ITA chiude definitivamente da gennaio la Malpensa JFK


Stato
Discussione chiusa ad ulteriori risposte.

Alitalia Fan

Socio AIAC
Utente Registrato
5 Novembre 2005
15,101
492
36
Abu Dhabi

leerit

Utente Registrato
3 Settembre 2019
1,376
331

micheleforchini

Utente Registrato
9 Gennaio 2010
286
285
BGY
Chiude l'unico collegamento di lungo raggio in perdita di Ita.

Scelta indolore per il consumatore?

Staremo a vedere: sicuramente è una sconfitta per Malpensa e per SEA che nonostante la posizione monopolista su Milano non riesce a tenere ITA per le ⚫⚫ e ha accettato questa continua riduzione.

La scelta di Fiumicino è anche comprensibile in ottica di contenimento dei costi, ma io continuo a credere che una base su Malpensa avrebbe potuto coesistere con voli su Nord America, Giappone e India. Non troppa roba, magari 5-6 voli ( New York, Miami, Chicago o Boston, Toronto e Los Angeles o San Francisco) + Tokio e Mumbai o Delhi. Il Fed sarebbe potuto arrivare con la rete di A220 con voli su Roma, Napoli, Catania, Cagliari, Bari e Palermo senza contare la rete di Lufthansa ( che oltretutto su Malpensa già esiste).

Capisco sia "Fanta aviazione" e mi scuso se posso sembrare un illuso, ma oggi Star Alliance su Malpensa può fare tranquillamente un lavoro di connessione con le compagnie partner sui voli Nord America-Europa-Asia mentre l'Italia è completamente tagliata fuori.

Su TheFlightClub dicono anche una cosa interessante: oltre ai mezzi vecchi usati su Malpensa, ITA non ha mai nemmeno provato a fare un lavoro di connessione stile Turkish o British tra i due aeroporti della città. E Milano non è Londra o Istanbul, i percorsi sono più ridotti.
 
  • Haha
Reactions: ITALYAIRPORT

Dancrane

Amministratore AC
Staff Forum
10 Febbraio 2008
19,063
3,850
Milano
Il feeder funziona quando serve sia il traffico PTP, sia appunto il volo feeder, perchè riempi il velivolo più facilmente e recuperi sul biglietto di lungo eventuali perdite su quello di corto. Ma se operi su due aeroporti diversi il PTP nazionale ed il feeder, l'unico risultato che puoi aspettarti è di perdere su entrambi i voli, E sul volo di lungo raggio. Forse, dopo 20 anni di fallimenti, qualcuno è arrivato a capirlo.
Su SEA che dovrebbe tenere per le palle AZ, invece, vorrei capire in base a cosa fai questo ragionamento.
 

East End Ave

Utente Registrato
13 Agosto 2013
7,451
2,501
su e giu' sull'atlantico...
Per SEA una sconfitta, vero; ma non questa di un unico voletto, quanto di tutto quanto venne immaginato con la creazione di Malpensa2000, vero hub del celodurismo nordico (inteso dal punto di vista politico), quando l'evidente dualismo con FCO (per non dire di LIN!) avrebbe inevitabilmente creato rogne future. E cosi' e' stato.
SEA e la Lobardia han perso sulla longterm vision, toppandola clamorosamente.
AZ si lecca le ferite di questo inutile volo (clienti milanesi mi dicono lo utilizzassero solo perche' diretto a tariffe riservate corporate da ridere!), ma che la macchina era inadatta e scarsa...
 

londonfog

Moderatore
Utente Registrato
8 Luglio 2012
9,725
1,687
Londra
Scelta indolore per il consumatore?

Staremo a vedere: sicuramente è una sconfitta per Malpensa e per SEA che nonostante la posizione monopolista su Milano non riesce a tenere ITA per le ⚫⚫ e ha accettato questa continua riduzione.

