Il thread leggero

TW 843

Senior Member
6 Novembre 2005
32,203
315
45
Ormeggiatore di aliscafi
Uccelli contro l’aereo in decollo, frenata di emergenza per il Ryanair Bari-Milano: “È stato tremendo”

31 Gen 2020

Disavventura per i passeggeri del volo Ryanair in partenza da Bari per Milano Malpensa delle 8:45 di questa mattina. “Eravamo sulla pista in fase di decollo – ci racconta un passeggero – nel momento della massima spinta pronti a staccarci da terra, quando l’aereo ha frenato bruscamente”.

“Ci siamo tutti spaventati – prosegue il racconto – non riuscivamo a capire cosa stesse accadendo, quando la situazione si è calmata ci hanno spiegato che il velivolo era stato colpito da uno stormo di uccelli e che per questo il comandante ha eseguito una frenata di emergenza. Per fortuna nessuno si è fatto male, ma lo spavento è stato enorme”.

“A quel punto ci hanno comunicato che non saremmo più decollati – aggiunge – che la situazione sarebbe stata ripristinata nel giro di qualche ora, ma che nel frattempo avrebbero cercato un altro aereo”.

“Avevo un appuntamento a mezzogiorno per poi rientrare in serata – conclude il passeggero – personalmente ho deciso di tornare a casa, valuterò se chiedere il rimborso del biglietto o meno, di certo non è stata un bella esperienza”. Se la compagnia o Aeroporti di Puglia volessero rilasciare una dichiarazione, noi siamo a disposizione.
 

TW 843

Senior Member
6 Novembre 2005
32,203
315
45
Ormeggiatore di aliscafi
Abbaticchio: «Si inserisca Bitonto nel nome dell'aeroporto»

www.bitontoviva.it


Linaugurazione della nuova pista dellAeroporto di Bari Palese
Il sindaco diserta l'inaugurazione della nuova pista: «Per la nostra città tanti disagi e pochissimi vantaggi»
Introdurre nella nome dell'aeroporto Karol Wojtyla anche la città di Bitonto. È questa la richiesta che arriva dal sindaco di Bitonto, Michele Abbaticchio, a poche ore dalla conclusione della cerimonia di inaugurazione della nuova pista dell'aerostazione di Bari, grazie alla quale sarà possibile far atterrare anche i grandi velivoli intercontinentali. Una cerimonia a cui però il primo cittadino, pur invitato, non ha voluto partecipare, con l'intento di dare un segnale alle istituzioni, da anni sorde alle richieste del territorio di ricevere un adeguato ristoro al prezzo "ecologico" e logistico (ma anche dal punto di vista del pericolo, va detto) di ospitare la stragrande maggioranza delle traiettorie dei voli in partenza e atterraggio nello scalo barese.

«Non ho ritenuto che la comunità bitontina dovesse festeggiare l'apertura di nuove piste aeroportuali previste ed autorizzate tanto tempo fa – ha detto Abbaticchio commentando la notizia - pertanto non ho partecipato alla inaugurazione di oggi. Lo penso perché Bitonto, pur avendo prestato per gran parte il suo territorio all'aeroporto internazionale di Puglia, non riceve ancora l'onore di vedere il nome della città insieme a quello di Bari. L'unica controprestazione ai disagi ambientali che viviamo da decenni a causa della vicinanza con gli aerei che volano vicini alle nostre teste è proprio l'aumento dei flussi turistici, quale città più vicina. Non vedo perché allora non possiamo fruire di un vero e proprio diritto a vedere il nome della città degli Ulivi tra gli aeroporti italiani, avendo la possibilità di un ritorno notevole in termini di marketing territoriale».

«Non meravigliatevi – ha concluso il sindaco - se oggi ho preferito restare tra i bambini della Don Milani, inaugurando nuove aule mensa con finanziamenti vinti con le sole forze bitontine. Attendiamo fiduciosi un riconoscimento negato da decenni. Fino a quel momento, il Sindaco di Bitonto non sentirà la sua comunità molto rappresentata in quel luogo».
 

13900

Well-known member
Utente Registrato
26 Aprile 2012
6,343
647
La polizia britannica vigila solerte sugli ex-premier dell'Impero:

Ex-PM David Cameron's bodyguard 'left gun in aeroplane toilet'

[...]

A bodyguard for David Cameron is being investigated after he reportedly left his gun in a toilet on a transatlantic jet.

A "terrified passenger" found the gun and gave it to staff on a British Airways flight from New York to London on Monday

The gun, believed to be a 9mm Glock 17 pistol, is said to have been left by a close-protection officer from the Met's Specialist Protection unit, who took off his holster while in the toilet.
Mr Cameron's passport - and that of the officer - were found with the weapon
https://www.bbc.co.uk/news/uk-51383104
 

OneShot

Well-known member
Utente Registrato
31 Dicembre 2015
2,097
154
Paris
Sì, è uscito di pista...per andare sulla taxiway, poi è uscito pure da quella per entrare nell'apron.
 

