Il futuro dell'Aeroporto di Genova: 45 milioni di investimenti e nuove rotte

aless

Moderatore
12 Settembre 2006
11,357
0
Re: Genova, novità "creativa" per il Colombo

Per contro, all'esterno, soprattutto lungo la rotatoria di accesso, spesso ci sono macchine parcheggiate in posizioni "creative" di persone che evidentemente aspettano i pax in arrivo. Non mi esprimo invece sulla tariffa per i pax dei taxi, che a naso mi sembra una bestiata ma di cui non capisco bene l'applicazione e quindi la ratio.
Stesso a FCO, spesso in posizioni pericolose più che creative.
 

AZ209

Socio AIAC
Utente Registrato
24 Ottobre 2006
16,811
7
Londra.
Parcheggio, ecco cosa cambia dal 6 Settembre

Prevenire code e sosta selvaggia, garantire un miglior servizio e venire incontro alle esigenze dell’utenza: sono queste le linee guida per disegnare la nuova configurazione del parcheggio dell’Aeroporto di Genova, in servizio martedì 6 settembre (scarica l'ordinanza ENAC 2-2017). L’impianto di gestione del parcheggio consentirà anche di monitorare gli accessi e potrà essere utilizzato dalle forze dell’ordine in caso di attività sospette nell’area di fronte all’aeroporto. Sarà anche un deterrente per chi, posteggiando in doppia fila, causa code e rallentamenti.

Kiss&Fly: più tempo per chi accompagna - La sosta gratuita raddoppia: le auto che transiteranno di fronte al terminal, nella nuova area denominata “Kiss&Fly”, avranno ben 20 minuti a disposizione per effettuare le operazioni di carico/scarico in maniera completamente gratuita (anziché i 10 minuti comunicati nel sistema precedente).

Modalità di pagamento e Telepass - All’ingresso nel parcheggio P1 o al transito di fronte al terminal nell’area Kiss&Fly, l’utente ritirerà un ticket. Il pagamento potrà avvenire nelle casse automatiche all’interno del terminal, alla cassa presidiata al piano arrivi o alle casse nel parcheggio P1. In aggiunta, una nuova cassa posizionata a fianco alle sbarre di uscita consentirà di pagare la sosta qualora ci si fosse dimenticati di prima di salire in macchina. Nelle settimane successive sarà attivato anche il servizio Telepass.

Stalli rosa per donne in dolce attesa e neo mamme -
Il parcheggio dell’Aeroporto di Genova si arricchisce dei nuovi stalli rosa, posti auto dedicati a donne in dolce attesa e neo mamme, proprio di fronte al terminal passeggeri.

Nuovi stalli per disabili e sistema di monitoraggio -
Confermata la disponibilità degli stalli gratuiti per passeggeri e accompagnatori disabili, a distanza estremamente ridotta dall’aeroporto. Anche in questo caso l’ingresso è quello del parcheggio P1. Un sistema di monitoraggio impedirà l’uso improprio di questi stalli.

Nuovo posteggio moto -
Il posteggio dedicato alle due ruote si sposta e diventa coperto. La zona “scooter e moto”, con 180 stalli, si trova all’interno del Parcheggio P1, a pochi metri dal Terminal. Il parcheggio ha una tariffa di 1 euro all’ora fino a un massimo di 7 euro al giorno e 28 euro a settimana.

Più posti auto in prossimità del terminal - L’ingresso dell’area “Rent a car” è stato spostato nelle adiacenze dell’ingresso del parcheggio P1. Lo spostamento degli stalli dedicati agli autonoleggi ha garantito diverse decine di posti auto in più in prossimità del terminal, rendendo ancora più comodo l’accesso all’aeroporto.

Park low cost e tariffe online -
Il park P2 Low Cost resta nell’attuale posizione ed è collegato all’aeroporto da una navetta gratuita a chiamata. Le tariffe dei parcheggi P1 e P2 resteranno invariate, con la possibilità di prenotare online con uno sconto del 20% e con tariffe dedicate. Qualche esempio: 12 ore di sosta nel P1 a 14 euro, un giorno di sosta nel P2 a 20 euro, un weekend di sosta (da venerdì a lunedì) nel P2 a 24 euro, una settimana di sosta nel P2 a 48 euro.

