Programma Millemiglia edizione 2018


Stato
Discussione chiusa ad ulteriori risposte.

EdoC

Utente Registrato
7 Giugno 2015
2,013
56
Sarebbe anche da differenziare meglio il servizio tra ULS, CFA e FAP, evitando di far trovare salette piene come la Kasbah di Tunisi.
Esatto, tra un CFA è un CFP la differenza è praticamente nulla (se non per i voucher che non sono mai riuscito ad utilizzare).
Credo che ora con L' aumento delle miglia necessarie per ottenere i biglietti premio e la minor generosità nell' accumulo aumenterà la disponibilità di posti in J e la diminuzione dei FF Premium.
E spero che finiranno anche i bonus miglia con i partner come Avis e/o Maggiore che hanno regalato miglia a persone che non volano.
 

AlicorporateUK

Utente Registrato
9 Marzo 2009
2,682
148
London/Sarajevo
Sarebbe anche da differenziare meglio il servizio tra ULS, CFA e FAP, evitando di far trovare salette piene come la Kasbah di Tunisi.
In tema di salette, se poi magari decidessero una volta per tutte di fare 'na passata di ruspa sulla ex Borromini e costruire una lounge degna di tale nome in quello che è l'hub della compagnia... Sempre più angusta e trafficata (anche per via dell'accordo con Lufthansa & partners, che consente l'accesso ai FF di M&M), l'altro giorno c'era la fila per i bagni, con una delle addette alla pulizia che invitava ad utilizzare il bagno per i disabili (N'ce sta 'a chiave ma nun te preoccupà, me ce metto io davanti 'a porta così n'entra nessuno).

G
 

Farfallina

Utente Registrato
23 Marzo 2009
14,982
301
Non ho mai sentito nessuno lamentarsi perchè vuole il peggioramento di un programma FF... :D
Dai Cesare, fa parte del profilo degli utenti, chi accumula 2-300.000 miglia all'anno come alcuni sul forum hanno tutto l'interesse a questo aumento che gli permetterà di prenotarsi la J premio quando vogliono per la vacanza annuale, dall'altro punto di vista che non trovi molto rappresentato sul forum AZ perderà una fetta di FF con accumuli minori che magari ora si orientavano su AZ magari per raggiungere lo status e utilizzare la saletta o per farsi il volo annuale per le ferie magari accoppiato ad Amex. Sono scelte, i programmi FF andranno sempre più ad rappresentare nulla per la maggioranza dei pax che si orienteranno a quel punto sempre più sul prezzo al quale le compagnie risponderanno cercando di limitare il più possibile servizio e concorrenza andando a consolidarsi in fusioni o JV, un po' come è già avvenuto negli USA post fase di concorrenza feroce post deregulation.
Riguardo a MM la svolta super peggiorativa a convenienza è anche dovuta probabilmente alla proprietà per la maggioranza di EY che vedrà MM come un mezzo per cercare di fare utili e non un servizio aggiuntivo di marketing come nel caso fosse di proprietà di AZ. In ogni caso se andasse avanti la proposta LH Millemiglia è destinato a sparire per lasciare spazio a Miles & More che è dello stesso tenore del nuovo MM.

Il netto aumento riguardo alle miglia spese farà molto male ai partner invece che vedranno notevolmente ridursi l'attrattiva rappresentata dalla partnership, Amex in particolare che è in esclusiva con AZ, gli altri interessanti hanno una molteplicità di partnership invece.
 

bobvce

Utente Registrato
1 Marzo 2017
5
0
Intervengo per la prima volta scusandomi per la banalità dell'osservazione ma dal nuovo regolamento risulta che il programma non ha più durata triennale (come è sempre stato) e terminerà il 31 dicembre di quest'anno così che le miglia accumulate potranno essere spese solo entro il successivo 31 gennaio.
Per contro lo stesso regolamento prevede che "L’iscrizione ai Club Ulisse, Freccia Alata e Freccia Alata Plus sarà valida fino al 31 Marzo del secondo anno successivo all’anno in cui sono state accumulate le Miglia Qualificanti" sottintendendo, neanche tanto implicitamente, la sua proroga (magari attraverso il riconoscimento degli status equivalenti del programma M&M).
Il che mi pare una discreta contraddizione o, più probabilmente, la mancanza di prospettive certe sul futuro. Che ne pensate?
 

