News aeroporto di Rimini


Farfallina

Utente Registrato
23 Marzo 2009
15,584
738
Guardando rapidamente qualche numero, non capisco perchè non puntino anche sui voli nazionali tutto l'anno, Cagliari e Palermo a Ottobre praticamente hanno totalizzato un numero medio di passeggeri uguale ai precedenti mesi, inoltre il volo su Palermo ha retto bene l'impatto dei 4 voli Ryan su Forlì (anzi Bologna-Forlì) presente dai primi di Settembre.
FR riempie praticamente quasi sempre giocando sulle tariffe e la propria forza di vendita. Ma scelgono cosa mantenere in base agli yields come tutti, poi ovvio che se l'aeroporto vuole certi collegamenti anche quando non rendono basta aumentare il contributo.
 

RMI

Utente Registrato
27 Gennaio 2022
35
16
.."Ryanair ha deciso di aumentare i voli da Rimini verso Londra che passando da due a tre alla settimana: scatteranno dal 27 marzo e saranno il lunedì, mercoledì e venerdì.

Già acquistabili sul sito della compagnia irlandese anche i biglietti per Cagliari, Vienna, Varsavia e Kaunas, tutti con due collegamenti settimanali da marzo a ottobre.

Per la località lituana si tratta di un raddoppio rispetto alla stagione appena conclusa.

Ci sono poi anche Budapest e Palermo (al momento in fase di precaricamento sulla app) con tre frequenze a settimana: per il capoluogo siciliano un volo settimanale in più mentre per la capitale ungherese si tratta di un lieve ridimensionamento. Nell’estate 2022 Budapest aveva infatti 5 voli settimanali ed è stato il collegamento col maggior numero di passeggeri per Rimini.

Mancano all’appello ancora Cracovia, ma l’inserimento dovrebbe arrivare presto.

Con queste frequenze RyanAir potrebbe già arrivare, da sola, a circa 170mila passeggeri.

Si muove qualcosa anche sul fronte Wizzair che, dopo l’esordio al Fellini di quest’anno, nel 2023 aumenterà da due a tre le frequenze settimanali estive per Tirana, che insieme a Bucarest è l’unico collegamento annuale ancora operativo dall’aeroporto riminese.

Non si escludono poi nuove tratte.

Fin qui, le certezze.

AiRiminum continua però a lavorare a testa bassa sia con le compagnie già contrattualizzate, per intercettare nuove rotte, sia cercando nuove low cost per ampliare l’offerta. La prossima estate potrebbe essere quella del ritorno della Germania ma non solo. Dopo i 220mila passeggeri con i quali lo scalo chiuderà il 2022, l’obiettivo del 2023 è quello di superare i 400mila. Sarebbe il record da quando AiRiminum ha iniziato a gestire lo scalo."..