[TR – Amarcord] BA 747.

13900

Well-known member
Utente Registrato
26 Aprile 2012
6,325
606
Puntogg, grazie per la condivisione e... che culo! hai avuto uno dei pochi Mid-J con gli interni rivisti. 8200, che spesso vola(va, chissà ora) su quella rotta, 8 volte su 10 si trovava gli aerei ridotti a brandelli.
 

13900

Well-known member
Utente Registrato
26 Aprile 2012
6,325
606
Ultimo ricordo – BAMC

Vabbe’, il bel gioco dura poco, la chiudo qui con un ultimo ricordo su BAMC, altrimenti conosciuta come British Airways Maintenance Cardiff. Una parte della compagnia che ho avuto modo di conoscere abbastanza bene; le foto, pero’, saranno pochine: malgrado ci sia andato spesso, durante un progetto, non ho foto di quelle visite. Cio’ che rimane sono alcune immagini della mia prima visita, di cui tra l’altro avevo scritto nel mio TR d’esordio su AC... il viaggio di riconsegna di G-RAES, dopo la sua reconfigurazione con IFE Thales nel 2012. Sono passati otto anni oramai, e G-RAES ha i nuovi interni con Club Suite (ma sempre il Thales). Come passa il tempo.

Comunque, bando alle ciance, parliamo di BAMC.

Come chiunque lavori in una grossa azienda sa, ufficio che vai cultura che trovi. Nei dipartimenti “remoti” di BA (e ne ho girati un po’, dall’America all’Europa passando per quelli inglesi) la cultura di solito e’ migliore che nell’HQ o a LHR, e BAMC non fa differenza, anche se c’e’ un aspetto negativo rispetto, per esempio, a Glasgow. A BAMC, per dirla come la metteva un collega, vige l’Ortodossia di BAMC, ossia le cose si fanno come dicono loro. E guai a chi prova a cambiare il modus operandi.

Le mie visite a BAMC sono state spesso e volentieri delle battaglie. Ore chiusi in una stanzetta, otto-dieci omoni (e donnone) ed io, con la puzza che raggiungeva livelli proibiti dall’ONU, a litigare sul modo con cui chiudere una revision o controllare che tutti i lavori siano stati fatti. Ricordo un momento particolarmente divertente, per cosi’ dire, quando il nostro team leader da BAMG – e il surveyor della CAA! – cercavano di far capire ai gallesi che si, si poteva usare uno specifico tool per controllare che, si, tutti e venticinquemila job cards erano state firmate appositamente, e dalla persona col corretto livello di autorizzazione, e i gallesi no. Duri. Convinti che si doveva fare tutto a mano. C’abbiamo messo sei ore a convincerli e sono straconvinto che, se andassi li domani, vedrei i vari Hughes, Griffiths e Matthews, lapis in mano, che si stampano una lista lunga venticinquemila linee e la controllano una ad una.

Divago.

Parlando di BAMC, arrivarci e’ una rottura di maroni incommensurabile. Non ho imparato a stimare Trenitalia fino a quando ho iniziato a usare i treni da queste parti, e non ho stimato le autostrade nel Bel Paese – inclusa l’A4 quando ci facevano i lavori – finche’ non ho preso la M4 verso Bristol, poi il ponte sul Severn, e poi verso Cardiff. ORE, dico ORE, con limite a 40mph, tre file di traffico solido, paraurti a paraurti, in mezzo a lande desolate tra Bristol e Londra. Poi, in Galles, hanno pure introdotto la “smart motorway” (una roba in cui la corsia d’emergenza diventa corsia vera e propria). Comunque sia, alla fine di 4 (alle volte 5) ore di passione si arriva, alla fine, a Cardiff. Alle volte dormiamo in un Premier Inn a Barry Island in cui dovrebbero servire lo Xanax, alle volte si fa (!) in giornata. L’ingresso e’ una palazzina in stile finto internescional anni ’90, vetro e metallo. Dentro, i soliti uffici BA old school, una mensa che serve prelibatezze 100% Britannia (e in cui i primi piatti vegetariani sono arrivati nel 2015), diverse sale riunioni e, infine, un set di doppie porte bianche che si aprono sull’hangar.

La caverna e’ enorme. C’e’ spazio per tre baie, se la memoria non m’inganna, che non credo di aver mai visto vuote se non, verso la fine, quando una era in procinto di diventare “adattabile” per gestire non solo i 747 ma anche i 787 e i 777. Credo che anche i 350 possano essere sistemati da quelle parti. Di solito si tratta solo di aerei BA, ma dal 2017 in poi Boeing ha subappaltato il contratto Goldcare di Norwegian a BAMC, col risultato di trovarci 787-8 e 787-9 “Flying Tampons”.