La scelta di Fiumicino è anche comprensibile in ottica di contenimento dei costi, ma io continuo a credere che una base su Malpensa avrebbe potuto coesistere con voli su Nord America, Giappone e India. Non troppa roba, magari 5-6 voli ( New York, Miami, Chicago o Boston, Toronto e Los Angeles o San Francisco) + Tokio e Mumbai o Delhi. Il Fed sarebbe potuto arrivare con la rete di A220 con voli su Roma, Napoli, Catania, Cagliari, Bari e Palermo senza contare la rete di Lufthansa ( che oltretutto su Malpensa già esiste).

Capisco sia "Fanta aviazione" e mi scuso se posso sembrare un illuso, ma oggi Star Alliance su Malpensa può fare tranquillamente un lavoro di connessione con le compagnie partner sui voli Nord America-Europa-Asia mentre l'Italia è completamente tagliata fuori.

Su TheFlightClub dicono anche una cosa interessante: oltre ai mezzi vecchi usati su Malpensa, ITA non ha mai nemmeno provato a fare un lavoro di connessione stile Turkish o British tra i due aeroporti della città. E Milano non è Londra o Istanbul, i percorsi sono più ridotti.
Air Italy ci ha provato, sara' anche stata sfortunata (problemi con il B737Max) ma non e' finita propriamente bene.
 

East End Ave

Utente Registrato
13 Agosto 2013
7,451
2,501
su e giu' sull'atlantico...
Analisi bookings MXP/LIN-JFK, next 6 months, TTL 34197 legs booked , top 5

EK - 11516 - 33% share
AZ - 7841 - 22.9%
AA - 6817 - 19.9%
DL - 3092 - 9%
BA - 2202 - 6.4%

MXP/LIN-EWR, TTL 5867
UA - 2867 - 48.9%
B0 - 1228 - 20.9%
BA - 642 - 10.9%
LHG - 585 - 10%

da notare lo scarso appealing di LHG in generale (LH, LX on top), l'assenza totale di AF-KL, la discreta performance di B0 e BA che consolida un 16,4% su NYC (JFK+EWR). Sempre in forma EK.
 
  • Like
Reactions: belumosi

micheleforchini

Utente Registrato
9 Gennaio 2010
286
285
BGY
Su SEA che dovrebbe tenere per le palle AZ, invece, vorrei capire in base a cosa fai questo ragionamento.
SEA è monopolista su Milano ( Gestisce Linate, Malpensa e detiene una discreta quota in Sacbo) eppure ITA ora e Alitalia prima hanno sempre fatto ciò che volevano. Nella mia profonda ignoranza pensavo che un gestore monopolista avesse più potere contrattuale sulle compagnie.

Probabilmente non gli interessa.
 

belumosi

Socio AIAC
Utente Registrato
10 Dicembre 2007
14,799
2,867
SEA è monopolista su Milano ( Gestisce Linate, Malpensa e detiene una discreta quota in Sacbo) eppure ITA ora e Alitalia prima hanno sempre fatto ciò che volevano. Nella mia profonda ignoranza pensavo che un gestore monopolista avesse più potere contrattuale sulle compagnie.

Probabilmente non gli interessa.
Un gestore aeroportuale in linea di principio non ha alcun potere contrattuale sulle compagnie, verso le quali è tenuto a fornire i servizi richiesti dalla compagnia a prezzi di listino.
Slot permettendo, il gestore non ha potere alcuno di autorizzare o negare voli ad un vettore.
Semmai sarà quest'ultimo che potrà richiedere sconti e/o sovvenzioni per aprire o mantenere un determinato volo e il gestore valuterà secondo la propria convenienza.
Ma non può trattenere in alcun modo una compagnia che abbia deciso di andarsene.
 

Paolo_61

Socio AIAC
Utente Registrato
2 Febbraio 2012
7,238
1,041
Analisi bookings MXP/LIN-JFK, next 6 months, TTL 34197 legs booked , top 5

EK - 11516 - 33% share
AZ - 7841 - 22.9%
AA - 6817 - 19.9%
DL - 3092 - 9%
BA - 2202 - 6.4%

MXP/LIN-EWR, TTL 5867
UA - 2867 - 48.9%
B0 - 1228 - 20.9%
BA - 642 - 10.9%
LHG - 585 - 10%

da notare lo scarso appealing di LHG in generale (LH, LX on top), l'assenza totale di AF-KL, la discreta performance di B0 e BA che consolida un 16,4% su NYC (JFK+EWR). Sempre in forma EK.
Con tutti i diretti che ci sono (soprattutto su JFK) è veramente difficile pensare di coprire la rotta con un transito.
 

