Thread ITA Airways Estate 2022


OneShot

Utente Registrato
31 Dicembre 2015
2,966
1,265
Paris
I naviganti non devono essere tenuti in considerazione. Sono gli stessi che ora lamentano che “il 350 è una m**da”, cosa che non riesco proprio a tollerare. Messo dinanzi a un cambiamento tutto fa schifo ed era meglio quello che c’era prima. Soprattutto se prima era Boeing
Per caso, hanno provato a dargli fuoco per accertarne la buona qualità?
 

giorgiogds

Utente Registrato
26 Giugno 2006
603
49
Few NM inbound OST VOR
I naviganti non devono essere tenuti in considerazione. Sono gli stessi che ora lamentano che “il 350 è una m**da”, cosa che non riesco proprio a tollerare. Messo dinanzi a un cambiamento tutto fa schifo ed era meglio quello che c’era prima. Soprattutto se prima era Boeing
Qualcuno di voi sa i motivi di questa feroce critica?

Niente niente ci sta qualche particolare dell'allestimento dei ns che lo differenzia dagli altri ?
Se la critica viene dagli AAVV non credo riguardi la condotta...

Inviato dal mio SM-G960F utilizzando Tapatalk
 

Seaking

Moderatore
Utente Registrato
1 Febbraio 2012
11,410
832
Qualcuno di voi sa i motivi di questa feroce critica?

Niente niente ci sta qualche particolare dell'allestimento dei ns che lo differenzia dagli altri ?
Se la critica viene dagli AAVV non credo riguardi la condotta...

Inviato dal mio SM-G960F utilizzando Tapatalk
Quando arrivarono in AZ avevano un allestimento non proprio di ultimo grido e in condizioni immacolate.
Inoltre nel 2010 ci fu questo incidente che al tempo fece parlare di sé:


Come conseguenza, se ben ricordo, sui due 330 ex AP l’ETOPS venne ridotto per un discreto lasso di tempo.

Insomma, non fu amore a prima vista e neanche a seconda e terza…
 

Fewwy

Utente Registrato
19 Agosto 2014
985
242
Torino
Quando arrivarono in AZ avevano un allestimento non proprio di ultimo grido e in condizioni immacolate.
Inoltre nel 2010 ci fu questo incidente che al tempo fece parlare di sé:


Come conseguenza, se ben ricordo, sui due 330 ex AP l’ETOPS venne ridotto per un discreto lasso di tempo.

Insomma, non fu amore a prima vista e neanche a seconda e terza…
Penso che la sua domanda fosse rivolta ai 350.
 

B77W

Utente Registrato
28 Novembre 2011
531
159
Credo che se vai su pprune, che io ritengo lo sfogatoio dei lamentoni perennemente insoddisfatti, trovi parecchio materiale.
Personalmente non mi riferivo a Pprune, dove non credo di aver mai letto niente contro i 330 in questione.
Di contro, se si naviga sulle varie pagine dei vari social network, FB in testa, si trova parecchio materiale, quasi sempre riconducibile ad AV e personale di terra.

Aggiungo: quel che ha scritto Viking su certi commenti arrivati pure su questo forum non è che sia tanto lontano dalla realtà, però quantomeno il forum è anonimo. Se si scrivono certi commenti su FB, con nome, cognome e percorso professionale bene in vista, difficile non attirare l’attenzione di certi giornalisti.
 

EI-MAW

Utente Registrato
25 Dicembre 2007
6,653
631
Qualcuno di voi sa i motivi di questa feroce critica?

Niente niente ci sta qualche particolare dell'allestimento dei ns che lo differenzia dagli altri ?
Se la critica viene dagli AAVV non credo riguardi la condotta...