7184160278_5b3a6b2c3e_b.jpg

Tutte le volte, come su autopilota, siamo andati sempre e comunque a vedere un 747. C’e’ da ritirare G-RAES? Facciamo il giro su un 747. C’e’ da vedere il segnale del Wi-Fi e capire dove mettere un ripetitore 4G? Proviamo dentro a un 747.

7184163012_32abb6a51e_b.jpg

Gli aerei, in un hangar di heavy, sono letteralmente inglobati in un sistema di impalcature che permette di accedere all’intero aereo, dalle ali alla cabina. L’aereo, a seconda del check, viene completamente svuotato – anche i motori vengono tolti – e ispezionato. Gli interni vanno a Blackwood e Llantrissant, i motori a RR, il resto... qui. Il lavoro e’ enorme. Per un D-check ci possono essere 25mila job cards, settimane di lavoro da parte di centinaia di operai specializzati su due turni.

7184161326_d32faf7ea6_c.jpg

Chiudo con un’ultimissimo ricordo, quello che forse ho piu’ in mente quando penso al 747. Non e’ l’essere in First, o l’upper deck, e’ la vista di cui purtroppo non ho foto, di quella volta in cui, alla fine del progetto e alla mia ultima visita a BAMC, mi hanno detto “Dai, andiamo su in coda”. E cosi siamo entrati in hangar, abbiamo camminato fino in fondo all’aereo, al rigging the e’ costruito intorno alla coda, e abbiamo iniziato a salire la rampa di scale. Ricordo diverse rampe, e poi, alla fine, ci siamo fermati, proprio di fianco alla punta della coda; la si poteva toccare. Da li’, a guardare in giu’, si vedeva la stessa vista che propongono le tail cam su certi IFE: tutta la fusoliera – bella, grossa, tondeggiante, bianca, la “pelle” metallica tesa dai rivetti e o-ring e leggermente flessa dove questi non ci sono – e poi la gobba, le porte aperte delle uscite di emergenza dell’upper deck, e poi la porticina dell’uscita di emergenza per i piloti, e il muso che piu’ che vederlo lo intravedevi. Le ali, a freccia, annegate nel metallo del rigging, le varie postazioni di lavoro, le lavagne con i job cards che avremmo di li a poco sostitutito con megaschermi, e le winglet. Anche da li sopra, soprattutto da la’ sopra, il 747 sembrava cio’ che e’: un’opera d’arte.

7184159702_c2422fe911_c.jpg

40256349850_dbe0a3a1b7_o.jpg
 

vipero

Well-known member
Utente Registrato
8 Ottobre 2007
4,500
216
.
Non lavorare dentro un hangar è stato, è e sarà il mio cruccio più grosso.
Il fascino delle macchine volanti al suo massimo splendore.
 
  • Like
Reactions: 777Aeromexico

fedemaz94

Member
Utente Registrato
25 Aprile 2011
23
0
Vorrei partecipare anch’io, citando tre ricordi legati al 747 BA.

Il primo è la prima volta sul 747, nel giugno 2009, LHR-SFO. All’epoca avevo 14 anni e ricordo benissimo l’entusiasmo che avevo provato a salire per la prima volta sul mitico jumbo, da piccolo avgeek attendevo quel momento da sempre praticamente! Ricordo anche la relativa delusione, aereo rumorossimo (almeno dietro in WT), oscurata poi dall’approccio a SFO, dove abbiamo sorvolato tutta la baia (ricordo bene 2 AV che fotografavano il Golden Gate, evidentemente era una delle loro prime rotazioni nel nord della California) prima di atterrare e parcheggiarci di fianco al QF Wunala Dreaming, ultimo 747 QF ad essere dismesso giusto pochi giorni fa .

Il secondo ricordo è di qualche anno dopo, LHR-BOS, volo mezzo vuoto, imbarcato ai remoti. Giro a Heathrow via bus interminabile, ma che emozione imbarcare la Queen con una scaletta!