roma783

Utente Registrato
21 Ottobre 2013
111
3
Il club millemiglia è il club delle milleproroghe.
Pensa alla tabella premio standard è da ottobre 2016 che viene rinnovata da 1 a 3 mesi alla volta.
Io capisco il clima di incertezza ma questo modo di operare non permette previsioni per chi come me ha un basso numero di miglia l'anno intorno ai 30.000.
Io avvolte potrei incrementare il numero di miglia con i partner ma non li converto per timore che la conversione sia inutile perché la tabelle possono cambiare.

Ritorno invece sul tema Amex oro a me dall'estratto conto di Dicembre non mi hanno ancora accreditato le miglia qualificanti quelli per acquisti su biglietteria Alitalia. Ho visto che il problema è comunque anche ad altri a voi è stato risolto?
 

Farfallina

Utente Registrato
23 Marzo 2009
14,982
301
Il club millemiglia è il club delle milleproroghe.
Pensa alla tabella premio standard è da ottobre 2016 che viene rinnovata da 1 a 3 mesi alla volta.
Io capisco il clima di incertezza ma questo modo di operare non permette previsioni per chi come me ha un basso numero di miglia l'anno intorno ai 30.000.
Io avvolte potrei incrementare il numero di miglia con i partner ma non li converto per timore che la conversione sia inutile perché la tabelle possono cambiare.

Ritorno invece sul tema Amex oro a me dall'estratto conto di Dicembre non mi hanno ancora accreditato le miglia qualificanti quelli per acquisti su biglietteria Alitalia. Ho visto che il problema è comunque anche ad altri a voi è stato risolto?
In previsione di una cessione sfruttando il vantaggio della legge italiana che prevede che i programmi fedeltà debbano essere a scadenza è normale che utilizzino tempistiche brevi per poter poi migrare facilmente.
La scadenza era una delle cose che EY aveva modificato con progetto di passaggio delle miglia automatico al nuovo programma senza bisogno di voli ecc.

Comunque a mio parere quella che avrà maggiori ripercussioni negative dalla modifica al programma è AMEX, in ogni caso se AZ finirà a LH la sorte di Millemiglia è quasi sicuramente segnata...
 

s4lv0z

Utente Registrato
11 Dicembre 2017
425
30
In previsione di una cessione sfruttando il vantaggio della legge italiana che prevede che i programmi fedeltà debbano essere a scadenza è normale che utilizzino tempistiche brevi per poter poi migrare facilmente.
La scadenza era una delle cose che EY aveva modificato con progetto di passaggio delle miglia automatico al nuovo programma senza bisogno di voli ecc.

Comunque a mio parere quella che avrà maggiori ripercussioni negative dalla modifica al programma è AMEX, in ogni caso se AZ finirà a LH la sorte di Millemiglia è quasi sicuramente segnata...
A parte il fatto che la legge italiana dovrebbe cominciare a capire la differenza tra una compagnia aerea e un supermercato sotto casa ritengo che Alitalia ne approfitta un po' troppo... tra l'altro stavolta ci rimettiamo anche il rollover delle miglia qualificanti... rendere penalizzante il passaggio non credo sia un obbligo di legge.

Inviato dal mio ASUS_Z00AD utilizzando Tapatalk
 

Farfallina

Utente Registrato
23 Marzo 2009
14,982
301
A parte il fatto che la legge italiana dovrebbe cominciare a capire la differenza tra una compagnia aerea e un supermercato sotto casa ritengo che Alitalia ne approfitta un po' troppo... tra l'altro stavolta ci rimettiamo anche il rollover delle miglia qualificanti... rendere penalizzante il passaggio non credo sia un obbligo di legge.

