Grecia estate 2020: notizie su turismo e riaperture

Flyfan

Well-known member
Utente Registrato
17 Giugno 2019
462
78
LJU

Cesare.Caldi

Well-known member
Utente Registrato
14 Novembre 2005
34,181
126
N/D
E' ufficiale dal 1 luglio la Grecia apre anche agli italiani:

Le regole
In pratica funzionerà così.

Fino al 15 giugno, i voli internazionali sono ammessi solo all’aeroporto di Atene: a tutti sarà effettuato un test, e tutti i visitatori dovranno trascorrere la notte in un albergo designato. In ogni caso, scatterà una quarantena: una autoquarantena di 7 giorni se il test è negativo; una quarantena sotto controllo di 14 giorni se è positivo.

Dal 15 al 30 giugno parte una nuova fase. I voli internazionali sono ammessi solo verso Atene e Salonicco. All’arrivo in aeroporto i viaggiatori provenienti dalle zone a rischio, che per l’Italia significa Lombardia, Piemonte, Emilia Romagna e Veneto, verranno sottoposti tutti al test. «È richiesto il soggiorno di una notte in un albergo designato. Se il test è negativo, il passeggero si mette in auto- quarantena per 7 giorni. Se il test è positivo, il passeggero viene messo in quarantena sotto controllo per 14 giorni» si legge nella nota dell’ambasciata. Per tutti gli altri turisti — per esempio quelli provenienti da Roma — il tampone sarà fatto soltanto su un campione.

Dal 1 luglio in poi, invece, i voli internazionali sono ammessi in tutti gli aeroporti di Grecia, e i visitatori saranno soggetti a test casuali all’arrivo. Non è ancora chiaro se ci saranno restrizioni su viaggiatori partiti da determinati Paesi o Regioni: «Ulteriori restrizioni relative ad alcuni paesi saranno annunciate in un secondo momento», si legge. Dal 15 giugno saranno consentiti gli arrivi alle frontiere terrestri (dall’Albania, dalla Macedonia del Nord e dalla Bulgaria), con test a campione all’arrivo, e gli arrivi via mare saranno consentiti dal 1 ° luglio, sempre con test casuali all’arrivo. «La Grecia», spiega l’ambasciata, «in qualsiasi momento si riserva il diritto di modificare qualunque previsione sopra citata alla luce delle mutate circostanze».

Notizia completa:
 
  • Like
Reactions: smerlos

Flyfan

Well-known member
Utente Registrato
17 Giugno 2019
462
78
LJU
A me non pare ufficiale un beneamato. Dice che gli aeroporti saranno aperti ai voli internazionali. Non a TUTTI i voli internazionali, e che eventuali restrizioni saranno specificate in seguito.
A me sta elemosina dei greci e non solo, mi sta iniziando a irritare e sto seriamente pensando di cancellare a prescindere sinceramente. E lo dico da appassionato della Grecia da quasi un trentennio.
 

Viking

Well-known member
Utente Registrato
13 Agosto 2009
2,349
159
Milano
Rispetto le restrizioni della Grecia paese SOVRANO: con buona pace di giggino, zaia e tutti quelli che gridano al complotto, ma andatevene da qualche altra parte. Poi se siete abbastanza carogne come sala, ricordatevene mi raccomando! Gnegnegne
 
  • Like
Reactions: ilverococco

airport81

Well-known member
Utente Registrato
18 Luglio 2009
700
20
Roma
Sarà ma a me tutta sta storia sembra la versione mal riuscita di giochi senza frontiere!!Ogni stato dice la sua..
Quanto vorrei avere un passaporto diplomatico!:)
 

Viking

Well-known member
Utente Registrato
13 Agosto 2009
2,349
159
Milano
In questo forum si parla di aviazione civile. Seminare odio, zizzagna e parlare di politica non porta a discussioni costruttive ed e' anche di cattivo gusto.
In questo 3ad si parla di Grecia, del suo diritto politico di escludere chi vuole dalle sue spiagge, della noia di alcuni che si offendono perché il governo (aka politica) locale non vuole turisti che arrivano da zone particolarmente colpite dal covid. Tralasciando che si scrive zizzania, in questo forum la politica è presente eccome: poi se ti senti offeso perché un gnegnegne viene da qualche tua parte, amen.
 