Ultimo ricordo, 31 Dicembre 2015, JFK-LHR. Consegno la carta d’imbarco alla simpatica addetta, fatidico beep, le due gate agents parlottano tra loro e mi pare di sentire ‘all four to Club’, al che penso “dai non puó essere, giá all’andata abbiamo avuto un upgrade in WT+, vuoi che in quattro, senza status, ci mandino da WT a Club?? “. Ebbene si, carta d’imbarco con un bel 19G stampato sopra, ancora oggi non mi spiego come mai l’upgrade sia capitato a noi . Prima volta in business lungo raggio, preso dall’euforia commento con l’addetta al gate, ‘you just made my day and probably year too’, causando una risata generale :). Caso volle che quella sera i tail winds fossero particolarmente forti, e appena 6 ore e mezza dopo eravamo giá a LHR, mai attraversato il pond cosi velocemente!

Ad oggi questo rimane e probabilmente rimarrà il mio ultimo volo su un 747, avrei dovuto fare LHR-DEN a maggio, ma il destino ha voluto diversamente. Negli anni ho avuto modo di volare su tutti i twin aisles meno il 340, ma nessuno mi ha mai dato l’emozione del jumbo, che, insieme al concorde, rimane secondo me l’aereo più iconico di sempre.


Sent from my iPad using Tapatalk
 

Fewwy

Well-known member
Utente Registrato
19 Agosto 2014
569
13
Torino
Mi unisco anch’io al commiato, pur avendone poco diritto.

Perché, chiederete voi. Due motivi: innanzitutto, non ho mai avuto questo legame speciale che molti appassionati hanno con il 747. Per carità, ne sono affascinato, ma non più di quanto non lo sia per qualsiasi altro aereo. Inoltre, la mia profonda ignoranza storica in tema di aviazione probabilmente m’impedisce di coglierne la portata rivoluzionaria, anche se devo dire ho letto con interesse i thread usciti su Juan Trippe.
In secondo luogo, ho un solo misero volo sulla Regina e non me lo ricordo particolarmente bene, ma mi piace rievocare i ricordi di contorno.

Dunque, estate 2009. Era l’anno della maturità.
Ovviamente, maturità voleva anche dire prima gita sfascio organizzata tra tutti noi ragazzi. In classe si era aperto uno scisma di dimensioni epiche (che aveva coinvolto anche i genitori, portando alla rottura di antichi rapporti di amicizia) per la scelta della destinazione. Inizialmente si puntava a Lloret de Mar con annesso spostamento in macchina autogestito tra noi ragazzi: solo Dio sa quante morti sono state evitate.
Poi successe il cataclisma: non c’è consenso, la classe si spacca e si deve riprogrammare tutto. Si abbandona l’occidente e si punta ad Est: isola di Ios, volo aereo, traghetto... tutte cose che placano gli animi genitoriali.
Insomma, i preparativi fervono, l’entusiasmo è palpabile, la maturità è ormai alle spalle (anche se ha fatto una casualità).

Benissimo, e dove sono Carlo e il 747 in tutto questo?

Flashback
Approfittando di un’amica, mia sorella si aggiunge al gruppo vacanze-studio per andare a fare 2 settimane a New York.
Mi viene ordinato di andare al seguito. La madre despota è irremovibile: la sorella è ”piccola” (15 anni), mentre la Grande Mela è - manco a dirlo - ”grande” e piena di insidie. A poco valgono le mie obiezioni che alla sua età io ero già stato spedito per i collegi di mezza Europa senza gruppi organizzati o amici al seguito.
Il viaggio di maturità con gli amici viene arrotato da un bulldozer.

Mi ritrovo a Malpensa in un mesto giorno di luglio pronto a partire. Il gruppo è, guardacaso, composto da 14/15enni e io mi staglio subito come un sedano in mezzo ai fagiolini. Le due settimane passano senza infamia e senza lode. L’inglese lo parlo già più che decentemente e le lezioni sono poco produttive. Tutti spendono e spandono per i negozi di Manhattan, ma io sono inappetente e conservo il mio argent de poche come un piccolo genovese. Avrò la mia rivincità quando investirò il tutto per andarmi a fare il classico giro turistico in elicottero in partenza dal Pier 6 in Downtown Manhattan, convincendo mia madre dall’altra parte dell’Oceano.

Ed è quando è giunto il momento di fare rientro che m’imbatto nell’aereo con la gobba. Le foto - di infima qualità - sono state fatte con quello che all’epoca era un concentrato di tecnologia inimmaginabile, l’iPhone 3G che avevo da nemmeno un anno.

