Comiso, bilancio in perdita: "tutto previsto"

TW 843

Senior Member
6 Novembre 2005
31,921
76
45
Ormeggiatore di aliscafi
(ANSA) - CATANIA, 4 APR - L'aeroporto di Catania ha comprato lo scalo di Comiso, nel Ragusano. La Sac, società che gestisce l'internazionale 'Vincenzo Bellini', ha acquisito il 100% di Intersac, società che ha oltre il 65% di Soaco, proprietaria del 'Pio La Torre'. Lo ha reso noto il presidente della Camera di commercio del Sud Est Sicilia, Pietro Agen, a margine del convegno 'Il trasporto aereo nell'Europa delle Regioni: la rete aeroportuale della Sicilia", organizzato dal centro studi Demetra in collaborazione con la Sac.
 

TW 843

Senior Member
6 Novembre 2005
31,921
76
45
Ormeggiatore di aliscafi
Traffico passeggeri all'aeroporto di Comiso, calo del 35,6%: marzo si chiude in deficit

ragusa.gds.it


Un calo di passeggeri nell'aeroporto di Comiso. Nel mese di marzo lo scalo del “Pio La Torre” ha fatto registrare una diminuzione del 35,6 per cento rispetto all'analogo periodo dello scorso anno.
La notizia, diffusa dai dati di Assoaeroporti fotografa, in maniera impietosa la situazione dello scalo comisano.

Nel frattempo, però, è cambiata la governance dell'aeroporto. La Sac di Catania ha acquisito l'intero pacchetto azionario di Intersac, la società che detiene il 65 per cento del pacchetto azionario di Soaco. Intersac, fino a due mesi fa formata da Sac e Ies oggi è interamente di proprietà della società di gestione dell'aeroporto catanese. Intersac, però, è in liquidazione: il consuntivo 2018 sarà approvato ancora dai liquidatori.
Esso, ancora una volta, fotografa l'andamento negativo dello scalo. Il 2018 ha fatto registrare perdite per 1,8 milioni di euro, comunque inferiori rispetto all'anno precedente, così come racconta Francesca Cabibbo sulle pagine del Giornale di Sicilia oggi in edicola.
© Riproduzione riservata
 

davidegr

Well-known member
Utente Registrato
Traffico passeggeri all'aeroporto di Comiso, calo del 35,6%: marzo si chiude in deficit

ragusa.gds.it


Un calo di passeggeri nell'aeroporto di Comiso. Nel mese di marzo lo scalo del “Pio La Torre” ha fatto registrare una diminuzione del 35,6 per cento rispetto all'analogo periodo dello scorso anno.
La notizia, diffusa dai dati di Assoaeroporti fotografa, in maniera impietosa la situazione dello scalo comisano.

Nel frattempo, però, è cambiata la governance dell'aeroporto. La Sac di Catania ha acquisito l'intero pacchetto azionario di Intersac, la società che detiene il 65 per cento del pacchetto azionario di Soaco. Intersac, fino a due mesi fa formata da Sac e Ies oggi è interamente di proprietà della società di gestione dell'aeroporto catanese. Intersac, però, è in liquidazione: il consuntivo 2018 sarà approvato ancora dai liquidatori.
Esso, ancora una volta, fotografa l'andamento negativo dello scalo. Il 2018 ha fatto registrare perdite per 1,8 milioni di euro, comunque inferiori rispetto all'anno precedente, così come racconta Francesca Cabibbo sulle pagine del Giornale di Sicilia oggi in edicola.
© Riproduzione riservata
credo ci sia un errore nell'articolo e il dato è riferito ad Aprile e non marzo perché grazie alla chiusura di Fontanarossa, Comiso ha chiuso con + 118,5 %. Poi la perdita perenne è inarrestabile...
 