  • Like
Reactions: ilverococco

Flyfan

Well-known member
Utente Registrato
17 Giugno 2019
462
78
LJU
In questo 3ad si parla di Grecia, del suo diritto politico di escludere chi vuole dalle sue spiagge, della noia di alcuni che si offendono perché il governo (aka politica) locale non vuole turisti che arrivano da zone particolarmente colpite dal covid. Tralasciando che si scrive zizzania, in questo forum la politica è presente eccome: poi se ti senti offeso perché un gnegnegne viene da qualche tua parte, amen.
Non è questione di offendersi, sono le attuali politiche sui confini di alcuni paesi che fanno ridere i polli. Stanno con le pezze al didietro e ancora cincischiano a riaprire. Forse non hanno ancora capito quale giudizio universale economico li aspetta, e in questo va concesso onore al nostro paese a questo punto, che almeno cerca di limitare i danni.
 

ITALYAIRPORT

Well-known member
Utente Registrato
1 Dicembre 2010
701
22
Non è questione di offendersi, sono le attuali politiche sui confini di alcuni paesi che fanno ridere i polli. Stanno con le pezze al didietro e ancora cincischiano a riaprire. Forse non hanno ancora capito quale giudizio universale economico li aspetta, e in questo va concesso onore al nostro paese a questo punto, che almeno cerca di limitare i danni.
Ti sei risposto da solo. Stanno con le pezze al didietro e non possono permettersi di giocarsi la stagione, cosa che succederebbe se dovesse scoppiare un’epidemia. Inoltre ci sta anche garantire sicurezza a chi arriva da paesi poco infetti. Senza fare gli offesi o cancellare vacanze, ma capire meglio la situazione di ogni singolo paese (che tra l’altro le restrizioni riguardano tutti -incluse Francia, Spagna e UK- eccetto pochi e non il contrario)
Se l’Italia invece di aprire a tutti, ponesse limitazioni a paesi come Francia, UK e Svezia, dove i casi sono ancora tanti, io sarei d’accordo.
E poi temo che almeno per ora i turisti in ingresso in Italia o gli italiani in uscita verso la Grecia sarebbero stati un numero limitato che il danno potenziale sarebbe maggiore del danno attuale.
Più che l’atteggiamento greco è la permalosità italica che mi ha stufato, da un po’.
 
  • Like
Reactions: 13900

13900

Well-known member
Utente Registrato
26 Aprile 2012
6,461
811
Io vorrei capire la logica di gente come Zaia che, qualche mese fa, voleva rimandare indietro gli aerei coi cinesi a bordo (e, a conti fatti, non aveva torto) mentre ora s'arrabbia perchè, numeri alla mano, il cinese ora è lui (e non Cofferati).

Di questo virus capiamo ancora ben poco, ed è indubbio che la Grecia sia in una situazione migliore, quanto a contagi e quant'altro, rispetto a noi - noi italiani, noi inglesi, americani, brasiliani, russi e via dicendo. Data la situazione economica in cui sono e le capacità del loro SSN stanno cercando di proteggersi come possono, e secondo me fanno bene. Immaginatevi un'epidemia in una di quelle isolette dove sono per metà ottantenni e c'è un ambulatorio.

Il futuro prossimo venturo si dividerà in chi ha sotto controllo la situazione, chi ci sta arrivando (l'Italia, quanto ne capisco, è sulla buona strada), chi fa le cose ad minchiam (il mio paese di residenza) e chi chiaramente se ne strafotte (Bolsonaro). Secondo me è pacifico che chi è in condizioni migliori cerchi di tutelarsi, e spero che anche l'Italia lo faccia nei confronti di quei paesi che stanno prendendo la questione sottogamba.
 

belumosi

Socio AIAC
Utente Registrato
10 Dicembre 2007
13,429
217
Io vorrei capire la logica di gente come Zaia che, qualche mese fa, voleva rimandare indietro gli aerei coi cinesi a bordo (e, a conti fatti, non aveva torto) mentre ora s'arrabbia perchè, numeri alla mano, il cinese ora è lui (e non Cofferati).

