[TR ] - Si ricomincia a volare

londonfog

Moderatore
Utente Registrato
8 Luglio 2012
8,627
203
Londra
Il 6 luglio e' stata una giornata piena di emozioni. Taglio di capelli, primo viaggio in Underground dal lockdown e... si ritorna a volare. Avevo un'appuntamento dal notaio per fare una firma su questioni burocratico-familiari, firma che era gia' stata rimandata troppe volte.
BA mi aveva cancellato il LHR-VCE del 6, io avevo un appuntamento col barbiere (irrinunciabile, quel poco che ho in testa mi dava veramente fastidio). Il problema era mantenere l'appuntamento dal notaio a mezzogiorno del 7. Dopo aver evitato di regalare £200 a FR per uno STN-VCE o £180 a U2 per un LGW VCE che mi avrebbero portato a VCE dopo l'ultima corsa dell'unica Linea operata dall'Alilaguna a orario ridotto, mi trovo costretto a un LHR-MUC-VCE con pernottamento a MUC. Compreso il ritorno (in Agosto) BLQ-FRA-LHR mi costa meno del solo andata con FR o U2 e in piu' ho la valigia, assegnazione del posto e carta d'imbarco. Come dicono a Murano... xe un no brainer!

Primo viaggio aereo, la parte paranoica della mia mente ha comprato una scorta extra di 50 mascherine, una confezione di 100 salviette disinfettanti, almeno un litro di hand sanitiser (come cavolo si dice in Italiano?) in confezioni da 70 ml (ne avevo due con me nello zaino). La paranoia arriva al punto di avere con me quattro borse di plastica, ognuna capace di contenere lo zaino che mi portero' come bagaglio a mano, una confezione piu' piccola di salviette disinfettanti per il viaggio.

Il Venerdi' prima di partire scopro che il governo inglese ha finalmente annunciato la lista dei paesi da cui si evitera' la quarantena all'arrivo. The good news is... c'e' anche l'Italia, the bad news is... le nuove regole entrano in vigore dal 10 e io rientro il 9. Telefono a BA il Venerdi' 3, sto in attesa un tempo immemorabile, parlo con una gentile addetta che cerca di avere la risposta dal computer ma mi dice che la mia prenotazione e' complicata (Volo originariamente prenotato per meta' Marzo, ovviamente cancellato piu' volte) e mi devono richiamare. Come sapete gia' (Vedi thread "BA nel pallone") non mi hanno richiamato e all'arrivo mi sono dovuto sorbire la quarantena (ancora tre giorni!!!!!! 🍾🍾🍾🍾🍾)

Ritorniamo in ordine, il fine settimana prima del 6 sono convinto di aver la febbre, in realta' ll termometro non superera' mai 36.2. Lunedi vado dal barbiere, torno a casa,. raccolgo valigia e zaino e mi avvio (in autobus) verso la stazione di Tower Hill. Prima emozione, prendo la metropolitana...

La stazione e' deserta


La District Line non e' molto piu' affollata


L'impressione di essere nel deserto dei tartari continua. Arrivato a Heathrow il T2 e' uno dei due terminal aperti (l'altro e' il T5). Pochissima gente, rispetto alle dimensioni dell'edificio. Io sono arrivato troppo presto aspettandomi chissa' quali controlli sanitari. Entro e mi trovo 'circondato dalla folla"


Chiaramente niente e' come lo ricordavo io. Esistono postazioni check-in per AZ, Emirates, e altre linee aeree che, in tempi normali, sarebbero al T3 o al T4. Trovo la postazione LH, come vedete la coda al check-in automatico e' interminabile


Voglio consegnare la valigia fino a MUC per cui non posso usare il check-in automatico. Dopo il terzo grado di un'addetta mi mandano all'unico check-in funzionante (gli altri sportelli sono solo bag drop), a parte la prima classe.

Io mi aspettavo un controllo della temperatura, finora non mi ha controllato nessuno, non ho dovuto compilare nessun modulo e nessuno mi ha chiesto come stavo. Il mio nonno bolognese avrebbe detto che ho una faccia che "sa di salute", chissa'. Consegnata la valigia, arrivo ai metal detector, qui c'e' una piccola coda, quello dietro di me viene rimproverato due volte perche' non ha la mascherina e mi sta troppo vicino. Alla terza 'lo chiamano fuori' e decidono di fargli la perquisizione. Chissa' se non parlava inglese o se faceva finta di niente.

