Thread Lufthansa 2020

Flyfan

Well-known member
Utente Registrato
17 Giugno 2019
321
23
LJU
Non avevo dubbi, ma permettimi di ribadire il concetto: di fronte alla bancarotta di una delle più grandi e importanti compagnie aeree del mondo con 100.000 dipendenti, è quanto meno inelegante come primo cosa di fronte a una notizia del genere chiedere del rimborso del proprio volo.
Poi per carità, ognuno ha sensibilità diverse.
Inelegante?spero tu scherzi , se permetti prima viene il mio portafoglio contenente i miei soldi che non ho ottenuto dando un calcio al muro ma magari lavorando duro, e e poi magari la compagnia aerea tedesca. Non vogliamo più regalare ,giustamente , danari a compagnie italiane fallimentari, e lasciamo la mancia ai tedeschi??
 

aa/vv??

Well-known member
Utente Registrato
7 Agosto 2008
3,213
14
Up in the air
Inelegante?spero tu scherzi , se permetti prima viene il mio portafoglio contenente i miei soldi che non ho ottenuto dando un calcio al muro ma magari lavorando duro, e e poi magari la compagnia aerea tedesca. Non vogliamo più regalare ,giustamente , danari a compagnie italiane fallimentari, e lasciamo la mancia ai tedeschi??
Io trovo inelegante forse il fatto che se ne parli qui. Questo è un forum di appassionati di aviazione civile non il baretto sottocasa o il l'area "altro" di un forum di calcetto. Si suppone che chi scrive e legge qui dentro sia anzitutto una persona legata all'aviazione per lavoro o per PASSIONE. Per cui sentire che la compagnia più importante d'Europa sta male a mio avviso (e ripeto, per quanto riguarda la mission del forum) dovrebbe preoccupare molto di più del fatto che qualcuno resti senza rimborso. Non significa che non dispiaccia per i clienti che in questi casi si trovano a terra e col cerino in mano, ma a livello di qualità della discussione un dire "a me interessa solo il mio orticello, voi fottetevi" è appunto inelegante.
 

Flyfan

Well-known member
Utente Registrato
17 Giugno 2019
321
23
LJU
Io trovo inelegante forse il fatto che se ne parli qui. Questo è un forum di appassionati di aviazione civile non il baretto sottocasa o il l'area "altro" di un forum di calcetto. Si suppone che chi scrive e legge qui dentro sia anzitutto una persona legata all'aviazione per lavoro o per PASSIONE. Per cui sentire che la compagnia più importante d'Europa sta male a mio avviso (e ripeto, per quanto riguarda la mission del forum) dovrebbe preoccupare molto di più del fatto che qualcuno resti senza rimborso. Non significa che non dispiaccia per i clienti che in questi casi si trovano a terra e col cerino in mano, ma a livello di qualità della discussione un dire "a me interessa solo il mio orticello, voi fottetevi" è appunto inelegante.
Pure io mi definisco un appassionato di aviazione o non starei qui. Questo non mi impedisce, fermo restando che non c'è ovviamente nessuna soddisfazione nel vedere le compagnie aeree in enorme difficoltà, di rilevare che il comportamento verso l'utenza da queste tenuto in questo periodo fa parte giocoforza della discussione sul tema aviazione e non è da ritenersi snobisticamente "da bar". Perche fino a prova del contrario è solo l'utenza quella su cui le compagnie devono sperare per risollevarsi, visto che gli aerei volano si per passione, ma alla fin fine per fare utile.
 
  • Like
Reactions: Qantaslink

vipero

Well-known member
Utente Registrato
8 Ottobre 2007
4,215
40
.
Lufthansa has decided to close down the flight operations of SunExpress Deutschland, a joint-venture created by Lufthansa and Turkish Airlines, says German news portal Airliners.de.

 

13900

Well-known member
Utente Registrato
26 Aprile 2012
5,983
170
Parlando di Lufthansa, mi sovviene che avevamo, qui su queste sponde, un pilota, LH243. Che fine ha fatto? sarebbe interessante avere una sua opinione di come vanno le cose.
 

