Alitalia e decreto rilancio

13900

Well-known member
Utente Registrato
26 Aprile 2012
6,097
293
Io mi riferivo a questa immagine, non mi voglio addentrare nella questione su Buble' buon cantante o meno!

 

AZ321

Member
Utente Registrato
19 Maggio 2020
6
0
Il Messaggero di Roma torna a scrivere su Alitalia quest'oggi. Bruxelles scrive il quotidiano romano impone una forte discontinuita' col passato e quindi Alitalia si appresta a cambiar pelle. Lazzerini ed i tecnici del governo sono quindi al lavoro per dimostrare alla UE che si apre una fase nuova della societa'. Cambiera' ad es sede legale e logo societario. I dipendenti saranno 7500. Gli esuberi (circa 2-2500) resteranno nella bad company in AS e saranno a disposizione di altre societa' pubbliche o semi pubbliche per eventuali ricollocamenti (si scrive di FS ad es). Ovviamente saranno a disposizione della stessa AZ quando il mercato tornera' a decollare. Cambiera' radicalmente anche la flotta che puntera' in una prima fase in una unica famiglia di velivoli, in questo caso Airbus tagliando i ponti con Embraer. Stop quindi ai costi di leasing piu' gravosi, ai costi di manutenzione e alla spesa per i diversi tipi di addestramento per i piloti. Si iniziera' con una attivita' prevalente di corto medio raggio e quando cadranno le limitazioni internazionali si puntera' allo sviluppo del lungo raggio. IL dossier che si sta mettendo a punto sara' valutato da Bruxelles entro le prime due settimane di agosto. Sempre nei primi giorni di agosto verra' definito lo scadenziario per la definizione della newco. Se arrivera' l'ok di Bruxelles la nuova societa' partirebbe a settembre e Lazzerini starebbe gia' preparando le strategie per la stagione invernale e soprattutto per quella della prossima estate.

Estratto dal Messaggero
“Cambierà logo societario”?. Ennesimo rebranding? Sicuramente trainerà i ricavi e gli utili
 

Farfallina

Well-known member
Utente Registrato
23 Marzo 2009
14,339
25
Il Messaggero di Roma torna a scrivere su Alitalia quest'oggi. Bruxelles scrive il quotidiano romano impone una forte discontinuita' col passato e quindi Alitalia si appresta a cambiar pelle. Lazzerini ed i tecnici del governo sono quindi al lavoro per dimostrare alla UE che si apre una fase nuova della societa'. Cambiera' ad es sede legale e logo societario. I dipendenti saranno 7500. Gli esuberi (circa 2-2500) resteranno nella bad company in AS e saranno a disposizione di altre societa' pubbliche o semi pubbliche per eventuali ricollocamenti (si scrive di FS ad es). Ovviamente saranno a disposizione della stessa AZ quando il mercato tornera' a decollare. Cambiera' radicalmente anche la flotta che puntera' in una prima fase in una unica famiglia di velivoli, in questo caso Airbus tagliando i ponti con Embraer. Stop quindi ai costi di leasing piu' gravosi, ai costi di manutenzione e alla spesa per i diversi tipi di addestramento per i piloti. Si iniziera' con una attivita' prevalente di corto medio raggio e quando cadranno le limitazioni internazionali si puntera' allo sviluppo del lungo raggio. IL dossier che si sta mettendo a punto sara' valutato da Bruxelles entro le prime due settimane di agosto. Sempre nei primi giorni di agosto verra' definito lo scadenziario per la definizione della newco. Se arrivera' l'ok di Bruxelles la nuova societa' partirebbe a settembre e Lazzerini starebbe gia' preparando le strategie per la stagione invernale e soprattutto per quella della prossima estate.

Estratto dal Messaggero
Il Governo ha poi la grana dei mancati rimborsi che AZ in A.S. sta portando avanti visto che pubblici ufficiali non possono giustificare il mancato rispetto delle norme per salvaguardare la cassa.
 

Farfallina

Well-known member
Utente Registrato
23 Marzo 2009
14,339
25
Ma oltre agli Embraer ci sono anche i 777... che fanno, levano pure quelli?



Io non so se ci rendiamo conto della situazione in cui siamo. Dopo 10 anni di perdite, nel mezzo della crisi piu' grossa da sempre per il settore, stiamo a parlare di comprare aerei nuovi?
Stanno trattando con l'UE su cosa possono passare con la cessione di ramo d'azienda e cosa debbono rifare da nuovo.
Sicuramente per il futuro sarà predisposto un nuovo piano flotta che abbiamo fra l'altro discusso sul forum mille volte, ma a meno di blocchi da parte UE la flotta iniziale deriverà da quella AZ.
 

s4lv0z

Well-known member
Utente Registrato
11 Dicembre 2017
345
6
Cambio di logo e sede legale? Forse dovrebbero chiarirsi bene che cosa si intende in Europa con il termine "discontinuita".
Più che mescolare le carte del solito mazzo mi sa che si dovrebbe cambiare il gioco.

Inviato dal mio SM-G975F utilizzando Tapatalk
 

A345

Socio AIAC
Utente Registrato
15 Novembre 2007
1,969
8
Piacenza, Emilia Romagna.
Cambio di logo e sede legale? Forse dovrebbero chiarirsi bene che cosa si intende in Europa con il termine "discontinuita".
Più che mescolare le carte del solito mazzo mi sa che si dovrebbe cambiare il gioco.

Inviato dal mio SM-G975F utilizzando Tapatalk
Più che il gioco cambierei il banco, che in questo caso NON "vince sempre"...