Inviato dal mio SM-G960F utilizzando Tapatalk
In primis, ci si lamenta sempre e comunque, è proprio il modo di fare italico. Se ti dimostri entusiasta passi per scemo se ti va bene, per filo aziendale se ti va peggio. Premesso questo, i 350 sono aerei, sì nuovi ma, di “recupero”, ovvero ordinati da altra compagnia e presi così come stavano, salvo rifoderarne i sedili e altri maquillage. L’allestimento interno è quindi stato pensato per quei voli asiatici che non durano moltissime ore, mentre AZ li impiega mediamente su voli di 12h (LAX/EZE) ed effettivamente gli spazi a bordo sono ridotti, tanto che il servizio di bordo è stato rivisto eliminando alcune cose e riducendo proprio fisicamente i vassoi di Y al fine di farci stare tutto. Nonostante ciò, sui voli di rientro non è raro che al secondo servizio inizi a mancare la roba, dai cucchiaini per il caffè, lo zucchero, fino al pane e l’acqua. Si è detto che dopo l’estate verranno messi in hangar e riconfigurati, aspettiamo e vediamo.
Primo aspetto della lamentela lavorativa è quanto sopra. Poi c’è quella “non funziona niente”. È vero che da quando sono arrivati non li hanno fermati un giorno e volano a rotta di collo, è vero che i pax distruggono tutto quello che toccano, è vero che pare non ci siano ancora pezzi di ricambio e ci sono mille cose inoperative, ma lo stesso vale per 330 e 320, che non sono tenuti benissimo in cabina al momento.
Terzo punto, le cose devi saperle far funzionare. È una macchina nuova e moderna, che ha mille opzioni per ogni cavolata e non puoi continuare a pensare di lavorare sul DC9 dove le cose al massimo erano ON/OFF. Come tutte le cose moderne e tecnologiche, se non le usi bene si incazzano e non vanno più. Ora, io ho fatto un solo volo e si sa che una rondine non fa primavera, ma sia a bordo che chiacchierando con altri colleghi, le lamentele sono sempre le stesse: “non c’è spazio, non funziona”. Salvo poi scoprire che non sai tu come farlo funzionare perché non ti sei letto per bene il manuale macchina ma ti sei limitato a svolgere il modulo online di abilitazione. Più di una volta ho dovuto dire “perché non facciamo così?”, risposta “non si può”. Si può, ci sono slide, foto e istruzioni, basta leggerle però. Fa parte di una forma mentis che non morirà in breve tempo, parliamo di gente che vola sul gioiello dell’aviazione civile moderna e sta ancora a pensare quando sporzionava a vista in upper deck del 747 sulle BKK.
E nulla mi leva dalla testa che se invece fosse stato il 787 allora “mamma che bello”. Così, per partito preso. Ora li aspetto sul 220 per sentire i commenti, il 99,9% non sapeva nemmeno esistesse prima dell’ordine AZ, non sanno nemmeno che fa airbus solo di nome ma che non lo è e molti lo ritengono inutile perché “a che serve sto aereo piccolo che tanto abbiamo già i 319”.
Basta, sfogo/pippone finito. Scusatemi.

PS: i piloti 350 invece mi sono parsi molto soddisfatti della macchina che volano
 