La campagna di comunicazione -
Tutte le novità del parcheggio dell’Aeroporto di Genova saranno oggetto di una campagna di comunicazione all’utenza attraverso tutti i canali informativi: sito internet (www.aeroportodigenova.it), profili social, magazine “Aeroporto di Genova News”, newsletter e monitor all’interno del terminal. Nei prossimi giorni verranno inoltre realizzate e diffuse delle brevi clip video che mostreranno come accedere al parcheggio, evidenziando le differenze rispetto al sistema precedente.

http://www.airport.genova.it/parcheggio-tutte-le-novita/
http://genova.repubblica.it/cronaca..._parcheggi_venti_minuti_gratis-173754696/1/#1
 

willy79

Well-known member
Utente Registrato
16 Gennaio 2007
3,611
0
sestri levante, Liguria.
Parcheggio, ecco cosa cambia dal 6 Settembre

Prevenire code e sosta selvaggia, garantire un miglior servizio e venire incontro alle esigenze dell’utenza: sono queste le linee guida per disegnare la nuova configurazione del parcheggio dell’Aeroporto di Genova, in servizio martedì 6 settembre (scarica l'ordinanza ENAC 2-2017). L’impianto di gestione del parcheggio consentirà anche di monitorare gli accessi e potrà essere utilizzato dalle forze dell’ordine in caso di attività sospette nell’area di fronte all’aeroporto. Sarà anche un deterrente per chi, posteggiando in doppia fila, causa code e rallentamenti.

Kiss&Fly: più tempo per chi accompagna - La sosta gratuita raddoppia: le auto che transiteranno di fronte al terminal, nella nuova area denominata “Kiss&Fly”, avranno ben 20 minuti a disposizione per effettuare le operazioni di carico/scarico in maniera completamente gratuita (anziché i 10 minuti comunicati nel sistema precedente).

Modalità di pagamento e Telepass - All’ingresso nel parcheggio P1 o al transito di fronte al terminal nell’area Kiss&Fly, l’utente ritirerà un ticket. Il pagamento potrà avvenire nelle casse automatiche all’interno del terminal, alla cassa presidiata al piano arrivi o alle casse nel parcheggio P1. In aggiunta, una nuova cassa posizionata a fianco alle sbarre di uscita consentirà di pagare la sosta qualora ci si fosse dimenticati di prima di salire in macchina. Nelle settimane successive sarà attivato anche il servizio Telepass.

Stalli rosa per donne in dolce attesa e neo mamme -
Il parcheggio dell’Aeroporto di Genova si arricchisce dei nuovi stalli rosa, posti auto dedicati a donne in dolce attesa e neo mamme, proprio di fronte al terminal passeggeri.

Nuovi stalli per disabili e sistema di monitoraggio -
Confermata la disponibilità degli stalli gratuiti per passeggeri e accompagnatori disabili, a distanza estremamente ridotta dall’aeroporto. Anche in questo caso l’ingresso è quello del parcheggio P1. Un sistema di monitoraggio impedirà l’uso improprio di questi stalli.

Nuovo posteggio moto -
Il posteggio dedicato alle due ruote si sposta e diventa coperto. La zona “scooter e moto”, con 180 stalli, si trova all’interno del Parcheggio P1, a pochi metri dal Terminal. Il parcheggio ha una tariffa di 1 euro all’ora fino a un massimo di 7 euro al giorno e 28 euro a settimana.

Più posti auto in prossimità del terminal - L’ingresso dell’area “Rent a car” è stato spostato nelle adiacenze dell’ingresso del parcheggio P1. Lo spostamento degli stalli dedicati agli autonoleggi ha garantito diverse decine di posti auto in più in prossimità del terminal, rendendo ancora più comodo l’accesso all’aeroporto.

Park low cost e tariffe online -
Il park P2 Low Cost resta nell’attuale posizione ed è collegato all’aeroporto da una navetta gratuita a chiamata. Le tariffe dei parcheggi P1 e P2 resteranno invariate, con la possibilità di prenotare online con uno sconto del 20% e con tariffe dedicate. Qualche esempio: 12 ore di sosta nel P1 a 14 euro, un giorno di sosta nel P2 a 20 euro, un weekend di sosta (da venerdì a lunedì) nel P2 a 24 euro, una settimana di sosta nel P2 a 48 euro.

