Francia precipita Airbus A320 GermanWings

jack

Member
Utente Registrato
26 Marzo 2015
18
0
No, sbagliato.
Non va bene nè l'una nè l'altra cosa.
Chiarissimo... Ma lo farei presente a chi scrive delle supposizioni dandole per notizie certe. Ce un inchiesta in corso e si sa meno di nulla. Starei più cauto con le conclusioni (che sono piu pericolose) che con le supposizioni, che concordo...forse meglio non parlarne con "se"...
 

enrico

Amministratore AC
Staff Forum
30 Gennaio 2008
14,849
14
Rapallo, Liguria.
Concordo, infatti per quanto mi riguarda tutti i messaggi che danno per certo che il FO abbia avuto un certificato medico per malattie psichiatriche o ricette per psicofarmaci sono biasimevoli.
 

jack

Member
Utente Registrato
26 Marzo 2015
18
0
Concordo, infatti per quanto mi riguarda tutti i messaggi che danno per certo che il FO abbia avuto un certificato medico per malattie psichiatriche o ricette per psicofarmaci sono biasimevoli.
Purtroppo una macchinazione giornalistica... Ci inducono a pensare parlando di uno con precedenti di burnout e certificati strappati...non ce articolo,notizia, che non scriva in contemporanea delle 2 cose tra l'altro da verificare singolarmente... E da verificare per benino qualora presenti contemporaneamente ( ho evitato di scrivere "se"...:))...
 

davidhyno

Member
Utente Registrato
26 Marzo 2015
5
0
Una delucidazione in merito alla porta blindata: dopo l'11 settembre 2001 si è arrivato a dotare gli aerei di questa porta blindata apribile dall'esterno della cabina di pilotaggio con codici numerici. Si è arrivati pure alla possibilità di bloccarla dall'interno in caso di pericolo. Immagino sia comunque stata pure prevista l'eventualità che qualcuno all'interno potesse volontariamente negare l'accesso.Quindi in questo caso, immettendo un codice particolare (mia supposizione), si possa lanciare un allarme alla compagnia aerea di effettuare relative verifiche del caso e contattare entrambi i piloti? È stata effettuata poi qualche chiamata di emergenza con il telefono satellitare a bordo?
 

lallo

Well-known member
Utente Registrato
27 Gennaio 2011
47
0
Dal 1 Febbraio 2011 è diventata definitivamente operativa la procedura di invio telematico dei certificati di malattia dei lavoratori dipendenti, prevista dal decreto legislativo 30 marzo 2001 n. 165 e introdotta dall'art. 69 del decreto legislativo 27 ottobre 2009 n. 150.

Con le circolari n.1/2010/DFP/DDI del 11 Marzo 2010 e n.2/2010/DFP/DDI del 28 Settembre 2010 sono state definite le norme operative per l'avvio della nuova procedura telematica. Con la circolare n.1 del 23 Febbraio 2011 (GU N. 129 DEL 6-6-2011 ) il Ministro Brunetta ha meglio definito le sanzioni per i Medici che non assolvono l'obbligo di invio telematico dei certificati di malattia, e con la circolare n.4 del 16 Marzo 2011 sono stati fornite indicazioni operative per i lavoratori dipendenti e i datori di lavoro del settore pubblica e privato.

La procedura di invio telematico prevede che i medici dipendenti del Servizio Sanitario Nazionale (cioè i Medici degli Ospedali, dei Pronto Soccorso e dei Poliambulatori delle ASL) o in regime di convenzione (cioè i Medici di Famiglia e i Medici di Guardia Medica) sono tenuti a trasmettere all’INPS, per il tramite del SAC (Sistema di accoglienza centrale), il certificato di malattia del lavoratore pubblico o privato rilasciandone copia cartacea all’interessato. A tal fine, ricevono dal ministero dell’economia (che gestisce il SAC) apposite credenziali di accesso.

La nuova normativa riguarda tutti i lavoratori dipendenti, sia quelli del comparto pubblico che quelli delle aziende private, con la sola esclusione delle seguenti categorie:

Magistrati ordinari, amministrativi e contabili

Avvocati e Procuratori dello stato

Docenti e Ricercatori universitari

Personale della carriera diplomatica

Personale della carriera prefettizia

Personale del Comitato Interministeriale per il credito e il risparmio (CICR)

Personale della Commissione Nazionale per le Società e la Borsa (CONSOB)

Personale dell'Autorità garante della concorrenza e del mercato

Personale delle Forze Armate

Personale della Polizia di Stato

Personale della carriera dirigenziale e direttiva penitenziaria

Personale del Corpo Nazionale dei Vigili del Fuoco, eslcuso il personale volontario e di leva

Per tutte queste categorie rimane vigente la tradizionale modalità cartacea di rilascio dei certificati di malattia.