Dopo il controllo di sicurezza trovo qualche negozio aperto, stranamente sono aperti PINK (camicie e accessori) e Rolex. A parte Boots, WH Smith e un ristorante a livello dei gate A.
Questi e' quello che mi aspetta passato i controlli


Al piano di sotto c'e' un solo ristorante aperto, con coda chilometrica (la foto e' in realta' di quello chiuso)


Ritorno da Boots, compro acqua, succhi d'arancia, pop-corn, quattro energi bars. Quello che si dice 'Healthy Food', c'erano dei panini ma sembravano ancora piu' d'epoca della famosa Luisona di Stefano Benni (cit.)

Il quadro partenze alle 18.30 e' veramente triste, per arrivare al secondo schermo elencano le prime partenze della mattina dopo


Guardando fuori c'e' comunque qualcosa da vedere. Le foto non sono un granche'.
Un 330 Air Mauritius (Repatriation Flight) e un'altro fermo ai gate B che non riesco a ricordarmi cosa fosse


Arriva un 777 Emirates (ai tempi c'erano 6 A380 sulla LHR-DXB)


Coda dell'Airbus AZ per MXP


A220 (in ritardo) per GVA


A319 LH che mi portera' a MUC



L'imbarco avviene per gruppi partendo dal fondo, io sono il penultimo prima della business. Il volo sembra abbastanza pieno (practicamente solo i posti in mezzo erano vuoti), ci sono anche persone con giacca e cravatta (saranno sedute in business), all'imbarco c'e' un sergente dell'Abwehr in divisa da assistente di volo che controlla che nessuno tocchi le cappelliere della sezione business (quattro file). Sono stupito che nessuno mi ha controllato la temperatura o fatto firmare dicharazioni che non ho sintomi COVID-19

Mi imbarco e mi metto a sedere. Sono emozionato quasi come se fosse il primo volo, era da Febbraio che non salivo in aeereo! L'unica cosa nel posto sono le istruzioni per il Wi-Fi a bordo, la sicurezza e il sacchetto di carta


Dal finestrino vedo un 777 China Airlines (o almeno credo, I-DAVE confermi?)


Ci muoviamo, io ho un sorriso che va da un'orecchio all'altro. E intanto fotografo l'Airbus AZ una seconda volta (repetita iuvant)


Praticamente non c'e coda per il decollo, decolliamo e a mi sembra quasi di essere tornato ragazzo quando risparmiavo per fare un BLQ-VCE con Itavia perche' avevo voglia di andare in aereo


Il seguito questa sera o domani. Abbiate pazienza, ero peggio di un ragazzino al primo volo!
 

Giu80

Member
Utente Registrato
15 Aprile 2020
22
1
Bellissimo!!!
Che piacere tornare a volare...

Per il hand sanitizer, si dice Amuchina gel se non sbaglio.
 

londonfog

Moderatore
Utente Registrato
8 Luglio 2012
8,627
203
Londra
Continuiamo. Vorrei aggiungere a quello che ho scritto prima che appena salito in aereo ho usato le salviette disinfettanti per pulire i bracioli, il tavolinetto e il poggiatesta. La paranoia non e' stata spenta dall'euforia del tornare a volare.

Lascio immaginare la sensazione che ho provato a vedere la campagna inglese dall'alto (a prescindere dalla campagna inglese, ero in aereo. Per questioni di dignita' non mi sono messo a cantare "Volare oh, oh" o "Come fly with me, let;'s fly let's fly away".