ITALYAIRPORT

Well-known member
Utente Registrato
1 Dicembre 2010
656
1
Io trovo inelegante forse il fatto che se ne parli qui. Questo è un forum di appassionati di aviazione civile non il baretto sottocasa o il l'area "altro" di un forum di calcetto. Si suppone che chi scrive e legge qui dentro sia anzitutto una persona legata all'aviazione per lavoro o per PASSIONE. Per cui sentire che la compagnia più importante d'Europa sta male a mio avviso (e ripeto, per quanto riguarda la mission del forum) dovrebbe preoccupare molto di più del fatto che qualcuno resti senza rimborso. Non significa che non dispiaccia per i clienti che in questi casi si trovano a terra e col cerino in mano, ma a livello di qualità della discussione un dire "a me interessa solo il mio orticello, voi fottetevi" è appunto inelegante.
La mia domanda era semplice: se dovesse andare in bancarotta, smette di rimborsare i clienti?
Perché aldilà del coinvolgimento personale, se una delle maggiori compagnie europee smette di restituire i soldi ai clienti che hanno pagato un servizio non ricevuto, è una situazione grave, che coinvolge migliaia di persone nel mondo. Oltre che probabilmente una situazione senza precedenti per la compagnia, Lufthansa perderebbe gran parte della sua reputazione e sicuramente ne uscirebbe più debole, sia come compagnia che ovviamente a livello d’immagine.
Questo per dire che la restituzione di soldi (cosa che se n’è parlato per tutte le compagnie su questo forum) ai clienti, non è affatto una cosa secondaria, anzi. I clienti sono proprio coloro che permettono ad una compagnia di esistere, come una compagnia tratta i clienti è quindi fondamentale. Ergo, se arriva a non restituire i soldi, significa che la situazione è grave, non solo per i clienti ma anche per il personale, che probabilmente verrà ridotto.
 

salva86

Well-known member
Utente Registrato
14 Agosto 2018
100
10
Io trovo inelegante forse il fatto che se ne parli qui. Questo è un forum di appassionati di aviazione civile non il baretto sottocasa o il l'area "altro" di un forum di calcetto. Si suppone che chi scrive e legge qui dentro sia anzitutto una persona legata all'aviazione per lavoro o per PASSIONE. Per cui sentire che la compagnia più importante d'Europa sta male a mio avviso (e ripeto, per quanto riguarda la mission del forum) dovrebbe preoccupare molto di più del fatto che qualcuno resti senza rimborso. Non significa che non dispiaccia per i clienti che in questi casi si trovano a terra e col cerino in mano, ma a livello di qualità della discussione un dire "a me interessa solo il mio orticello, voi fottetevi" è appunto inelegante.
Perdonami, però allora dovrebbero essere chiuse tutte le discussioni riguardo Alitalia, perché tra sindacati, politica, debiti e CIGS non ci vedo proprio il nesso con la passione per l'aviazione, altro che eleganza!
 

rcravero

Well-known member
Utente Registrato
20 Maggio 2013
358
1
Non avevo dubbi, ma permettimi di ribadire il concetto: di fronte alla bancarotta di una delle più grandi e importanti compagnie aeree del mondo con 100.000 dipendenti, è quanto meno inelegante come primo cosa di fronte a una notizia del genere chiedere del rimborso del proprio volo.
Poi per carità, ognuno ha sensibilità diverse.
Sinceramente che siano 10 o 100.000 dipendenti a rischio non interessa a chi ha dato i soldi alla Lufthansa per un biglietto cancellato

Poi se ha te piace sovvenzionare personalmente le aziende... Compra un paio di panda senza ritirarle

Inviato dal mio ANE-LX1 utilizzando Tapatalk
 

aa/vv??