Inviato dal mio ASUS_Z00AD utilizzando Tapatalk
Cosa cambia fra un supermercato e una compagnia aerea riguardo a una raccolta punti fedeltà? Probabilmente la legge italiana non ha senso, ce ne fosse solo una senza senso saremmo fortunati, è palese a tutti che i commissari ci hanno marciato un bel po' sulla fine del programma per introdurre un forte peggioramento nella convenienza andando a seguire l'esempio delle varie major europee che erano tutte meno convenienti di AZ sia nell'accumulo che nella spesa.

Come già detto sono scelte di marketing che hanno un probabile effetto positivo sui conti visto dove stanno andando un po' tutte le varie major, è evidente che a parte i super accumulatori di miglia la cosa non faccia piacere, sapevamo comunque che sarebbe stata una svolta inevitabile.
 

bobvce

Utente Registrato
1 Marzo 2017
5
0
Che un programma debba avere una scadenza è indubbio ma questa deve essere congrua. Farlo durare solo un anno è privo di ogni senso dato che il (ri)conseguimento degli status ulisse, freccia alata ecc. è del tutto privo di effetto.
Sembra più una gestione del programma ad esaurimento ma questo comporta anche un forte disincentivo a volare con AZ e ciò credo valga sia per grandi (e meno numerosi) frequent flyer che per quelli modesti, che sono poi la più grande massa.
 

Farfallina

Utente Registrato
23 Marzo 2009
14,982
301
Che un programma debba avere una scadenza è indubbio ma questa deve essere congrua. Farlo durare solo un anno è privo di ogni senso dato che il (ri)conseguimento degli status ulisse, freccia alata ecc. è del tutto privo di effetto.
Sembra più una gestione del programma ad esaurimento ma questo comporta anche un forte disincentivo a volare con AZ e ciò credo valga sia per grandi (e meno numerosi) frequent flyer che per quelli modesti, che sono poi la più grande massa.
Guarda che gli status non scadono con il programma se ho capito bene quello che vuoi dire.
 

s4lv0z

Utente Registrato
11 Dicembre 2017
425
30
Cosa cambia fra un supermercato e una compagnia aerea riguardo a una raccolta punti fedeltà? Probabilmente la legge italiana non ha senso, ce ne fosse solo una senza senso saremmo fortunati, è palese a tutti che i commissari ci hanno marciato un bel po' sulla fine del programma per introdurre un forte peggioramento nella convenienza andando a seguire l'esempio delle varie major europee che erano tutte meno convenienti di AZ sia nell'accumulo che nella spesa.

Come già detto sono scelte di marketing che hanno un probabile effetto positivo sui conti visto dove stanno andando un po' tutte le varie major, è evidente che a parte i super accumulatori di miglia la cosa non faccia piacere, sapevamo comunque che sarebbe stata una svolta inevitabile.
Concordo pienamente che una svolta per razionalizzare le criticità di MM era necessaria è che andava pagata dai clienti, però ci vorrà tempo per capire cosa cambia realmente e naturalmente per lamentarci un po'... Riguardo invece alla "provocazione" del confronto del supermercato credo che delle differenze ci siano. Per me, pur non essendo io un FF estremo, Alitalia è un fornitore. Status, lounge, varchi prioritari ecc... sono strumenti per ottimizzare i tempi nei viaggi di lavoro. Pretendere un po' di stabilità e razionalità da un fornitore che fattura cifre importanti (importanti per me ovviamente) mi sembra corretto. Per me è un ambito diverso dalla fornitura del supermercato dove il programma di fidelizzazione non sono mai riuscito a vederlo come un fattore fondamentale.