Una volta trasmesso il certificato online, il medico rilascia al lavoratore copia cartacea:

dell’attestato di malattia per il datore di lavoro, privo di diagnosi;

del certificato di malattia per l’assistito (il lavoratore) che contiene i dati della diagnosi e/o il codice nosologico (codice numero identificativo della patologia).

All'atto della trasmissione on line del certificato, il lavoratore può richiedere al medico di inviarne una copia alla propria casella di posta elettronica.

Qualora il medico sia impossibilitato a stampare la certificazione, comunica al lavoratore il numero di protocollo del certificato, attribuito dopo il controllo e l’accettazione dei dati trasmessi. Tale numerazione può essere utilizzata dal lavoratore per ricercare, visualizzare e stampare il proprio attestato direttamente dal sito internet dell’INPS.

Infatti i certificati trasmessi online e ricevuti dall’INPS vengono messi a disposizione del lavoratore, sul sito internet dell'INPS (www.inps.it).

I lavoratori possono accedere al servizio, che è reso disponibile nella sezione servizi online del sito, mediante due modalità:

tramite un codice pin, con il quale è consentito l’accesso ai dati di tutti i certificati presenti ;

mediante l’inserimento del codice fiscale personale e del numero del certificato, elementi indispensabili per accedere all’attestato cercato.
....

Per la normativa e servizi on line il link dell'inps
http://www.inps.it/portale/default.aspx?iNodo=8134
Appunto...
I naviganti appartengono alla cassa marittima ( SASN). È un altro sistema sanitario, diverso dal SSN. Per capirci, se sei navigante dovresti depennarti dall'ASL e rinunciare al tuo medico di base.
Come già detto non è previsto il telematico ma solo il cartaceo.
 

jack

Member
Utente Registrato
26 Marzo 2015
18
0
Una delucidazione in merito alla porta blindata: dopo l'11 settembre 2001 si è arrivato a dotare gli aerei di questa porta blindata apribile dall'esterno della cabina di pilotaggio con codici numerici. Si è arrivati pure alla possibilità di bloccarla dall'interno in caso di pericolo. Immagino sia comunque stata pure prevista l'eventualità che qualcuno all'interno potesse volontariamente negare l'accesso.Quindi in questo caso, immettendo un codice particolare (mia supposizione), si possa lanciare un allarme alla compagnia aerea di effettuare relative verifiche del caso e contattare entrambi i piloti? È stata effettuata poi qualche chiamata di emergenza con il telefono satellitare a bordo?
Da quello che ho capito non esiste una sorta di "Puk" per capirci...quindi quando uno si chiude dentro da fuori non riesci aprire se quello dentro ti inibisce, salvo workaround (che meglio non scrivere) o forza bruta.
Per le chiamate verso l'esterno io ho capito che si fanno solo dalla cabina e basta, quindi da fuori non credo sia possibile e di certo da fuori aereo non si può fare nulla per la porta (non è pevisto). Corregetemi se sbaglio...
 

enrico

Amministratore AC
Staff Forum
30 Gennaio 2008
14,849
14
Rapallo, Liguria.
Il thread è caduto in quello che nel gergo sportivo USA si chiama "garbage time".
Chiudo almeno sino a domattina, intanto in assenza di notizie si avrebbe solo uno scadimento in chiacchere da bar.
 

aless

Moderatore
12 Settembre 2006
11,380
6
Oltre ad alcune compagnie, cominciano ad arrivare aggiornamenti delle procedure anche da parte degli enti nazionali per l'aviazione civile.

In questo senso, uno (mi sembra) dei primi è quello australiano, che introduce la "two members cockpit rule".

_________________________________________________

Tougher cockpit rules on Australian planes
Australian airlines must have two crew members in the cockpit at all times, under a deal struck with the industry after the Germanwings plane crash.

Australian airlines must have two crew members in the cockpit at all times, under a deal struck with the industry after the Germanwings plane crash.

The pilot of the Germanwings plane that crashed in the French Alps was locked out of the cockpit by his colleague.

Transport Minister Warren Truss says domestic and international airlines will have to comply with the new rule immediately.

Standard operating procedure will require two members of the operating crew, or authorised people, on the flight deck at all times.

The arrangements will apply at all times to all regular passenger transport services where the aircraft has seating capacity for 50 passengers and above.

The agreement will be reviewed after 12 months. Mr Truss says aviation agencies will work with the industry and airline staff on further improvements, such as the requirements for medical testing, including mental health, of all flight crew members.

"Today's decision is a sensible, measured response that combines safeguarding the travelling public with the practical capabilities of the aviation sector," Mr Truss said.

