Nuova ordinanza per viaggi all' estero dal 26 ottobre al 15 dicembre


Stato
Discussione chiusa ad ulteriori risposte.

Giuseppe.Dela

Utente Registrato
18 Maggio 2021
34
67
Condivido. Ragionare è su questi aspetti, blaterare e sul turista che è bloccato. In Danimarca sono rimasto basito dallo scoprire che, con mille limitazioni all’ingresso, l’obbligo di mascherina fosse limitato all’interno dell’aeroporto. La realtà è che, avendo il 96% (novantasei percento!) di vaccinati, il problema possa essere limitato.Sta a te riflettere sui modi di cautelarti.
Non so che dati hai visto…In Danimarca ci sono gli stessi vaccinati che nel paese delle banane, il nostro.
Il 76% della popolazione totale (under 12 inclusi) almeno con una dose. Noi siamo 5 punti indietro sulla seconda dose, e recupereremo entro 18 giorni.

Chi blatera è chi si lamenta senza fornire alternative.
Qui mi sembra che siano state fornite e siano anche sostenute da una motivazione logica.
A meno che il pensiero dissenziente sia automaticamente un blaterare.
 

Dancrane

Amministratore AC
Staff Forum
10 Febbraio 2008
17,748
1,558
Milano
@Giuseppe.Dela , il problema sta nell’uscire dal caso personale: la norma, in sè, non è demenziale come la si vuole dipingere. Puó essere perfettibile (metti restrizioni capestro ai no vax per scelta e puoi alleviarla, per come la vedo io) ma non è stupida in sè..
 

Giuseppe.Dela

Utente Registrato
18 Maggio 2021
34
67
Ma perché non è stupida?
Io vorrei capire, perché è chiaro che non ci arrivo.
Vedo paesi come Spagna, Svizzera, Portogallo, Germania, Francia che questa norma l’hanno cestinata da mesi oramai.
E te lo chiedo da biologo…io non vedo ne nessuna regione scientifica, ne nessuna evidenza storica di una qualche genere di efficacia pratica.
Noi l’abbiamo addirittura rafforzata.
Non è un caso personale, sono migliaia i casi come il mio… basti pensare a chi ha una relazione oltre oceano. Non è che siamo in 2 ad avere una famiglia all’estero.
Secondo te questa gente, va, torna e fa 10 gg di quarantena? Ma dai…

Il tutto avviene ripeto, all’interno di un Unione che non riesce nemmeno ad uniformarsi su un argomento del genere, creando cittadini di serie B e cittadini di serie A.
Oh saranno tutti morti a breve evidentemente.

Il Regno Unito ha abolito dapoco una delle norme più restrittive sui viaggi al mondo.
Mi sembra che durante l’applicazione di questa norma le varianti importate e i picchi di contagi alti quando un palazzo non sono mancati.

Allora diciamo le cose come stanno.
È solo politica e solo consenso.
 

libicocco

Utente Registrato
1 Agosto 2008
893
58
Ma perché non è stupida?
Io vorrei capire, perché è chiaro che non ci arrivo.
Vedo paesi come Spagna, Svizzera, Portogallo, Germania, Francia che questa norma l’hanno cestinata da mesi oramai.
E te lo chiedo da biologo…io non vedo ne nessuna regione scientifica, ne nessuna evidenza storica di una qualche genere di efficacia pratica.
Noi l’abbiamo addirittura rafforzata.
Non è un caso personale, sono migliaia i casi come il mio… basti pensare a chi ha una relazione oltre oceano. Non è che siamo in 2 ad avere una famiglia all’estero.
Secondo te questa gente, va, torna e fa 10 gg di quarantena? Ma dai…

Il tutto avviene ripeto, all’interno di un Unione che non riesce nemmeno ad uniformarsi su un argomento del genere, creando cittadini di serie B e cittadini di serie A.
Oh saranno tutti morti a breve evidentemente.

Il Regno Unito ha abolito dapoco una delle norme più restrittive sui viaggi al mondo.
Mi sembra che durante l’applicazione di questa norma le varianti importate e i picchi di contagi alti quando un palazzo non sono mancati.