Comunque si vola

Il servizio LH consiste in una busta di plastica trasparente che contiene una salvietta rinfrescante, una bustina di gel disinfettante per le mani e una bottiglietta di acqua minerale. Io ho il sacchetto comprato da boots, e mangio due energy bars e un sacchetto di popcorn (roba da indigestione, lo so)


Il cielo e' molto nuvoloso e voliamo verso la sera. A me piace moltissimo volare nell'ora della giornata quando sopra le nuvole 'e' luce ma sotto e' gia' buio. Visto che non sono ai comandi da quarant'anni mi godo lo spettacolo. Comunque arriviamo a Monaco, nonostante l'invito di rimanere seduti fino a quando le persone davanti a noi non sono a debita distanza, si alzano tutti in piedi. Una specie di Tutti Insieme Appassionatamente. Nonostante gli inviti dell'equipaggio il concetto di 'distanza di sicurezza' viene completamente dimenticato.
In aeroporto pero' non ci sono grandi problemi a mantenere le distanze (siamo arrivati circa alle dieci e mezza)


Stranamente, la raccolta dei bagagli e' meno caotica di quello che temevo, visto l'arrivo. Vado all'Hilton dell'aeroporto, comodissimo da raggiungere in meno di dieci minuti a piedi, se ci fossero piu' cartelli a indovinare il percorso forse si farebbe anche prima. Alla coda per il check-in manteniamo tutti le debite distanze


Il sistema che usa l'albergo per 'mettere in sicurezza' le camere e' interessante. Quando arrivi trovi un 'sigillo' blu alla porta, vuol dire che la camera e' stata integralmente disinfettata e nessuno e' entrato dopo la pulizia (io mi sono ricordato di fare la foto dopo che avevo aperto la porta e rotto il sigillo).

Quando parti la camera viene lasciata com'e' per 24 ore, dopo di che entrano e fanno una disinfezione generale. Questo pero' vuol dire che l'albergo ha solamente il 50% di camere disponibili nella migliore delle ipotesi.
La mattina dopo MUC-VCE arrivo in laguna dopo cinque mesi. Avevo solo sei ore prima della sveglia ma ho fatto fatica ad addormentarmi. come sessant'anni fa prima di volare dal Kenya all'Italia!
Il seguito domani sera :)
 

BAlorMXP

Well-known member
Utente Registrato
27 Febbraio 2006
14,906
31
Milano/Antwerpen
Grazie per il bellissimo reportage di “speranza”.

P.S.( air china è un A333)


Inviato dal mio iPhone utilizzando Tapatalk
 

13900

Well-known member
Utente Registrato
26 Aprile 2012
6,325
606
Silvano, il velivolo cinese è un 330 Air China, che tra l'altro tira giù il carrello quando è ancora a Hammersmith, facendo un casino che la metà basta.
Edit: Leeeeento!

Comunque ti capisco, giovedi ho un LHR-MXP con A319, posto 17C e sono felice come se avessi appena vinto un volo in First su SQ.
 

londonfog

Moderatore
Utente Registrato
8 Luglio 2012
8,627
203
Londra
Silvano, il velivolo cinese è un 330 Air China, che tra l'altro tira giù il carrello quando è ancora a Hammersmith, facendo un casino che la metà basta.
Edit: Leeeeento!

Comunque ti capisco, giovedi ho un LHR-MXP con A319, posto 17C e sono felice come se avessi appena vinto un volo in First su SQ.
Buon volo. Io il 16 Agosto torno a Venezia, sto facendo un moderato conto alla rovescia :)
 

londonfog

Moderatore
Utente Registrato
8 Luglio 2012
8,627
203
Londra
Mi sveglio quaranta minuti prima di fare il check-in. Non sono sicuro se ci saranno controlli supplementari, il volo parte alle 7.50; la sera prima avevo deciso di presentarmi in aeroporto per le 6, non si sa mai. Trovo questo affollamento

Anche qui non posso fare il bag-drop perche' ho gia' volato meta' del mio biglietto, mi mandano all'unico banco non bag-drop dove vengo apostrofato da una bionda di dimensioni wagneriane che mi dice di andare ai bag drop automatici con un Inglese che sembra quasi la caricatura di un tedesco che parla inglese con un fortissimo accento (forse perche' era una tedesca che parlava inglese con un fortissimo accento). Le rispondo in tedesco che mi aveva mandato da lei la collega. Cambia tono e mi parla in tedesco, sembra quasi gentile ma mentalmente la mando in m... (sto andando a Venezia)
Il controllo di sicurezza ha le stesse segnalazioni a terra della foto. Noto un numero preoccupante di tedeschi che viaggia col camice monouso trasparente sopra ai vestiti. Pensavo di essere paranoico, ma invece...ci sono quelli piu' paranoici di me.
Non ho fatto colazione e la schiena mi ordina di sedermi. Un ristorante aperto, mi siedo. Devo compilare un modulo dove devo mettere tutti i miei dati, dove vado, da dove vengo, con che volo, dove ho dormito, manca solo il "Cosa dice lui, Cosa dice lei, Cosa dice la gente" (vecchissimo gioco da spiaggia di cinquant'anni fa) e poi mi hanno chiesto tutto. Finisco di compilare il modulo e arriva la colazione con succo d'arancia e due (dicesi due) caffe'. L'albergo sara' anche stato l'Hilton ma non aveva la macchinetta da caffe' in camera. Comunque, questa e' la colazione