The Germanwings flight crashed on Tuesday, killing all 150 on board, including two Australians. French officials say the plane's voice recorder indicates that co-pilot Andreas Lubitz, 27, locked the captain out of the cockpit of the jet and steered it into the Alps.

Australian pilots are subject to annual medical reviews, which include a psychiatric assessment.

If at any time there are concerns about the mental health of any pilot or co-pilot they are not placed in command of aircraft.


http://www.sbs.com.au/news/article/2015/03/30/tougher-cockpit-rules-australian-planes
 

aless

Moderatore
12 Settembre 2006
11,380
6
Riapro il thread, che chiedo di utilizzare solo per postare e commentare notizie certe o altamente verosimili. Tutto il resto (supposizioni e tutto quanto strettamente off topic) verrà cancellato, fino ad una nuova chiusura.
 

gjangj

Well-known member
Utente Registrato
28 Febbraio 2012
280
0
Giusto quel che dici, Aless, ma permettimi una considerazione: ci sono stati anche dei casi giuridici riaperti per le "supposizioni" portate avanti da programmi televisivi che hanno teorizzato nuove e diverse ipotesi rispetto allo scenario presentato. Con questo non voglio certamente dire che ci si debba lanciare in un "brainstorming" disperato, lasciando porte aperte agli alieni e alle considerazioni più ridicole, ma un minimo di supposizione è alla base di qualunque investigazione. Va controllata, ma eliminata a prescindere non lo condivido. Certamente mi adeguo.
 

kenyaprince

Amministratore AC
Staff Forum
20 Giugno 2008
29,373
39
VCE-TSF
Giusto quel che dici, Aless, ma permettimi una considerazione: ci sono stati anche dei casi giuridici riaperti per le "supposizioni" portate avanti da programmi televisivi che hanno teorizzato nuove e diverse ipotesi rispetto allo scenario presentato. Con questo non voglio certamente dire che ci si debba lanciare in un "brainstorming" disperato, lasciando porte aperte agli alieni e alle considerazioni più ridicole, ma un minimo di supposizione è alla base di qualunque investigazione. Va controllata, ma eliminata a prescindere non lo condivido. Certamente mi adeguo.
Aless intende evitare che ci si lanci in supposizioni prive di ogni supporto. Ben venga invece una supposizione adeguatamente motivata , soprattutto da addetti ai lavori ;)
 

Jack Aubrey

Active member
Utente Registrato
17 Novembre 2013
44
0
A, A
Ecco allora un'ipotesi alternativa da parte di un addetto ai lavori..
Discesa di emergenza con perdita di conoscenza da parte del pilota.
Sa volete posso argomentare.
 

gjangj

Well-known member
Utente Registrato
28 Febbraio 2012
280
0
Ecco allora un'ipotesi alternativa da parte di un addetto ai lavori..
Discesa di emergenza con perdita di conoscenza da parte del pilota.
Sa volete posso argomentare.
Argomentami brevemente solo due aspetti, per favore: 1 - Come si spiegherebbe che la porta fosse bloccata dall'interno se non per scelta deliberata; 2 - Come spiegheresti - per quel che ci è dato sapere -una respirazione non compatibile con una perdita di coscienza.

Se i moderatori non fossero d'accordo, non hanno che da cancellare il mio post, ci mancherebbe..

Nel caso, Jack, rispondimi privatamente, grazie.
 

davidhyno

Member
Utente Registrato
26 Marzo 2015
5
0
Argomentami brevemente solo due aspetti, per favore: 1 - Come si spiegherebbe che la porta fosse bloccata dall'interno se non per scelta deliberata; 2 - Come spiegheresti - per quel che ci è dato sapere -una respirazione non compatibile con una perdita di coscienza.

Se i moderatori non fossero d'accordo, non hanno che da cancellare il mio post, ci mancherebbe..

Nel caso, Jack, rispondimi privatamente, grazie.
Scusa se mi intrometto, gjangj: tu dai quindi per scontato, senza ogni sorta di dubbio, che l'audio sia quello originale?
 

Jack Aubrey

Active member
Utente Registrato
17 Novembre 2013
44
0
A, A
Io non ho sentito la registrazione,come nessuno di di noi, e nessuna voce ufficiale ha mai detto che il Comandante ha tentato di aprire la porta usando il codice di emergenza. Nemmeno il magistrato..
Qui si deve distinguere tra quello che si sa e quello che si suppone, quando sara' appurato che si è tentato di aprire la porta con il codice di emergenza la mia ipotesi non stara' piu' in piedi.
Per quanto riguarda il respiro, forse che una persona incosciente non respira?

Sia chiaro è una mia ipotesi e non voglio convincere nessuno.