TW 843

Senior Member
6 Novembre 2005
32,203
315
45
Ormeggiatore di aliscafi
Meraviglia!

Dopo le prime righe dove ci gira live il remake di Airport 70, Il direttore di una testata online siciliana, che poi è guarda caso anche portavoce di una compagnia bulgara, imparentato con la proprietà di suddetto vettore ma non interessa, intervista il capo pilota di questa stessa compagnia sull’accaduto.

Passeggero: i nostri 25 minuti di panico sull'aereo per Catania

Ragusa - Francesco F. ha 28 anni, ragusano. E’ uno dei 189 passeggeri che ieri notte, a bordo del Boeing 737/800 della compagnia irlandese Ryanair, ha vissuto una delle esperienze più difficili della sua vita.

Racconta le scene di paura vissute, tipiche di quelle viste nei film. Ricorda, con un filo di voce, la pellicola di "Airport" film del 1970 tratto da un romanzo di Arthur Hailey. Questa volta non era un film e Francesco è ancora provato per lo shock.

Racconta a Ragusanews le fasi concitate dell'atterraggio.

La sua mano stringe quella di una signora anziana cardiopatica in cerca di un contatto amico per sciogliere le ansie.
“Eravamo tutti impauriti dai continui scossoni e dalle turbolenze del volo -racconta Francesco-. Dopo che il comandante aveva annunciato l’avvicinamento a Fontanarossa, abbiamo notato che questi “vuoti d’aria” erano sempre più frequenti. L’aereo ha tentato tre volte di scendere verso l’aerostazione, ma poi riprendeva quota.

Scossoni secchi, che hanno fatto andare nel panico i passeggeri. La signora che mi sedeva accanto soffriva in maniera evidente. Mi ha preso la mano stringendomela forte. Mi ha detto che era cardiopatica. Non me l’ha più lasciata sino all’aperture delle porte. Dietro di me, sentivo piangere. Erano due ragazzi, trattenevano le paure. Le urla dei passeggeri si sovrapponevano e non aiutavano a tranquillizzare gli animi. Lì davanti, qualcuno aveva tirato la maschera dell’ossigeno. Le luci in cabina si spegnevamo e si riaccendevano.

Devo dire che grazie al personale di bordo, molto preparato e professionale (alcune delle assistenti di cabina si sono sedute lungo il corridoio per assistere alcuni passeggeri), siamo riusciti a mantenere la calma.

Dopo 40 minuti circa di sorvolo, l’aereo è atterrato sulla pista catanese. Un applauso liberatorio durato alcuni minuti ha sfogato l’adrenalina di paura dei passeggeri. Abbracci tra i passeggeri in un clima di rara solidarietà. Nessun ferito.
In effetti, il Ryanair partito da Trieste è stato il primo dei voli a volere atterrare su Catania. Altre compagnie avevano optato su Trapani e Palermo dove le condizioni di vento erano stavolta favorevoli.

Castrese Napolano, è un’esperto comandante di voli di linea, con 30 anni di attività alle spalle, oggi è capo piloti della compagnia bulgara Tayaranjet, ha rilasciato oggi un’intervista a “Ragusanews”.

Turbolenze in aereo, bisogna avere paura?

“Per noi piloti è semplice routine, un aspetto comune del nostro lavoro quotidiano. Gli aeroplani sono progettati per affrontare livelli di turbolenza ben maggiori rispetto a situazioni che si possano realisticamente verificare in qualsiasi tipo di viaggio. Mi rendo conto, però, che i passeggeri possano percepire le piccole turbolenze che si verificano in un viaggio di linea come se l’aereo avesse perso il controllo o addirittura stesse precipitando”.

Cosa è successo nel volo Ryanair, alla luce della testimonianza riferita?

“Nella circostanza il comandante avrà effettuato l’atterraggio su Catania, non scegliendo l’opzione del cosiddetto “alternato” perchè le condizioni atmosferiche rientravano nei limiti di vento a traverso previsti dalle procedure aeronautiche, vale a dire non superiori a 33 nodi. Alcuni compagnie e alcuni piloti, cui spetta sempre l’insindacabile giudizio, in via precauzionale anche sotto quel limite scelgono l’aeroporto alternato per garantire adeguati livelli di confort per i passeggeri. La sicurezza è garantita in tutti i casi”.
Un’ultimissima considerazione. Per chi volesse ridurre al massimo il rischio di soffrire per le turbolenze, i posti migliori sono quelli nei pressi delle ali. Chi volesse concedersi un po’ di montagne russe, invece, può scegliere i posti in fondo all’aereo, vicini alla coda.

https://www.ragusanews.com/2020/01/...-25-minuti-di-panico-aereo-per-catania/104875
 

magick

Well-known member
Utente Registrato
5 Maggio 2016
457
31
Le luci in cabina si spegnevamo e si riaccendevano.
Questo è tipico dei film catastrofici nei momenti che precedono il disastro :D
Perdonate la battuta, mi sono lasciato trasportare dal tono dell'articolo. A parte questo domanda seria che mi sono sempre chiesto: perché in queste situazioni le luci vanno a intermittenza?
 

