di fare un giro gastroglicemico i Trinacria!

Ps: grazie Vipero per lo spiegone. Quelle anse le ho percorse in lunho e in largo in bici, ma mai saputo tutti quei nomi e le storie a essi legate.
Grazie! La concorrenza è meno fotogenica di voi però, l'arancione fa la sua scena ?

Sentimenti simili dettati dal contenuto calorico (devo ridurre la mia massa corporea) piu' che dalla glicemia (per fortuna sono a posto su quel fronte)
Per il resto, gran bel TR
La cucina siciliana è ricca di verdure e di pesce, più salutare di così!

Il cannolo non è nulla a confronto di una IRIS fritta mangiata alle prime ore del mattino.
Ne ho presa una a Monreale ma non mi sembrava fritta. Urge fare un test per confermarlo ?

Bellissimo tr è grazie anche a Vipero per l'interessante digressione.
Grazie e mi accodo ai complimenti a Vipero.

L’OT é grandioso! Complimenti davvero.
Grazie!

Spettacolo.
Fai bene a volare.
Fai bene a viaggiare.
Sempre e comunque nonostante il vergognoso terrorismo massmediatico da cui veniamo bombardati H24.
Ti stimo DaV.

Edit admin
Grazie, ma non vorrei essere preso come esempio di un messaggio che non voglio dare. Già a inizio settimana ho cancellato una gita in Toscana per novembre, e i progetti che avevo da qui a fine anno in caso di tenuta dei bassi numeri estivi (una puntata in Puglia, e una a Matera) sono finiti nel cassetto prima ancora di essere prenotati.

In questo momento la situazione non dà garanzie sulla sicurezza, non tanto di ammalarsi, ma di diffondere ulteriormente il contagio, soprattutto a persone della cosiddetta fascia debole; non voglio essere il +1 che ne contagia altri 15. Non tanto per il clickbait di mediocre qualità che fanno Corriere, Repubblica e compagnia, che comunque non leggo, ma per i dati oggettivi che sono reperibili presso le amministrazioni locali e non, e le opinioni medico-scientifiche degli addetti ai lavori, quindi tutti escluso Gallera ?

DaV
 
  • Like
Reactions: magick and BrunoFLR