Thread sistema aeroportuale di Roma 2020

AZ209

Socio AIAC
Utente Registrato
24 Ottobre 2006
16,920
56
Londra.
ADR, Fiumicino primo aeroporto al mondo con asfalto al grafene




(Teleborsa) - Parte dall'aeroporto di Fiumicino la sperimentazione della prima stesa al mondo, in un aeroporto intercontinentale, dell'asfalto contenente Gipave, un additivo polimerico contenente grafene e una plastica appositamente selezionata (che a oggi non rientra nella filiera del riciclo ma è normalmente destinata agli impianti di termovalorizzazione).

L'obiettivo del test è confermare, anche in situazioni di grande stress (da urto, elevata velocità e surriscaldamento da frenata), i risultati già ottenuti in ambito stradale che dimostrano un aumento delle prestazioni della pavimentazione. Ad oggi infatti i risultati delle sperimentazioni condotte sia in Italia che nel Regno Unito hanno dimostrato che questo prodotto consente di migliorare le performance dell'asfalto, grazie all'aumento della resistenza alla fatica e della sopportazione delle escursioni termiche, ottenendo così pavimentazioni che durano più del doppio.

Il prodotto Gipave è stato sviluppato da Iterchimica con la collaborazione di Directa Plus, di G.Eco (Gruppo A2A) e dell'Università degli Studi di Milano Bicocca.
Il test si inserisce all'interno del programma di manutenzione delle pavimentazioni delle infrastrutture di volo (Pavement Management System) della Società ADR – e consiste nel rifacimento di un tratto, lungo 100 metri e largo 8 metri, della taxiway "Alpha Alpha" dedicata ai velivoli intercontinentali. In particolare, metà dei 100 metri della carreggiata sono stati realizzati con la nuova tecnologia al grafene (PmA) per il rifacimento dei tre strati di base (15cm), binder (10cm) e usura (5cm). I restanti 50 metri sono stati invece realizzati con asfalto contenente bitume modificato con polimeri (PmB), normalmente utilizzato per questa tipologia di interventi (con i medesimi strati e spessori). L'intero tratto conterrà fresato d'asfalto proveniente da pavimentazioni riciclate. I lavori sono stati eseguiti dalla società Pavimental che ha scelto anche di applicare le due tecnologie a due segmenti consecutivi, per monitorare le differenti performance, poiché i carrelli dei velivoli poggeranno sia sul tratto con Gipave, sia sull'asfalto con modifica tradizionale.

"Siamo orgogliosi di avere condiviso con ADR-Aeroporti di Roma questo test - ha commentato Federica Giannattasio, Amministratore Delegato di Iterchimica - che permette di valutare l'efficacia delle pavimentazioni al grafene. Gipave è l'ultima delle innovazioni che abbiamo brevettato grazie ad un lavoro di squadra con G.Eco (Gruppo A2A), l'Università degli Studi di Milano Bicocca e Directa Plus. Si tratta di una tecnologia interamente made in Italy che permette di realizzare pavimentazioni high-tech (grafene), green (plastiche dure riciclate e pavimentazioni fresate e riutilizzabili) e altamente resistenti. Inoltre, siamo certi che rappresenterà anche un'innovazione tecnologica per manutenzioni e nuovi lavori aeroportuali con benefici in termini ambientali ed economici". Dal prossimo anno - continua Giannattasio - "il nuovo impianto di produzione permetterà l'immissione sul mercato di un prodotto che concorre a raggiungere gli obiettivi previsti dalla Green and Circular Economy, ma anche quelli di sviluppo sostenibile ONU (UN Sustainable Development Goals) e dell'accordo di Parigi sul clima (2015)".