Allora diciamo le cose come stanno.
È solo politica e solo consenso.
Infatti in Portogallo ci entri venendo dal Brasile col solo greenpass, poi proseguendo per l Italia devi fare un tampone all' arrivo 10 gg di quarantena e un tampone alla fine....e il plf cartaceo ti rimane in mano perche' nemmeno c'e' nessuno a raccoglierlo!
 

delta75

Utente Registrato
9 Settembre 2009
208
196
Non è che dissenta dal pensiero: la realtà, peró, è che tutte queste sono misure di dissuasione. Siamo maestri nell’aggirare le norme (prova ne è che la risposta è “tanto non controlla nessuno”, come se la norma andasse rispettata in funzione della rigidità del controllo! Non sentiamo il vincolo di non viaggiare, ma quello del green pass, perchè queat’ultimo viene controllato rigidamente),se vogliamo andare in giro la soluzione la troviamo. Quello che mi fa inca@@are, invece, è che ci si lamenti sempre senza ragionare sul perchè e senza proporre soluzioni alternative. Chi blatera, a parte la blaterata in sè, non ha mai ragionato sui perchè. Prova ne è che ci si inca@@a anche con gli USA perchè non aprono.
Onestamente ci si incazzava con gli USA per l’incoerenza della misura e la discriminazione nei confronti dei Paesi Schengen. Entravano da tutti i Paesi più impestati ma gli europei fuori. Semplicemente incoerenti. Ora dall’08/11, con ritardo enorme, hanno adeguato la politica di ingresso. Vaccinati dentro, non vaccinati fuori. Nessuna limitazione in ingresso e tantomeno in uscita. Solo certificato vaccinale. La policy italiana sta diventando ridicola, anacronistica e disincentivante riguardo al vaccinarsi.
 
Ultima modifica:

13900

Utente Registrato
26 Aprile 2012
8,337
3,906
Che bisogno c’è di raccogliere la stampa del PLF elettronico se è già tutto schedato sul sistema?
Quello è uno dei misteri della fede che io proprio non capisco. Faccio un PLF, in cui specifico financo il colore degli occhi, dove sono stato negli ultimi 14 giorni, per quale squadra tifo e se m'è venuta la tosse nelle ultime due settimane e poi, in aereo, mi danno un foglietto dove devo sostanzialmente dire che... boh, sono 13900, sono in aereo, arrivo in Italia.

Alla partenza idem con patate.

A che serve? Cosa cambia quando l'ho detto? Chi mai verrà a dire "c'era un positivo sul BA561, passami i pezzi di carta così li contattiamo" invece di dire "chiedi alla compagnia aerea/guarda il database dei PLF". A livello di utilità mi ricorda i controlli per entrare in Xinjiang dal Kyrgyzstan, dove letteralmente fuori dalla dogana c'era un cabinotto in cui hanno scritto, a mano, tutti i miei dati su un libraccio. E venti km dopo un altro cabinotto. E poi un altro, un altro e cosí via. Utilità = meno infinito.
 
  • Like
Reactions: losch

AZ680

Utente Registrato
15 Febbraio 2006
1,698
12
roma, Lazio.
Scusate solo per capire se io vado in un paese dell'elenco E con TRANSITO su Madrid risolvo il problema ? Cosa vuol dire che posso andarci per "stato di necessità" ? Grazie a tutti
 

Jambock

Utente Registrato
19 Giugno 2016
567
189
MXP
Scusate solo per capire se io vado in un paese dell'elenco E con TRANSITO su Madrid risolvo il problema ? Cosa vuol dire che posso andarci per "stato di necessità" ? Grazie a tutti
Settimana scorsa ho fatto MXP-LIS-GIG, biglietto unico con TAP.
Nessuno mi ha chiesto la motivazione del viaggio. Al check-in hanno controllato test Covid e dichiarazione Anvisa (richiesti per entrare in Brasile).
Prima della partenza da Lisbona, al gate, hanno controllato la dichiarazione Anvisa.

