Analisi sull' andamento delle tariffe aeree


flori2

Utente Registrato
11 Luglio 2009
952
101
padova
Ma adesso esiste il diritto a volare a prezzi politici ad agosto e Natale verso il meridione? Per caso si tratta di un bene primario? Qualcuno ha provato a fare il viaggio in auto e controllare quanto spende?
 
  • Like
Reactions: Qantaslink

Brendon

Utente Registrato
14 Agosto 2016
698
506
TRS/WAS/MEM
Infatti, molte compagnie aeree o tour operator applicano sconti in base alla località da cui si sta prenotando, specie se sono quelle meno richieste
Facciamo un esempio concreto, due prenotazioni sotto data, in peak season visto che nel DMV le scuole riprendono a fine agosto quindi c'è ancora tanta gente a zonzo...

Premessa: United mi localizza di default in Italia (perchè uso lingua Italiana su MacOS e Safari richiede i siti con locale it_IT quindi l'indirizzo IP è ininfluente per il POS scelto di default, cambia solo l'aeroporto di partenza che mi mostra come scelta di default)

IAD-TRS con indirizzo IP Italiano (in private browsing)

1691738241538.png

Italia, prezzi in euro:

1691738716543.png

USA, prezzi in dollari:

1691738656263.png

Stesso volo, stessa classe tariffaria, differente POS. Al cambio attuale 2036 USD sono 1948 EUR. Una differenza di 915 EUR, non bruscolini :D

IAD-TRS con VPN USA (Ashburn, VA poco sopra IAD, in nuova finestra private browsing)

1691739098133.png

Italia, prezzi in euro:

1691739396438.png

USA, prezzi in dollari:

1691739481755.png

3142 USD al cambio attuale sono 2851 EUR quindi una tariffa equiparabile tra POS IT e POS US quando utilizzo un indirizzo IP Statunitense.

A questo punto non so se il POS US con un indirizzo IP Italiano sia un glitch o cosa ma il prossimo biglietto ex-USA provo a prenotarlo da indirizzo IP Italiano (ma con POS US).

EEA se è un glitch... please don't kill the golden goose :p

Questo risultato mi ha sorpreso... non ho tempo per provare altre combinazioni e altre date ma mi ha dato uno spunto interessante per il futuro :)

Non sono sicuro se proseguendo nella prenotazione cambi di default a POS US (in caso lo si forzi a POS IT) siccome il viaggio origina in USA e questo è solo un esercizio di stile per vedere come potrebbe prezzare differentemente. In ogni caso il POS US è quello che da il miglior prezzo (ma con IP Italiano)
 
Ultima modifica:

Sky One

Utente Registrato
23 Agosto 2007
173
4
Lombardia.
www.skyone.it
Mi stavo chiedendo come mai il governo voglia penalizzare i calabresi che vivono al nord e vogliono tornare a casa per la settimana di ferragosto rispetto ai sardi ed ai siciliani. Poi mi hanno fatto notare che nel 2024 in Sardegna ci saranno le elezioni regionali.
 

East End Ave

Utente Registrato
13 Agosto 2013
7,717
2,789
su e giu' sull'atlantico...
Facciamo un esempio concreto, due prenotazioni sotto data, in peak season visto che nel DMV le scuole riprendono a fine agosto quindi c'è ancora tanta gente a zonzo...

Premessa: United mi localizza di default in Italia (perchè uso lingua Italiana su MacOS e Safari richiede i siti con locale it_IT quindi l'indirizzo IP è ininfluente per il POS scelto di default, cambia solo l'aeroporto di partenza che mi mostra come scelta di default)

IAD-TRS con indirizzo IP Italiano (in private browsing)

View attachment 16698

Italia, prezzi in euro:

View attachment 16701

USA, prezzi in dollari:

View attachment 16700

Stesso volo, stessa classe tariffaria, differente POS. Al cambio attuale 2036 USD sono 1948 EUR. Una differenza di 915 EUR, non bruscolini :D

IAD-TRS con VPN USA (Ashburn, VA poco sopra IAD, in nuova finestra private browsing)

View attachment 16702

Italia, prezzi in euro:

View attachment 16703

USA, prezzi in dollari:

View attachment 16704

3142 USD al cambio attuale sono 2851 EUR quindi una tariffa equiparabile tra POS IT e POS US quando utilizzo un indirizzo IP Statunitense.