Di questo virus capiamo ancora ben poco, ed è indubbio che la Grecia sia in una situazione migliore, quanto a contagi e quant'altro, rispetto a noi - noi italiani, noi inglesi, americani, brasiliani, russi e via dicendo. Data la situazione economica in cui sono e le capacità del loro SSN stanno cercando di proteggersi come possono, e secondo me fanno bene. Immaginatevi un'epidemia in una di quelle isolette dove sono per metà ottantenni e c'è un ambulatorio.

Il futuro prossimo venturo si dividerà in chi ha sotto controllo la situazione, chi ci sta arrivando (l'Italia, quanto ne capisco, è sulla buona strada), chi fa le cose ad minchiam (il mio paese di residenza) e chi chiaramente se ne strafotte (Bolsonaro). Secondo me è pacifico che chi è in condizioni migliori cerchi di tutelarsi, e spero che anche l'Italia lo faccia nei confronti di quei paesi che stanno prendendo la questione sottogamba.
Pienamente d'accordo. Da notare anche la risibilità di chi vuol mostrare il caxxo duro nei confronti della piccola Grecia, ma si guarda bene dal fare altrettanto nei confronti di paesi più tosti che mantengono l'Italia bannata.
Più o meno come i birri dei Promessi Sposi.
 

13900

Well-known member
Utente Registrato
26 Aprile 2012
6,461
811
E poi saremo tutti felici e contenti a dire "Uella, abbiamo di nuovo i voli per niuiorc!" (+100k casi, quasi 20mila morti soltanto nell'area urbana della citta').
 
  • Like
Reactions: londonfog

Farfallina

Well-known member
Utente Registrato
23 Marzo 2009
14,430
71
A me non pare ufficiale un beneamato. Dice che gli aeroporti saranno aperti ai voli internazionali. Non a TUTTI i voli internazionali, e che eventuali restrizioni saranno specificate in seguito.
A me sta elemosina dei greci e non solo, mi sta iniziando a irritare e sto seriamente pensando di cancellare a prescindere sinceramente. E lo dico da appassionato della Grecia da quasi un trentennio.
Il problema sono le norme di cancellazione, personalmente concordo con te e ho intenzione di cancellare le vacanze in Grecia ma per un motivo più semplice rispetto alla legittima rivalsa nei confronti di norme in contrasto con lo spirito fondante dell'Unione Europea.
Il punto è che la sanità greca è a livelli penosi e se proprio dovessi ammalarmi preferirei dovermi rivolgere alla sanità emiliano-romagnola, toscana, veneta.
 