Inviato dal mio ASUS_Z00AD utilizzando Tapatalk
 

Dancrane

Amministratore AC
Staff Forum
10 Febbraio 2008
17,458
1,107
Milano
@ farfallina
Credo si riferisca più al fatto che il programma 2018 scade a dicembre. In passato aveva durata triennale (poi sistematicamente allungata a cinque anni, secondo le prescrizioni di legge).
Resta il fatto che, buon ultima, AZ si è adeguata a quello che fanno un po' tutti, legando l'accumulo delle miglia al corrispettivo pagato per i biglietti, ed innalzando le miglia necessarie al riscatto dei biglietti premio di maggior valore.
Il tutto si tradurrà con un prevedibile drastico calo degli status più elevati, come accaduto per le altre compagnie. Più che incazzarsi, a mio modesto avviso, si dovrebbe ringraziare per avere goduto di tanti benefici in tutti questi anni (personalmente non mi considero un frequent flyer, ma in 6 anni ho riscattato 4 voli in Magnifica e due companion Amex, volando tutto sommato poco con AZ).
 

s4lv0z

Utente Registrato
11 Dicembre 2017
425
30
@ farfallina
Credo si riferisca più al fatto che il programma 2018 scade a dicembre. In passato aveva durata triennale (poi sistematicamente allungata a cinque anni, secondo le prescrizioni di legge).
Resta il fatto che, buon ultima, AZ si è adeguata a quello che fanno un po' tutti, legando l'accumulo delle miglia al corrispettivo pagato per i biglietti, ed innalzando le miglia necessarie al riscatto dei biglietti premio di maggior valore.
Il tutto si tradurrà con un prevedibile drastico calo degli status più elevati, come accaduto per le altre compagnie. Più che incazzarsi, a mio modesto avviso, si dovrebbe ringraziare per avere goduto di tanti benefici in tutti questi anni (personalmente non mi considero un frequent flyer, ma in 6 anni ho riscattato 4 voli in Magnifica e due companion Amex, volando tutto sommato poco con AZ).
Anche prima le miglia volate erano soggette ad un fattore di moltiplicazione che per le tariffe più economiche era credo del 25% mentre arrivava anche al 200% già in Y+. Hanno modificato il criterio ma alla fine nel complesso non cambia tantissimo sull'accumulo. Sulle soglie di spesa effettivamente cambia parecchio. Magari però era necessario viste le difficoltà a riscattare i biglietti anche con 11 mesi di anticipo. Altra criticità fastidiosa sta nel trovare i biglietti premio in Y a costi simili a quelli delle tariffe più basse regolarmente in vendita. Questo ha innescato la caccia disperata alla J.

Inviato dal mio ASUS_Z00AD utilizzando Tapatalk
 

Dancrane

Amministratore AC
Staff Forum
10 Febbraio 2008
17,458
1,107
Milano
Anche prima le miglia volate erano soggette ad un fattore di moltiplicazione che per le tariffe più economiche era credo del 25% mentre arrivava anche al 200% già in Y+. Hanno modificato il criterio ma alla fine nel complesso non cambia tantissimo sull'accumulo. Sulle soglie di spesa effettivamente cambia parecchio. Magari però era necessario viste le difficoltà a riscattare i biglietti anche con 11 mesi di anticipo. Altra criticità fastidiosa sta nel trovare i biglietti premio in Y a costi simili a quelli delle tariffe più basse regolarmente in vendita. Questo ha innescato la caccia disperata alla J.

Inviato dal mio ASUS_Z00AD utilizzando Tapatalk
Il problema non era l'accumulo della Y tirata dietro, ma quello della J.
Ti faccio un esempio: un Milano/Buenos Aires con partenza il 19/1 e rientro il 23/1 costa (sito AZ) 1.800€ in J scontata, almeno 4.000 in flex. Entrambi, oggi, fanno guadagnare circa 45.000 miglia qualificanti, e se paghi con Amex Gold AZ se ne aggiungono altre 5.400. In pratica, indipendentemente dalla tua spesa, sei CFA per il 2018 e pure per il 2019 (e ti sei guadagnato pure un bel biglietto premio, seppure in Y, per gli USA). Il tutto spendendo una fesseria. Per darti un termine di paragone, con BA non ti bastano due A/R su EZE per diventare Silver, salvo partire da aeroporto secondario e fare scalo a LHR. E spendendo, anche con la tariffa scontata, ben piú dei 1.800€ coi quali diventi CFA AZ.
Il nuovo programma evita queste storture, abbassando molto le miglia per la J scontata ed alzando le soglie di riscatto del premio. Possiamo dire quel che vogliamo, ma ci si deve rendere conto che con l'abbassamento drastico delle tariffe certi benefici inevitabilmente non sono piú sostenibili per una compagnia, a maggior ragione se la compagnia in questione é AZ con i suoi bei bilanci, e se i CFA sono qualche milionata.
 