Google mi dice che “Karachi” era un 747-406M del 1991 registrato PH-BFK, andato in pensione nel 2016.
In alcuni siti leggo scrapped, ma planespotters.net me lo dà come stored. Boh.
Poi noto solo 197 posti di Y... non sono pochini? Forse, forse mi sono ritrovato seduto su di un Combi senza neanche saperlo?

L’unico ricordo che ho sono le tv a tubo catodico appese sopra i corridoi. Un bel passo indietro rispetto agli IFE personali che avevo provato due anni prima con Singapore Airlines mentre andavo in Australia. Probabilmente fino a qualche anno fa avrei ricordato anche il film che hanno passato, ma oramai mi rendo conto che il mio Alzheimer galoppa.

Insomma, un’estate che ancora oggi mi lascia l’amaro in bocca. Il viaggio di maturità capita poi una sola volta nella vita.
[Ovviamente tralascio sempre di dire che - tanto per stare in tema pandemia - tra i compagni di classe rientrati da Ios c’era chi si è beccato l’influenza suina che andava di moda in quegli anni]

Fine.

Flashforward
10 giorni dopo essere rientrati, al telegiornale della sera passa la notizia della collisione in volo un Piper Lance privato e un Eurocopter che effettuava i voli turistici nei cieli di Manhattan. Morirono in in 9, tra cui italiani. [https://en.wikipedia.org/wiki/2009_Hudson_River_mid-air_collision]
Ovviamente fui fulminato dallo sguardo di mia madre e mi arrivò uno zoccolo in testa per aver osato mettere in pericolo la vita della sorella.

 
Ultima modifica:

Challenger

Well-known member
Utente Registrato
29 Novembre 2006
676
9
Ultimo ricordo – BAMC
Grazie per questi racconti interessantissimi!

Purtroppo non sono mai riuscito a volare su un 747, e a questo punto diventa sempre meno probabile che accada.
Ho pero' il ricordo indelebile dal lontano 2009 di un paio di 747 BA mentre atterravano a LGW con le prime luci dell'alba. Magnifici, anche se visti dalla finestra dell'hotel dove mi avevano messo giusto per poche ore la notte prima, dopo aver perso la coincidenza del mio LHR-MXP (anche quella, esperienza indimenticabile, ma in negativo, per le ore passate in fila a LHR!).
Ho pero' avuto la fortuna di poter ammirare un 747 dismesso che ho raccontato in questo vecchio post (ho ricaricato le foto che erano andate perse dall'hosting):
 
  • Like
Reactions: I-DAVE and 13900

Luca Paglia

Well-known member
Utente Registrato
22 Gennaio 2015
403
2
Io ho volato - per la prima volta in vita mia - quando avevo circa un anno, a marzo del ‘96 su un 747 della TWA, da Roma a Parigi, sul volo che andava a New York. Non ho - ovviamente - ricordi ma solo una foto che mio padre conserva nel portafogli, di me seduto nel cockpit di quello che dovrebbe essere stato un 747-100. Per una sfortunata coincidenza qualche mese dopo precipitò proprio un 747-100 che operava lo stesso volo, il TWA800. È stato il mio unico volo su un 747 fatto con i miei perché mia madre non ci volle mai più mettere piede sopra. Caso vuole, di nuovo, che l’ultima che ho volato con un 747 l ho fatto con l’ultimo membro della famiglia 747, un -8 di LH due anni fa. Nel mezzo, anche un indimenticabile viaggio con un 747 Wamos Air per un Copenaghen / Madrid, charter ovviamente.


Inviato dal mio iPhone utilizzando Tapatalk
 
Ultima modifica:

Luca Paglia

Well-known member
Utente Registrato
22 Gennaio 2015
403
2
Mi unisco anch’io al commiato, pur avendone poco diritto.

Google mi dice che “Karachi” era un 747-406M del 1991 registrato PH-BFK, andato in pensione nel 2016.
In alcuni siti leggo scrapped, ma planespotters.net me lo dà come stored. Boh.
Poi noto solo 197 posti di Y... non sono pochini? Forse, forse mi sono ritrovato seduto su di un Combi senza neanche saperlo?
Esatto, le versioni “M” erano le combi.


