Alitalia e decreto rilancio

TW 843

Senior Member
6 Novembre 2005
32,188
305
45
Ormeggiatore di aliscafi
Ricordiamo in silenzio...

Speciale infrastrutture: Alitalia, Di Maio-Lombardi (M5s) chiedono di convocare Stati generali trasporto aereo
Roma, 24 ott 2017 18:15 - (Agenzia Nova) -

I parlamentari M5s, Luigi Di Maio, candidato premier per il movimento e Roberta Lombardi, candidata alla presidenza della Regione Lazio, firmano un post sul blog di Beppe Grillo dal titolo “Per un’Alialia 5stelle” e affermano: “E' arrivato il momento di convocare gli Stati generali del trasporto aereo in Italia, un'occasione pubblica per fare luce sulle numerose criticità che impediscono ad un settore - che ovunque nel mondo produce miliardi di euro di fatturato e sempre nuovi posti di lavori - non solo di creare ricchezza nel nostro Paese ma al contrario di produrre deserto industriale, fallimenti di storiche compagnie e disoccupazione di massa. E' arrivato il momento di dire basta”. Il lungo post si apre con i dati del trasporto aereo che “continua a crescere di anno in anno. I dati Enac sul primo semestre del 2017, appena pubblicati, parlano di un +6,7 per cento di passeggeri transitati nei nostri aeroporti (118.454.443 passeggeri) e addirittura +12 per cento di merci (186.297 tonnellate) rispetto allo stesso periodo (gennaio-agosto) del 2016 che pure è stato un semestre di grandi soddisfazioni. L'Italia è quindi una meta sempre più ambita. Per questo dovremmo tutti gioire. E invece? Invece l'industria aeronautica – sottolineano Di Maio e Lombardi - nel nostro Paese è al collasso”.

I due parlamentari, quindi, proseguono snocciolando cosa faranno “una volta al governo del Paese e della regione Lazio per risollevare Alitalia”: è loro intenzione “fare luce sulle responsabilità del vecchio management, e sull'attuale gestione commissariale, tramite la controllata Poste Italiane azionista pubblica negli anni precedenti al commissariamento, per i miliardi di euro dilapidati in modo fraudolento, come già denunciato in numerosi esposti”, ma anche “rendere noto il bilancio Alitalia 2016, per mettere a conoscenza tutti, compresi i possibili investitori, delle reali condizioni della compagnia e per far emergere eventuali responsabilità che hanno determinato lo stato di crisi dell'Azienda, rivedere la scelta dei commissari, prediligendo persone competenti, senza conflitto di interessi, slegate dalla politica e che rispettino i requisiti di indipendenza necessari ad effettuare una valutazione libera da condizionamenti dell'azienda e valutare la congruità delle manifestazioni di interesse raccolte prediligendo la tutela dei lavoratori, anche attraverso il loro coinvolgimento attraverso forme di azionariato diffuso”.

I due portavoce M5s, infine, precisano: “Chiariamo fin da subito che non siamo pregiudizialmente contrari ad un ingresso pubblico in Alitalia, qualora questo non si configurasse come l'ennesimo aiuto di Stato ma una reale occasione di rilancio industriale di un vettore che reputiamo strategico per il nostro Paese. Chiariamo altrettanto - concludono - che sarà una posizione che potremmo assumere, a ragion veduta, solo qualora assumessimo il governo del Paese e della regione Lazio poiché siamo convinti che Alitalia potrà realmente decollare, e attirare offerte in grado di valorizzarla integralmente e non svenderla nella formula 'spezzatino', solo se si sarà definitivamente liberata da tutto il marcio che l'ha sempre contraddistinta in questi anni (dirigenti di nomina politica, assunzioni clientelari, sprechi e malagestione ecc.) facendola precipitare nei suoi debiti”. (Rin) © Agenzia Nova
 

Fewwy

Well-known member
Utente Registrato
19 Agosto 2014
569
13
Torino
Oltre ai 3 miliardi, continuità territoriale per 5 anni senza gara e, capisco io, esentasse.
Potrebbe essere quasi pleonastico chiederlo, ma voglio dare loro una chance: 5 anni di continuità territoriale in esclusiva assegnati senza gara ed esentasse con o senza compensazione finanziaria?
 