A questo punto non so se il POS US con un indirizzo IP Italiano sia un glitch o cosa ma il prossimo biglietto ex-USA provo a prenotarlo da indirizzo IP Italiano (ma con POS US).

EEA se è un glitch... please don't kill the golden goose :p

Questo risultato mi ha sorpreso... non ho tempo per provare altre combinazioni e altre date ma mi ha dato uno spunto interessante per il futuro :)

Non sono sicuro se proseguendo nella prenotazione cambi di default a POS US (in caso lo si forzi a POS IT) siccome il viaggio origina in USA e questo è solo un esercizio di stile per vedere come potrebbe prezzare differentemente. In ogni caso il POS US è quello che da il miglior prezzo (ma con IP Italiano)
la differenza , alla fine, la fa la domiciliazione della carta di credito.
puoi avere POO US e POS IT, POO e POS US e così via; resta che che per POS si intende l’indirizzo della CC…
 

londonfog

Moderatore
Utente Registrato
8 Luglio 2012
9,844
1,877
Londra
@Brendon

Negli anni 80 e 90, prima di internet io facevo USA-Europa 10 volte l'anno. La segretaria che si occupava dei biglietti aveva un suo sistema per far spendere meno all'azienda comprando biglietti in Europa o in USA a seconda del periodo, dei cambi, ecc. E questo prima di internet. Adesso e' molto piu' semplice, soprattutto se usi un VPN.
 
  • Like
Reactions: enryb and Brendon

Brendon

Utente Registrato
14 Agosto 2016
698
506
TRS/WAS/MEM
La mia mente continua a leggere "Department of Motor Vehicles" e non riesco a trovare la soluzione giusta... ti prego, aiutami! 😂
DC / Maryland / Virginia, praticamente l'area metropolitana di Washington

la differenza , alla fine, la fa la domiciliazione della carta di credito.
puoi avere POO US e POS IT, POO e POS US e così via; resta che che per POS si intende l’indirizzo della CC…
La cosa strana è la seguente: viaggio IAD-TRS selezionando nel dropdown
1691746336255.png

US come location ha due prezzi differenti se connesso con IP italiano o Statunitense.

Lo stesso biglietto con indirizzo IP Ashburn costa 3100$, con indirizzo IP Trieste costa 2000$. A me sembra un glitch di una prenotazione con credit card billing US fatta da una connessione Italiana.

Ho riprovato adesso, dopo un paio di ore e, anche con indirizzo IP italiano mi viene lo stesso prezzo (3100 e rotti)... mi sa che era un glitch, peccato non averne approfittato? :p

Questo era il risultato che mi aspettavo fin dall'inizio in quanto non ho mai notato differenze nelle prenotazioni in base all'origine (fisica, di indirizzo IP) della richiesta.

Quanto menzionato nell'articolo dell'algoritmo, per quando riguarda la VPN, è tipo la storiella del Bigfoot... il glitch mi stava quasi facendo ricredere :D
 
  • Like
Reactions: Fewwy

East End Ave

Utente Registrato
13 Agosto 2013
7,717
2,789
su e giu' sull'atlantico...
DC / Maryland / Virginia, praticamente l'area metropolitana di Washington



La cosa strana è la seguente: viaggio IAD-TRS selezionando nel dropdown
View attachment 16737

US come location ha due prezzi differenti se connesso con IP italiano o Statunitense.