East End Ave

Utente Registrato
13 Agosto 2013
5,617
1,001
su e giu' sull'atlantico...
In primis, ci si lamenta sempre e comunque, è proprio il modo di fare italico. Se ti dimostri entusiasta passi per scemo se ti va bene, per filo aziendale se ti va peggio. Premesso questo, i 350 sono aerei, sì nuovi ma, di “recupero”, ovvero ordinati da altra compagnia e presi così come stavano, salvo rifoderarne i sedili e altri maquillage. L’allestimento interno è quindi stato pensato per quei voli asiatici che non durano moltissime ore, mentre AZ li impiega mediamente su voli di 12h (LAX/EZE) ed effettivamente gli spazi a bordo sono ridotti, tanto che il servizio di bordo è stato rivisto eliminando alcune cose e riducendo proprio fisicamente i vassoi di Y al fine di farci stare tutto. Nonostante ciò, sui voli di rientro non è raro che al secondo servizio inizi a mancare la roba, dai cucchiaini per il caffè, lo zucchero, fino al pane e l’acqua. Si è detto che dopo l’estate verranno messi in hangar e riconfigurati, aspettiamo e vediamo.
Primo aspetto della lamentela lavorativa è quanto sopra. Poi c’è quella “non funziona niente”. È vero che da quando sono arrivati non li hanno fermati un giorno e volano a rotta di collo, è vero che i pax distruggono tutto quello che toccano, è vero che pare non ci siano ancora pezzi di ricambio e ci sono mille cose inoperative, ma lo stesso vale per 330 e 320, che non sono tenuti benissimo in cabina al momento.
Terzo punto, le cose devi saperle far funzionare. È una macchina nuova e moderna, che ha mille opzioni per ogni cavolata e non puoi continuare a pensare di lavorare sul DC9 dove le cose al massimo erano ON/OFF. Come tutte le cose moderne e tecnologiche, se non le usi bene si incazzano e non vanno più. Ora, io ho fatto un solo volo e si sa che una rondine non fa primavera, ma sia a bordo che chiacchierando con altri colleghi, le lamentele sono sempre le stesse: “non c’è spazio, non funziona”. Salvo poi scoprire che non sai tu come farlo funzionare perché non ti sei letto per bene il manuale macchina ma ti sei limitato a svolgere il modulo online di abilitazione. Più di una volta ho dovuto dire “perché non facciamo così?”, risposta “non si può”. Si può, ci sono slide, foto e istruzioni, basta leggerle però. Fa parte di una forma mentis che non morirà in breve tempo, parliamo di gente che vola sul gioiello dell’aviazione civile moderna e sta ancora a pensare quando sporzionava a vista in upper deck del 747 sulle BKK.
E nulla mi leva dalla testa che se invece fosse stato il 787 allora “mamma che bello”. Così, per partito preso. Ora li aspetto sul 220 per sentire i commenti, il 99,9% non sapeva nemmeno esistesse prima dell’ordine AZ, non sanno nemmeno che fa airbus solo di nome ma che non lo è e molti lo ritengono inutile perché “a che serve sto aereo piccolo che tanto abbiamo già i 319”.
Basta, sfogo/pippone finito. Scusatemi.

PS: i piloti 350 invece mi sono parsi molto soddisfatti della macchina che volano
Concordo con gli altri forumisti, quindi grazie per questa analisi delle problematiche viste dai diversi punti di vista , dal professionale veritiero al “Ritorno der pomata e daa sora lella”. Riparto da questi ultimi , tuttavia per porre la prima delle due domande che mi vengono in mente ; non ci sarebbe dovuta essere discontinuità nella selezione del personale viaggiante , così come iper-sbandierato ai quattro venti? Er Pomata e a Sora lella non sarebbero dovuti essere un vago e triste ricordo della fu Alitalia?
Evidentemente non è affatto così , anzi.
Seconda domanda, più tecnica : acquisto di aerei ex Hainan (giusto?), ripittura e riconfigurazione, più attuali disservizi a danno della customer loyalty e dunque di revenue , erano così incredibilmente più convenienti rispetto al mantenere i leasing già presenti , se non di nuovi acquisti?
 

13900

Utente Registrato
26 Aprile 2012
8,671
4,672
In primis, ci si lamenta sempre e comunque, è proprio il modo di fare italico. Se ti dimostri entusiasta passi per scemo se ti va bene, per filo aziendale se ti va peggio. Premesso questo, i 350 sono aerei, sì nuovi ma, di “recupero”, ovvero ordinati da altra compagnia e presi così come stavano, salvo rifoderarne i sedili e altri maquillage. L’allestimento interno è quindi stato pensato per quei voli asiatici che non durano moltissime ore, mentre AZ li impiega mediamente su voli di 12h (LAX/EZE) ed effettivamente gli spazi a bordo sono ridotti, tanto che il servizio di bordo è stato rivisto eliminando alcune cose e riducendo proprio fisicamente i vassoi di Y al fine di farci stare tutto. Nonostante ciò, sui voli di rientro non è raro che al secondo servizio inizi a mancare la roba, dai cucchiaini per il caffè, lo zucchero, fino al pane e l’acqua. Si è detto che dopo l’estate verranno messi in hangar e riconfigurati, aspettiamo e vediamo.
Primo aspetto della lamentela lavorativa è quanto sopra. Poi c’è quella “non funziona niente”. È vero che da quando sono arrivati non li hanno fermati un giorno e volano a rotta di collo, è vero che i pax distruggono tutto quello che toccano, è vero che pare non ci siano ancora pezzi di ricambio e ci sono mille cose inoperative, ma lo stesso vale per 330 e 320, che non sono tenuti benissimo in cabina al momento.
Terzo punto, le cose devi saperle far funzionare. È una macchina nuova e moderna, che ha mille opzioni per ogni cavolata e non puoi continuare a pensare di lavorare sul DC9 dove le cose al massimo erano ON/OFF. Come tutte le cose moderne e tecnologiche, se non le usi bene si incazzano e non vanno più. Ora, io ho fatto un solo volo e si sa che una rondine non fa primavera, ma sia a bordo che chiacchierando con altri colleghi, le lamentele sono sempre le stesse: “non c’è spazio, non funziona”. Salvo poi scoprire che non sai tu come farlo funzionare perché non ti sei letto per bene il manuale macchina ma ti sei limitato a svolgere il modulo online di abilitazione. Più di una volta ho dovuto dire “perché non facciamo così?”, risposta “non si può”. Si può, ci sono slide, foto e istruzioni, basta leggerle però. Fa parte di una forma mentis che non morirà in breve tempo, parliamo di gente che vola sul gioiello dell’aviazione civile moderna e sta ancora a pensare quando sporzionava a vista in upper deck del 747 sulle BKK.
E nulla mi leva dalla testa che se invece fosse stato il 787 allora “mamma che bello”. Così, per partito preso. Ora li aspetto sul 220 per sentire i commenti, il 99,9% non sapeva nemmeno esistesse prima dell’ordine AZ, non sanno nemmeno che fa airbus solo di nome ma che non lo è e molti lo ritengono inutile perché “a che serve sto aereo piccolo che tanto abbiamo già i 319”.
Basta, sfogo/pippone finito. Scusatemi.