BrunoFLR

Utente Registrato
13 Giugno 2011
1,706
970
Firenze
Scelta indolore per il consumatore?

Staremo a vedere: sicuramente è una sconfitta per Malpensa e per SEA che nonostante la posizione monopolista su Milano non riesce a tenere ITA per le e ha accettato questa continua riduzione.

La scelta di Fiumicino è anche comprensibile in ottica di contenimento dei costi, ma io continuo a credere che una base su Malpensa avrebbe potuto coesistere con voli su Nord America, Giappone e India. Non troppa roba, magari 5-6 voli ( New York, Miami, Chicago o Boston, Toronto e Los Angeles o San Francisco) + Tokio e Mumbai o Delhi. Il Fed sarebbe potuto arrivare con la rete di A220 con voli su Roma, Napoli, Catania, Cagliari, Bari e Palermo senza contare la rete di Lufthansa ( che oltretutto su Malpensa già esiste).

Capisco sia "Fanta aviazione" e mi scuso se posso sembrare un illuso, ma oggi Star Alliance su Malpensa può fare tranquillamente un lavoro di connessione con le compagnie partner sui voli Nord America-Europa-Asia mentre l'Italia è completamente tagliata fuori.

Su TheFlightClub dicono anche una cosa interessante: oltre ai mezzi vecchi usati su Malpensa, ITA non ha mai nemmeno provato a fare un lavoro di connessione stile Turkish o British tra i due aeroporti della città. E Milano non è Londra o Istanbul, i percorsi sono più ridotti.
Hai detto bene, "Milano non è Londra o Istanbul". Le dimensioni contano.
E il transfer come lo faresti? Elicottero, bus affogato in tangenziale, MXP Express?
Due aeroporti sono troppi, soprattutto se sei obbligato su uno a volarci solo per limitare gli aspirapolvere della concorrenza e perché per i baûscia è troppo figo l'aeroporto sotto casa.
L'occasione la perse 24 anni fa la politica quando non volle ampliare l'idroscalo e fece scappare KL. C'è sul tubo un'intervista di Cempella molto chiara.

Inviato dal mio SM-A336B utilizzando Tapatalk
 

Marco Clemente

Utente Registrato
8 Febbraio 2016
1,492
208
Scelta indolore per il consumatore?

Staremo a vedere: sicuramente è una sconfitta per Malpensa e per SEA che nonostante la posizione monopolista su Milano non riesce a tenere ITA per le ⚫⚫ e ha accettato questa continua riduzione.

La scelta di Fiumicino è anche comprensibile in ottica di contenimento dei costi, ma io continuo a credere che una base su Malpensa avrebbe potuto coesistere con voli su Nord America, Giappone e India. Non troppa roba, magari 5-6 voli ( New York, Miami, Chicago o Boston, Toronto e Los Angeles o San Francisco) + Tokio e Mumbai o Delhi. Il Fed sarebbe potuto arrivare con la rete di A220 con voli su Roma, Napoli, Catania, Cagliari, Bari e Palermo senza contare la rete di Lufthansa ( che oltretutto su Malpensa già esiste).

Capisco sia "Fanta aviazione" e mi scuso se posso sembrare un illuso, ma oggi Star Alliance su Malpensa può fare tranquillamente un lavoro di connessione con le compagnie partner sui voli Nord America-Europa-Asia mentre l'Italia è completamente tagliata fuori.

Su TheFlightClub dicono anche una cosa interessante: oltre ai mezzi vecchi usati su Malpensa, ITA non ha mai nemmeno provato a fare un lavoro di connessione stile Turkish o British tra i due aeroporti della città. E Milano non è Londra o Istanbul, i percorsi sono più ridotti.
Ma il motivo di fare un feeder da Bari Napoli e Palermo per voli che comunque partono da Roma? E con voli numerosi per Linate da queste città?
 
Stato
Discussione chiusa ad ulteriori risposte.