Neanch'io ho trovato una definizione per stato di necessità o assoluta urgenza. Ho anche cercato un modulo per una "autocertificazione", ma nulla.
Alla fine, visto che non venivo qui per turismo, non mi sono preoccupato più di tanto.
 

libicocco

Utente Registrato
1 Agosto 2008
893
58
Settimana scorsa ho fatto MXP-LIS-GIG, biglietto unico con TAP.
Nessuno mi ha chiesto la motivazione del viaggio. Al check-in hanno controllato test Covid e dichiarazione Anvisa (richiesti per entrare in Brasile).
Prima della partenza da Lisbona, al gate, hanno controllato la dichiarazione Anvisa.

Neanch'io ho trovato una definizione per stato di necessità o assoluta urgenza. Ho anche cercato un modulo per una "autocertificazione", ma nulla.
Alla fine, visto che non venivo qui per turismo, non mi sono preoccupato più di tanto.
Identico per me a settembre su un blq-lis-rec (tra l altro il Brasile e' aperto ai "viaggi non essenziali")
 

Marilson

Utente Registrato
16 Marzo 2007
1,868
44
London, UK
Basta fare scalo in un qualsiasi paese EU.
A quel punto si rientra da un paese della lista C, come ho visto fare più e più volte.
no. Sul plf devi dichiarare i paesi visitati in transito negli ultimi 10 giorni, pertanto puoi anche venire da paesi lista C per via dello scalo ma sempre il falso dichiari se non lo dici. E si e' passibili penalmente, vale la pena ricordarlo
 

londonfog

Moderatore
Utente Registrato
8 Luglio 2012
9,186
879
Londra
Il Regno Unito ha abolito dapoco una delle norme più restrittive sui viaggi al mondo..
L'Inghilterra (perche' per il COVID non si puo' parlare di Regno Unit, Sczia, Irlanda del Nord, Galles hanno - tecnicamente - regole proprie) ha modificato le regole, non le ha aboliite. Esiste ancora una lista rossa con l'obligo di incarcerazione in un'albergo (a spese proprie) per dieci giorni. La lista rossa e' stata accorciata e la lista verde e arancione sono state unificate, tanto per i vaccinati non cambiava molto.

Guardando le cose da Londra, mi sembra che la stampa italiana pubblichi notizie dal Regno Unito senza controllare
 

Giuseppe.Dela

Utente Registrato
18 Maggio 2021
34
67
I paesi in lista rossa sono una minoranza, noi abbiamo tutto il mondo in lista rossa tra poco.
Eddai su…chi è vaccinato in Italia praticamente ha le stesse restrizioni dei cerebrolesi no vax quando si parla di viaggi all’estero.

no. Sul plf devi dichiarare i paesi visitati in transito negli ultimi 10 giorni, pertanto puoi anche venire da paesi lista C per via dello scalo ma sempre il falso dichiari se non lo dici. E si e' passibili penalmente, vale la pena ricordarlo
Si il famoso plf che su 30 viaggi fatti negli ultimi tre mesi mi hanno chiesto 4/5 volte. Delle quali tutte le volte gli avrei potuto mostrare una foto del mio membro e l’avrebbero comunque accettato.
È reato penale anche scaricare file piratati vale la pena ricordarlo.
Che poi nessuno applichi le norme è un altro discorso…
Una norma senza senso che si basa sul buonsenso…da commedia.
 
Ultima modifica:

HNL 21

Utente Registrato
30 Settembre 2021
26
28
no. Sul plf devi dichiarare i paesi visitati in transito negli ultimi 10 giorni, pertanto puoi anche venire da paesi lista C per via dello scalo ma sempre il falso dichiari se non lo dici. E si e' passibili penalmente, vale la pena ricordarlo
Pensa chi le prime volte ha deciso di fare le cose precise: ha elencato i paesi visitati, le motivazioni, il luogo della quarantena al rientro in Italia, il tampone dopo il numero dei giorni richiesti, il colore dei capelli della nonna di quando aveva 28 anni, ed il nome del cane del cugino. Poi, vedendo che mai, e poi mai, nessuno controllava e tutti se ne sbattevano altamente, ad un certo punto ha modificato i comportamenti. E ciò, non perché qualcuno ami delinquere, anzi... è come se il sistema invogli o agevoli a fare l'esatto contrario della regola, ne ha dei vantaggi sotto tutti i punti di vista e, la cosa più incredibile, il tutto a rischio zero!
A questo punto, stante così le cose, uno si adegua.
 