Viking

Well-known member
Utente Registrato
13 Agosto 2009
2,303
113
Milano
Questo è tipico dei film catastrofici nei momenti che precedono il disastro :D
Perdonate la battuta, mi sono lasciato trasportare dal tono dell'articolo. A parte questo domanda seria che mi sono sempre chiesto: perché in queste situazioni le luci vanno a intermittenza?
Perché copiano dai film catastrofici altrimenti non hai abbastanza paura e i giornalai non posso scrivere “attimi di terrore”.
 

13900

Well-known member
Utente Registrato
26 Aprile 2012
6,343
647
Questo è tipico dei film catastrofici nei momenti che precedono il disastro :D
Perdonate la battuta, mi sono lasciato trasportare dal tono dell'articolo. A parte questo domanda seria che mi sono sempre chiesto: perché in queste situazioni le luci vanno a intermittenza?
Le luci non "vanno ad intermittenza". All'approssimarsi dell'atterraggio le luci che indicano le uscite di emergenza si accendono e spengono due volte e poi rimangono illuminate fino all'atterraggio. Il tutto per aiutare i passeggeri a trovare la via d'uscita in caso di emergenza. Credo che sia una norma introdotta dopo l'incidente di Manchester.
 

OneShot

Well-known member
Utente Registrato
31 Dicembre 2015
2,097
154
Paris
Le luci non "vanno ad intermittenza". All'approssimarsi dell'atterraggio le luci che indicano le uscite di emergenza si accendono e spengono due volte e poi rimangono illuminate fino all'atterraggio. Il tutto per aiutare i passeggeri a trovare la via d'uscita in caso di emergenza. Credo che sia una norma introdotta dopo l'incidente di Manchester.
Non stai rispondendo a Magick vero? Stai suggerendo al capopiloti di Tayaranjet di darsi un'occhiata al manuale del 737? Nooo?
Spero che sia una sfumatura aggiunta dal cronista, spero.
 

magick

Well-known member
Utente Registrato
5 Maggio 2016
457
31
Le luci non "vanno ad intermittenza". All'approssimarsi dell'atterraggio le luci che indicano le uscite di emergenza si accendono e spengono due volte e poi rimangono illuminate fino all'atterraggio. Il tutto per aiutare i passeggeri a trovare la via d'uscita in caso di emergenza. Credo che sia una norma introdotta dopo l'incidente di Manchester.
Chiaro, ma io parlavo dei casi di turbolenze per i quali spesso gli articoli parlano genericamente di "luci in cabina" che si accendono e spengono. A meno che non sia solo un modo di scrivere testi sensazionalistici
 

13900

Well-known member
Utente Registrato
26 Aprile 2012
6,343
647
Passenger stung by scorpion on United flight from San Francisco to Atlanta


A passenger aboard a United Airlines flight was treated upon landing after being stung on the plane, according to the airline.
The passenger was traveling on flight 1554 from San Francisco to Atlanta on Thursday, United spokeswoman Natalie Noonan said in a statement. The flight crew consulted with a MedLink physician on the ground to provide medical guidance while still in the air, and the passenger was transported to a local hospital upon landing in Atlanta, Noonan said.

The woman was stung after the scorpion crawled up her pant leg, TMZ reported. It was later caught by flight attendants, according to the outlet.

It is unclear how the scorpion got onto the plane, which had flown in from Washington, D.C. earlier that day, according to online flight records.
https://abcnews.go.com/US/passenger...light-san-francisco-atlanta/story?id=67580260
 

Dancrane

Amministratore AC
Staff Forum
10 Febbraio 2008
16,668
219
Milano

magick

Well-known member
Utente Registrato
5 Maggio 2016
457
31
Tra i vari riflessi della pandemia, c'è anche chi ha ben pensato di offrire la possibilità (ma sarà da vedere quanto la cosa possa essere apprezzata e, sopratutto, approvata dai vettori) di ricreare un bell'effetto Cattedrale sul finestrino dell'aereo...

https://www.secretflying.com/posts/...wcgRSaviFrt004Ubc-umcdSd66CSDreKuBrg1gTM5bVoc

Se proprio non potete farne a meno, lo trovate qui

https://magicalsuperstore.com/
Mi chiedo a cosa serva, la cosa più bella del posto finestrino è guardare fuori...
Sarei curioso di conoscere i volumi di vendita di questa genialata.