Well-known member
Utente Registrato
7 Agosto 2008
3,213
14
Up in the air
La mia domanda era semplice: se dovesse andare in bancarotta, smette di rimborsare i clienti?
Perché aldilà del coinvolgimento personale, se una delle maggiori compagnie europee smette di restituire i soldi ai clienti che hanno pagato un servizio non ricevuto, è una situazione grave, che coinvolge migliaia di persone nel mondo. Oltre che probabilmente una situazione senza precedenti per la compagnia, Lufthansa perderebbe gran parte della sua reputazione e sicuramente ne uscirebbe più debole, sia come compagnia che ovviamente a livello d’immagine.
Questo per dire che la restituzione di soldi (cosa che se n’è parlato per tutte le compagnie su questo forum) ai clienti, non è affatto una cosa secondaria, anzi. I clienti sono proprio coloro che permettono ad una compagnia di esistere, come una compagnia tratta i clienti è quindi fondamentale. Ergo, se arriva a non restituire i soldi, significa che la situazione è grave, non solo per i clienti ma anche per il personale, che probabilmente verrà ridotto.
Esattamente. Se la compagnia che dettava legge in Europa fino a 4 mesi fa, oggi parla di bancarotta, la situazione è davvero grave.
Perdonami, però allora dovrebbero essere chiuse tutte le discussioni riguardo Alitalia, perché tra sindacati, politica, debiti e CIGS non ci vedo proprio il nesso con la passione per l'aviazione, altro che eleganza!
Non ho detto che si debba chiudere la discussione. Ho esposto il mio punto di vista. Potete tranquillamente avere il focus sul rimborso del vostro biglietto, ma il problema è ben altro, e immagino che ad un lettore appassionato di aviazione interessi più la sorte della compagnia più grande d'Europa che non quando e come si avrà un rimborso. Ripeto: per me non ha molto senso parlarne qui.
 
  • Like
Reactions: Mandrake

Cesare.Caldi

Well-known member
Utente Registrato
14 Novembre 2005
33,841
42
N/D
A me questa storia di Lufthansa in possibile bancarotta nonostante i diversi miliardi di euro ottenuti dal governo mi sembra fanta aviazione, probabilmente é solo un metodo per ottenere ulteriori finanziamenti governativi o condizioni ancora piu favorevoli.
 

Mandrake

Well-known member
Utente Registrato
24 Luglio 2018
70
2
A me questa storia di Lufthansa in possibile bancarotta nonostante i diversi miliardi di euro ottenuti dal governo mi sembra fanta aviazione, probabilmente é solo un metodo per ottenere ulteriori finanziamenti governativi o condizioni ancora piu favorevoli.
No, non è corretto. Domani vi sarà la riunione degli azionisti che decideranno se accettare o meno il pacchetto di aiuti statali. Il problema di domani, o meglio l'incognita, sarà la desione del maggiore azionista (Thiele). Questo, infatti, è apertamente contrario all'ingresso dello stato tedesco in LH.
 

leerit

Well-known member
Utente Registrato
3 Settembre 2019
683
13
Via libera della Ue ai 6 miliardi di misure tedesche per ricapitalizzare Lufthansa. Lo rende noto l'antitrust Ue che sottolinea come ci saranno delle condizioni per proteggere la concorrenza, tra cui la cessione di slot.
Lufthansa e il sindacato tedesco dell'equipaggio di cabina Ufo hanno intanto dichiarato di aver raggiunto un accordo che comporterebbe risparmi da 500 milioni di euro per la compagnia aerea, colpita dalla crisi coronavirus.
L'accordo - che deve ancora essere approvato dai membri dell'Ufo - include congelamenti salariali, riduzione delle ore di volo, pacchetti di prepensionamento e congedi non retribuiti per gli assistenti di volo della Lufthansa.