La campagna di comunicazione -
Tutte le novità del parcheggio dell’Aeroporto di Genova saranno oggetto di una campagna di comunicazione all’utenza attraverso tutti i canali informativi: sito internet (www.aeroportodigenova.it), profili social, magazine “Aeroporto di Genova News”, newsletter e monitor all’interno del terminal. Nei prossimi giorni verranno inoltre realizzate e diffuse delle brevi clip video che mostreranno come accedere al parcheggio, evidenziando le differenze rispetto al sistema precedente.

http://www.airport.genova.it/parcheggio-tutte-le-novita/
http://genova.repubblica.it/cronaca..._parcheggi_venti_minuti_gratis-173754696/1/#1
Non mi sembra così economico!!!
 

AZ209

Socio AIAC
Utente Registrato
24 Ottobre 2006
16,811
7
Londra.
Aeroporto di Genova, tra nuovi voli e collegamenti. Paolo Odone: «Ecco come rinasce»

Genova -«Cari genovesi, per il bene della vostra città, volate da Genova: i voli ci sono». Esordisce così Paolo Odone, presidente dell'Aeroporto e della Camera di Commercio di Genova. I numeri parlano di un Cristoforo Colombo in crescita: aumentano i collegamenti ed è prevista una crescita del numero di passeggeri nel 2018. Il problema restano i collegamenti con la città.

Ottimista, amante di Genova e della sua storia. Paolo Odone, presidente del Cristoforo Colombo dall'agosto 2017 al posto di Marco Arato, guarda avanti con positività, consapevole che l'Aeroporto rappresenta un nodo fondamentale per il rilancio della Superba. Ma sa anche che, per crescere, ha bisogno di Genova e dei genovesi. «È necessario che lo conoscano», ripete più volte.

Lo abbiamo incontrato in Camera di Commercio, in via Garibaldi. Il sole trafigge le finestre e illumina le splendide sale del palazzo. Ecco la nostra intervista.

Presidente Odone, è appena iniziato il 2018. A che punto siamo con l'Aeroporto Cristoforo Colombo?

«Nel 2018 passiamo da 26 a 40 destinazioni, e l'accordo di programma con Enac ci permette di sviluppare molto più lavoro. Ora siamo tra gli aeroporti italiani di prima fascia e, con uno scalo, si possono raggiungere 600 destinazioni. Inoltre, tutti i voli del 2017 sono stati confermati, indice che le compagnie sono soddisfatte. I segnali sono molto positivi: quest'anno contiamo di fare il 24% di passeggeri in più, per un totale di 1,570 milioni. L'obiettivo più a lungo termine è arrivare a 2 milioni di passeggeri nel 2020»

Il 2018 è anche l'anno dei nuovi voli?

«Il fiore all'occhietto è Easy Jet, che collegherà Genova con Londra dal 27 marzo, Manchester dal 29 marzo e Bristol dal 2 di giugno. Poi c'è il nuovo volo per Copenaghen di Sas, in funzione dal 24 marzo, che consente di raggiungere tutto il Nord Europa. Si potrà volare anche a Madrid, Lampedusa e Mykonos. Quest'ultimo è un volo pensato per i giovani, ma anche per le famiglie che voglio fare tappa a Genova dal Nord prima di andare al mare. Infine, Aegan Airlines collegherà con Atene dal 13 giugno, mentre il volo charter per Tel-Aviv dal 13 maggio è dedicato a turisti e crocieristi in arrivo in Liguria. Ma non dimentichiamoci le tante destinazioni italiane».

E il Genova-Berlino con Easy Jet?

«La vendita non è ancora incominciata, ma il volo ci sarà ed è molto importante. A breve potrebbero esserci delle novità. Nel frattempo, per la Germania aumentano i voli per Francoforte e Monaco».

Una novità è l'approdo a Genova della compagna FlyValan.

«È una nuova compagnia rumena che ha trovato Genova molto interessante. C'è stato qualche problema iniziale dovuto all'inesperienza (i voli dovevano partire da novembre 2017, ndr), ma ora è partito il nuovo volo Genova-Trieste, chiesto anche da Fincantieri e da tutto il mondo della subfornitura. Il prossimo sarà il Genova-Bruxelles, che in passato è stato tentato molte volte, poi Ginevra, Zurigo e Barcellona. L'aspetto interessante è che le dimensioni di questi aerei sono ridotte e "Liguri": con 68 posti, gli aerei li riempi. In passato, sono stati fatti tentativi con vettori da 200 posti che non sono andati a buon fine».

Quale volo sogna dal Cristoforo Colombo?