"La massima attenzione alla sicurezza è da sempre un driver per il business ADR e guida le modalità di progettazione, realizzazione e gestione delle infrastrutture aeroportuali" - ha dichiarato Ugo de Carolis, amministratore delegato di ADR -. "L'utilizzo in via preferenziale di materiali all'avanguardia come il prodotto Gipave consentirà di migliorare ulteriormente le prestazioni della pavimentazione della pista dell'aeroporto di Fiumicino sia in termini di resistenza sia in termini di sostenibilità ambientale grazie all'utilizzo di materiale plastico riciclato".

https://www.ilmessaggero.it/economi..._al_mondo_con_asfalto_al_grafene-4960210.html
 

AZ209

Socio AIAC
Utente Registrato
24 Ottobre 2006
16,920
56
Londra.
Virus misterioso: all'aeroporto di Fiumicino disposti controlli per passeggeri ed equipaggi arrivati dalla Cina

Virus dalla Cina: si alza il livello di prevenzione e controllo all'aeroporto di Fiumicino. Tutte le compagnie aeree con voli provenienti dalla Cina, da qualsiasi aeroporto, sia con voli diretti sia con scalo intermedio, dovranno controllare passeggeri ed equipaggio. La direzione sanitaria dell'aeroporto «Leonardo Da Vinci» di Fiumicino ha chiesto al capo scalo di scrivere a tutte le compagnie aeree che hanno voli in partenza dalla Cina in relazione al virus misterioso che nel Paese asiatico ha già infettato decine di persone e di cui ieri è stata confermata la trasmissione da uomo a uomo.

«Tutte le compagnie aeree con voli provenienti dalla Cina (tutti gli Aeroporti) sia con voli diretti che con scalo intermedio devono avere a bordo un numero di PLC (scheda individuazione passeggeri per fini di sanità pubblica) pari al massimo numero di passeggeri ed equipaggio imbarcabili», si legge nella richiesta, nella quale si sottolinea che «è fatto obbligo alle compagnie aeree di mettere in atto quanto disposto».

In un documento allegato vi è la «scheda di individuazione passeggeri per fini di sanità pubblica (PLC) «che - si legge - deve essere compilata nei casi in cui l'autorità di sanità pubblica sospetti la presenza di una malattia infettiva (...). Le informazioni fornite aiuteranno le autorità di sanità pubblica a controllare l'evento permettendo loro di seguire i passeggeri che possano essere esposti alla malattia infettiva. Le informazioni e i dati saranno trattati dall'autorità di sanità pubblica in conformità con le leggi vigenti e saranno usate solo per scopi di sanità pubblica».

https://www.ilmessaggero.it/mondo/v...i_passeggeri_oggi_ultime_notizie-4997721.html
 

AZ209

Socio AIAC
Utente Registrato
24 Ottobre 2006
16,920
56
Londra.
Fiumicino: attivi i termoscanner

Dopo la fase di test degli ultimi due giorni, e nel rispetto delle disposizioni del Ministero della Sanità, sono stati installati - e sono da oggi operativi - al Leonardo da Vinci termoscanner di ultima generazione per i controlli della temperatura corporea dei passeggeri in arrivo sullo scalo.

Le tre aree di accoglienza per la misurazione sono state allestite nel Terminal 1 e 3 (con due postazioni); sono 11 totali le corsie dedicate, tutte dotate di termoscanner: 3 al Terminal 1, 3 al Terminal 3 per i voli Schengen e 5 agli arrivi internazionali al Terminal 3. Presso ogni corsia un addetto sanitario supporterà i viaggiatori in arrivo nel rilievo, tramite un tablet, della temperatura corporea misurata dai termoscanner nell’arco di soli due secondi, senza impatto sulle procedure delle operazioni di terminal. I rilevatori si aggiungono a quelli già disponibili nel canale sanitario allestito nel 2016 dalla società di gestione aeroportuale.

Aeroporti di Roma ringrazia il Commissario Straordinario, Angelo Borrelli, la Protezione Civile, il Ministero della Salute, l’Enac e la Polizia di Stato per la collaborazione in atto che ha permesso di dare pronta esecuzione al piano di gestione indicato dai competenti soggetti istituzionali.