"Vogliamo evitare licenziamenti forzati", ha dichiarato Michael Niggemann, capo delle risorse umane di Lufthansa, aggiungendo che l'accordo "ha inviato un segnale importante" alla vigilia del voto degli azionisti su un piano di salvataggio da nove miliardi di euro per la compagnia aerea.
"Il pacchetto di stabilizzazione è la strada migliore per tutti, per i clienti, per i dipendenti e per voi azionisti" ha detto il ceo di Lufthansa, Carsten Spohr, parlando all'assemblea straordinaria degli azionisti che dovrà decidere del piano di salvataggio concordato col governo. "Siamo qui oggi per chiedere il vostro voto di sostegno al pacchetto per salvare Lufthansa", ha detto sottolineando di voler assolutamente evitare un'insolvenza. "È certamente un momento storico per la nostra impresa", ha detto anche Spohr.
Ryanair accusa Lufthansa di fare cartello in Italia e ha fatto ricorso alla Commissione Europea affinché apra un'inchiesta sulla vicenda. In una video call con i giornalisti il direttore legale di Ryanair, Juliusz Komorek, secondo quanto riferisce Bloomberg, ha detto che Lufthansa con le sue controllate Austrian Airlines e Air Dolomiti, insieme ad altre tre compagnie, "potrebbe aver avviato delle trattative per fissare livelli minimi di prezzo" sui servizi in Italia.

 

leerit

Well-known member
Utente Registrato
3 Settembre 2019
683
13
Alcuni dei tasselli più importanti del riassetto di Lufthansa vanno al loro posto, ne manca solo uno: l'ok dell'assemblea odierna degli azionisti. Stamani è arrivato il via libera della Commissione europea al pacchetto da 6 miliardi di euro varato dal governo tedesco per la ricapitalizzazione della compagnia. La decisione di Bruxelles è stata adottata nell'ambito del Temporary Framework sugli aiuti di Stato. La ricapitalizzazione, ha sottolineato la Commissione Ue, è parte di un pacchetto più ampio che include anche una garanzia pubblica su un prestito da 3 miliardi di euro che la Germania prevede di erogare alla compagnia, già approvato dall'Ue. In tutto, quindi, un piano di salvataggio da 9 miliardi di euro.


L'ammontare dell'operazione approvata oggi, nel dettaglio, si suddivide in 300 milioni di euro di partecipazione diretta equity attraverso la sottoscrizione di un aumento di capitale pari al 20% di Lufthansa; 4,7 miliardi di partecipazione silenziosa attraverso uno strumento equity non convertibile; un altro miliardo di partecipazione silenziosa, ma attraverso un'obbligazione convertibile.


La ricapitalizzazione sarà finanziata dallo speciale fondo istituito dal governo tedesco per sostenere le aziende nazionali colpite dagli effetti dell'epidemia di Covid-19. "Questo importante pacchetto di aiuti aiuterà Lufthansa ad affrontare l'attuale crisi che ha colpito particolarmente il settore aereo", ha dichiarato la vicepresidente della Commissione Ue, Margrethe Vestager, "ma viene adottato con alcune condizioni compresa quella che lo Stato sia sufficientemente remunerato e ulteriori misure per limitare le distorsioni della concorrenza. In particolare, Lufthansa si è impegnata a rendere disponibili slot e asset sugli scali di Francoforte e Monaco".


Ryanair non ci sta. La compagnia aerea ha già annunciato che impugnerà dinanzi alla giustizia europea il via libera di Bruxelles al piano di salvataggio di Lufthansa da parte del governo tedesco, ritenendo che il provvedimento abbia effetti distorsivi della concorrenza. "Finora abbiamo fatto appello a tutte le decisioni della Commissione che approvano gli aiuti del governo alle compagnie aeree e lo stesso vale per il via libera a oggi a Lufthansa", ha detto il direttore legale di Ryanair, Juliusz Komorek.


Intanto, però, Lufthansa ha incassato altri due importanti via libera. Dopo l'ok della Commissione Ue, il primo azionista di Lufthansa, il miliardario Heinz Hermann Thiele, ha infatti annunciato che voterà a favore del piano di salvataggio della compagnia. Un cambio di rotta da parte di Thiele, visto che finora aveva minacciato di bocciare il piano all'assemblea odierna. "Voterò per il progetto di accordo", ha detto il miliardario che ha il 15,5% di Lufthansa.



