londonfog

Moderatore
Utente Registrato
8 Luglio 2012
8,982
543
Londra
Siamo
Non sarà il massimo dell'efficienza, ma nella mia esperienza il loro lavoro lo fanno, a volte anche troppo bene...
Siamo OT
Il problema reale e' che in quindici anni il numero degli Italiani iscirtti all'AIRE e residenti nel territorio di competenza del Consolato e' triplicato (credo circa 450,000) e certe cose non sono aumentate. Una volta che riesci a parlare con qualcuno o prendere un appuntamento sono efficienti, ma telefonare 48 volte (le ho contate) prima di riuscire a parlare con qualcuno perche' "tutte le linee sono occupate" non esiste. Qui non c'entra il COVID, c'entra l'infrastruttura e l'organizzazione. Quando poi riesci a parlare con qualcuno si ritorna a una struttura consolare efficiente. Quando accedi alla struttura, prima e' un incubo!

Fine OT
 
  • Like
Reactions: magick

13900

Utente Registrato
26 Aprile 2012
7,407
2,290
Ma a Malpensa l’ATS Insubria non aveva chiuso il punto-tamponi per mancanza di domanda?
 

londonfog

Moderatore
Utente Registrato
8 Luglio 2012
8,982
543
Londra
0
Comunque, avrei fatto così:
- tampone in UK
(se negativo)
- imbarco
- arrivo in Italia dicendo ai passeggeri "statevene a casa una decina di giorni in quarantena e poi ripetete il tampone".
Senza bloccare nulla perchè, alla fine, non c'è nulla di veramente nuovo tale da dover bloccare i voli; ma, soprattutto, senza l'isteria che provoca solo danni e ulteriore confusione.
Secondo il consolato Italiano a Londra e' quello che hanno messo in piedi da ieri, con l'aggiunta che solo i residenti in Italia possono rientratre (con le solite eccezioni), non e' chiaro come controlleranno
 

Charter2017

Utente Registrato
3 Agosto 2017
634
645
0

Secondo il consolato Italiano a Londra e' quello che hanno messo in piedi da ieri, con l'aggiunta che solo i residenti in Italia possono rientratre (con le solite eccezioni), non e' chiaro come controlleranno
Guarda, io sono fautore di andare casa per casa, eseguire i tamponi antigenici-PCR e, se positivi, eseguire i molecolari. A 60 milioni di persone, in modo da sapere veramente come siamo messi e quale sarà il nostro futuro, riuscendo anche a pianificarlo. Senza dittatura alla "Cinese"...
Per cui, alla tua domanda/affermazione ("non è chiaro come controlleranno") non so proprio rispondere, perchè sarebbe molto semplice "controllare" e fare una vera campagna di educazione sanitaria ma nel nostro paese tante cose semplici non vengono fatte.
 
  • Like
Reactions: lamgio

13900

Utente Registrato
26 Aprile 2012
7,407
2,290
0

Secondo il consolato Italiano a Londra e' quello che hanno messo in piedi da ieri, con l'aggiunta che solo i residenti in Italia possono rientratre (con le solite eccezioni), non e' chiaro come controlleranno
Le carte d’identità dicono dove sei residente; nel mio caso, col passaporto fatto a Londra, sono già abbastanza fregato.
 

ermide

Utente Registrato
1 Ottobre 2007
426
22
Veneto.
Guarda, io sono fautore di andare casa per casa, eseguire i tamponi antigenici-PCR e, se positivi, eseguire i molecolari. A 60 milioni di persone, in modo da sapere veramente come siamo messi e quale sarà il nostro futuro, riuscendo anche a pianificarlo. Senza dittatura alla "Cinese"...
Per cui, alla tua domanda/affermazione ("non è chiaro come controlleranno") non so proprio rispondere, perchè sarebbe molto semplice "controllare" e fare una vera campagna di educazione sanitaria ma nel nostro paese tante cose semplici non vengono fatte.
E tu credi che andare casa per casa degli italiani sia una cosa semplice!!!
Da dirsi certamente si ... da farsi, molto ma molto meno.
Te lo dice uno che qualche anno fa, ha tentato di una cosa simile con 50.000 persone.
 

Cesare.Caldi

Utente Registrato
14 Novembre 2005
34,787
334
N/D
Coronavirus nel mondo, dagli Usa stretta sui voli sul Regno Unito: necessario tampone negativo obbligatorio per viaggiare

Gli Stati Uniti richiederanno un test negativo al Covid-19, entro le 72 ore dalla partenza, a tutti i passeggeri in arrivo dal Regno Unito, a partire da lunedì. Lo ha reso noto il Centers for Disease Control and Prevention (Cdc), in un comunicato, che arriva sullo sfondo dei crescenti timori per la diffusione della nuova variante inglese del coronavirus, risultata più contagiosa. La decisione rappresenta una svolta rispetto alla posizione finora tenuta dall'amministrazione Trump, che solo martedì scorso aveva detto alle compagnie aeree di non voler richiedere tampone negativo per gli arrivi dalla Gran Bretagna. Il provvedimento dovrebbe essere firmato oggi, secondo i media americani, ed entrare in vigore lunedì.
Repubblica.it
 

Farfallina

Utente Registrato
23 Marzo 2009
14,850
232
E tu credi che andare casa per casa degli italiani sia una cosa semplice!!!
Da dirsi certamente si ... da farsi, molto ma molto meno.
Te lo dice uno che qualche anno fa, ha tentato di una cosa simile con 50.000 persone.
Anche lo "state a casa in quarantena" fino al test di controllo è complicato se il test non avviene nelle 48 ore successive. Figuriamoci la naturale incubazione fino a 14 giorni (mi diceva un amico responsabile di strutture per anziani che loro si sono dati un protocollo di 21 giorni di isolamento post rientro da ospedale o entrata da casa e hanno avuto 0 casi di contagio interno, altre strutture che hanno usato meno precauzioni visto che gli veniva raccomandato una quarantena di 10 giorni hanno avuto contagi monstre) e consideriamo che in Italia hanno beccato ormai migliaia di persone che hanno violato la quarantena uscendo ugualmente.