Southwest Airlines: CEO sotto attacco, verso l'assegnazione dei posti a sedere


kenadams

Moderatore
13 Agosto 2007
10,239
1,752
NYC
Lunedì scorso il fondo Elliott Investment Management ha annunciato di aver accumulato azioni di Southwest per un valore complessivo di quasi due miliardi di dollari. A spanne (azionariato qua), numeri del genere pongono la quota di Elliott attorno al 12% delle azioni, sui livelli di Vanguard.

Con l'annuncio, il fondo ha anche chiesto le dimissioni dell'Ad (notizia qua) e del Cda. La richiesta sarebbe dovuta alle scarse performance che tengono il valore del titolo ben al di sotto del livello del 2019 (più o meno $28 per azione contro il $56 del 2019).
Aggiungo un po' di paragoni con le altre major:
UAL: $52 oggi contro $90 del 2019.
DAL: $50 su $57
AAL: $11 su $29
JBLU: $5.50 su $19

L'Ad Bob Jordan ha rifiutato di dimettersi (qui). Pare che due delle richieste di Elliott siano far pagare per l'assegnazione dei posti a sedere e far pagare per imbarcare bagagli. Pare che l'assegnazione dei posti a sedere a pagamento abbia reali probabilità di verificarsi, cosa che personalmente apprezzerei -- il tradizionale metodo d'imbarco Southwest è una delle cose che trovo più sgradevoli nell'esperienza di viaggio con loro.
 

Cesare.Caldi

Utente Registrato
14 Novembre 2005
36,616
1,255
N/D
Southwest vive il suo successo proprio per essere l'unica compagnia rimasta ad avere scelta del posto senza supplemento (nel senso posti liberi) e bagaglio imbarcato incluso, molti la sceglievano proprio per questo, se cambiano queste condizioni a mio parere rischiano di perdere pax.
 

Fewwy

Utente Registrato
19 Agosto 2014
1,491
703
Torino
Non ho capito: normalmente WN non fa pagare la scelta del posto, oppure non assegna i posti ed è free seating?
 

kenadams

Moderatore
13 Agosto 2007
10,239
1,752
NYC
Non ho capito: normalmente WN non fa pagare la scelta del posto, oppure non assegna i posti ed è free seating?
Il sistema di Southwest è particolare. Il posto non viene mai assegnato ma i passeggeri vengono divisi in gruppi (A, B, C) e sottogruppi (60 passeggeri per gruppo).
Sulla carta d'imbarco si ha dunque una lettera e un numero: A27, B31, C16 per fare alcuni esempi. L'assegnazione si basa sull'ordine cronologico del check-in: alcune tariffe garantiscono l'assegnazione da A1 ad A15 (i primi 15 passeggeri a imbarcarsi) e con tutte le tariffe si può acquistare l'auto-check in, che consente di ricevere l'assegnazione in sequenza automaticamente appena apre l'accettazione.
Ai gate ci sono insegne che suddividono i gruppi di 60 in gruppetti di (mi pare) 5 passeggeri: così facendo la fila viene ordinata in modo che si allineino su un lato sei gruppetti (da A1-A15 fino a A26-A30) e sull'altro lato altri sei (da A31-A35 fino ad A56-A60). La cosa si ripete poi per i passeggeri dei gruppi B e C.
A bordo si trova un posto libero e ci si accomoda -- come succedeva un tempo con Ryanair.

A dispetto di quanto scrive Cesarone, questo metodo di assegnazione dei posti non è particolarmente amato dai passeggeri. Non è nemmeno gratuito, visto che bisogna pagare per l'auto-accettazione e pagare di più per essere nei primi 15 a imbarcarsi. Rispetto ad altri vettori, quindi, chi è ben disposto a pagare non gradisce perché non ha comunque alcuna garanzia.

Il 50% dei passeggeri pare, invece, molto affezionato alla politica Southwest di non far pagare per i bagagli imbarcati.

Ricordo che ambedue queste politiche sono dovute alla volontà di affrettare l'imbarco il più possibile per garantire turn-around celeri e produttività degli aerei. Vedremo cosa deciderà l'Ad: per quanto mi riguarda, ben venga l'assegnazione del posto a pagamento (visto che ora si paga comunque la priorità).
 
