Straordinarie immagini dell'ekranoplano conosciuto come "Caspian Sea Monster"

teo1986

Well-known member
Utente Registrato
6 Dicembre 2009
189
0
Che mezzi spettacolari che costruivano i russi... Hanno il fascino dell'ingegneria pura, senza fronzoli...
Peccato nn poterlo vedere volare sull'acqua...
 

tacito

Well-known member
Utente Registrato
1 Maggio 2007
378
0
Pisa, Toscana.
Monto interessanti!! è la versione con un sistema missilistico antinava.
...a vederlo così, più che di un aereo, direi che era un incrociatore che filava a pelo d'acqua a 500km/h
grazie per la segnalazione
 

ZFox

Well-known member
Utente Registrato
19 Dicembre 2008
1,728
0

M.H.

Well-known member
Utente Registrato
31 Gennaio 2009
171
0
Penso proprio di si. Non ho idea di come si portava, ma credo che virasse benissimo, forse anche usando i motori, l'unica cosa è che non so se fosse un bene o un male il fatto di toccare l'acqua con l'estremità dell'ala all'interno della virata.
Gli ecrano plani erano impressionanti, ma sono stati superati dagli elicotteri e dagli aerei da attacco, anche in acque ristrette.
Uno dei più particolari portava anche il nome di un italiano ed inoltre se voleva poteva volare per davvero come un aereo: il Bartini-Beriev VVA-14.
 

Doctorstein

Well-known member
Utente Registrato
2 Dicembre 2007
6,508
0
40
A, A
Penso proprio di si. Non ho idea di come si portava, ma credo che virasse benissimo, forse anche usando i motori, l'unica cosa è che non so se fosse un bene o un male il fatto di toccare l'acqua con l'estremità dell'ala all'interno della virata.
Gli ecrano plani erano impressionanti, ma sono stati superati dagli elicotteri e dagli aerei da attacco, anche in acque ristrette.
Uno dei più particolari portava anche il nome di un italiano ed inoltre se voleva poteva volare per davvero come un aereo: il Bartini-Beriev VVA-14.
Appunto era quello che chiedevo, se l'ala toccava faceva un perno mica da ridere, che potesse virare non lo mettevo in dubbio, ma il diametro della virata mi lascia dubbi, una massa considerevole che non può inclinarsi più di tanto lanciata a 500 km/h non credo possa permettersi di essere manovrabile in spazi stretti.

Stesso problema dei siluri a supercavitazione che a causa della velocità e della dipendenza "dal cuscino d'aria" avevano angoli di virata praticamente ridicoli, quasi da essere considerati dei grandi proiettili.

Bartini aveva progettato mezzi veramente interessanti, peccato che mi pare nessuno sia andato oltre alla fase prototipo. (o per fortuna visto che stava dall'altra parte)
 

Doctorstein

Well-known member
Utente Registrato
2 Dicembre 2007
6,508
0
40
A, A
Peccato non ci sia nessuna fondazione in grado di sponsorizzarne il restauro, e il ripristino (statico) in maniera da non perderne la memoria storica.
 

zeneize

Well-known member
Utente Registrato
27 Gennaio 2007
3,709
0
Genova, Liguria.
Pero' un lanciatore che corre a 500 km/h sul pelo dell'acqua non so quanto facilmente poteva essere beccato con le armi dell'epoca.Ho l'impressione che un bel po' di male avrebbe potuto farlo.Immaginando che il suo bersaglio primario dovessero essere le portaerei.
 

Seaking

Moderatore
Utente Registrato
1 Febbraio 2012
10,763
39
Bartini era un ingegnere italiano naturalizzato sovietico
http://it.wikipedia.org/wiki/Bartini

Ecco come è oggi l'aereo che ha progettato
http://en.wikipedia.org/wiki/File:Bartini_VVA-14.jpg
Questo è uno dei motivi per i quali amo questo forum: si impara sempre, io non sapevo nulla della controversa figura di Bartini!

Appena ho letto la sua storia, mi è subito venuta in mente la storia, in stile vite parallele (ma in questo caso opposte) di Igor Sikorsky....