Vicino agli occhiali si vede un pezzo del modulo che il bar mi ha fatto compilare appena mi sono messo a sedere.
Le partenze della giornata da MUC (non propriamente a fuoco, ma da l'idea)

Prima che qualcuno faccia paragoni con il T2, erano quasi le 7 di mattina e la foto fatta il giorno prima al T2 fu fatta quasi alle sette di sera. MUC e' un aeroporto molto grande, il 7 Luglio c'era pochissima gente. Un buon 10% con il camicie monouso sopra ai vestiti.
Questa e' la folla che aspettava di essere imbarcata per VCE (se ne aggiungera' qualcuno dopo)




La schiena non mi da' tregua, il letto aveva un materasso troppo morbido per le mie abitudini. Comunque arriva il momento dell'imbarco. Messaggio standard, imbarcano a gruppi partendo dal fondo, presentarsi solo quando il numero del gruppo compare sul monitor. Vedo le due addette all'imbarco che si mettono a ridere e compaiono i numeri da uno a cinque sul monitor. Ci imbarchiamo tutti allo stesso momento, compreso il businessman che continua a parlare al telefono durante tutto l'imbarco. Siamo in 16 a bordo di un Embraer 190 Air Dolomiti. Mi sono ricordato di fare la foto solo mentre camminavo verso l'aereo

Salgo in aereo, trovo il posto, tiro fuori le salviette disinfettanti e pulisco. L'annuncio include 'toglietevi la mascherina prima di usare le maschere d'ossigeno', non c'e' coda per il decollo, si parte... Venezia arrivo!

Anche qui solo wi-fi, safety card a sacchetto, quello che il centro di costo numero 1 chiama "Barf-Bag"


[/url]
Qui si vede il riempimento dell'aereo

Vedo le nuvole dall'alto... era da Febbraio che non succedeva

Passano con il modulo da riempire per l'arrivo in Italia, mi chiedono l'indirizzo dei prossimi 14 giorni. Ne do tre:la zia Anna a Venezia, la casa di mia madre a Bologna e casa mia a Londra con le relative date. Passa il 'servizio a bordo' bottiglietta d'acqua e gel igienizzante per le mani. Nel frattempo siamo arrivati alle Alpi (lato austro-tedesco)

Seguito ovviamente dal lato Italiano

Le Alpi mi hanno sempre affascinato, questa volta - dopo tanti mesi di astinenza - sto attaccato al finestrino e mi dimentico di fotografare. Siamo gia' in pianura (non ho capito la rotta e quindi non ho la piu' pallida idea quale sia il paese che ho fotografato)

Annunciano che abiamo iniziato la discesa verso VCE

e.. finalmente...La Laguna!

e poi... Venezia...


e Murano

Arrivare a Venezia mii e' sempre piaciuto. E' dal 2016 che vado a Venezia quasi una volta al mese, e' la prima volta dal 20 febbraio, non nego che per un momento mi sono commosso. Di solito, in Luglio e' pieno di Navi da Crociera, adesso ne ho vista solo una, che si rivelera' essere un traghetto fermo a VCE da un po'
Atterrato, la foto non e' un gran che ma si dovrebbero vedere due Sukkhoi con i colori della linea aerea Messicana di cui mi sfugge il nome che ne ha comprati un certo numero e un AWACS in manutenzione (suppongo)

L'aeroporto e' vuoto, io ho chiesto l'assistenza per cui mi vergogno un po' a fare foto. Il people mover per la darsena non funziona, mi portano con un pulmino. La darsena e' vuota. C'e' solo una corsa della linea blu una volta ogni ora.

