Livrea SS Lazio 1900 su Boeing 737-300 Tayaranjet


vipero

Utente Registrato
8 Ottobre 2007
4,836
460
.
Vabbè dice che il management ha un’esperienza ventennale...
su, damo a Cesare quello che è de Cesare.
 
  • Like
Reactions: davidegr

maclover

Utente Registrato
6 Ottobre 2006
4,282
5
L’aereo biancoceleste di Lotito, targato Lazio, porta a Malta via Bulgaria
In realtà, l'aeromobile è di proprietà di una società maltese, la Hi Sky, che è stata finanziata per l'acquisto da un fondo maltese

15 novembre 2020


di Carlo Festa
(Getty Images)
(Getty Images)
3' di lettura

Il nuovo aereo, targato Lazio, porta a Malta tramite la Bulgaria. Ma tutto nasce in Sicilia, a Modica. Che Lotito fosse appassionato di aereonautica si era capito dopo il suo tentativo un po' maldestro di entrare nella partita Alitalia: ora l'ultima foto lo riprende nella cabina di pilotaggio di un bimotore. Pochi sanno però che quel velivolo ha una storia societaria abbastanza intricata. Quello colorato con i colori biancocelesti della Lazio è uno dei tre aeroplani con l'insegna della Tayaran Jet, compagnia bulgara. In realtà, l'aeromobile è di proprietà di una società maltese, la Hi Sky.

Dei tre velivoli di Tayaran Jet, uno fa capo a una società, la Euro Lux, che ha fatto richiesta per avere indietro l'aereo dopo che (su circa 3 milioni di canoni) ne sono stati pagati 1,8 milioni. Il resto è insoluto è al momento ci sarebbero trattative fra gli avvocati delle parti per il rilascio dell'aereo oppure per il pagamento di parte della somma mancante. Di certo, la pandemia non sta avendo effetti positivi sul bilancio della Tayaran Jet, come del resto per tutto il settore aereo.
Gli altri due aerei, fra i quali appunto quello della Lazio, fanno invece capo alla maltese Hi Sky, che è stata finanziata per l'acquisto da un fondo maltese. L'investitore di La Valletta avrebbe chiesto un'ipoteca – secondo fonti vicine alla società- con la garanzia di uno dei motori dei 2 aerei finanziati. Non si sa se proprio quello con le insegne della Lazio oppure l'altro bimotore. L'aereo che ha catturato l'entusiasmo di Lotito è comunque un po' datato: esce dagli stabilimenti di Renton nel 1989. Poi è entrato nella flotta della tedesca Lufthansa dove è poi stato “pensionato” nel 2016, quando la compagnia di bandiera tedesca ha rinnovato la sua flotta eliminando i modelli vetusti.



Tutto nasce a Modica, in Sicilia


Tornando alle vicende societarie dell'aereo, tutto, come detto, porta a Modica in Sicilia. Azionista unico della compagnia bulgaro-maltese è appunto un imprenditore siciliano di Modica, Vincenzo Di Grandi, assieme ai suoi figli, fra cui Paolo, che è amministratore delegato. La famiglia ha un passato e presente nelle attività siderurgiche e una precedente esperienza nel settore delle compagnie aeree: con la Fly Hermes, compagnia a cui nel 2015 era stata sospesa la licenza di volo dalle autorità maltesi e per la quale – spiegano fonti vicine all'azionista – è ancora in corso un contenzioso con la società di leasing.

Ma è soprattutto nell'acciaio che la famiglia siciliana ha esteso le sue attività. Di Grandi si muove tramite la Hadid Mediterranean Steel, sede a Roma, e tramite altre società veicolo quando ci sono aste fallimentari su società dell'acciaio. Una di queste, la Mosteel, è stata costituita quattro anni fa per operazioni di acquisizioni. La famiglia Di Grandi, tramite Mosteel, ha provato a comprare la Acciaieria di Borgo Valsugana nel 2017 e poi ha partecipato ad altre gare. Invece lo scorso anno è stata proprio la Hadid Mediterranean Steel ad aggiudicarsi le acciaierie Acp di Cividate, vicino a Bergamo. Sulle stesse acciaierie Acp, a un anno di distanza, pendono alcune istanze di fallimento e ora – secondo quanto risulta da fonti vicine alla società - sarebbe previsto un accordo pre-fallimentare con i creditori.