  • Like
Reactions: Fewwy

FlyKing

Moderatore
Utente Registrato
14 Aprile 2011
6,038
286
Genova - LIMJ
Al netto di carte con status elitari e micro compagnie da una manciata di aerei, chi offre ancora il bagaglio imbarcato incluso nella tariffa in Nord America, @kenadams ?
 

kenadams

Moderatore
13 Agosto 2007
10,239
1,752
NYC
Al netto di carte con status elitari e micro compagnie da una manciata di aerei, chi offre ancora il bagaglio imbarcato incluso nella tariffa in Nord America, @kenadams ?
Fra le major Southwest è l'unica a non far pagare il bagaglio imbarcato.

Per quanto concerne il bagaglio a mano, mi pare che la suddivisione fra le major sia questa:
- Vettori che includono il bagaglio a mano e un oggetto personale con tutte le tariffe: Southwest, Sun Country, Delta, American, Alaska, Hawaiian.
- Vettori con alcune tariffe che non includono il bagaglio a mano: United, Frontier, Allegiant, JetBlue, Spirit.
 
  • Like
Reactions: imac72 and FlyKing

s4lv0z

Utente Registrato
11 Dicembre 2017
813
243
Southwest vive il suo successo proprio per essere l'unica compagnia rimasta ad avere scelta del posto senza supplemento (nel senso posti liberi) e bagaglio imbarcato incluso, molti la sceglievano proprio per questo, se cambiano queste condizioni a mio parere rischiano di perdere pax.
Una volta che c'è comunque una priorità di ingresso in funzione della tariffa pagata e a parità di tariffa in funzione dell'ordine di check-in, che si può automatizzare a pagamento... non è che la scelta sia proprio gratuita anche ora.

WN è una compagnia decisamente originale... non dimentichiamo che oltre il trolley i bagagli in stiva inclusi sono due, che il servizio a bordo non è Inferiore a quello delle major, e che su cambi e annullamenti siamo su un'altro pianeta rispetto alla legacy più generosa.

Modello diverso e diversa distribuzione dei costi... il punto non è che l'assegnazione del posto sia a pagamento o no...
Mi dispiacerebbe se cambiassero molto...

Ultima cosa.. sarò strano io ma non riesco a digerire le parole Raynair e Southwest nella stessa frase.



Inviato dal mio SM-G975F utilizzando Tapatalk
 

Brendon

Utente Registrato
14 Agosto 2016
714
523
TRS/WAS/MEM
Per me il problema di WN sono le persone in pre-boarding con wheelchair assistance... basta viaggiare con un anziano e tutta la settima generazione sale a bordo e si prende i posti migliori.
Mi è successo più volte di salire con A50/60 e trovare solo posti centrali, perchè in pre-boarding sono salite circa 70 persone!

Secondo me basterebbe obbligare i pre-boarders ad occupare le ultime file.
 

kenadams

Moderatore
13 Agosto 2007
10,239
1,752
NYC
Per me il problema di WN sono le persone in pre-boarding con wheelchair assistance... basta viaggiare con un anziano e tutta la settima generazione sale a bordo e si prende i posti migliori.
Mi è successo più volte di salire con A50/60 e trovare solo posti centrali, perchè in pre-boarding sono salite circa 70 persone!

Secondo me basterebbe obbligare i pre-boarders ad occupare le ultime file.
Credo che il sistema di Southwest non sia più attuale nel mercato del 2024.

Ora che tutti i vettori fanno pagare l'assegnazione del posto a sedere, il meccanismo di Southwest appare sfavorevole: chi è disposto a pagare per avere un posto migliore non ha la garanzia del posto migliore, deve comunque stare in fila ad aspettare, deve essere al gate appena inizia l'imbarco e deve sgomitare a bordo. Pagare e non avere peace of mind è assurdo.