Sono decisamente in un universo parallelo, non mi ricordo di non aver trovato la coda per l'imbarco sull'Alilaguna. In qualsiasi periodo dell'anno trovi gente in coda, il 7 Luglio invece...

Arriva il vaporetto, in realta' non e' il solito usato per la linea blu. E' quello piu' piccolo della linea Arancio. A bordo ci saranno una ventina di persone, sono piu' quelle che parlano veneto di quelli che parlano lingue straniere. Sapevo che mi mancava Venezia ma erano anni che non ero cosi' eccitato. Sognavo questo momento da Marzo!
Breve OT domani
 

AlicorporateUK

Well-known member
Utente Registrato
9 Marzo 2009
2,596
27
The Balkans
Grazie, Silvano – racconto piacevolissimo da cui traspira un entusiasmo d'altri tempi. Thanks for the effort and – needless to say – we shall look forward to seeing more pictures (as many as you can handle as I haven't been to Venice for ages!).

Comunque ti capisco, giovedi ho un LHR-MXP con A319, posto 17C e sono felice come se avessi appena vinto un volo in First su SQ.
Happy days anche a te, Fabrizio. Troppo attendersi un TR? Un breve OT su Biella (da former local) ti "farebbe onore" (la mia conoscenza della zona, intesa come Piemonte, si limita al "duo" Asti/Alessandria).

G
 

londonfog

Moderatore
Utente Registrato
8 Luglio 2012
8,627
203
Londra
Minuscolo (ma significativo OT) e ritorno a Londra
A Venezia mi aspettava una giornata campale. Non mi fermavo la notte a Venezia (la zia Anna non mi voleva in casa perche' "Venivo da Londra, che e' messa peggio di Venezia) e poi dovevo essere alle 9 della mattina dopo a Bologna).
Alilaguna+42 fino alla stazione, lascio la valigia al deposito bagagli e prendo la linea 1 per andare a San Zaccaria (per poi andare allo studio del notaio). In tempi normali avrei evitato la Linea 1 perche' d'estate e' sempre strapiena di turisti, avrei preso piuttoto il 41 o il 51 che fanno il giro dal canale della Giudecca, piu' lungo ma meno affollato. Il 7 Luglio 2020 il vaporetto della linea 1 si presentava cosi'

[/url]
In vita mia non ricordo la linea 1 con scelta di posti a sedere d'estate. L'altra cosa che mi ha fatto sentire in un universo parallelo era la prevalenza del veneziano sulle lingue straniere. Credo ci fossero due persone che parlavano tedesco e basta.
Faccio la debita firma dal notaio, la zia Anna mi aspetta alle Zattere per pranzo.Ultima foto lagunare, la punta della dogana dal vaporetto della linea 2

A pranzo il tavolo a fianco ha una famiglia francese, a parte loro veneziani e italiani. La zia Anna dice al cameriere che vengo da Londra, il cameriere mi scambia per l'avanguardia di future orde turistiche albioniche (speriamo perche' la citta' ne ha bisogno).
Finito il pranzo ho un'appuntamento con un mio nipote onorario alla stazione. Pensavamo che il caffe' con i tavolini fosse aperto, invece no. La mia schiena e' in vertenza sindacale acuta e faccio quasi fatica a camminare. Lo costringo a passare un'ora seduto in una panchina vicino al deposito bagagli. Esperienza fantozziana che piu' fantozziana non si puo', nemmeno a provarci.
La mia paranoia mi fa prendere un biglietto di prima classe per essere sicuro di non aver nessuno a fianco. Precauzione inutile perche' l'Italotreno della situazione aveva uno dei due posti bloccati per cui la 'distanza di sicurezza' era garantita.