Al contempo la compagnia tedesca e il sindacato del personale navigante Ufo hanno raggiunto un'intesa che permette 500 milioni di euro di risparmi. Il piano prevede il congelamento delle remunerazioni, pre-pensionamenti e periodi di cassa integrazione per gli steward e le hostess. In particolare, il pacchetto prevede la sospensione degli aumenti salariali, una riduzione delle ore di volo e dei rispettivi compensi e dei tagli temporanei ai contributi per il piano pensionistico.



Le parti hanno anche concordato un pacchetto di misure volontarie e programmi di fine rapporto, che comprendono congedi non retribuiti, riduzioni volontarie degli orari lavorativi e il trasferimento anticipato e agevolato al piano pensionistico dell'azienda. Un pacchetto che permetterà all'azienda di evitare di licenziare i 22.000 membri dello staff di cabina. Gli accordi richiedono ora l'approvazione dei membri del sindacato.


Lufthansa sta, comunque, elaborando un piano B per evitare l'insolvenza nel caso in cui all'assemblea odierna gli azionisti non approvassero il piano di salvataggio da 9 miliardi. Lo Stato potrebbe acquisire inizialmente una quota del 10% della compagnia con l'emissione di azioni senza diritti di sottoscrizione a 2,56 euro per azione (oggi scambiano alla borsa di Francoforte a 10,02223 euro per azione, +11,88%).


Nel corso dell'assemblea straordinaria convocata oggi da Lufthansa, il presidente del Consiglio di sorveglianza, Karl-Ludwig Kley, e l'amministratore delegato, Carsten Spohr, hanno invitato gli azionisti della società a votare a favore del pacchetto di stabilizzazione economica da 9 miliardi di euro per aiutare la compagnia aerea a sopravvivere alla crisi e a mantenere la posizione di leadership nel settore aereo europeo.


Il presidente del CdS, che dopo lunghe e difficili trattative ha deciso di approvare il pacchetto, ha ammesso che "per il governo è un accordo molto proficuo", ma per la società l'accordo comporta "un onere molto gravoso". Per Kley gli aiuti statali non rappresentano la soluzione alla crisi, ma daranno più tempo alla società per affrontare la situazione. Certo che, ha aggiunto, "non dovrà esserci un'ingerenza da parte dello Stato", che "non è un imprenditore". La compagnia intende ampliare ancora il piano dei voli, "ma non potrà continuare da sola", ha ribadito Spohr. "Abbiamo bisogno di un aiuto, che nel nostro caso si concretizza nel pacchetto di stabilizzazione" da 9 miliardi di euro, ha incalzato il ceo che vede "una nuova normalità tra tre anni". Nel frattempo, ha concluso, Lufthansa servirà le sue rotte con 100 jet in meno e sarà una società di dimensioni più piccole, ma cercherà di fornire un servizio di qualità elevata. (riproduzione riservata)

 

Stefan

Well-known member
Utente Registrato
17 Giugno 2013
90
3
Frankfurt Am Main
Buon pomeriggio a tutti, è da moltissimo che non scrivo, mi sono limitato a seguire le discussioni. Riguardo LH sono particolarmente coinvolto; sia come misererrimo piccolo azionista che come professionista di export che vive a Francoforte e che usa (usava) LH come seconda casa. Al momento ci sono fortissime speculazioni. Intanto Hermann Thiele credo abbia ventilato la sua opposizione all'approvazione del piano anche per far cadere il titolo LH in borsa. Sono mie squallide congetture ma passare da 11-12 a 9,5 in meno di due giorni non è poco. Ci sono poi da considerare le lotte tra FRA e MUC. Fraport ha perso tantissimo in borsa negli ultimi giorni; nonostante avesse assunto un trend rialzista. Thiele è Bavarese e questo avrà il suo peso, immagino, in tutta la faccenda... Ripeto, le mie sono supposizioni da bar sport ma la componente speculativa supera di gran lunga quella puramente industriale...
 

AZ209

Socio AIAC
Utente Registrato
24 Ottobre 2006
16,920
56
Londra.
Intanto, ricominciano le danze coi sindacati.