Lo stesso biglietto con indirizzo IP Ashburn costa 3100$, con indirizzo IP Trieste costa 2000$. A me sembra un glitch di una prenotazione con credit card billing US fatta da una connessione Italiana.

Ho riprovato adesso, dopo un paio di ore e, anche con indirizzo IP italiano mi viene lo stesso prezzo (3100 e rotti)... mi sa che era un glitch, peccato non averne approfittato? :p

Questo era il risultato che mi aspettavo fin dall'inizio in quanto non ho mai notato differenze nelle prenotazioni in base all'origine (fisica, di indirizzo IP) della richiesta.

Quanto menzionato nell'articolo dell'algoritmo, per quando riguarda la VPN, è tipo la storiella del Bigfoot... il glitch mi stava quasi facendo ricredere :D
Spesso gli amici mi chiedono quanto costi ad esempio i n FCO SFO RT, gli dico 1000 (Q Bucket).
Poi uno va sul sito e mi dice “…ma io lo vedo a 900 sul vs sito…” (in L bucket, più basso della Q). Al che gli rispondo “vai pure, fammi sapere…” “eh , mah quando metto l’indirizzo della carta mi fa un ricalcolo e viene 1000…”.
CVD
L’IP identifica la potenziale regione di emissione e il sistema sforna il prezzo nella relativa valuta (USD EUR GBP etc), ma quando vai a finalizzare aggiusta il tutto a seconda del billing address.
Puoi giobbare sull indirizzo ? Si.
Ma a tuo rischio…
 

magick

Utente Registrato
5 Maggio 2016
1,009
444
Spesso gli amici mi chiedono quanto costi ad esempio i n FCO SFO RT, gli dico 1000 (Q Bucket).
Poi uno va sul sito e mi dice “…ma io lo vedo a 900 sul vs sito…” (in L bucket, più basso della Q). Al che gli rispondo “vai pure, fammi sapere…” “eh , mah quando metto l’indirizzo della carta mi fa un ricalcolo e viene 1000…”.
CVD
L’IP identifica la potenziale regione di emissione e il sistema sforna il prezzo nella relativa valuta (USD EUR GBP etc), ma quando vai a finalizzare aggiusta il tutto a seconda del billing address.
Puoi giobbare sull indirizzo ? Si.
Ma a tuo rischio…
Perdonami ma non sarebbe più corretto dare già il prezzo finale supponendo che la località dell'ip sia poi quella della carta di credito?
 

Cesare.Caldi

Utente Registrato
14 Novembre 2005
36,565
1,236
N/D
Secondo voi sono corretti e giustificabili queste anche notevoli differenze tariffarie a secondo dell' IP o della nazionalità della carta di credito? Se compro lo stesso bene o servizio, in questo caso lo stesso identico volo, è normale che ci siano differenze cosi grandi? non parlo di differenze minime legati ai cambi.
Immagino la ragione sia che gli USA mediamente hanno un maggior potere di acquisto dell' Italia e quindi lo stesso prodotto viene fatto pagare molto di piu? Non so voi ma a me non sembra una pratica corretta altrimenti se cosi stanno le cose la prossima volta viene la voglia di acquistare un volo con IP di qualche paese con un potere d'acquisto molto basso.
 

Cesare.Caldi

Utente Registrato
14 Novembre 2005
36,565
1,236
N/D
Perdonami ma non sarebbe più corretto dare già il prezzo finale supponendo che la località dell'ip sia poi quella della carta di credito?
In Italia variare la tariffa iniziale mostrata dopo la prima ricerca e poi aumentarla quando si arriva prima del pagamento (parlo di tariffa non supplementi vari) è considerata una pratica commerciale scorretta già piu' volte sanzionata dall' antitrust.
 