Anche qui roba da universo parallelo, un Venezia-Napoli (quindi Venezia-Firenze) d'estate senza stranieri. Non me lo ricordo.
Non ho OT di Bologna perche' a parte una visita a mia madre in casa di riposo, io in giardino lei in camera sua e ci parlavamo attraverso la finestra aperta con un infermiere che controllava che non mi avvicinassi troppo o le passassi qualcosa (non so, tipo una torta con la lima dentro per favorire l'evasione) ho lavorato. Le gioe/dolori di poter lavorare ovunque ci sia internet. il mercoledi' sera non tento nemmeno un giro in centro, anche se mi piace molto, non volevo 'stuzzicare' la schiena.
Nel frattempo BA non mi ha ancora comunicato il costo del cambiamento di data, per cui Giovedi 9 alle 9.30 di mattina m avvio al Guglielmo Marconi rassegnato alla quarantena.
Arrivo in aeroporto, una sola entrata dove (pare) controllino la temperatura in un modo strano. Al check-in compilo un modulo per Britsh Airways, ho gia' compilato il modulo per il governo e ho nel telefono il pdf da mostratre come prova al controllo passaportia LHR. Sono fortunato perche' la sala Marconi e' stata riaperta da poco, mi faccio un ultimo espresso (anche perche' ho bisogno di svegliarmi). Arriva l'imbarco, foto dall'ambulift. Di solito e' uno dei momenti di punta di BLQ

Imbarco molto veloce, l'equipaggio mi dice che siamo in 18 ma il volo da Londra era pieno all'85%. E' il terzo decollo dalla fine di Febbraio, si risveglia il liceale in me (per intenderci quello che andava in aereo sulla BLQ-VCE per il puro gusto di volare).

La campagna emiliana

Volo un biglietto comprato originariamente per un ritorno in Marzo durante una svendita. Volo ripetutamete cancellato e riprenotato (per questo BA ha dovuto calcolare la differenza di tariffa fra il 9 e il 10 usando un abaco poratto dalla Cina da Marco Polo). Non ci sono pasti speciali, c'e' solo una opzione vegetariana. Il pasto arriva in questa scatola, per l'energenza COVID (meno contatti fra persone)

La scatola aperta rivela...
[url=https://flic.kr/p/2joaKvX][url=https://flic.kr/p/2joaKvX]

Verdura commestibile, panino accettabile, la mousse al cioccolato migliore del solito
Lago d'Iseo

Questo dovrebbe essere la punta Nord del lago di Como, fatemi sapere se mi sbaglio

Questa foto e' la prova degli acquisti all'ingrosso IAG (altrimenti non spiego le scritte anche in Spagnolo)

Si vola sopra le Alpi Tedesche (abbiate pazienza la foto non e' un granche' ma questo e' solo il terzo volo dopo mesi di astinenza)

Campagna tedesca

e... proprio quando stiamo per attraversare la manica... 'Welcome to the UK"

E... finalmente (si fa per dire)... Londra

In atterraggio a Heathrow... uno...

... e due (non credo di aver mai visto un parcheggio vuoto a LHR)

Appena atterrati scatto questa foto, mi sembrava di aver visto un A380 in lontananza

Ingrandendo l'immagine si riesce a capire che era proprio un A380 cinese, che nella foto sotto risulta, ovviamente, sfocato

Continuiamo il rullaggio fino al terminal (5A, non male) e tolgo il telefonoda Flight Mode, passo il controllo passaporti dove mi viene fatto presente che il mio passaporto e' un po' usato (scade in Agosto 2021). Faccio presente che il consolato italiano ha riaperto da qualche giorno e' sta smaltendo gli arretrati da meta' Marzo, per cui tanto vale aspettare a rinnovarlo in Febbraio del 2021. Mi chiedono un documento d'identita' alternativo, gli faccio vedere la patente inglese. Mi apostrofa con un "You know you have to quarantine". Le rispondo con lo stesso tono che ne sono al corrente, e uso la mia migliore pronuncia inglese posh (per intederci alla Downton Abbey, se qualcuno l'ha vista in Inglese.) Mi risponde con un sorriso e un caloroso "Welcome Home" (la str***a).
Prima di prendere la valigia mi arriva un messaggio da British Airways, con il costo del cambio di biglietto dal nove al 10. Peccato io sia gia' arrivato.
A proposito, la quarantena e' finita e io sono gia' uscito!
 
  • Like
Reactions: I-DILA

londonfog

Moderatore
Utente Registrato
8 Luglio 2012
8,627
203
Londra
Grazie, Silvano – racconto piacevolissimo da cui traspira un entusiasmo d'altri tempi. Thanks for the effort and – needless to say – we shall look forward to seeing more pictures (as many as you can handle as I haven't been to Venice for ages!)
Sono contento che ti sia piaciuto. L'OT e' molto breve, sorry!