Inviato dal mio iPhone utilizzando Tapatalk
 
  • Like
Reactions: Fewwy

FT85

New member
Utente Registrato
28 Aprile 2020
2
0
Ciao a tutti,
ricorderò sempre a 8 anni il mio primo volo su 747 con AZ.
I- DEMG 747-200 MXP-MLE. Love at first sight..
Ricordo c'era Business e Top Class, da piccolo ne ero particolarmente affascinato. L'Economy (Turistica) aveva invece diverse colorazioni per i sedili: blu, verde, giallo e rosso per zone se non sbaglio.
Dopo le mie continue richieste alla hostess fui invitato nel cockpit e il capitano mi regalò la mappa con rotta firmata da lui. Al ritorno stessa scena ma niente mappa :(
Ho volato poi con Air India (-300 combi e -200), Royal Air Maroc (-200), KLM (-400 combi), BA (-400), LH (-8)
Ultimo volo su 747-400 BA JNB-LHR in Club lo scorso agosto.

Ringrazio di avere avuto la fortuna di volarci, aereo iconico nulla da aggiungere!
 

TW 843

Senior Member
6 Novembre 2005
32,179
303
45
Ormeggiatore di aliscafi
J class 2009:

F class 2013:

E tanti altri.
 
  • Like
Reactions: 13900

13900

Well-known member
Utente Registrato
26 Aprile 2012
6,325
606
Sono passato da LHR per riconsegnare un auto all’AVIS (l’ufficio di T5 è chiuso, per dire quant’è grama).

Per ritornare alla metro di Hatton X ho fatto una strada che ho percorso mille volte, quella intorno la North Perimeter road. Qui ho visto il Negus... il 747 che più mi aspettavo di rivedere in livrea storica.

Devo ammetterlo, LHR cosí tranquillo (due decolli e due atterraggi nella mezzoretta che c’ho messo tra Northrop Road e Hatton X) mi ha messo il magone. In bocca al lupo a tutti gli ex colleghi che hanno perso il lavoro (e son tanti) e a tutti quelli che rimangono, in particolar modo ai forumisti (veracem, Speedbird, altri?) che lavorano/lavoravano in BA.

42D177E1-90A0-420E-8E9F-D2B703820D64.jpeg
 

londonfog

Moderatore
Utente Registrato
8 Luglio 2012
8,627
203
Londra
Devo ammetterlo, LHR cosí tranquillo (due decolli e due atterraggi nella mezzoretta che c’ho messo tra Northrop Road e Hatton X) mi ha messo il magone.
Quando penso che in Gennaio BA, 'debordava' verso il T3, adesso - nonostante voli trasferiti da LGW a LHR - AA e QR sono al T5, T4 e' chiuso (e credo anche il T3), non solo ma tre settimane fa il T5 era comunque un mezzo deserto. Una tristezza infinita
 

BGW

Moderatore
Utente Registrato
30 Marzo 2008
3,105
41
SCL
Mi ero perso questo splendido thread!
Bellissimi contributi anche se la narrazione di 13900 ha una marcia (pure due) in più... non me ne vogliano gli altri!
 

13900

Well-known member
Utente Registrato
26 Aprile 2012
6,325
606
Mi ero perso questo splendido thread!
Bellissimi contributi anche se la narrazione di 13900 ha una marcia (pure due) in più... non me ne vogliano gli altri!
Grazie BGW!

Quando penso che in Gennaio BA, 'debordava' verso il T3, adesso - nonostante voli trasferiti da LGW a LHR - AA e QR sono al T5, T4 e' chiuso (e credo anche il T3), non solo ma tre settimane fa il T5 era comunque un mezzo deserto. Una tristezza infinita
Anche il T3 è chiuso. Al momento gira tutto a T2 e T5. BTW, io ho scritto al mio MP per dirle di fare qualcosa affinchè questo governo di incapaci non distrugga l'industria.
 

londonfog

Moderatore
Utente Registrato
8 Luglio 2012
8,627
203
Londra
Anche il T3 è chiuso. Al momento gira tutto a T2 e T5. BTW, io ho scritto al mio MP per dirle di fare qualcosa affinchè questo governo di incapaci non distrugga l'industria.

L'ho fatto anch'io, ci siamo proprio anglicizzati (ammesso che si dica cosi' in italiano););)
 

BGW

Moderatore
Utente Registrato
30 Marzo 2008
3,105
41
SCL
L'ho fatto anch'io, ci siamo proprio anglicizzati (ammesso che si dica cosi' in italiano););)
No vabbè siete entrambi da disconoscimento di cittadinanza!

Quando ero a Londra ricevevo ogni settimana una vagonata di lettere di lamentele di MPs che iniziavano sempre con "My costituent informed me that..." (principalmente, si lamentavano per le multe per ingressi in ZTL che secondo loro erano segnalate "solo in italiano" e quindi non comprensibili per l'inglese medio di Nottingham).