ADR
 

TW 843

Senior Member
6 Novembre 2005
31,896
66
45
Ormeggiatore di aliscafi
Fiumicino, incidente in aeroporto: addetta travolta e trascinata da un track del catering, è grave
6 Febbraio 2020 - 22:38

Terribile incidente oggi verso l’ora di pranzo all’aeroporto di Fiumicino.

È viva per miracolo la ragazza trascinata da un track del catering destinato al volo Alitalia AZ610 Roma-New York. La giovane donna, le cui condizioni sono subito apparse gravi, è stata immediatamente soccorsa e trasportata in ospedale al Grassi di Ostia, e da lì poi trasferita al San Camillo, dove ha subito un importantissimo intervento durato fino a qualche minuto fa. La donna ha perso la milza ed ha il bacino rotto in 3 parti.

Adesso si cerca di accertare le dinamiche dell’incidente, mentre si discute delle condizioni di lavoro spesso estreme in cui gli addetti del servizio si trovano a operare.

Rosanna Sabella
 

13900

Well-known member
Utente Registrato
26 Aprile 2012
5,985
170
Auguri di pronta guarigione alla ragazza. Purtroppo la rampa non è un posto facile dove lavorare; poco prima che me ne andassi un ingegnere BA è morto quando il suo furgoncino è stato travolto da uno di HAL.

Parlando dell’articolo... Rosanna, un “track”? E la donna ha “perso la milza”?
 

bebix

Well-known member
Utente Registrato
3 Giugno 2015
535
0
Pisa
Scritto male, ma evidentemente ha avuto una rottura di milza con conseguente asportazione chirurgica.
 

East End Ave

Well-known member
Utente Registrato
13 Agosto 2013
4,526
0
su e giu' sull'atlantico...
E vediamo se fosse la volta buona, anche se la mafia degli irregolari e' solida e cattiva: controlli a manetta....e manette magari...


Fiumicino, all’aeroporto arrivano le corsie gialle contro taxi abusivi
Corridoi dedicati ai terminal 1 e 3 indirizzano i viaggiatori i mezzi regolari

di Valeria Costantini - CORSERA

Fiumicino, all'aeroporto arrivano le corsie gialle contro taxi abusivi

Corridoi anti abusivi e corsie preferenziali presidiate dai vigilantes. All’aeroporto di Fiumicino si rafforzano le misure per contrastare il dilagare di un fenomeno storico allo scalo romano, l’assedio di tassisti e noleggiatori fuorilegge. È il giallo ora a dominare le aree degli arrivi al Leonardo da Vinci, il colore che da oggi segnala ai viaggiatori le modalità di utilizzo dei mezzi di trasporto pubblico.

La nuova segnaletica, però, è solo la punta dell’iceberg del progetto di ripristino della legalità realizzato da Aeroporti di Roma, frutto di un investimento di oltre 300 mila euro. Il nuovo sistema consiste in portali e canali che indirizzano i passeggeri appena sbarcati nei terminal 1 e 3 verso appositi desk informativi, dove le hostess di Adr forniscono materiale sul corretto uso dei taxi e sulle tariffe. Appena usciti dai gate poi i viaggiatori proseguono il cammino nei corridoi – sempre gialli e con la scritta «taxi» – che li conducono all’esterno dello scalo, dove sono state realizzate anche alcune paratie vetrate che li accompagnano fino alle auto regolari. Sarà così più arduo per gli illegali catturare e imbrogliare i turisti.



«Un grande salto di qualità per il servizio di trasporto pubblico - sottolinea Ivan Bassato, direttore airport management di Adr –. Si tratta di percorsi facilitati e molto intuitivi che partono dalla sala riconsegna bagagli». Anche le corsie dedicate alle auto bianche sono cambiate: la più vicina ai terminal sarà riservata ai tassisti dotati di sistema di pagamento con carte di credito. Tutto il percorso è poi vigilato, oltre che dalle telecamere di sorveglianza, anche da guardie giurate in contatto diretto con le forze dell’ordine.