kenadams

Moderatore
13 Agosto 2007
9,512
93
Per quanto mi riguarda, in un programma FF serio i biglietti premio possono farli pagare anche un triliardo di miglia, non me ne frega niente degli aumenti vari o similari, a condizione però di poter trovare posto praticamente sempre, pure domani mattina se mi va.

Questo fa BA con gli Avios e questo dovrebbe fare Alitalia.

I giochini del menga di dover supplicare l'operatore scazzato di turno del call center perché si sbatta a cercarti posti in J 12 mesi prima è ridicolo e ha ampiamente stufato.
Standing ovation.

Inoltre, sempre IMHO, l'attuale soglia del CFP dovrebbe essere spostata da 80,000 a minimo 120,000 miglia.

Qualcuno legga e provveda, grazie.
Humble una sega.
 

AlicorporateUK

Utente Registrato
9 Marzo 2009
2,682
148
London/Sarajevo
ci si deve rendere conto che con l'abbassamento drastico delle tariffe certi benefici inevitabilmente non sono piú sostenibili per una compagnia, a maggior ragione se la compagnia in questione é AZ con i suoi bei bilanci, e se i CFA sono qualche milionata.
Quoto - e le recenti modifiche al programma di Air France/KLM ne sono la riprova. Cito Flying Blue come esempio visto che era uno di quei programmi in cui guadagnare status era letteralmente una passeggiata (un numero esiguo di voli A/R via hub et voilà), con conseguente delirio di Elite Plus ed affollamento nelle salette, vedi lo scempio delle Crown Lounges a Schiphol ma anche al 2F a Parigi.

G
 

Giobbel

Utente Registrato
16 Settembre 2013
239
0
Lecce
Dai Cesare, fa parte del profilo degli utenti, chi accumula 2-300.000 miglia all'anno come alcuni sul forum hanno tutto l'interesse a questo aumento che gli permetterà di prenotarsi la J premio quando vogliono per la vacanza annuale, dall'altro punto di vista che non trovi molto rappresentato sul forum AZ perderà una fetta di FF con accumuli minori che magari ora si orientavano su AZ magari per raggiungere lo status e utilizzare la saletta o per farsi il volo annuale per le ferie magari accoppiato ad Amex. Sono scelte, i programmi FF andranno sempre più ad rappresentare nulla per la maggioranza dei pax che si orienteranno a quel punto sempre più sul prezzo al quale le compagnie risponderanno cercando di limitare il più possibile servizio e concorrenza andando a consolidarsi in fusioni o JV, un po' come è già avvenuto negli USA post fase di concorrenza feroce post deregulation.
Riguardo a MM la svolta super peggiorativa a convenienza è anche dovuta probabilmente alla proprietà per la maggioranza di EY che vedrà MM come un mezzo per cercare di fare utili e non un servizio aggiuntivo di marketing come nel caso fosse di proprietà di AZ. In ogni caso se andasse avanti la proposta LH Millemiglia è destinato a sparire per lasciare spazio a Miles & More che è dello stesso tenore del nuovo MM.