«Visti i problemi di Alitalia e i costi molto elevati del volo per Roma, sogno un low cost per la capitale. In secondo luogo, il ritorno del volo per Instanbul, che si è interrotto per vari motivi e collegava con il Medio Oriente. E poi creare il triangolo Genova-Trieste-Saint-Nazaire, per i posti di lavoro. Occorre che Genova diventi di nuovo importante per le sue capacità imprenditoriali».

C'è qualche progetto più imminente?

«Con FlyValan stiamo pensando a un volo domenicale per Lourdes, destinazione richiesta sia come meta di pellegrinaggio sia per visitare il paesaggio circostante. Sono in contatto con la Curia e si sta parlando di costi. Poi c'è il progetto dei voli charter per le squadre di calcio, sempre di domenica».

Passiamo ai collegamenti città-aeroporto. A che punto siamo con il progetto della stazione ferroviaria Aeroporto-Erzelli?

«Abbiamo i finanziamenti già pronti per la funivia che collega la futura stazione ferroviaria Aeroporto-Erzelli con il terminal. Rientra nel Progetto Gate, che prevede il ridisegno della linea ferroviaria Genova-Ventimiglia, con la realizzazione di una nuova fermata chiamata Aeroporto-Erzelli. Stiamo sollecitando le ferrovie per la partenza della progettazione definitiva della stazione ferroviaria. A che punto siamo? Noi siamo pronti, e ci finanziamo l'opera. Credo bisognerà aspettare il 2020-21 per la cabinovia».

Per arrivare all'Aeroporto ci sono i pulmini del servizio i24 di Amt, ma non si può salire con grandi valige. È così?

«Continuiamo a batterci per far sì che sia collegato sempre meglio. Come? In primis abbiamo chiesto un potenziamento del servizio Volabus. Per quanto riguarda l'integrativo24, che dalla stazione di Sestri Ponente porta al Colombo e in Marina, c'era il problema della valige, ma i nuovi mezzi consentono di caricare grandi valigepagando 1,50 euro».

Il Cristoforo Colombo si sta modernizzando, partendo dai parcheggi arrivando agli interni.

«Abbiamo speso i primi 10 milioni (dei 47, ndr) dell'accordo di programma con Enac facendo un restyling al piano partenze e dei parcheggi, mentre ora tocca al piano arrivi. I primi risultati si sono già visti con il fast track, una nuova Genova lounge moderna e accogliente e l'Area Kids. Investiremo ancora per avere una maggior gradimento dei viaggiatori in arrivo e in partenza. Inoltre, l'ala est del terminal offrirà 8mila metri quadrati in più, con nuovi servizi, maggiore sostenibilità e nuove tecnologie. I lavori sono partiti nel 2015 e la fine è fissata per il 2020».

Ci sarà quindi un Aeroporto ex novo?

«Diciamo al passo con i tempi, e con il numero di passeggeri che aumenta. La prima fase, già conclusa, prevedeva l’ammodernamento dell’aerostazione esistente, dalla ristrutturazione degli ascensori ai bagni, dal rifacimento della pavimentazione allo spostamento dell’ufficio Lost&Found. E poi la ristrutturazione della Genova lounge e la creazione di una Sala Amica a disposizione dei passeggeri a mobilità ridotta, la ristrutturazione degli spazi ex ristorante. Poi ci sarà l’ampliamento del terminal, che consentirà di realizzare un nuovo impianto smistamento bagagli, l’aumento delle corsie per i controlli radiogeni e dei banchi di accettazione e garantirà un notevole incremento delle aree commerciali nell’area degli imbarchi. Il nuovo ampliamento prevede anche un nuovo pontile di imbarco a servizio dei vettori low cost».

C'è un aeroporto modello a cui guardare?

«È molto difficile dirlo. Più che guardare a un modello di aeroporto, bisogna guardare allo sviluppo di Genova, che potrebbe esserci grazie all'IIT. Ogni territorio deve sfruttare le proprie capacità, e nel contempo evitare che quello che sa fare venga totalmente digitalizzato. La nuova giunta del Comune di Genova sta cercando di attirare grandi aziende capaci di creare nuovi posti di lavoro. C'è unità di intenti tra le istituzioni e credo che questa sia la strada giusta».

Ha mai pensato all'aviazione generale?