Un giro di vite contro l’abusivismo che è stato applaudito dalle categorie del settore: «Un segnale forte contro i racket da parte di Adr, che si è dotata di strumenti utili a portare benefici ai passeggeri del principale aeroporto italiano», condividono unanimi Ugl Taxi, Federtaxi Cisal, Fit Cisl Lazio, Uil Trasporti Lazio e Ati taxi insieme all’associazione Tutela legale taxi. Sarà inoltre installata una postazione dotata di defibrillatore nel «polmone», il parcheggio a lunga sosta dove transitano ogni giorno centinaia di tassisti in attesa del turno. Enrico Stefàno,presidente della commissione capitolina Mobilità, approva: «Questo è il segno di una forte collaborazione tra Campidoglio e Adr: lo scalo dà il benvenuto a chi arriva a Roma».
 

Viking

Well-known member
Utente Registrato
13 Agosto 2009
2,144
19
Milano
E vediamo se fosse la volta buona, anche se la mafia degli irregolari e' solida e cattiva: controlli a manetta....e manette magari...


Fiumicino, all’aeroporto arrivano le corsie gialle contro taxi abusivi
Corridoi dedicati ai terminal 1 e 3 indirizzano i viaggiatori i mezzi regolari

di Valeria Costantini - CORSERA

Fiumicino, all'aeroporto arrivano le corsie gialle contro taxi abusivi

Corridoi anti abusivi e corsie preferenziali presidiate dai vigilantes. All’aeroporto di Fiumicino si rafforzano le misure per contrastare il dilagare di un fenomeno storico allo scalo romano, l’assedio di tassisti e noleggiatori fuorilegge. È il giallo ora a dominare le aree degli arrivi al Leonardo da Vinci, il colore che da oggi segnala ai viaggiatori le modalità di utilizzo dei mezzi di trasporto pubblico.

La nuova segnaletica, però, è solo la punta dell’iceberg del progetto di ripristino della legalità realizzato da Aeroporti di Roma, frutto di un investimento di oltre 300 mila euro. Il nuovo sistema consiste in portali e canali che indirizzano i passeggeri appena sbarcati nei terminal 1 e 3 verso appositi desk informativi, dove le hostess di Adr forniscono materiale sul corretto uso dei taxi e sulle tariffe. Appena usciti dai gate poi i viaggiatori proseguono il cammino nei corridoi – sempre gialli e con la scritta «taxi» – che li conducono all’esterno dello scalo, dove sono state realizzate anche alcune paratie vetrate che li accompagnano fino alle auto regolari. Sarà così più arduo per gli illegali catturare e imbrogliare i turisti.



«Un grande salto di qualità per il servizio di trasporto pubblico - sottolinea Ivan Bassato, direttore airport management di Adr –. Si tratta di percorsi facilitati e molto intuitivi che partono dalla sala riconsegna bagagli». Anche le corsie dedicate alle auto bianche sono cambiate: la più vicina ai terminal sarà riservata ai tassisti dotati di sistema di pagamento con carte di credito. Tutto il percorso è poi vigilato, oltre che dalle telecamere di sorveglianza, anche da guardie giurate in contatto diretto con le forze dell’ordine.

Un giro di vite contro l’abusivismo che è stato applaudito dalle categorie del settore: «Un segnale forte contro i racket da parte di Adr, che si è dotata di strumenti utili a portare benefici ai passeggeri del principale aeroporto italiano», condividono unanimi Ugl Taxi, Federtaxi Cisal, Fit Cisl Lazio, Uil Trasporti Lazio e Ati taxi insieme all’associazione Tutela legale taxi. Sarà inoltre installata una postazione dotata di defibrillatore nel «polmone», il parcheggio a lunga sosta dove transitano ogni giorno centinaia di tassisti in attesa del turno. Enrico Stefàno,presidente della commissione capitolina Mobilità, approva: «Questo è il segno di una forte collaborazione tra Campidoglio e Adr: lo scalo dà il benvenuto a chi arriva a Roma».
Da terzo mondo
 

