PILATUS: novità da Stans/Buochs


mo-mo

Bannato
17 Marzo 2011
801
2
78
Ieri, a Portsmouth nel New Hampshire, è stato consegnato il 1'200° PC-12, tipo di apparecchio che aveva fatto il 1° volo il 31.5.91 ed entrato in servizio nel 94. La compagnia acquirente è la "PlaneSense" che dovrebbe essere, con 49 esemplari in servizio, il maggiore utilizzatore di questo modello. L'aereo, versione NG, è immatricolato: N112AF.

www.planesense.com
 
Ultima modifica:

mo-mo

Bannato
17 Marzo 2011
801
2
78
Prima "intenzione d'acquisto" per il PC-24: è stata firmata ieri a Dubai dalla compagnia di Abu Dhabi "Falcon Aviation Service". Prossimi grossi clienti potrebbero essere: la società statunitense "Plane Sense" che ha in servizio una cinquantina di PC-12 e il RFDS australiano (Royal Flying Doctor Service). Conferme durante l'EBACE di Ginevra nel maggio 2014.
 

jtstream

Socio AIAC
Utente Registrato
9 Novembre 2005
9,199
2
.
Molto interessante, andrò a Ginevra per l'EBACE sperando di assistere in diretta alle conferme.
 

TW 843

Senior Member
6 Novembre 2005
32,806
785
48
Azionista LibertyLines
Proprio ieri ero al bar dell'ATA (il terminal degli aerei executive di Linate, nda) e chiaccherando con gli avventori presenti ho saputo che ci sono anche operatori italiani del settore interessati al PC-24.
Purtroppo il recente diffuso e sgradevole sentimento antisvizzero che regna da queste parti, e del quale è stata anche messa al corrente la nostra ambasciata a Berna, non permette per ora di fare previsioni sull'effettiva possibilità che queste vendite vadano in porto.
 

Veolia

Utente Registrato
10 Settembre 2006
4,745
0
Proprio ieri ero al bar dell'ATA (il terminal degli aerei executive di Linate, nda) e chiaccherando con gli avventori presenti ho saputo che ci sono anche operatori italiani del settore interessati al PC-24.
Purtroppo il recente diffuso e sgradevole sentimento antisvizzero che regna da queste parti, e del quale è stata anche messa al corrente la nostra ambasciata a Berna, non permette per ora di fare previsioni sull'effettiva possibilità che queste vendite vadano in porto.
e' la stessa storia del piaggio bizjet
non credo che qualche vendita in italie cambi molto le strategie commerciali di un'azienda come questa
il mercato di riferimento per il bizjet circa il 70% del mercato mondiale sono ancora gli USA
la fascia di mercato del pc-24 e' ancora in piena agonia in quei posti e non ci sono gran segnali di ripresa al momento
forse potrebbe essere meglio per una versione piu leggera, ma anche quella fascia ormai e' ben presidiata tra mustangs phenom 100 ed il bellissimo , ma non ancora di successo, honda jet
 
Ultima modifica:

UM78

Utente Registrato
Proprio ieri ero al bar dell'ATA (il terminal degli aerei executive di Linate, nda) e chiaccherando con gli avventori presenti ho saputo che ci sono anche operatori italiani del settore interessati al PC-24.
Purtroppo il recente diffuso e sgradevole sentimento antisvizzero che regna da queste parti, e del quale è stata anche messa al corrente la nostra ambasciata a Berna, non permette per ora di fare previsioni sull'effettiva possibilità che queste vendite vadano in porto.
Da Mendrisio amici un pochino "addentro all'aviazione" gradirebbero sapere se il bar lo frequenti in veste di forumista, cliente o di politico.
Se mai dovessi avere dei dubbi credo che la questione si possa risolvere con un referendum.
 

mo-mo

Bannato
17 Marzo 2011
801
2
78
www.psk.blog.24heures.ch

Grosso acquisto in vista per l' IAF: è previsto un contratto per una seconda tranche di PC-7 MkII, 106 apparecchi che, aggiunti ai 75 della prima fanno 181 in totale. Possibile la costruzione o il montaggio in India allo scopo di diminuire i costi e mantenere l'occupazione dell'industria locale.
 
Ultima modifica:

mo-mo

Bannato
17 Marzo 2011
801
2
78
Prove a terra per il primo esemplare di PC-21 destinato alla Qatari Air Force. Immatricolato QA350, l'aereo è il primo di un ordine del luglio 2012 per 24 apparecchi. Il Qatar è il 5° Paese ad aver ordinato l'addestratore avanzato di Pilatus dopo la Svizzera, Singapore, gli Emirati arabi uniti e l'Arabia saudita.

www.psk.blog.24heures.ch
 

mo-mo

Bannato
17 Marzo 2011
801
2
78
Sta avendo un successo della Madonna!
Sono 135, complessivamente, i PC-21 costruiti o ordinati: 4 aerei prototipi/preserie (uno perso in incidente), 8 per la Svizzera, 19 per Singapore, 25 per gli EAU, 55 per l'Arabia Saudita e 24 per il Qatar. Se penso alle perplessità al momento del roll-out circa il futuro di questo tipo di apparecchio direi proprio che si può invece già parlare di successo. Sicuramente la definizione di "addestratore avanzato" secondo il concetto JEPAS (passaggio diretto a un jet da combattimento) non è messa in discussione in Svizzera dove il sistema funziona benissimo. Negli altri Paesi citati il suo uso è un po' diverso. Per il futuro (media lunga scadenza) sono possibili/probabili ordini da parte di Francia, Svezia, Australia per alcune decine di apparecchi complessivamente. Poi, beh... i tempi sono cambiati e l'entità degli ordini per addestratori non sarà più la medesima di un ormai lontano passato.
 