 
  • Like
Reactions: TW 843 and davidegr

davidegr

Utente Registrato
3 Gennaio 2006
1,326
49
Palermo, Sicilia.
L’aereo biancoceleste di Lotito, targato Lazio, porta a Malta via Bulgaria
In realtà, l'aeromobile è di proprietà di una società maltese, la Hi Sky, che è stata finanziata per l'acquisto da un fondo maltese

15 novembre 2020


di Carlo Festa
(Getty Images)
(Getty Images)
3' di lettura

Il nuovo aereo, targato Lazio, porta a Malta tramite la Bulgaria. Ma tutto nasce in Sicilia, a Modica. Che Lotito fosse appassionato di aereonautica si era capito dopo il suo tentativo un po' maldestro di entrare nella partita Alitalia: ora l'ultima foto lo riprende nella cabina di pilotaggio di un bimotore. Pochi sanno però che quel velivolo ha una storia societaria abbastanza intricata. Quello colorato con i colori biancocelesti della Lazio è uno dei tre aeroplani con l'insegna della Tayaran Jet, compagnia bulgara. In realtà, l'aeromobile è di proprietà di una società maltese, la Hi Sky.

Dei tre velivoli di Tayaran Jet, uno fa capo a una società, la Euro Lux, che ha fatto richiesta per avere indietro l'aereo dopo che (su circa 3 milioni di canoni) ne sono stati pagati 1,8 milioni. Il resto è insoluto è al momento ci sarebbero trattative fra gli avvocati delle parti per il rilascio dell'aereo oppure per il pagamento di parte della somma mancante. Di certo, la pandemia non sta avendo effetti positivi sul bilancio della Tayaran Jet, come del resto per tutto il settore aereo.
Gli altri due aerei, fra i quali appunto quello della Lazio, fanno invece capo alla maltese Hi Sky, che è stata finanziata per l'acquisto da un fondo maltese. L'investitore di La Valletta avrebbe chiesto un'ipoteca – secondo fonti vicine alla società- con la garanzia di uno dei motori dei 2 aerei finanziati. Non si sa se proprio quello con le insegne della Lazio oppure l'altro bimotore. L'aereo che ha catturato l'entusiasmo di Lotito è comunque un po' datato: esce dagli stabilimenti di Renton nel 1989. Poi è entrato nella flotta della tedesca Lufthansa dove è poi stato “pensionato” nel 2016, quando la compagnia di bandiera tedesca ha rinnovato la sua flotta eliminando i modelli vetusti.



Tutto nasce a Modica, in Sicilia


Tornando alle vicende societarie dell'aereo, tutto, come detto, porta a Modica in Sicilia. Azionista unico della compagnia bulgaro-maltese è appunto un imprenditore siciliano di Modica, Vincenzo Di Grandi, assieme ai suoi figli, fra cui Paolo, che è amministratore delegato. La famiglia ha un passato e presente nelle attività siderurgiche e una precedente esperienza nel settore delle compagnie aeree: con la Fly Hermes, compagnia a cui nel 2015 era stata sospesa la licenza di volo dalle autorità maltesi e per la quale – spiegano fonti vicine all'azionista – è ancora in corso un contenzioso con la società di leasing.

Ma è soprattutto nell'acciaio che la famiglia siciliana ha esteso le sue attività. Di Grandi si muove tramite la Hadid Mediterranean Steel, sede a Roma, e tramite altre società veicolo quando ci sono aste fallimentari su società dell'acciaio. Una di queste, la Mosteel, è stata costituita quattro anni fa per operazioni di acquisizioni. La famiglia Di Grandi, tramite Mosteel, ha provato a comprare la Acciaieria di Borgo Valsugana nel 2017 e poi ha partecipato ad altre gare. Invece lo scorso anno è stata proprio la Hadid Mediterranean Steel ad aggiudicarsi le acciaierie Acp di Cividate, vicino a Bergamo. Sulle stesse acciaierie Acp, a un anno di distanza, pendono alcune istanze di fallimento e ora – secondo quanto risulta da fonti vicine alla società - sarebbe previsto un accordo pre-fallimentare con i creditori.

sembra un po' l'attività di due fratelli che avevano acquistato il Palermo Calcio finiti al gabbio una paio di settimane fa.
 