londonfog

Moderatore
Utente Registrato
8 Luglio 2012
9,186
879
Londra
A proposito di controlli. Io ho esperienze di viaggio in 2020 e 2021 limitate a LHR, VCE e BLQ. La mia impressione e' che i controlli vengano fatti dalla compagnia al momento del check-in e poi il plf e' messo nel sistema. A me hanno controllato la quarantena in Luglio in Italia. La mia impressione e' che non ti chiedano fisicamente il modulo perche' e' associato elettronicamente al tuo passaporto. Magari sono ingenuo o ottimista. In ogni caso, per quello che riguarda il check--in sia a BLQ che VCE mi hanno sempre controllato tutto, a LHR lo vedevano nel sistema delle prenotazioni (carico i document il giorno prima sul sistema di prenotazione BA in partenza da LHR e su verifly in partenza dall'Italia)
 

belumosi

Socio AIAC
Utente Registrato
10 Dicembre 2007
13,995
1,266
Pensa chi le prime volte ha deciso di fare le cose precise: ha elencato i paesi visitati, le motivazioni, il luogo della quarantena al rientro in Italia, il tampone dopo il numero dei giorni richiesti, il colore dei capelli della nonna di quando aveva 28 anni, ed il nome del cane del cugino. Poi, vedendo che mai, e poi mai, nessuno controllava e tutti se ne sbattevano altamente, ad un certo punto ha modificato i comportamenti. E ciò, non perché qualcuno ami delinquere, anzi... è come se il sistema invogli o agevoli a fare l'esatto contrario della regola, ne ha dei vantaggi sotto tutti i punti di vista e, la cosa più incredibile, il tutto a rischio zero!
A questo punto, stante così le cose, uno si adegua.
Esisterebbero anche concetti come il senso civico e il rispetto della legge.
Ma evidentemente in tanti hanno bisogno di una pistola puntata alla tempia per fare il proprio dovere.
Sul piano pratico, è fin troppo facile rispondere che il dimensionamento del personale per i controlli (non penso solo a quelli nell'aviazione), è ovviamente limitato, visto che non è che si possano triplicare gli addetti schioccando le dita.
Detto questo convengo che le continue modifiche normative, a volte irrazionali, possano suggerire di fregarsene. Anche se per me resta sbagliato.
 

BGW

Moderatore
Utente Registrato
30 Marzo 2008
3,201
189
CMN
Poi, vedendo che mai, e poi mai, nessuno controllava e tutti se ne sbattevano altamente, ad un certo punto ha modificato i comportamenti. E ciò, non perché qualcuno ami delinquere, anzi... è come se il sistema invogli o agevoli a fare l'esatto contrario della regola, ne ha dei vantaggi sotto tutti i punti di vista e, la cosa più incredibile, il tutto a rischio zero!
A questo punto, stante così le cose, uno si adegua.
Quindi, visto che nessuno controlla, salgo sui mezzi pubblici senza biglietto, butto le cartacce per terra, parcheggio al posto per i portatori di handicap, magari evado pure il fisco... beh sí, in effetti, è lo specchio dell'Italia.
 

Cesare.Caldi

Utente Registrato
14 Novembre 2005
35,435
730
N/D
Settimana scorsa ho fatto MXP-LIS-GIG, biglietto unico con TAP.
Nessuno mi ha chiesto la motivazione del viaggio. Al check-in hanno controllato test Covid e dichiarazione Anvisa (richiesti per entrare in Brasile).
Prima della partenza da Lisbona, al gate, hanno controllato la dichiarazione Anvisa.
Al ritorno in Italia che controlli ti hanno fatto sulla motivazione del viaggio?
 
Stato
Discussione chiusa ad ulteriori risposte.