«Questo è un settore su cui abbiamo posto grande attenzione. L'obiettivo è quello di far crescere la struttura, e ora cominiciamo a lavorare anche su questo. Senza dimenticare l'idea del trasporto merce, che mi stuzzica molto. Siamo un porto con dentro un aeroporto e non facciamo la merce? Perché? Qualche volontà di cambiamento c'è, ma servono grandi opere e migliori collegamenti con la città».

Ci saranno collaborazioni con Marina-Aeroporto?

«Parliamo della più bella marina del Mediterraneo, uccisa da Mario Monti e dalla crisi. Pian piano si sta riprendendo, vista la favolosa location. Il sogno è quello di fare un ingresso su Marina per chi ha aviazione generale, ma questo è un auspicio molto futurista. Ora si sta risolvendo la questione Sheraton, dove nei fondi dovremmo farci la Sala Vip per l'aviazione generale».

http://www.mentelocale.it/genova/ar...ollegamenti-paolo-odone-ecco-come-rinasce.htm
 

AZ209

Socio AIAC
Utente Registrato
24 Ottobre 2006
16,811
7
Londra.
Sleep&Fly: accordo tra il Colombo e il Tower Genova Airport

Si chiama Sleep&Fly, cioè “dormi e vola”, il nuovo servizio nato dalla collaborazione tra l’aeroporto di Genova e il Tower Genova Airport Hotel. La promozione prevede la possibilità di pernottare nell’hotel prima di un viaggio aereo usufruendo di tariffe promozionali (89 euro per la camera singola a e 99 euro per la doppia) e di servizi dedicati a chi vola dal Colombo. L’obiettivo dell’iniziativa è rendere più confortevole l’esperienza di viaggio di chi, dovendo volare in prima mattinata, potrà decidere di dormire a pochi metri dall’aeroporto, riposando fino a poco prima del volo ed evitando lo stress dello spostamento in aeroporto a ridosso del viaggio. L’aeroporto di Genova intende anche attirare un numero sempre maggiore di viaggiatori residenti al di fuori della provincia di Genova e della Liguria, il cui numero è in costante crescita negli ultimi anni e per i quali è previsto un ulteriore aumento grazie ai nuovi voli che saranno attivati nel 2018.

L’offerta “Sleep&Fly” prevede il pernottamento in albergo, la navetta gratuita tra hotel e centro città e tra hotel e aeroporto (situato a circa 200 metri) e il parcheggio gratuito per una notte. Inoltre la tariffa include l’accesso alla Genova Lounge dell’aeroporto: i viaggiatori potranno così usufruire gratuitamente del servizio check-in dedicato, di un buffet con snack e soft drink, dell’edicola digitale con oltre 7.000 testate da tutto il mondo (grazie al servizio Press Reader), di una rete wi-fi dedicata ad alta velocità, gratuita e senza limiti di tempo, e del servizio Fast Track per accedere direttamente ai controlli di sicurezza. L’iniziativa è aperta sia agli utenti finali sia alle agenzie di viaggio. TQ

 

Dancrane

Amministratore AC
Staff Forum
10 Febbraio 2008
16,364
13
Milano
Questa fa sorridere

...
la navetta gratuita ... tra hotel e aeroporto (situato a circa 200 metri) ...

Ben vengano le iniziative per migliorare fruibilità dello scalo e relax del passeggero, ma una navetta per fare addirittura 200 metri sembra eccessiva.
 

Paolo_61

Socio AIAC
Utente Registrato
2 Febbraio 2012
6,389
2
Questa fa sorridere



Ben vengano le iniziative per migliorare fruibilità dello scalo e relax del passeggero, ma una navetta per fare addirittura 200 metri sembra eccessiva.
Evidentemente viaggi leggero, ma c'è gente che in aereo si porta dietro anche la casa; per loro 200 metri possono essere tanti :) :)
 

willy79

Well-known member
Utente Registrato
16 Gennaio 2007
3,611
0
sestri levante, Liguria.
Sleep&Fly: accordo tra il Colombo e il Tower Genova Airport

Si chiama Sleep&Fly, cioè “dormi e vola”, il nuovo servizio nato dalla collaborazione tra l’aeroporto di Genova e il Tower Genova Airport Hotel. La promozione prevede la possibilità di pernottare nell’hotel prima di un viaggio aereo usufruendo di tariffe promozionali (89 euro per la camera singola a e 99 euro per la doppia) e di servizi dedicati a chi vola dal Colombo. L’obiettivo dell’iniziativa è rendere più confortevole l’esperienza di viaggio di chi, dovendo volare in prima mattinata, potrà decidere di dormire a pochi metri dall’aeroporto, riposando fino a poco prima del volo ed evitando lo stress dello spostamento in aeroporto a ridosso del viaggio. L’aeroporto di Genova intende anche attirare un numero sempre maggiore di viaggiatori residenti al di fuori della provincia di Genova e della Liguria, il cui numero è in costante crescita negli ultimi anni e per i quali è previsto un ulteriore aumento grazie ai nuovi voli che saranno attivati nel 2018.