PS: i piloti 350 invece mi sono parsi molto soddisfatti della macchina che volano
Se ti puo' consolare, le stesse attitudini me le racconta 8200 in BA. Sotto un certo punto di vista hanno ragione (gli spazi a bordo si sono ridotti, si e' passati da galley enormi sul 747 a sgabuzzini sui 787 e sui 350), sotto un altro c'e' la stessa scarsa attenzione a come far funzionare cio' che si ha a bordo.

Stranamente, i piloti sul 350 se ne lamentano, specie i transfughi da 380 e 747. Poca potenza, plasticoso, si sente tutto... Mboh.
 

EI-MAW

Utente Registrato
25 Dicembre 2007
6,653
631
Concordo con gli altri forumisti, quindi grazie per questa analisi delle problematiche viste dai diversi punti di vista , dal professionale veritiero al “Ritorno der pomata e daa sora lella”. Riparto da questi ultimi , tuttavia per porre la prima delle due domande che mi vengono in mente ; non ci sarebbe dovuta essere discontinuità nella selezione del personale viaggiante , così come iper-sbandierato ai quattro venti? Er Pomata e a Sora lella non sarebbero dovuti essere un vago e triste ricordo della fu Alitalia?
Evidentemente non è affatto così , anzi.
Seconda domanda, più tecnica : acquisto di aerei ex Hainan (giusto?), ripittura e riconfigurazione, più attuali disservizi a danno della customer loyalty e dunque di revenue , erano così incredibilmente più convenienti rispetto al mantenere i leasing già presenti , se non di nuovi acquisti?
Attenzione, io non ho parlato de Er Pomata & Co., c’è gente che lavora e sa lavorare, a modo suo, cioè con una mentalità ormai sedimentata da decenni e che non la scalfirai mai, serve solo il cambio generazionale. Tra il non aver letto a fondo i manuali macchina per sapere che puoi resettare il trash compactor e non impazzire coi sacchi della spazzatura a metà volo o che hai un tavolino estraibile da sotto il pianale per avere più spazio o che puoi selezionare temperature diverse agli air chiller senza doverli spegnere (cosa che poi fa incazzare l’aereo che ti manda il master caution) e il non saper lavorare in senso stretto ce ne passa. Gli spieghi come fare e poi fanno.
Mi permetto anche di dire che la colpa non è sempre e solo dei naviganti in quanti tali, ma tale approccio è dettato proprio dalla leggerezza con la quale l’azienda pretende che poi tu le cose le sappia. Siamo passati sul 359 con un corso online di 1h con 20 slide, un test finale delle differenze col 330 e via andare. Il resto è un passaparola di come funzionano le cose e suggerimenti di come affrontare i problemi. Poi c’è il manuale e altri documenti che stanno sulle piattaforme, a tuo buon cuore dover impegnare le ore dei tuoi giorni off per studiarli e capirci qualcosa, altrimenti si continua con l’approccio “training on the job” che ormai va per la maggiore. Smarchi il minimo sindacale che è dovuto da regolamentazione e il resto lo impari a bordo vivendo.