londonfog

Moderatore
Utente Registrato
8 Luglio 2012
9,844
1,877
Londra
Secondo voi sono corretti e giustificabili queste anche notevoli differenze tariffarie a secondo dell' IP o della nazionalità della carta di credito? Se compro lo stesso bene o servizio, in questo caso lo stesso identico volo, è normale che ci siano differenze cosi grandi? non parlo di differenze minime legati ai cambi.
Immagino la ragione sia che gli USA mediamente hanno un maggior potere di acquisto dell' Italia e quindi lo stesso prodotto viene fatto pagare molto di piu? Non so voi ma a me non sembra una pratica corretta altrimenti se cosi stanno le cose la prossima volta viene la voglia di acquistare un volo con IP di qualche paese con un potere d'acquisto molto basso.
Scusami ma queste cose sono sempre esistite. C'e' stato un periodo negli anni 90 dove MXP-LHR-JFK-LHR-MXP in J costava meno del LHR-JFK, oppure JFK-FRA negli anni 80 costava meno del FRA-JFK per cui i miei colleghi tedeschi di allora volavano con un biglietto ex-USA con il ritorno open, tanto venivano a New York una volta ogni due mesi. Una volta la differenza di prezzo era fra il cambio IATA (fissato una volta al mese) e il cambio reale. Adesso le differenze di prezzo sono dovute a diverse situazioni economiche (dal potere d'acquisto, alla voglia della compagnia di aspirare traffico in coincidenza), non sempre i siti guardano al domicilio della carta. Io ho volato MXP-DOH-NBO in J con QR e LHR-MXP con BA risparmiando £600 sul LHR-NBO in J.
 

hyppo

Utente Registrato
26 Gennaio 2012
802
402
Secondo voi sono corretti e giustificabili queste anche notevoli differenze tariffarie a secondo dell' IP o della nazionalità della carta di credito? Se compro lo stesso bene o servizio, in questo caso lo stesso identico volo, è normale che ci siano differenze cosi grandi? non parlo di differenze minime legati ai cambi.
Immagino la ragione sia che gli USA mediamente hanno un maggior potere di acquisto dell' Italia e quindi lo stesso prodotto viene fatto pagare molto di piu? Non so voi ma a me non sembra una pratica corretta altrimenti se cosi stanno le cose la prossima volta viene la voglia di acquistare un volo con IP di qualche paese con un potere d'acquisto molto basso.
Secondo me è corretta e logica, poi non so se sia legale ma immagino di sì
 

Giacks3d

Utente Registrato
9 Maggio 2012
80
25
Non è corretto in Europa in quanto il GDPR impedisce di utilizzare i dati personali acquisiti senza autorizzazione per fornire offerte personalizzate.
Chiaramente però se si attiva la VPN per risultare fuori dall'EU il GDPR non si applica più.
 

kenadams

Moderatore
13 Agosto 2007
10,121
1,516
NYC
Secondo voi sono corretti e giustificabili queste anche notevoli differenze tariffarie a secondo dell' IP o della nazionalità della carta di credito? Se compro lo stesso bene o servizio, in questo caso lo stesso identico volo, è normale che ci siano differenze cosi grandi? non parlo di differenze minime legati ai cambi.
Immagino la ragione sia che gli USA mediamente hanno un maggior potere di acquisto dell' Italia e quindi lo stesso prodotto viene fatto pagare molto di piu? Non so voi ma a me non sembra una pratica corretta altrimenti se cosi stanno le cose la prossima volta viene la voglia di acquistare un volo con IP di qualche paese con un potere d'acquisto molto basso.
Secondo me e' assolutamente logico. E, soprattutto, trovo che sia la cosa piu' equa.

Un volo FLR-NYC-FLR in business con scalo in qualche hub europeo costa spesso anche meno di EUR 2000 se comprato col dovuto anticipo (e assolutamente non difficile da trovare attorno ai 2500). L'itinerario inverso (NYC-FLR-NYC) costa a parita' di classe sempre il doppio o anche il triplo. Trovo che sia equo perche' i tenori di vita sulle due sponde di quell'itinerario sono molto diversi: costringere i vettori a fare una media penalizzerebbe la sponda col tenore di vita piu' basso.