Ryanair ATH-VNO dirottato a Minsk, arrestato giornalista oppositore


belumosi

Socio AIAC
Utente Registrato
10 Dicembre 2007
13,641
563
Un atto di guerra a tutti gli effetti. Il 738 di FR stava per uscire dallo spazio aereo bielorusso ed era ormai a meno di 70 km da VNO.
Spero che dalla comunità internazionale ci sia una risposta proporzionata ad un dirottamento aereo di stato.

 

Fewwy

Utente Registrato
19 Agosto 2014
696
44
Torino
Mi chiedo - fossi stato io il comandante di quel volo - se avrei accettato di dirottare su uno scalo più lontano della mia destinazione, quando c'è la possibilità di avere una bomba a bordo...
 

Farfallina

Utente Registrato
23 Marzo 2009
14,644
154
Purtroppo l'UE è una barzelletta e continua a cedere alle continue provocazioni del regime di Putin e dei suoi stati satellite.
Ma in fondo gli investimenti russi e il gas russo fanno comodo e quindi bannare Russia e stati satellite con un vero embargo duro non è una opzione.
 

belumosi

Socio AIAC
Utente Registrato
10 Dicembre 2007
13,641
563
Purtroppo l'UE è una barzelletta e continua a cedere alle continue provocazioni del regime di Putin e dei suoi stati satellite.
Ma in fondo gli investimenti russi e il gas russo fanno comodo e quindi bannare Russia e stati satellite con un vero embargo duro non è una opzione.
Probabilmente questa mossa serve proprio a testare le reazioni dei vari stati di fronte ad una così grave provocazione.
Il giornalista arrestato non aveva un peso tale da giustificare una forzatura del genere.
E qualora fosse stato realmente un pericolo, credo che a Minsk disponessero di mezzi più sofisticati del dirottamento di un aereo di linea per neutralizzarlo.
 
  • Like
Reactions: B77W and OneShot

Farfallina

Utente Registrato
23 Marzo 2009
14,644
154
Probabilmente questa mossa serve proprio a testare le reazioni dei vari stati di fronte ad una così grave provocazione.
Il giornalista arrestato non aveva un peso tale da giustificare una forzatura del genere.
E qualora fosse stato realmente un pericolo, credo che a Minsk disponessero di mezzi più sofisticati del dirottamento di un aereo di linea per neutralizzarlo.
Concordo. Un precedente fu il dirottamente da parte dell'US Navy a Sigonella dell'aereo dei terroristi dell'Achille Lauro.
 
  • Like
Reactions: belumosi

OneShot

Utente Registrato
31 Dicembre 2015
2,381
423
Paris
a quanto pare con il caccia bielorusso davanti il comandante non aveva molta scelta
Esatto: ha semplicemente applicato quelle che sono le consegne di intercettamento da parte di un velivolo militare delle forze armate del territorio che stai sorvolando.
Faresti la stessa cosa se, mentre guidi la tua Mercedes in autostrada, rispettando tutti i limiti e il codice della strada, ti si affianca una moto della stradale, accende il lampeggiante e ti fa cenno di accostare.
 

belumosi

Socio AIAC
Utente Registrato
10 Dicembre 2007
13,641
563
Concordo. Un precedente fu il dirottamente da parte dell'US Navy a Sigonella dell'aereo dei terroristi dell'Achille Lauro.
Fu un grave errore anche quello. Ma se non altro gli obiettivi erano realmente terroristi e non giornalisti.
 

Fewwy

Utente Registrato
19 Agosto 2014
696
44
Torino
a quanto pare con il caccia bielorusso davanti il comandante non aveva molta scelta
Esatto: ha semplicemente applicato quelle che sono le consegne di intercettamento da parte di un velivolo militare delle forze armate del territorio che stai sorvolando.
Faresti la stessa cosa se, mentre guidi la tua Mercedes in autostrada, rispettando tutti i limiti e il codice della strada, ti si affianca una moto della stradale, accende il lampeggiante e ti fa cenno di accostare.
Secondo me il fattore "bomba a bordo" è dirimente.