L’offerta “Sleep&Fly” prevede il pernottamento in albergo, la navetta gratuita tra hotel e centro città e tra hotel e aeroporto (situato a circa 200 metri) e il parcheggio gratuito per una notte. Inoltre la tariffa include l’accesso alla Genova Lounge dell’aeroporto: i viaggiatori potranno così usufruire gratuitamente del servizio check-in dedicato, di un buffet con snack e soft drink, dell’edicola digitale con oltre 7.000 testate da tutto il mondo (grazie al servizio Press Reader), di una rete wi-fi dedicata ad alta velocità, gratuita e senza limiti di tempo, e del servizio Fast Track per accedere direttamente ai controlli di sicurezza. L’iniziativa è aperta sia agli utenti finali sia alle agenzie di viaggio. TQ

Considerando che l'hotel non è assolutamente male e di 4 stelle, credo che la tariffa a 99 euro per la doppia che comprende notte, parcheggio gratuito per la notte e l'ingresso nella lounge (solo quello sono 25€ per 2) mi sembra una tariffa davvero ottima!!!
 

jetset

Well-known member
Utente Registrato
25 Novembre 2006
489
0
genova, Liguria.
Considerando che l'hotel non è assolutamente male e di 4 stelle, credo che la tariffa a 99 euro per la doppia che comprende notte, parcheggio gratuito per la notte e l'ingresso nella lounge (solo quello sono 25€ per 2) mi sembra una tariffa davvero ottima!!!

Anche a me sembra un'ottima idea: è un albergo di buon livello, davvero vicinissimo all'aerostazione. Il prezzo è più che competitivo e da quest'estate ci saranno almeno 6/7 partenze nelle prime ore della mattinata per cui per chi viene da lontano può avere senso dormire in prossimità dell'aeroporto.
Insomma, mi sembra una mossa intelligente che spero produca buoni risultati
 

FlyKing

Moderatore
Utente Registrato
14 Aprile 2011
5,825
4
Genova - LIMJ
Considerando che l'hotel non è assolutamente male e di 4 stelle, credo che la tariffa a 99 euro per la doppia che comprende notte, parcheggio gratuito per la notte e l'ingresso nella lounge (solo quello sono 25€ per 2) mi sembra una tariffa davvero ottima!!!
Diciamo anche che 283 camere a disposizione di un aeroporto "grande" come GOA erano/sono un'esagerazione, peraltro non proprio comodamente raggiungibile da usare come base per un soggiorno in città, e ciò ha determinato una cronica carenza di ospiti, che pochi anni fa ha fatto desistere Sheraton dalla sua gestione.
Gli interni hanno 24 anni (li dimostrano tutti) e le tariffe applicate già ora non si discostano molto da quelle prospettate da Sleep&Fly, però è innegabilmente comodo per chi deve soggiornare vicino all'aeroporto
Mi sembra che tutto ciò che ruota intorno a GOA sia in gran fermento da un paio d'anni a questa parte, dunque ben vengano operazioni del genere, che possono portare benefici ad entrambe le parti.
 

AZ209

Socio AIAC
Utente Registrato
24 Ottobre 2006
16,811
7
Londra.
Aeroporto Genova, ristorante stellato al Cristoforo Colombo

Per il Presidente della società di gestione aeroportuale Paolo Odone con il “Caruggio eat & shop” prosegue la riqualificazione e l'ammodernamento del C. Colombo

(Teleborsa) - L’Aeroporto di Genova ha un nuovo ristorante, e per di più "stellato". Si tratta del “Caruggio eat & shop” di Punto Grill, inaugurato al piano partenze, prima dei controlli di sicurezza, e dunque accessibile ai passeggeri e in generale all’intera utenza del Cristoforo Colombo. Un progetto di ristorazione che punta a valorizzare i prodotti tipici e la cucina della Liguria, accompagnato dal chiaro riferimento ai vicoli del centro storico di Genova e affidato allo chef stellato genovese Ivano Ricchebono.