Tiennetti

Well-known member
Utente Registrato
6 Novembre 2005
3,903
20
37
Venessia
www.david.aero
Voglio pensare male: gonfio il contratto della CT per usarlo come modo per finanziare le perdite e mi assicuro che per 5 anni non dovrò fare giochetti
Fantaviazione?
 

leerit

Well-known member
Utente Registrato
3 Settembre 2019
762
27
Scende da 500 a 350 milioni il contributo iniziale del Mise.

Una rosa di 4 nomi per la guida della newco:

Al nome di Altavilla (era stato il sole 24 ore a farlo per primo) ed ai due “interni” Zeni e Lazzerini ecco il nuovo candidato: si tratta di Massimo Ferrari, romano, attuale General Manager Corporate e Finance di Salini Impregilo.

Lo scrive MF
 

leerit

Well-known member
Utente Registrato
3 Settembre 2019
762
27
MF da anche in nome provvisorio della compagnia: sarà Alitalia TAI Trasporto Aereo Italiano.

La cifra dei 3 miliardi sarà versata dal MEF attingendo a valorizzazioni immobiliari, nobiliari, dividendi e riserve patrimoniali.

Nel decreto la cifra scritta corrisponde però a 2850 milioni. Per arrivare a 3000 mancherebbero 150 milioni. MF scrive che tale cifra secondo sue fonti sarebbe la conversione degli interessi dei prestiti precedenti che verrebbe tramutata in azioni della newco.

Per quanto riguarda l’OK delle UE secondo MF il distacco dell’handling e la stipula di nuovi contratti dovrebbe essere sufficiente per ottenerlo.

Estratto da MF
 

13900

Well-known member
Utente Registrato
26 Aprile 2012
6,335
621
LAI CAI SAI TAI.

Distacco dell'handling nel senso di vendita a privati o creazione di una consociata?
 

tiefpeck

Well-known member
Utente Registrato
27 Agosto 2011
1,902
18
Back to Fischamend
La cifra dei 3 miliardi sarà versata dal MEF attingendo a valorizzazioni nobiliari.
Nel senso che si vendono il titolo di Conte di Fiumicino e Principe di Coccia di Morto? O che i membri del CdA saranno di sangue blu e l'AD deve essere principe? Certo che i M5S ne hanno fatta di strada dagli esordi...
 

tiefpeck

Well-known member
Utente Registrato
27 Agosto 2011
1,902
18
Back to Fischamend

A345

Socio AIAC
Utente Registrato
15 Novembre 2007
1,997
27
Piacenza, Emilia Romagna.
Chiedo a chi ha tenuto i conti negli ultimi anni. Quanti mld sono stati spesi, considerando i 3 di adesso?
Qualche rivista nazionale poco tempo fa aveva stimato una decina di miliardi, prima degli ultimi "prestiti", quindi il totale prima del prossimo fallimento dovrebbe ammontare a:

10mld + 900mln + 300mln + 3.5mld = 14.7 mld

Ah, sostituirei "spesi" con "buttati", mi sembra più corretto.
 

Betha23

Well-known member
Utente Registrato
22 Settembre 2015
1,751
13
MF da anche in nome provvisorio della compagnia: sarà Alitalia TAI Trasporto Aereo Italiano.

La cifra dei 3 miliardi sarà versata dal MEF attingendo a valorizzazioni immobiliari, nobiliari, dividendi e riserve patrimoniali.

Nel decreto la cifra scritta corrisponde però a 2850 milioni. Per arrivare a 3000 mancherebbero 150 milioni. MF scrive che tale cifra secondo sue fonti sarebbe la conversione degli interessi dei prestiti precedenti che verrebbe tramutata in azioni della newco.

Per quanto riguarda l’OK delle UE secondo MF il distacco dell’handling e la stipula di nuovi contratti dovrebbe essere sufficiente per ottenerlo.

Estratto da MF
Oddio, ma vista la fortuna che hanno portato le precedenti appendici a 3 lettere al nome Alitalia io troverei qualcosa di nuovo :D

Per lo scorporo dell’handling mi sera sembrato di capire la stessa corsa dal discorso di leogrande alla commissione, sarebbe una camuffatura per non far storcere il naso alla UE.