Se vengo intercettato e mi si chiede di fare una cosa (esempio del Mercedes in autostrada), la faccio.

Se mi si dice che potrebbe esserci una bomba a bordo, a questo punto direi che è una situazione di emergenza e l'autorità del PIC è assoluta, o sbaglio?
Allora resta da capire per quale motivo uno vorrebbe prolungare anche solo di mezzo secondo la sua permanenza in volo: io avrei i brividi lungo la schiena fino a quando non poggio le ruote a terra (tipo la sensazione che provo ogni volta che sono in riserva con la macchina e spero di arrivare quanto prima dal benzinaio: non mi sognerei mai di allungare la strada).
Per non parlare del fatto che a Minsk Ryanair non è di casa e non ha alcun tipo di appoggio.
 

nicolap

Amministratore AC
Staff Forum
10 Novembre 2005
28,720
306
Roma
Concordo. Un precedente fu il dirottamente da parte dell'US Navy a Sigonella dell'aereo dei terroristi dell'Achille Lauro.
Contesti totalmente differenti.
Sigonella fu un'operazione gestita contro gente su cui pendeva un mandato di cattura internazionale, operata su una base italiana dove c'è una NAS USA e nell'ambito di una modalità di gestione delle operazioni che fa parte degli accordi assunti da ogni paese della NATO.
 

Giofumagalli

Utente Registrato
19 Febbraio 2017
452
224
Secondo me il fattore "bomba a bordo" è dirimente.

Se vengo intercettato e mi si chiede di fare una cosa (esempio del Mercedes in autostrada), la faccio.

Se mi si dice che potrebbe esserci una bomba a bordo, a questo punto direi che è una situazione di emergenza e l'autorità del PIC è assoluta, o sbaglio?
Allora resta da capire per quale motivo uno vorrebbe prolungare anche solo di mezzo secondo la sua permanenza in volo: io avrei i brividi lungo la schiena fino a quando non poggio le ruote a terra (tipo la sensazione che provo ogni volta che sono in riserva con la macchina e spero di arrivare quanto prima dal benzinaio: non mi sognerei mai di allungare la strada).
Per non parlare del fatto che a Minsk Ryanair non è di casa e non ha alcun tipo di appoggio.
Il comandante del volo ha applicato alla lettera le procedure previste per queste circostanze ;-)
 

belumosi

Socio AIAC
Utente Registrato
10 Dicembre 2007
13,641
563
Un aspetto di cui tener conto è anche la sovranità di uno stato sui propri cieli.
A prescindere dalla motivazione più o meno giustificata, a livello prettamente legale l'autorità di uno stato può imporre l'atterraggio ad un aereo civile straniero in transito?
 

nicolap

Amministratore AC
Staff Forum
10 Novembre 2005
28,720
306
Roma
Un aspetto di cui tener conto è anche la sovranità di uno stato sui propri cieli.
A prescindere dalla motivazione più o meno giustificata, a livello prettamente legale l'autorità di uno stato può imporre l'atterraggio ad un aereo civile straniero in transito?
è proprio la motivazione l'elemento dirimente.
in questo caso hanno violato ogni norma a mio avviso. strano, perchè è una così bella democrazia la Bielorussia.
 

Charter2017

Utente Registrato
3 Agosto 2017
952
434
Da www.corriere.it, sembra proprio una operazione di spionaggio/rapimento in piena regola.

Il Boeing 737 — registrato con marche di Buzz, la divisione polacca del gruppo Ryanair — è decollato dall’aeroporto di Atene per operare il volo FR4978 con destinazione Vilnius. Una volta sopra la Bielorussia e a pochi chilometri dal confine con la Lituania l’aereo ha virato a destra per atterrare a Minsk, stando a quando si vede dai tracciati delle piattaforme che seguono i voli in tutto il mondo. «Condanniamo fermamente qualsiasi interferenza o richieste per l’atterraggio di voli civili che non siano coerenti con le norme del diritto internazionale», sostiene la Iata, la principale associazione internazionale delle aviolinee. «I dettagli del volo FR4978 non sono chiari per questo è necessaria un’indagine completa da parte delle autorità internazionali competenti».