Inviato dal mio VKY-L09 utilizzando Tapatalk
 

TW 843

Senior Member
6 Novembre 2005
31,990
121
45
Ormeggiatore di aliscafi
Dopo logo e sede seguiranno: nuove uniformi avanguardiste ma fortemente ispirate all’italianità eradicata nel dna del vettore dai fratelli montgolfieR (immancabile qualche frame istituto Luce della Lollobrigida che sale sul Dc6 e Albertone che saluta scendendo dal 747-100) , la livrea aggiornata, la reintroduzione del SantaL arancia rossa in Y sulla LIN-FCO, Ulisse rinnovato, aggiunta di una fila su tutti gli Airbus di corto e una in meno sul lungo (sul regiinal aspettano di capire cosa dica il passeggero) qualche aggettivo creativo molto fashion per chiamare i passeggeri (qualsiasi cosa purché non si usi “passeggeri”) qualche partnership Millemiglia con le profumerie Sephora o la Kia Skoda 1.6 a metano, rivoluzionati collegamenti bus tra lin e mxp e tra fco e piazza Venezia...
Tanta roba. Fatica.
Ma da lì In avanti giù soldi a palate che nun Te dico.
 

13900

Well-known member
Utente Registrato
26 Aprile 2012
6,097
293
Dopo logo e sede seguiranno: nuove uniformi avanguardiste ma fortemente ispirate all’italianità eradicata nel dna del vettore dai fratelli montgolfieR (immancabile qualche frame istituto Luce della Lollobrigida che sale sul Dc6 e Albertone che saluta scendendo dal 747-100) , la livrea aggiornata, la reintroduzione del SantaL arancia rossa in Y sulla LIN-FCO, Ulisse rinnovato, aggiunta di una fila su tutti gli Airbus di corto e una in meno sul lungo (sul regiinal aspettano di capire cosa dica il passeggero) qualche aggettivo creativo molto fashion per chiamare i passeggeri (qualsiasi cosa purché non si usi “passeggeri”) qualche partnership Millemiglia con le profumerie Sephora o la Kia Skoda 1.6 a metano, rivoluzionati collegamenti bus tra lin e mxp e tra fco e piazza Venezia...
Tanta roba. Fatica.
Ma da lì In avanti giù soldi a palate che nun Te dico.
Hai dimenticato le livree regionali. A breve accordo con la Regione Autonoma Valle d'Aosta per una pellicolatura di un A320 con su il Forte di Bard da un lato e il Lardo di Arnad dall'altro, e apertura del diretto Roma-Aosta.
 
  • Like
Reactions: Enrg99 and TW 843

TW 843

Senior Member
6 Novembre 2005
31,990
121
45
Ormeggiatore di aliscafi
Hai dimenticato le livree regionali. A breve accordo con la Regione Autonoma Valle d'Aosta per una pellicolatura di un A320 con su il Forte di Bard da un lato e il Lardo di Arnad dall'altro, e apertura del diretto Roma-Aosta.
D’accordo ma solamente se per fare l’Aosta prendono in wet lease un Embraer 120 Brasilia paraguaiano o un Fokker 50 in Niger e poi lo fanno operare da una società eritrea
 

TW 843

Senior Member
6 Novembre 2005
31,990
121
45
Ormeggiatore di aliscafi
Hai dimenticato le livree regionali. A breve accordo con la Regione Autonoma Valle d'Aosta per una pellicolatura di un A320 con su il Forte di Bard da un lato e il Lardo di Arnad dall'altro, e apertura del diretto Roma-Aosta.
D’accordo ma solamente se per fare l’Aosta prendono in wet lease un Embraer 120 Brasilia paraguaiano o un Fokker 50 in Niger e poi lo fanno operare da una società eritrea
 
  • Like
Reactions: londonfog and 13900

s4lv0z

Well-known member
Utente Registrato
11 Dicembre 2017
345
6
L'unico segno di discontinuità che potrà mai essere accettato dall'UE, sarà la rimozione del companion AmEx.

DaV
Dici che aumentare di un grado l'inclinazione del font del logo non basta a convincere l'UE?

Inviato dal mio SM-G975F utilizzando Tapatalk
 

belumosi

Socio AIAC
Utente Registrato
10 Dicembre 2007
13,359
89
E' la solita manfrina dove tutti devono dimostrare di aver fatto formalmente la propria parte.
La compagnia si chiamerà Alitalia. I dipendenti proverranno dalla attuale AZ-SAI, gli slot e i bilaterali migreranno dalla vecchia alla nuova in spregio del diritto e di qualsiasi discontinuità e la flotta, almeno in massima parte, sarà ereditata dall'attuale cadavere volante.
Parlare di discontinuità è un insulto all'intelligenza, ma sappiamo bene che quando si tratta di salvare AZ, ogni limite di decenza morale ed economica può essere frantumato.
 
  • Like
Reactions: DusCgn and ermide

EdoC

Well-known member
Utente Registrato
7 Giugno 2015
1,954
29
Intanto da Settembre riparte la EZE con un 2xw. Anche se ridotta meglio di niente.
 

leerit

Well-known member
Utente Registrato
3 Settembre 2019
730
22
Alitalia, si aspetta il verdetto di Bruxelles: La newco per Alitalia sarà costituita con 10 milioni di capitale sociale e “ai soli fini dell’elaborazione del piano industriale”, che andrà redatto in 30 giorni e inviato a Bruxelles per il via libera e alle competenti commissioni parlamentari. Lo prevede la bozza del decreto agosto che modifica le norme per la ex compagnia di bandiera introdotte a marzo con il decreto Cura Italia. Se ci sarà il via libera Ue sarà modificato l’atto costitutivo della società e il capitale (lo stanziamento complessivo è di 3 miliardi) ma “in assenza della favorevole valutazione della Commissione europea sul piano la società è posta in liquidazione”.

Il Fatto Quotidiano