Il netto aumento riguardo alle miglia spese farà molto male ai partner invece che vedranno notevolmente ridursi l'attrattiva rappresentata dalla partnership, Amex in particolare che è in esclusiva con AZ, gli altri interessanti hanno una molteplicità di partnership invece.
Riprendo quanto detto da Farfallina per aggiungere poche cose.
Dal punto di vista dei super frequent flyer, con 100-200 voli l'anno (magari rimborsati dal datore di lavoro o da sponsor), molti in classi J/F, cambia relativamente poco. Innalzare le soglie per l'accesso ai club (come auspicato, anche se non realizzato dall'attuale programma) rende questi ultimi più esclusivi, in grado quindi di offrire servizi più efficienti e di miglior qualità (call center, lounge, varchi). I consumatori alto-spendenti sono sicuramente i più preziosi per la compagnia, meritano un trattamento di riguardo e sono giustamente contesi dalle varie compagnie/alleanze; sono gli stessi che comprano tariffe più alte, le più profittevoli per la compagnia. Ma, quantitativamente, quanti sono? Quanto incidono sul bilancio della compagnia? Non ho competenze in materia, ma parlo da utente medio di AZ, 50-60 voli l'anno con loro; sono ciclicamente Ulisse-CFA. Volando da Roma, avrei la possibilità di scegliere Ryan sul nazionale o altre LC o major sull'internazionale o intercontinentale; anche per i miei 3/4 voli intercontinentali in Y+/J scelgo az(dove possibile). La mia è -nel 90% dei casi- una scelta anti-economica, che decido di fare proprio in virtù di un, seppur parco, riconoscimento della mia fedeltà; riconoscimento che si traduce in quei servizi (priorità, call center) che trovo utili e per cui accordo la mia preferenza ad AZ. Posso comprendere l'esigenza di innalzare le miglia richieste per riscuotere biglietti premium; ma auspicare un peggioramento delle condizioni d'accesso ai vari club, o una diminuzione dei servizi offerti, credo sia illogico e poco efficace. Quale attrattiva potrebbe esercitare su di me una compagnia che, offre spesso stessi orari, posti e pasti di uguale qualità ad una LC- ma a prezzi più alti- non mi riconosce più quei "privilegi(?)", che meglio potremmo definire servizi (già pagati da me, ogni volta che accordo la mia preferenza)? E' arci-noto che oramai la clientela è estremamente price-sensitive; come molti ripetono, c'è chi è disposto a fare FCO-IST-JFK per risparmiare 1euro; so che il mio discorso è di nicchia, così come le motivazioni da me sostenute. Ma credo che, proprio per questo motivo, tale nicchia andrebbe ancora riconosciuta e gratificata.

IMHO
 

solcarglobal

Utente Registrato
14 Aprile 2016
56
2
Milan
Riprendo quanto detto da Farfallina per aggiungere poche cose.
Dal punto di vista dei super frequent flyer, con 100-200 voli l'anno (magari rimborsati dal datore di lavoro o da sponsor), molti in classi J/F, cambia relativamente poco. Innalzare le soglie per l'accesso ai club (come auspicato, anche se non realizzato dall'attuale programma) rende questi ultimi più esclusivi, in grado quindi di offrire servizi più efficienti e di miglior qualità (call center, lounge, varchi). I consumatori alto-spendenti sono sicuramente i più preziosi per la compagnia, meritano un trattamento di riguardo e sono giustamente contesi dalle varie compagnie/alleanze; sono gli stessi che comprano tariffe più alte, le più profittevoli per la compagnia. Ma, quantitativamente, quanti sono? Quanto incidono sul bilancio della compagnia? Non ho competenze in materia, ma parlo da utente medio di AZ, 50-60 voli l'anno con loro; sono ciclicamente Ulisse-CFA. Volando da Roma, avrei la possibilità di scegliere Ryan sul nazionale o altre LC o major sull'internazionale o intercontinentale; anche per i miei 3/4 voli intercontinentali in Y+/J scelgo az(dove possibile). La mia è -nel 90% dei casi- una scelta anti-economica, che decido di fare proprio in virtù di un, seppur parco, riconoscimento della mia fedeltà; riconoscimento che si traduce in quei servizi (priorità, call center) che trovo utili e per cui accordo la mia preferenza ad AZ. Posso comprendere l'esigenza di innalzare le miglia richieste per riscuotere biglietti premium; ma auspicare un peggioramento delle condizioni d'accesso ai vari club, o una diminuzione dei servizi offerti, credo sia illogico e poco efficace. Quale attrattiva potrebbe esercitare su di me una compagnia che, offre spesso stessi orari, posti e pasti di uguale qualità ad una LC- ma a prezzi più alti- non mi riconosce più quei "privilegi(?)", che meglio potremmo definire servizi (già pagati da me, ogni volta che accordo la mia preferenza)? E' arci-noto che oramai la clientela è estremamente price-sensitive; come molti ripetono, c'è chi è disposto a fare FCO-IST-JFK per risparmiare 1euro; so che il mio discorso è di nicchia, così come le motivazioni da me sostenute. Ma credo che, proprio per questo motivo, tale nicchia andrebbe ancora riconosciuta e gratificata.