AZ209

Socio AIAC
Utente Registrato
24 Ottobre 2006
16,928
58
Londra.
Finirà alla Regione Siciliana il 35% dell’aeroporto di Comiso

Il presidente della Regione Siciliana Nello Musumeci è disponibile a subentrare nella gestione dell’aeroporto di Comiso rilevando il 35% di quote della gestione pubblica: è questa quindi la nuova prospettiva di apertura della società di gestione a nuovi capitali. La quota pubblica è essenziale e “Per questo non escludiamo, ove necessario, la possibilità di intervenire direttamente”, ha dichiarato Musumeci. Secondo il sindaco di Comiso Maria Rita Schembari “E’ importante che il 35% di Soaco rimanga pubblico, soprattutto alla luce della eventuale cessione ai privati di Sac, che gestisce l’aeroporto di Catania e che resta socio di Soaco nella gestione dell’aeroporto di Comiso”.

https://corrierediragusa.it/altre-c...gione-siciliana-il-35-dellaeroporto-di-comiso


 

AZ209

Socio AIAC
Utente Registrato
24 Ottobre 2006
16,928
58
Londra.
Dalla Regione taglio di 750.000 euro per l’aeroporto di Comiso

I tagli decisi dal governo Musumeci dopo la “sentenza” della Corte dei Conti che ha certificato il disavanzo della Regione riguardano anche l’aeroporto di Comiso. La manovra ritaglia fondi un po’ dappertutto. Il “Pio La Torre” non avrà i 750.000 euro che erano stati stanziati per l’avvio dell’attività cargo annunciata con tanta enfasi dall’assessore Marco Falcone in un recente convegno. Se Comiso piange, Trapani non ride certamente perché dei 9 milioni promessi per il rilancio dello scalo ne arriveranno solo 4. Per Comiso si preclude così, almeno per il prossimo anno, l’avvio di quella che è considerata una attività redditizia ed attraente per lo scalo. Il servizio cargo è stato infatti pensato per le tante aziende produttrici del sud est che hanno bisogno di collegamenti veloci con gli aeroporti del Nord Italia ed europei. La scure della manovra, che deve trovare 260 milioni per l’assestamento di bilancio, riguarda poi tagli al servizio autobus regionale, con sei milioni di minori investimenti e 87 milioni di mancati trasferimenti ai comuni. Il governo ritaglia anche risorse dalle spese per teatri, enti e partecipate e 650 mila euro destinati alle comunità alloggio per minori. Pagheranno il conto anche le attività di comunicazione della Regione, mezzo milione di euro, congelati anche 3 milioni destinati al sostegno delle scuole per l’infanzia paritarie.

https://corrierediragusa.it/attuali...0-euro-per-laeroporto-di-comiso-dalla-regione
 

I-SELV

Well-known member
Utente Registrato
6 Febbraio 2012
750
0
GOA-MXP
Dalla Regione taglio di 750.000 euro per l’aeroporto di Comiso

I tagli decisi dal governo Musumeci dopo la “sentenza” della Corte dei Conti che ha certificato il disavanzo della Regione riguardano anche l’aeroporto di Comiso. La manovra ritaglia fondi un po’ dappertutto. Il “Pio La Torre” non avrà i 750.000 euro che erano stati stanziati per l’avvio dell’attività cargo annunciata con tanta enfasi dall’assessore Marco Falcone in un recente convegno. Se Comiso piange, Trapani non ride certamente perché dei 9 milioni promessi per il rilancio dello scalo ne arriveranno solo 4. Per Comiso si preclude così, almeno per il prossimo anno, l’avvio di quella che è considerata una attività redditizia ed attraente per lo scalo. Il servizio cargo è stato infatti pensato per le tante aziende produttrici del sud est che hanno bisogno di collegamenti veloci con gli aeroporti del Nord Italia ed europei. La scure della manovra, che deve trovare 260 milioni per l’assestamento di bilancio, riguarda poi tagli al servizio autobus regionale, con sei milioni di minori investimenti e 87 milioni di mancati trasferimenti ai comuni. Il governo ritaglia anche risorse dalle spese per teatri, enti e partecipate e 650 mila euro destinati alle comunità alloggio per minori. Pagheranno il conto anche le attività di comunicazione della Regione, mezzo milione di euro, congelati anche 3 milioni destinati al sostegno delle scuole per l’infanzia paritarie.

https://corrierediragusa.it/attuali...0-euro-per-laeroporto-di-comiso-dalla-regione
Peccato, niente HUB intergalattico per Aviolinee Siciliane. Eppure mi sembrava un progetto serio e solido, stavo per investirci quel milioncino che mi avanza