Se ti puo' consolare, le stesse attitudini me le racconta 8200 in BA. Sotto un certo punto di vista hanno ragione (gli spazi a bordo si sono ridotti, si e' passati da galley enormi sul 747 a sgabuzzini sui 787 e sui 350), sotto un altro c'e' la stessa scarsa attenzione a come far funzionare cio' che si ha a bordo.

Stranamente, i piloti sul 350 se ne lamentano, specie i transfughi da 380 e 747. Poca potenza, plasticoso, si sente tutto... Mboh.


Anche qui la mia rondine non fa primavera, ho parlato con solo alcuni e mi hanno detto di essere entusiasti di volare sul meglio che ci sia ora. Credo che provengano in gran parte dal 330, quindi un upgrade. Facile lamentarsi se scendi da un 380 o 747. Sulla potenza non metto becco, ma a naso qui c’è il -900 e in BA il -1000, motori ritarati ma ci sta che quello più grosso sia un po’ più “polmone”, effetti che c’è su quasi tutte le macchine.
 
  • Like
Reactions: flapane and 13900

Dancrane

Amministratore AC
Staff Forum
10 Febbraio 2008
18,029
2,027
Milano
Gli spieghi come fare e poi fanno.
È la mentalità che per me è idiota del dovere sempre attendere che ti venga calata dall’alto l’informazione, zero proattività, nessuna curiositá, solo il controllo dell’ora di training in busta paga. Che ci siano anche responsabilità aziendali per lo scarso training non ci piove, ma che si debba sistematicamente campare sul tutto dovuto dagli altri senza metterci nulla di proprio è da retrogradi, palese dimostrazione dell’arretratezza culturale nella quale viviamo.
 

East End Ave

Utente Registrato
13 Agosto 2013
5,617
1,001
su e giu' sull'atlantico...
È la mentalità che per me è idiota del dovere sempre attendere che ti venga calata dall’alto l’informazione, zero proattività, nessuna curiositá, solo il controllo dell’ora di training in busta paga. Che ci siano anche responsabilità aziendali per lo scarso training non ci piove, ma che si debba sistematicamente campare sul tutto dovuto dagli altri senza metterci nulla di proprio è da retrogradi, palese dimostrazione dell’arretratezza culturale nella quale viviamo.
Questo intendevo. E questo speravo fosse superato in ITA, come appunto sbandierato.
Sembra che salvo una sparuta minoranza , ben presente in questo forum, per fortuna, le cose non stiano proprio così.
 

EI-MAW

Utente Registrato
25 Dicembre 2007
6,653
631
È la mentalità che per me è idiota del dovere sempre attendere che ti venga calata dall’alto l’informazione, zero proattività, nessuna curiositá, solo il controllo dell’ora di training in busta paga. Che ci siano anche responsabilità aziendali per lo scarso training non ci piove, ma che si debba sistematicamente campare sul tutto dovuto dagli altri senza metterci nulla di proprio è da retrogradi, palese dimostrazione dell’arretratezza culturale nella quale viviamo.
Siamo d’accordo, ma se in decenni l’azienda che ti ha formato da zero non ti ha mai responsabilizzato, ora cosa puoi pretendere? Non più di tanto. Fortunatamente ci sono delle mine vaganti (in senso positivo), non siamo tutti beoti e ora iniziano ad entrare anche i cosiddetti “esterni” che, avendo lavorato in diverse realtà, e con diverse intendo anche molteplici, hanno un approccio diverso. Ben venga per quanto mi riguarda.
 

Farfallina

Utente Registrato
23 Marzo 2009
15,438
632
Seconda domanda, più tecnica : acquisto di aerei ex Hainan (giusto?), ripittura e riconfigurazione, più attuali disservizi a danno della customer loyalty e dunque di revenue , erano così incredibilmente più convenienti rispetto al mantenere i leasing già presenti , se non di nuovi acquisti?
I B772 ormai erano maggiorenni, hanno giustamente colto l'occasione per rinnovare.