Ultima modifica:

belumosi

Socio AIAC
Utente Registrato
10 Dicembre 2007
14,909
3,093
Sicuramente un ottimo risultato, anche perchè i clienti son tutti stati dotati di buone finanze che cercano il prodotto migliore in quel ruolo.
 

Runway

Utente Registrato
8 Novembre 2005
1,500
1
KUL, Estero.
Proprio ieri ero al bar dell'ATA (il terminal degli aerei executive di Linate, nda) e chiaccherando con gli avventori presenti ho saputo che ci sono anche operatori italiani del settore interessati al PC-24.
Dubito fortemente ve ne siano, a giudicare lo stato di salute del paese ed in generale il settore aviation italiano
 

mo-mo

Bannato
17 Marzo 2011
801
2
78
Pilatus mantiene ben sei modelli di aerei effettivamente o potenzialmente in produzione: PC-6 Turboporter, PC-7 Mk II, PC-9M, PC-12, PC-21, PC-24. Questo mix di aerei militari e civili consente al costruttore nidvaldese di mantenere un ruolo di una certa importanza nel mondo industriale svizzero e di essere concorrenziale grazie a proposte specifiche e, specialmente negli ultimi anni, a un'aggressiva politica promozionale. Dopo i grossi contratti per aerei militari dello scorso anno (Arabia saudita, Qatar e India), l'interesse è ora per il bireattore PC-24. All'EBACE di Ginevra (metà maggio) la ditta riesporrà il modello del nuovo aereo e comunicherà il nome dei primi acquirenti. Il roll-out è previsto per il 1° di agosto, cioè per la Festa nazionale..., un'altra delle trovate del presidente Oskar Schwenk...! Sul sito aziendale di Pilatus i particolari del rollout che fa parte di un piccolo air show. La partecipazione è libera e gratuita.
 
Ultima modifica:

mo-mo

Bannato
17 Marzo 2011
801
2
78
www.pilatus-aircraft.com/

Firmato oggi un accordo fra SAAB e Pilatus. I dettagli nel comunicato aziendale. Fra l'altro, in caso di acquisto di 22 Gripen da parte della Svizzera, SAAB acquisterebbe, per la Flygvapen svedese, una ventina di Pilatus PC-21. Tutto è evidentemente in relazione all'esito della votazione popolare del 18 maggio.
 

belumosi

Socio AIAC
Utente Registrato
10 Dicembre 2007
14,909
3,093
www.pilatus-aircraft.com/

Firmato oggi un accordo fra SAAB e Pilatus. I dettagli nel comunicato aziendale. Fra l'altro, in caso di acquisto di 22 Gripen da parte della Svizzera, SAAB acquisterebbe, per la Flygvapen svedese, una ventina di Pilatus PC-21. Tutto è evidentemente in relazione all'esito della votazione popolare del 18 maggio.
Per quanto sia prassi normale offrire compensazioni ad un grosso ordine, non mi stupirei se una parte degli svizzeri vedesse in questa mossa una forma di pressione per convincerli ad accettare l'acquisto dei Gripen. E non la trovasse troppo gradita...
 

mo-mo

Bannato
17 Marzo 2011
801
2
78
Per quanto sia prassi normale offrire compensazioni ad un grosso ordine, non mi stupirei se una parte degli svizzeri vedesse in questa mossa una forma di pressione per convincerli ad accettare l'acquisto dei Gripen. E non la trovasse troppo gradita...
In questo caso le compensazioni sono rese obbligatorie per legge in un rapporto di 1:1. Risulta che SAAB abbia fatto molto fatica a raccogliere compensazioni industriali per 3,1 miliardi di CHF. In questo caso appare evidentemente un mezzo di pressione in vista della votazione popolare, anche se si tratta di un accordo fra due partner assolutamente privati. Il Paese però è sbagliato: la Svizzera non è assolutamente in crisi e non vi sono grossi problemi di occupazione, probabilmente non farà un grande effetto. Certo che se l'accordo si concreterà meglio. Se vi sarà un NO popolare a medio termine la Flygvapen avrà bisogno lo stesso di una ventina di PC-21 (già scelti) e sarà lo Stato svedese (al posto di SAAB) ad acquistarli.
 

jtstream

Socio AIAC
Utente Registrato
9 Novembre 2005
9,199
2
.
Per quanto sia prassi normale offrire compensazioni ad un grosso ordine, non mi stupirei se una parte degli svizzeri vedesse in questa mossa una forma di pressione per convincerli ad accettare l'acquisto dei Gripen. E non la trovasse troppo gradita...

... farebbero un referendum.
 

mo-mo

Bannato
17 Marzo 2011
801
2
78
Il 18 maggio, da mezzogiorno in avanti, si sapranno i risultati. In realtà gran parte dei votanti lo fa per posta fino un mese prima. L'argomento Gripen è inserito fra altri e certamente non è il più importante. In Ticino gli elettori sono chiamati ad esprimersi su 7 temi differenti, complessivamente nella Confederazione fra argomenti federali, cantonali e comunali ci si esprimerà, forse, su un centinaio di temi. Non è poi vero che si perda tempo, basta un'adeguata pianificazione, che esiste tradizionalmente. C'est la Suisse...