Un tempo questo aveva senso: l'unbundling era una novità e si era consapevoli di volare "low cost". A Southwest interessava creare nuovi viaggiatori attingendo a quella che, all'epoca, era una riseva enorme di consumatori che si muovevano in pullman o non si muovevano. I prezzi di WN erano evidentemente più bassi rispetto alle legacy. Ma quel mondo non esiste più, e l'unbundling a la Southwest non è più molto competitivo quando si parla di posti a sedere. Southwest ormai non è nemmeno più economica proprio perché tutti ormai fanno unbundling (e, come dimostrato dalla questione dei bagagli imbarcati gratuiti, lo fanno tutti più aggressivamente di WN). Ora che Southwest ha bisogno di competere per gli stessi passeggeri premium che volano United, Delta, American, Alaska, non aseegnare i posti a sedere diventa uno svantaggio netto.

Rimane il problema dell'imbarco celere: assegnare i posti significa rallentare l'operazione d'imbarco. Questo è un problema. E anche l'assegnazione dei posti a sedere sarà un po' antipatica su tutte quelle rotte multi-leg che Southwest ancora opera. Ma tant'è. A chi -- come me -- è sempre disposto a pagare pur di avere un buon posto a sedere, il meccanismo di WN appare molto svantaggioso.
 

OneShot

Utente Registrato
31 Dicembre 2015
3,840
2,923
Paris
Rimane il problema dell'imbarco celere: assegnare i posti significa rallentare l'operazione d'imbarco. Questo è un problema
In ezy i turn around sono di 25 min su A319 e 30min su A320.
Sebbene sembrasse un'utopia ed inizialmente lo era, una volta formato tutto il personale addetto, si riesce ad avere una tempistica molto fluida. L'intoppo principale sono i bagagli a mano.
 

kenadams

Moderatore
13 Agosto 2007
10,239
1,752
NYC
In ezy i turn around sono di 25 min su A319 e 30min su A320.
Sebbene sembrasse un'utopia ed inizialmente lo era, una volta formato tutto il personale addetto, si riesce ad avere una tempistica molto fluida. L'intoppo principale sono i bagagli a mano.
In EZY non avete a che fare con gli americani che viaggiano con bagagli a mano da 78 chilogrammi, uno zaino da 30 chili come oggetto personale, un sacchetto takeaway con tre litri di Ketchup dentro, la mug col beverone di Starbucks e così via. Ogni volta che volo Ryanair mi sembra di essere in paradiso rispetto a un qualsiasi imbarco a EWR o JFK per un volo nazionale.
 
  • Like
  • Love
Reactions: Dancrane and Fewwy

Brendon

Utente Registrato
14 Agosto 2016
714
523
TRS/WAS/MEM
A chi -- come me -- è sempre disposto a pagare pur di avere un buon posto a sedere, il meccanismo di WN appare molto
Siamo in due... le occasioni dell'A50 erano viaggi dove ho comprato early bird check-in e, nonostante tutto, mi son trovato il posto centrale (almeno con posto in cappelliera, che se sei verso la fine dei B o C puoi scordarti).
WN è l'unica assieme ad AA che opera MEM da DCA/BWI ma, restano sempre la mia ultima opzione proprio per questo motivo
 

kenadams

Moderatore
13 Agosto 2007
10,239
1,752
NYC
Siamo in due... le occasioni dell'A50 erano viaggi dove ho comprato early bird check-in e, nonostante tutto, mi son trovato il posto centrale (almeno con posto in cappelliera, che se sei verso la fine dei B o C puoi scordarti).
WN è l'unica assieme ad AA che opera MEM da DCA/BWI ma, restano sempre la mia ultima opzione proprio per questo motivo
A proposito di ultime opzioni. Fra il 2014 e il 2019 vivevo a San Francisco. Volavo molto (abbastanza da mantenere status con due vettori). Nonostante Southwest avesse a OAK una base molto comoda per i miei voli nazionali, ho volato relativamente poco con WN.

Alaska Airlines e Virgin America sul corto.
United e relativa JV sul lungo.
Un po' di tutto (Alaska, United e JetBlue) sul transcontinentale.

A Southwest le briciole proprio perché la cosa che più odio è stare in fila.

Alaska Airlines6474,060
United Airlines62124,959
Lufthansa31100,382
Virgin America2822,151
JetBlue2638,830
Swiss2167,647
Southwest Airlines148,168
American Airlines1130,507
Delta Air Lines1115,736
Air Dolomiti113,867