  • Like
Reactions: BrunoFLR

speedbird001

Utente Registrato
27 Febbraio 2014
492
13
leggo sul corsera che il painting sarebbe costato 150k + 150k ( per togliere la livrea a fine accordo) , ci sta, ma poi si scrive che ogni trasferta in italia costerebbe alla lazio 30k , considerato i costi operativi non e’ troppo poco ?
Chiedo all expertize del forum.
 

Strike

Utente Registrato
6 Settembre 2017
98
2
Comunque, se andiamo a vedere, non sono molti gli aerei personalizzati per le squadre sportive.
Non intendo quelli con livree speciali delle squadre di calcio che vengono sponsorizzate (Emirates, Etihad, Turkish Airlines o le varie livree durante i Mondiali o gli Europei di calcio ecc) ma quelli personalizzati.
Mi vengono in mente lo Swiftair MD-80 EC-JQV Real Madrid, il Rossiya A319 VQ-BAS dello Zenith di San Pietroburgo (12 giorni per dipingerlo!), poi negli USA il B767-300 dei New England Patriots (football Americano).

Borussia Dortmund con EW
 

Allegati

  • Like
Reactions: Charter2017

vipero

Utente Registrato
8 Ottobre 2007
4,836
460
.
leggo sul corsera che il painting sarebbe costato 150k + 150k ( per togliere la livrea a fine accordo) , ci sta, ma poi si scrive che ogni trasferta in italia costerebbe alla lazio 30k , considerato i costi operativi non e’ troppo poco ?
Chiedo all expertize del forum.
Secondo me no, il costo full charter di una macchina simile dovrebbe aggirarsi al max sugli 8k/ora per tratte da 1/1,5ore.
Quindi se fai il conto tra andata/ritorno più eventuali posizionamenti/hotac etc... entro le 4 ore totali, per me, ci stanno dentro.
 

njko98

Utente Registrato
25 Aprile 2016
328
22
Roma
Chiedo per un amico, qualcuno ha veramente pensato che Lotito ha acquistato un 737?
Stiamo parlando pur sempre di Lotito eh
 

speedbird001

Utente Registrato
27 Febbraio 2014
492
13
Secondo me no, il costo full charter di una macchina simile dovrebbe aggirarsi al max sugli 8k/ora per tratte da 1/1,5ore.
Quindi se fai il conto tra andata/ritorno più eventuali posizionamenti/hotac etc... entro le 4 ore totali, per me, ci stanno dentro.
Ok thanks, pensavo di più.
 

13900

Utente Registrato
26 Aprile 2012
6,656
1,027
Scopro ora che le scritte S.S. LAZIO e 1900 messe li con Times New Roman non erano photoshop posticci fatti da un giornalista con voglia di fare.... sono proprio veri. Peccato perche' altrimenti l'ensemble non era cosi male.
 

OneShot

Utente Registrato
31 Dicembre 2015
2,236
274
Paris
Secondo me no, il costo full charter di una macchina simile dovrebbe aggirarsi al max sugli 8k/ora per tratte da 1/1,5ore.
Quindi se fai il conto tra andata/ritorno più eventuali posizionamenti/hotac etc... entro le 4 ore totali, per me, ci stanno dentro.
Secondo me ti sei tenuto largo, molto largo.
 

vipero

Utente Registrato
8 Ottobre 2007
4,836
460
.
Comunque ho letto che ha stipulato un contratto del valore di 700.000 € l'anno. Spero lo usi come aerotaxi, altrimenti ha preso la sóla.
Quello è il valore ma, secondo me sempre a spanne, mica glieli da tutti in soldi.
Molto sarà come sponsorizzazione della compagnia.

My very 2 cents.