Lufthansa demands concessions from Verdi union

Lufthansa Group chief executive Carsten Spohr has warned of further job cuts unless progress is made soon with German service sector union Verdi on concessions to support the airline's recovery.
Speaking during a 25 June extraordinary shareholder meeting, Spohr said that talks with Lufthansa's three main unions – Verdi, flight attendant union UFO and pilot body Vereinigung Cockpit – had been "very hard and intense", but also "essential" as the airline sought to rebuild its business with a smaller fleet.
Earlier this month, Lufthansa outlined plans to cut 22,000 full-time positions across all divisions. The group employed more than 138,000 people at the end of 2019.
Spohr had previously asked for "flexibility" from unions and hoped to negotiate labour concessions before the extraordinary shareholder meeting. He said on 3 June: "The more flexible we will be on costs… and of course the more we distribute work, the more [staff] can stay on board."
Now, Spohr says a deal reached with UFO on 24 June will reduce personnel unit costs for flight attendants 17% "for the time of the pandemic", and that the group is "on course" for a similar agreement with the pilot union.
But talks with the Verdi union have been "more disappointing", he says, adding: "We urgently need progress so that we don't have to make extra staff redundant through job cuts and involuntary redundancies."
Verdi deputy chief Christine Behle was one of only three supervisory board members visible on stage during the event, to which shareholders had access via webcast. The other two were chairman Karl-Ludwig Kley and former Airbus chief Tom Enders.
Lufthansa's supervisory board has 20 members, the company's website indicates.
Spohr argues that Lufthansa – as a service business – has been hit "particularly hard" by the coronavirus crisis because the group "needs its employees".
He stresses: "They [staff] are our heart and soul. We are proud of this unique team and the spirit that this team… embodies."
A €9 billion bailout Lufthansa has arranged with the German government – set to face a shareholder vote at the meeting – involves the federal fund WSF taking a 20% shareholding in the group.
"We know this bailout package is not a gift. We will have to work very hard to pay it back," says Spohr. "Even in good times we would not be able to stem this in… from our free cash flow alone."
Cirium
 

leerit

Well-known member
Utente Registrato
3 Settembre 2019
683
13
Parte ufficialmente l’orario estivo del Gruppo Lufthansa (che sarà valido fino al 24 ottobre) e tra le novità in esso contenute figura il ritorno alle operazione di circa metà della flotta. Le compagnie del Gruppo, si legge in una nota, offriranno così nel prossimo mese oltre il 40% del loro programma di volo originariamente previsto. Inoltre, un totale di oltre 380 aeromobili dei vettori del Gruppo Lufthansa sarà utilizzato da qui alla fine di ottobre, data entro la quale oltre il 90% di tutte le destinazioni a breve e medio raggio originariamente previste e oltre il 70% delle destinazioni a lungo raggio del Gruppo, saranno nuovamente servite.


«A poco a poco, si riaprono i confini. La domanda è in aumento, a breve ma anche a lungo termine. Sono lieto di poter offrire ai nostri ospiti un numero ancora maggiore di collegamenti verso tutte le parti del mondo con tutte le Lufthansa Group Airlines e attraverso tutti gli hub», ha commentato Harry Hohmeister, membro del cda di Deutsche Lufthansa AG.


Nello specifico, Lufthansa volerà ogni settimana 150 frequenze sul continente americano attraverso gli hub di Francoforte e Monaco di Baviera. Sono previsti circa 90 voli settimanali verso l’Asia, oltre 45 verso il Medio Oriente e oltre 40 verso l’Africa.


Dal canto suo, Austrian Airlines a partire da luglio volerà verso oltre 50 destinazioni, mentre Swiss aggiungerà 12 nuove rotte europee da Zurigo a luglio, e 24 da Ginevra (sul lungo raggio, il vettore servirà complessivamente 11 destinazioni a lungo raggio da Zurigo in luglio e 17 in ottobre). Eurowings, invece, volerà dal 30 al 40% della sua capacità di volo a luglio, e Brussels Airlines prevede, a settembre e ottobre, di operare il 45 % del suo programma originario.

 
  • Like
Reactions: 777Aeromexico