Voli multiscalo


ilverococco

Utente Registrato
3 Novembre 2016
333
221
BLQ - DXB
Leggendo un post sul thread di Alitalia dove si menzionava il passato in cui alcuni voli facevano diversi scali invece di point to point mi sono chiesto: ma perché adesso non si fa più ad eccezione di rarissimi casi? E’ un motivo legislativo, economico o operativo? Per quale motivo se ritengo di non aver abbastanza passeggeri per operare che so, un bratislava bologna, non opero invece un bratislava-bologna-bari? espando il network, offro più opzioni, riempio di più gli aerei.

Una decina di anni fa ero su un austrian Vienna-Bologna e rimasi sorpreso quando arrivati al Marconi ci fu l’annuncio “quelli che vanno a Bologna sbarchino ora quelli che vanno a Firenze rimangano ai loro posti”. Suonò molto strano ma, pensandoci, non privo di logica


Dove sbaglio?
 

Dancrane

Amministratore AC
Staff Forum
10 Febbraio 2008
17,458
1,107
Milano
non mi riferisco a quelle tratte in particolare (quelle dell'altro thread intendo) ma è un discorso più generale. se posso fare bratislava - bari allora perchè non metterci bologna in mezzo?
In generale, per ragioni economiche: sul voli di corto/medio inserire uno scalo comporta spese aggiuntive e minore appetibilità di un volo diretto, con remote possibilità di rendere profittevole l'operazione in sè. Aggiungici i rischi connessi di ritardi/cancellazioni/imprevisti di varia natura e il dado è tratto.
Discorso leggermente diverso sul lungo raggio, invece, dove alcune tratte possono essere coterminalizzate per riempire un volo che, altrimenti, viaggerebbe mezzo vuoto sull'una o l'altra destinazione. In Italia ricordo le rotte su Lagos/Accra effettuate da Meridiana e, mi pare, anche AZ in passato. Credo che anche Neos ancora operi alcuni voli multiscalo per andare a riempire villeggi turistici e navi da crociera ma, complessivamente, parliamo di un numero di voli assolutamente risibile.
 
  • Like
Reactions: BrunoFLR and flyreg

ilverococco

Utente Registrato
3 Novembre 2016
333
221
BLQ - DXB
In generale, per ragioni economiche: sul voli di corto/medio inserire uno scalo comporta spese aggiuntive e minore appetibilità di un volo diretto, con remote possibilità di rendere profittevole l'operazione in sè. Aggiungici i rischi connessi di ritardi/cancellazioni/imprevisti di varia natura e il dado è tratto.
Discorso leggermente diverso sul lungo raggio, invece, dove alcune tratte possono essere coterminalizzate per riempire un volo che, altrimenti, viaggerebbe mezzo vuoto sull'una o l'altra destinazione. In Italia ricordo le rotte su Lagos/Accra effettuate da Meridiana e, mi pare, anche AZ in passato. Credo che anche Neos ancora operi alcuni voli multiscalo per andare a riempire villeggi turistici e navi da crociera ma, complessivamente, parliamo di un numero di voli assolutamente risibile.
sul lungo raggio credo sia abbastanza semplice e relativamente "comune", o comunque possibile, avere più scali. mi è capitato recentemente con EK Dubai Dakar Conakry ed aveva una sua logica

sul corto raggio effettivamente non avevo pensato alle complicazioni legate a ritardi/cancellazioni che sicuramente giocano pesantemente contro il multiscalo.
sono meno d'accordo sull'appetibilità: è chiaro che se vado da bari a londra mi aspetto di avere un diretto e le probabilità che tra major e low cost quel volo esista sono alte, tuttavia mi pare veramente molto strano che tratte "minori" non possano essere accorpate: uno scalo senza scendere dall'aereo è comunque più comodo e veloce che sbarcare/reimbarcare su un altro volo.
Esistono una marea di rotte tra posti che mai nella vista crederesti avere abbastanza massa critica (eppure funzionano), quante altre ce ne potrebbero essere applicando la logica del multiscalo?
 

Farfallina

Utente Registrato
23 Marzo 2009
14,982
301
sul lungo raggio credo sia abbastanza semplice e relativamente "comune", o comunque possibile, avere più scali. mi è capitato recentemente con EK Dubai Dakar Conakry ed aveva una sua logica

sul corto raggio effettivamente non avevo pensato alle complicazioni legate a ritardi/cancellazioni che sicuramente giocano pesantemente contro il multiscalo.
sono meno d'accordo sull'appetibilità: è chiaro che se vado da bari a londra mi aspetto di avere un diretto e le probabilità che tra major e low cost quel volo esista sono alte, tuttavia mi pare veramente molto strano che tratte "minori" non possano essere accorpate: uno scalo senza scendere dall'aereo è comunque più comodo e veloce che sbarcare/reimbarcare su un altro volo.
Esistono una marea di rotte tra posti che mai nella vista crederesti avere abbastanza massa critica (eppure funzionano), quante altre ce ne potrebbero essere applicando la logica del multiscalo?
Non sono sicura che si possa fare ancora non scendendo dall'aereo.
 

vipero

Utente Registrato
8 Ottobre 2007
5,134
785
.
Una toccata in più comunque aggiunge costi. Magari per quanti? 5, 10, 20 pax? Tasse e handling non hanno tariffe in base al nr di pax.
Senza contare l'aumento dei cicli, la riduzione dei tempi di servizio degli equipaggi...

Un conto è co-terminalizzare una CUN/HAV o una TFS/LPA, un altro fare la fermata a richiesta.
 

outlmerge

Utente Registrato
21 Novembre 2017
64
8
Io nel 1998 2000 feci un paio di Torino Napoli Catania e vice-versa con Alitalia. Ricordo anche nel 2001 un Catania Ancona Parigi con aeropostal. Non era necessario scendere dall aereo ma solo slacciare le cinture durante il refuel. Durata dello scalo 45 minuti.
 

gbon

Utente Registrato
21 Agosto 2013
282
5
A, A
Circa tre anni fa feci un Istanbul - Bamako - Niamey, mia sosta per lavoro di 2 giorni a Niamy, e poi Niamey - Bamako - Istanbul con Turkish.
A Bamako i passeggeri da Istanbul sono rimasti in aereo e è salito personale con aspirapolvere che ha fatto un po' di pulizia.
A Bamako nella tratta Niamey - Bamako l'equipaggio sostava per 2 giorni. Me ne sono accorto perché al ritorno ho ritrovato la stessa hostess.
Da notare che sulla tratta africana (Bamako - Niamey - Bamako), di poco più di un'ora, se ricordo bene, c'erano tantissimi passeggeri.