ROMULUS31

Well-known member
Utente Registrato
30 Luglio 2015
253
0
Allora, a parte che i tassisti (quelli veri) stanno fuori (e guarda un po' il caso quei corridoi portano proprio da loro), Gli abusivi se hanno la "licenza" di Roma o di Little River City sono intoccabili, (sottolineo, anche se irregolari) e terzo, se vuoi veramente combatterli non serve innalzare la grande muraglia, basta fare dei blitz a campione con degli agenti in borghese, ovviamente senza preavviso. E se li becchi, li "bastoni" per bene, sequestrandogli la macchina e patente a vita. Ma i blitz non vanno fatti una tantum, ma tutti i giorni. Invece... si lascia fare (come succede anche a Termini). Tanto i battitori, anche col muro di Berlino innalzato, il modo di "operare" in tranquillità lo trovano.

In ogni caso, quei percorsi "protetti" non fanno altro che creare problemi di sicurezza pubblica, soprattutto negli orari in cui si accalcano gli arrivi delle Golfare e simili. Il Terminal è grande (parlo del 3) ma sono riusciti a renderlo un imbuto. Sono riusciti a creare il tappo pure al T1.

Complimenti

FCO è tornato indietro di trent'anni.
 

AZ209

Socio AIAC
Utente Registrato
24 Ottobre 2006
16,920
56
Londra.
Segnalo che oggi American Airlines ha operato il primo volo schedulato all-cargo da FCO a PHL con B788 (marche N819AN)
 

Betha23

Well-known member
Utente Registrato
22 Settembre 2015
1,730
13
Sono passato oggi facendo il giro "molto largo" di ritorno da una commissione:

- ampliamento T1 a uno stadio molto avanzato di lavori, praticamente la scatola esterna è quasi completata, anche dall'altro lato (verso il nuovo Molo A) sono andati parecchio avanti, leggevo su skyscreapercity che dovrebbero comunque aprire per Agosto.
- Tanti WB vicino all'hangar del 340 di stato, compreso un 767 di BP e 2 777AZ e 2 A330 AZ ..... in fondo un altro WB (mi sembrava 767 ma non l'ho riconosciuto da distante) bianco senza motori.... chi sa cos'è?
- Tutti i restanti WB di AZ parcheggiato al satellite o ai remoti li vicino... una distesa di code tricolore veramente impressionante (compresa quella verniciata di I-EJGB) , e 3 737 BP.

Ho fatto un po di foto col cell, ma da molto lontano, se volete provo a postarle.
 

Icaro821

Member
Utente Registrato
30 Novembre 2016
22
0
potrebbero essere i candidati ad abbandonare la flotta ?
I conti tornerebbero, rimangono 11 A330, 9 B772 ed un solo B773 che diverrebbe cargo.
 

Betha23

Well-known member
Utente Registrato
22 Settembre 2015
1,730
13
371F3E87-5B05-4F4F-A038-55B270DBBE16.jpg

Spero si veda... zona hangar

746B3BE8-682E-4ADC-8C44-FBF51F6AFD09.jpg

BF0D98A6-00D2-4B1C-B361-DBA2EFCD8338.jpg

Code tricolori intorno al satellite e ai remoti

C54417E3-B377-4ED9-8688-D7D29DFC8558.jpg

0A76E09E-F43F-4A2D-854C-0FC12BFC05F7.jpg

Ampliamento t1 dove era l’ex t2

Scusate la qualità infima, ma non mi sembrava il caso di scendere visto la situazione

[Edit] me le inserisce solo di questa qualità infima, qualcuno mi può dire come allegare le immagini in qualità più alta ?
 

mggt

Well-known member
Utente Registrato
27 Settembre 2016
310
4
plus ultra
Grazie Betha23, qualche giorno fa', volendo guardare bene le tue foto, ho avuto qualche problema di caricamento e visualizzazione. Ma ora, col forum rinnovato in modo cosi splendido, nessun problema. Colgo l'occasione per ringraziare da questo 3d gli amministratori del forum per il grandissimo lavoro fatto. (y)
 
  • Like
Reactions: 777Aeromexico