Secondo Tadeusz Giczan, direttore di Nexta, «agenti del Kgb (il servizio segreto bielorusso, ndr) sono saliti ad Atene assieme a Protasevich (che ha notato persone che scattavano foto a lui al gate d’imbarco). Quando poi l’aereo è entrato nello spazio aereo della Bielorussia gli agenti del Kgb hanno iniziato una rissa con il personale di volo di Ryanair dicendo che c’era un esplosivo a bordo. A quel punto dalla cabina è stato lanciato l’Sos (proprio pochi attimi prima di lasciare lo spazio aereo bielorusso). I Mig-29 hanno affiancato l’aereo e scortato fino a Minsk. I servizi di sicurezza sono saliti a bordo e hanno arrestato Protasevich».

«L’equipaggio del volo diretto da Atene a Vilnius stato informato di una potenziale minaccia alla sicurezza a bordo dai controllori del traffico aereo bielorussi che hanno dato l’ordine di dirottare verso l’aeroporto più vicino, Minsk», spiega la low cost in una nota inviata al Corriere. «L’aereo è atterrato in sicurezza e i passeggeri sono stati fatti sbarcare per consentire i controlli di sicurezza delle autorità locali». A bordo «non è stato trovato nulla e le autorità hanno autorizzato l’aereo a ripartire con i passeggeri e il personale dopo circa cinque ore», prosegue Ryanair. Il Boeing riparte alle 18 (ora italiana) mentre la low cost «ha notificato alle agenzie europee e nazionali di sicurezza» quanto accaduto a bordo. Ryanair «si scusa con i passeggeri per questo spiacevole ritardo fuori dal controllo della compagnia». Nessuna menzione sul passeggero arrestato. Il volo poi è decollato alle 19.47 ora italiana.
 
  • Like
Reactions: Qantaslink

Giofumagalli

Utente Registrato
19 Febbraio 2017
452
224
Un aspetto di cui tener conto è anche la sovranità di uno stato sui propri cieli.
A prescindere dalla motivazione più o meno giustificata, a livello prettamente legale l'autorità di uno stato può imporre l'atterraggio ad un aereo civile straniero in transito?
Se l’aereo rappresenta una comprovata minaccia per la sicurezza nazionale sì. Ovviamente non era questo il caso.
 
  • Like
Reactions: belumosi

Charter2017

Utente Registrato
3 Agosto 2017
952
434
Un aspetto di cui tener conto è anche la sovranità di uno stato sui propri cieli.
A prescindere dalla motivazione più o meno giustificata, a livello prettamente legale l'autorità di uno stato può imporre l'atterraggio ad un aereo civile straniero in transito?
Se la ricostruzione che fa il corriere.it è vera, degli agenti segreti Bielorussi si sono imbarcati ad Atene per seguire il giornalista per poi, su suolo Bielorusso, scatenare una finta rissa a proposito di una fantomatica bomba a bordo. A quel punto SOS dei piloti. Ma, di fronte a due Mig-29 che ti stanno puntando, cosa fai? Non atterri continuando per la tua rotta confidando sul fatto che Lukashenko non ordini di buttarti giù per uccidere un oppositore?
Comunque questo episodio crea un drammatico e pericoloso precedente: ora qualunque paese voglia catturare un personaggio scomodo fa alzare in volo due caccia per far atterrare con la forza l'aereo sul quale viaggia.
 

nicolap

Amministratore AC
Staff Forum
10 Novembre 2005
28,720
306
Roma
Comunque questo episodio crea un drammatico e pericoloso precedente: ora qualunque paese voglia catturare un personaggio scomodo fa alzare in volo due caccia per far atterrare con la forza l'aereo sul quale viaggia.
Ma quale precedente? Mica sono tutti come la Bielorussia a 'sto mondo.