Security aeroportuale - responsabilità

in_attivo

Well-known member
Utente Registrato
12 Marzo 2013
45
0
Apro un thread ad-hoc non avendone trovati di simili, e confidando nell'aiuto dei forumisti più esperti.
In transito a LIS, ho dovuto come prescritto ripassare la security per poter rientrare in area sterile e prendere la mia connessione per BLQ: nel preparare il mio vassoio, ho collocato una sciarpa di valore come da istruzioni dell'operatore, senza che vi fosse alcun ingombro eccedente il volume del contenitore.

Purtroppo però, un gioco di rulli e (probabilmente) una coda all'interno del tunnel x ray ha fatto si che:
1. la sciarpa scivolasse fuori dal vassoio
2. la stessa venisse catturata (e poi strappata) dai rulli a fine corsa
3. il personale di sorveglianza non intervenisse se non a danno avvenuto

Secondo voi, qual'è la responsabilità della security e quale quella del passeggero (tenendo conto che quest'ultimo non può ne avvicinarsi ne intervenire nel processo)? Ipotizzando che un caso simile accada in Italia, quali sarebbero i riferimenti normativi per dirimere la questione?

Grazie sin da ora a tutti coloro che vorranno rispondere.
 

crazy999

Active member
Utente Registrato
1 Gennaio 2014
36
1
Il caso è molto semplice:

Chi ha fisicamente posato la sciarpa nel contenitore?

Ecco trovato il responsabile cui chiedere il rimborso del danno conseguenziale
 

s4lv0z

Well-known member
Utente Registrato
11 Dicembre 2017
368
11
Il caso è molto semplice:

Chi ha fisicamente posato la sciarpa nel contenitore?

Ecco trovato il responsabile cui chiedere il rimborso del danno conseguenziale
Dal momento che provare un malfunzionamento del sistema non è ragionevolmente possibile... è così.. l'unica responsabilità può essere individuata in chi ha fisicamente predisposto la vaschetta.

Ma, ammesso che sia stato un addetto al controllo, a meno di operazioni maldestre molto evidenti... anche costui si appellerebbe ai non dimostrabili "giochi di rulli".

Nel formulare una richiesta di risarcimento... purtroppo la responsabilità va provata.

In pratica... mi dispiace per la sciarpa.

Inviato dal mio SM-G975F utilizzando Tapatalk
 

Dancrane

Amministratore AC
Staff Forum
10 Febbraio 2008
16,643
200
Milano
...

Nel formulare una richiesta di risarcimento... purtroppo la responsabilità va provata.

In pratica... mi dispiace per la sciarpa.

...
Del malfunzionamento del macchinario, nel caso, ne dovrebbe rispondere chi lo gestisce. A mio avviso la cosa da fare nell'immediatezza del fatto era chiedere se vi fossero telecamere di sicurezza e, in caso affermativo, denunciare immediatamente il danno chiedendo di salvare le riprese, utili a verificare sia come era stata allestita la vaschetta, sia che non vi fossero eventuali responsabilità degli operatori. Se questo non è stato fatto e/o non è più fattibile, non resta che associarsi al tuo dispiacere e confidare nella magnanimità del gestore aeroportuale per un eventuale rimborso pro bono pacis.
 

s4lv0z

Well-known member
Utente Registrato
11 Dicembre 2017
368
11
Del malfunzionamento del macchinario, nel caso, ne dovrebbe rispondere chi lo gestisce. A mio avviso la cosa da fare nell'immediatezza del fatto era chiedere se vi fossero telecamere di sicurezza e, in caso affermativo, denunciare immediatamente il danno chiedendo di salvare le riprese, utili a verificare sia come era stata allestita la vaschetta, sia che non vi fossero eventuali responsabilità degli operatori. Se questo non è stato fatto e/o non è più fattibile, non resta che associarsi al tuo dispiacere e confidare nella magnanimità del gestore aeroportuale per un eventuale rimborso pro bono pacis.
... anche perché gestire una richiesta del genere in Portogallo non sarebbe banale e non credo il valore della sciarpa sia tale da giustificarla.
Inoltre il titolare della sciarpa ha scritto di averla riposta personalmente nella vaschetta.

Inviato dal mio SM-G975F utilizzando Tapatalk
 

Dancrane

Amministratore AC
Staff Forum
10 Febbraio 2008
16,643
200
Milano
...
Inoltre il titolare della sciarpa ha scritto di averla riposta personalmente nella vaschetta.
Questo conta sino ad un certo punto: se l'aveva riposta correttamente e con cura, è dura dimostrare che la responsabilità sia la sua. Per quella che è la mia esperienza, il problema non sono tanto i rulli (che, alla fine, portano a termine il danneggiamento), quanto i listelli in gomma a inizio/fine tunnel, in grado di spostare gli oggetti più leggeri - nel mio caso di norma occhiali e cintura - se posizionati in cima alle proprie masserizie, facendoli debordare; in uscita, si inceppano tra i rulli e la frittata è fatta.
 

s4lv0z

Well-known member
Utente Registrato
11 Dicembre 2017
368
11
Questo conta sino ad un certo punto: se l'aveva riposta correttamente e con cura, è dura dimostrare che la responsabilità sia la sua. Per quella che è la mia esperienza, il problema non sono tanto i rulli (che, alla fine, portano a termine il danneggiamento), quanto i listelli in gomma a inizio/fine tunnel, in grado di spostare gli oggetti più leggeri - nel mio caso di norma occhiali e cintura - se posizionati in cima alle proprie masserizie, facendoli debordare; in uscita, si inceppano tra i rulli e la frittata è fatta.
È uno di quei piccoli inconvenienti su cui si insiste solo per motivi di "principio".
Difficile dimostrare le responsabilità (magari solo oggettive) e non vale la pena di imbarcarsi in lunghi contenziosi.
Che poi... ci si resti male... è normale. Ma non credo valga la pena di andare oltre una richiesta bonaria.

Inviato dal mio SM-G975F utilizzando Tapatalk
 

in_attivo

Well-known member
Utente Registrato
12 Marzo 2013
45
0
Grazie anzitutto a tutti voi per le risposte (e per la solidarietà). Effettivamente il caso non ha molti appigli, ma mi chiedevo (alla stregua di un trasporto qualunque) se la società aeroportuale non dovesse assicurarsi a fronte di eventualità che occorranno alle merci in transito, siano esse valigie in area smistamento o vassoi sui rulli dell'x ray. Che ne pensate?
 

s4lv0z

Well-known member
Utente Registrato
11 Dicembre 2017
368
11
Grazie anzitutto a tutti voi per le risposte (e per la solidarietà). Effettivamente il caso non ha molti appigli, ma mi chiedevo (alla stregua di un trasporto qualunque) se la società aeroportuale non dovesse assicurarsi a fronte di eventualità che occorranno alle merci in transito, siano esse valigie in area smistamento o vassoi sui rulli dell'x ray. Che ne pensate?
Probabilmente un'assicurazione c'è. Il problema è che per poterla azionare probabilmente occorre far redigere un rapporto sull'accaduto (come si fa per i bagagli) e quando sei in partenza magari non hai il tempo, la voglia e la lucidità per farlo.

Inviato dal mio SM-G975F utilizzando Tapatalk