IMHO
Non posso non quotare!
 

s4lv0z

Utente Registrato
11 Dicembre 2017
425
30
Il problema non era l'accumulo della Y tirata dietro, ma quello della J.
Ti faccio un esempio: un Milano/Buenos Aires con partenza il 19/1 e rientro il 23/1 costa (sito AZ) 1.800€ in J scontata, almeno 4.000 in flex. Entrambi, oggi, fanno guadagnare circa 45.000 miglia qualificanti, e se paghi con Amex Gold AZ se ne aggiungono altre 5.400. In pratica, indipendentemente dalla tua spesa, sei CFA per il 2018 e pure per il 2019 (e ti sei guadagnato pure un bel biglietto premio, seppure in Y, per gli USA). Il tutto spendendo una fesseria. Per darti un termine di paragone, con BA non ti bastano due A/R su EZE per diventare Silver, salvo partire da aeroporto secondario e fare scalo a LHR. E spendendo, anche con la tariffa scontata, ben piú dei 1.800€ coi quali diventi CFA AZ.
Il nuovo programma evita queste storture, abbassando molto le miglia per la J scontata ed alzando le soglie di riscatto del premio. Possiamo dire quel che vogliamo, ma ci si deve rendere conto che con l'abbassamento drastico delle tariffe certi benefici inevitabilmente non sono piú sostenibili per una compagnia, a maggior ragione se la compagnia in questione é AZ con i suoi bei bilanci, e se i CFA sono qualche milionata.
Sono totalmente d'accordo sul fatto che MM era un programma eccessivamente generoso. Magari una maggiore gradualità avrebbe creato meno scompiglio... e doveva essere applicata da tempo.... ma in generale AZ non è una compagnia capace di fare le scelte giuste nei momenti giusti...

Non sono neanche convinto che le novità siano finite.. a partire dal rollover non più permesso delle miglia qualificanti

... e credimi non lo dico perché le novità mi fanno sentire fuori gioco.. anzi magari riuscirò finalmente a spendere le 500k miglia (tra MM e MR) che ho accumulato visto che odio prendere biglietti per viaggi da fare tra un anno e magari senza poter neanche scegliere la destinazione... Anche sullo status non hai torto... troppo facile.. (e anche in futuro non la vedo complicata per chi vola un minimo.. sopratutto con una Amex platino AZ in tasca lo puoi raggiungere senza volare)

però concedimi una considerazione... chi acquisisce lo status con un solo volo di lungo raggio e poi non vola più con AZ non affolla le lounges... e comunque se hai un biglietto in J hai già tutti i privilegi anche senza status. Non frequento molto le lounges AZ in Italia ma passo spesso in quella al JFK... e ad affollarla credo siano sopratutto passeggeri di altre compagnie.
Anche le Centurion sono affollate, per non parlare degli Sky club di Delta... intendo dire che la questione non è semplice... Sui voli nazionali (non in Italia) senza connessioni Sky team internazionali poi lo status CFP mi serve a poco... uso molto più amex e priority pass...

Alzare un po' i requisiti era dovuto... vedremo se lo hanno fatto nella misura giusta.

Nessuno scappera' da MM... per un residente in Italia nessun programma è tuttora più conveniente.

Sul calo di tariffe hai preso un tasto dolente... dovendo spesso partire senza preavviso ... ho pagato troppo spesso dei voli ar nazionali a più di 500 euro per essere d'accordo... più che di calo parlerei di caos tariffario...

Scusa se ho divagato forse troppo dal punto iniziale.
 
Ultima modifica:
Stato
Discussione chiusa ad ulteriori risposte.