Abbandonata la formula "self service", il ristorante si propone come punto di eccellenza e degustazione,espressione della collaborazione tra Gruppo Punto Grill e Genova Liguria Gourmet, il marchio collettivo per la ristorazione genovese nato in collaborazione con Regione Liguria. Anche la carta dei vini è di marca regionale. Inoltre, accanto all’area di ristorazione, un corner retail con prodotti enogastronomici, giornali, tabacchi e gadget.

Paolo Odone, Presidente di Aeroporto di Genova, sottolinea come con l’apertura del “Caruggio eat & shop” prosegue il percorso di riqualificazione e ammodernamento del terminal e dei servizi del Cristoforo Colombo.
 

willy79

Well-known member
Utente Registrato
16 Gennaio 2007
3,611
0
sestri levante, Liguria.
Aeroporto Genova, ristorante stellato al Cristoforo Colombo

Per il Presidente della società di gestione aeroportuale Paolo Odone con il “Caruggio eat & shop” prosegue la riqualificazione e l'ammodernamento del C. Colombo

(Teleborsa) - L’Aeroporto di Genova ha un nuovo ristorante, e per di più "stellato". Si tratta del “Caruggio eat & shop” di Punto Grill, inaugurato al piano partenze, prima dei controlli di sicurezza, e dunque accessibile ai passeggeri e in generale all’intera utenza del Cristoforo Colombo. Un progetto di ristorazione che punta a valorizzare i prodotti tipici e la cucina della Liguria, accompagnato dal chiaro riferimento ai vicoli del centro storico di Genova e affidato allo chef stellato genovese Ivano Ricchebono.

Abbandonata la formula "self service", il ristorante si propone come punto di eccellenza e degustazione,espressione della collaborazione tra Gruppo Punto Grill e Genova Liguria Gourmet, il marchio collettivo per la ristorazione genovese nato in collaborazione con Regione Liguria. Anche la carta dei vini è di marca regionale. Inoltre, accanto all’area di ristorazione, un corner retail con prodotti enogastronomici, giornali, tabacchi e gadget.

Paolo Odone, Presidente di Aeroporto di Genova, sottolinea come con l’apertura del “Caruggio eat & shop” prosegue il percorso di riqualificazione e ammodernamento del terminal e dei servizi del Cristoforo Colombo.
Peraltro è lo stesso chef ospite fisso della Clerici alla prova del cuoco!!! Complimenti davvero... Sono sempre più fiero di GOA
 

LIMJ_APP

Well-known member
Utente Registrato
12 Novembre 2009
448
0
Genova
www.airport.genova.it
http://finanza.lastampa.it/News/2018/05/11/open-day-all+aeroporto-di-genova/MjQxXzIwMTgtMDUtMTFfVExC

Open Day all’Aeroporto di Genova
Lo scalo ligure punta a raggiungere un milione e mezzo di passeggeri nel 2018

Pubblicato il 11/05/2018
Ultima modifica il 11/05/2018 alle ore 17:47 Teleborsa
Oltre 80 agenzie di viaggio liguri e dieci compagnie aeree convenute all’Aeroporto di Genova per il primo “Open Day” ospitato al Cristoforo Colombo, organizzato in collaborazione con Fiavet Liguria e Assoviaggi.

Alitalia, Air France, KLM, Volotea, easyJet, Lufthansa, SAS, Ernest Airlines, Aegean Airlines e Blu-express le compagnie aeree presenti. Tra i partecipanti anche operatori di servizi come Quick Parking (gestore dei parcheggi del Cristoforo Colombo), Safe-bag (servizio di avvolgimento bagagli) e il Tower Genova Airport (l’albergo più grande di Genova).

Paolo Odone, Presidente dell’Aeroporto di Genova, si è detto particolarmente soddisfatto della partecipazione, sottolineando che lo scalo punta a raggiungere il milione e mezzo di passeggeri nel 2018, dopo l’incoraggiante +15 registrato ad aprile e l’avvio di nuovi voli previsti nelle prossime settimane.
 