TapiroVolante

Well-known member
Utente Registrato
13 Dicembre 2016
596
15
Pienamente d'accordo. Da notare anche la risibilità di chi vuol mostrare il caxxo duro nei confronti della piccola Grecia, ma si guarda bene dal fare altrettanto nei confronti di paesi più tosti che mantengono l'Italia bannata.
Più o meno come i birri dei Promessi Sposi.
Beh, dalle nostre parti non siamo nuovi a smargiassate nei confronti dei figli degli Achei (Cit.: "spezzeremo le reni alla Grecia!"), ma, a mia memoria, a parte Tito Quinzio Flaminino e Lucio Cornelio Silla, solitamente in quelle lande ne siamo spesso usciti con le ossa rotte (meglio, con le reni spezzate).
Tornando poi alla stretta attualità, vorrei capire il perché di tutto questo polverone alzato quando, stante alle comunicazioni ufficiali, la situazione appare la medesima:
- da oggi fino al 14 Giugno l'unico aeroporto dell'Ellade aperto ai voli europei è Atene (quindi scordatevi weekend in qualche remota isoletta, è tuttora TUTTO chiuso); chiunque arrivi (non solo Lombardo o Piemontese, pure un viennese purosangue...) deve fare il test (tampone? sierologico? questo non si evince), se negativo sette giorni di isolamento, se positivo 14.
- dal 15 al 30 giugno si apre anche (e solamente) l'aeroporto di Tessalonica, ehm, pardon, Salonicco: test a campione per tutti gli arrivi (tipo quando viaggio negli States che "a campione" a me fanno SEMPRE il test per gli esplosivi, e si che i miei tratti non sono esattamente levantini...), mentre per quelli che provengono dalle zone che secondo la Commissione Europea per la Sicurezza sul Volo (mica secondo il governo Greco...) sono ad alto rischio di contagio, riamane la tiritera del test obbligatorio di cui sopra; da notare che tra quelle zone sono presenti le quattro regioni italiane oggetto degli strali verso Attici e soci, tutta la Spagna (non solo Estremadura e Asturie, così tanto per dire), tutta la Francia, tutto il Regno Unito, tutta la Svezia ed altri ameni posticini che or non mi sovvengono.
- dal 1 di Luglio aprono infine tutti gli aeroporti, al momento SENZA limitazioni di sorta, ma con il Governo Greco, da buon padre di famiglia, che si riserva il diritto (e ci mancherebbe altro!) di poter applicare, all'uopo, misure più stringenti.
Adesso qualcuno mi dica dove e come ci sarebbe stata, in questi provvedimenti, questa sorta di offesa imperdonabile da lavare col sangue di cui sento parlare da ieri.
Concludo ricordando che io son sempre quello che il 9 di Luglio sarebbe in partenza per far visita a Ippocrate, e, se devo dirla tutta, temo molto di più che Easyjet cancelli i voli, piuttosto che il Governo Greco non ci faccia entrare.
 
  • Like
Reactions: AZ209

ilverococco

Well-known member
Utente Registrato
3 Novembre 2016
167
41
BLQ - DXB
A me pare che in mancanza di un approccio europeo al problema (che non c'è mai stato, e se non c'è mai stato per volontà o impossibilità ai fini i questa discussione è irrilevante) ciascun paese abbia il sacrosanto diritto di fare quello ch ritiene meglio.

"ritiene meglio" include anche un possibile giudizio di marketing: se la decisione fosse ad esempio (esagero) "voglio che vengano gli arabi perchè spendono di più ma gli arabi hanno paura di andare in vacanza dove vanno gli italiani quini banno quest'ultimi" troverei la decisione discutibile, storicamente amorale ma non di meno perfettamente legittima.

Le bestie che abbiamo al governo (nazionale sopratutto, ma anche regionale in molti casi) fanno quello che fanno le bestie: cercano visibilità ed importanza urlando più forte dei loro colleghi messaggi facili da comprendere da chi ha il cervello in naftalina (categoria preponderante in qualunque paese). Trovo questo atteggiamento ben più deprimente del chiudere selettivamente i confini
 

Flyfan

Well-known member
Utente Registrato
17 Giugno 2019
462
78
LJU
Vedo che un po di sano sovranismo tutto sommato è stato spacciato sottobanco...Chiaro che ciascuno può fare quello che vuole, basta che poi quando ti accorgi che l'epidemia è in piena remissione e non corri rischi, non ti aspetti che io torni di corsa sulle tue spiagge a spendere e spandere magari a prezzi rialzati.
La regola della botte piena e moglie ubriaca vale sempre...
 

flori2

Well-known member
Utente Registrato
11 Luglio 2009
668
6
padova
Questi ban valgono quanto i nostri dei voli diretti dalla Cina dove si poteva tranquillamente triangolare. Per un emiliano è facile partire da Roma. Se parte da Roma è pulito, se parte da Bologna è infetto...
 

salva86

Well-known member
Utente Registrato
14 Agosto 2018
106
10
Questi ban valgono quanto i nostri dei voli diretti dalla Cina dove si poteva tranquillamente triangolare. Per un emiliano è facile partire da Roma. Se parte da Roma è pulito, se parte da Bologna è infetto...
Come si diceva prima, nessuno controlla o almeno cercherà di controllare la residenza? Io son di Lecce, prendo un volo da Milano e devo andare in isolamento? Davvero ci stà topo gigio a prendere decisioni....