AZ209

Socio AIAC
Utente Registrato
24 Ottobre 2006
16,811
7
Londra.
Due nuove ali per l’aeroporto di Genova

Genova - Due nuove ali, ai due estremi dell’attuale aerostazione, per 8.000 metri quadri in più, l’ultimo atto di più ampio restyling già iniziato e che entrerà nella fase più impegnativa l’anno prossimo. È una scelta e allo stesso tempo un’esigenza

Genova - D ue nuove ali, ai due estremi dell’attuale aerostazione, per 8.000 metri quadri in più, l’ultimo atto di più ampio restyling già iniziato e che entrerà nella fase più impegnativa l’anno prossimo. È una scelta e allo stesso tempo un’esigenza, per l’aeroporto “Cristoforo Colombo”, da tempo alla ricerca di una reale identità. «Nella prima parte dell’anno - sottolinea il direttore generale dell’aeroporto, Piero Righi - abbiamo registrato un trend di passeggeri molto positivo, simile ai massimi fatti segnare nel 2012. E, specialmente nei giorni di picco, è apparso chiaro che l’attuale struttura non possa sostenere questi livelli di traffico».

La risposta, richiamata nel giorno della presentazione di un nuovo collegamento - Bucarest, che sarà servita da Ernest Airlines - è nel piano di adeguamento del corpo principale dello scalo, che è già stato inserito nel contratto di programma 2016-2019, cioè lo strumento con cui l’Enac e gli aeroporti definiscono gli investimenti, cui devono poi dare via libera il ministero dei Trasporti e quello delle Finanze. Con un meccanismo simile a quello di altri documenti di programmazione, sono le tariffe a sostenere l’investimento, che in questo caso è in tutto di 13,8 milioni.

L’ampliamento e abbellimento degli spazi fisici va di pari passo con il fondamentale lavoro sulle tratte. Il Colombo quest’anno sfiorerà le 50 unità, tra voli stagionali e “strutturali”. L’ultimo arrivo rappresenta l’apertura di una porta a est: il volo per la capitale romena sarà attivato il 22 giugno e operato con degli Airbus A319 da 141 posti. La coppia di voli sarà bisettimanale, il lunedì e il venerdì. «Il nostro obiettivo - ha sottolineato di Chady El Tannir, presidente di Ernest Airlines - è rafforzare il servizio di trasporto aereo tra l’Italia e i paesi da cui si registra un consistente flusso migratorio». La compagnia, con sede a Milano, fa capo a investitori italo-svedesi. «Crediamo che questo collegamento abbia grandi potenzialità - ha detto Paolo Odone, presidente della società aeroportuale - e che possa avere ricadute molto positive per l’intera regione».

I nuovi voli sono fondamentali, conservarli ancor di più. E per farlo non si può star fermi. «Il numero di passeggeri anno su anno - continua Righi - è aumentato in doppia cifra anche a maggio. Soprattutto, migliora il fattore di carico». Un dato imprescindibile, affinché il disegno stia in piedi: un aereo che vola vuoto o quasi è un vettore che perde soldi e che quasi certamente sarà rapidamente cancellato. Ed è stato questo, nel tempo, uno dei talloni d’achille del “Colombo”.

«Vogliamo essere competitivi, spingendo sul modello di city airport. Più collegamenti e più traffico si traducono in margini più ampi per manovrare, anche sul fronte tariffario». La società di gestione sta trattando con le compagnie non solo per introdurre nuovi collegamenti ma anche per limare e rendere più flessibili le tariffe, a partire da quelle per i voli sugli hub principali. Con un obiettivo complesso ma semplice: rendere davvero appetibile partire da Genova per una serie di destinazioni.

Un piano di sviluppo sarà presentato a breve alla compagine azionaria - guidata dall’Autorità di sistema portuale Genova-Savona - ma alcuni capisaldi sono noti. Tra questi, l’adeguamento del terminal, imprescindibile se il Colombo auspica di fare il salto di qualità. «Non ci sono difficoltà a gestire i velivoli - precisa ancora Righi - in potenza, la pista e le strutture potrebbero gestire anche i voli intercontinentali. Il problema è l’organizzazione dei flussi, soprattutto nei momenti di affollamento».

Riorganizzare i movimenti dei passeggeri sarà la fase finale dell’ampliamento, il più importante a oltre 30 anni dalla fondazione (1986). Fino a questo momento è stata finanziata la progettazione. Nel 2019 partiranno i lavori, per concludersi entro un anno.

http://www.themeditelegraph.com/it/...orto-genova-e4QdblyIiesAgVrHg8sntJ/index.html