Aeroporto di Pescara: thread generale su notizie ed aggiornamenti

Mazingaro

Well-known member
Utente Registrato
5 Dicembre 2007
741
1
Se fai 700000 di quest'anno con 4 voli in croce... Ne fai sicuramente 2 milioni solo e semplicemente facendo diventare le attuali 10 rotte random il doppio. Cosa normalmente semplice.
Premesso che sarei il primo ad essere felice se PSR arrivasse a 2 milioni, ma perché te ne esci con queste notizie prive di alcun fondamento? Saga/Regione hanno dichiarato di puntare al milione di passeggeri (2 milioni sono frutto della tua fantasia) e già questo è un obiettivo ambizioso e che sicuramente non verrà raggiunto nel 2020 e molto probabilmente nemmeno nel 2021.
L'importante è continuare a crescere costantemente, migliorare i servizi e far conoscere la nostra regione.
 

pescair

Well-known member
Utente Registrato
27 Giugno 2008
1,780
0
Premesso che sarei il primo ad essere felice se PSR arrivasse a 2 milioni, ma perché te ne esci con queste notizie prive di alcun fondamento? Saga/Regione hanno dichiarato di puntare al milione di passeggeri (2 milioni sono frutto della tua fantasia) e già questo è un obiettivo ambizioso e che sicuramente non verrà raggiunto nel 2020 e molto probabilmente nemmeno nel 2021.
L'importante è continuare a crescere costantemente, migliorare i servizi e far conoscere la nostra regione.
Bene che vada potrà ambire l'anno prossimo a diventare il primo aeroporto sotto il milione di passeggeri!
Per arrivare al milione ci vorranno almeno altre 4 rotte annuali!
 

juniator

Well-known member
Utente Registrato
2 Settembre 2009
691
0
Pescara
Cisono tanto di conferenze stampa con i 2 milioni nel quinquennio.

E ripeto con 8-10 rotte che hai fai 700000, e sono pochissime, quasi ridicole. Se le raddoppi e destagionalizzi, 2 milioni li fai in 6 7 anni
 

ploncito

Well-known member
Utente Registrato
24 Luglio 2018
293
11
ex MLA, ora AMS
Se fai 700000 di quest'anno con 4 voli in croce... Ne fai sicuramente 2 milioni solo e semplicemente facendo diventare le attuali 10 rotte random il doppio. Cosa normalmente semplice.
Ma perchè fermarsi a 2 milioni? A questo punto perchè non quadruplicare le rotte (sempre random) e arrivare a 4 milioni?
 
Ultima modifica:

AbruzzoNelCuore

Well-known member
Utente Registrato
5 Gennaio 2011
187
0
Comunque da quando è arrivato Paolini, l'aeroporto funziona molto meglio, è stato riammodernato, ampliato, e ci sono veramente progetti seri per farlo crescere ancora di più; è vero che l'iter dei lavori dell'aerostazione era già partito quando ancora c'era Mattoscio, ma Paolini è stato concreto e continua ad esserlo. Complimenti davvero.
 

juniator

Well-known member
Utente Registrato
2 Settembre 2009
691
0
Pescara
, Bisogna ammettere che la simpatia in certi soggetti regna sovrana. Quando parlo di rotte Random parlo di quelle attualmente presente Pescara che ogni tanto ci sono ogni tanto non ci sono poi vanno poi vengono. Gira che ti rigira ci sono sempre una decina di rotte ma che sono Random, perché cambiano sempre ma non aumentano.

Ora potete farvi una risata anche su questa semplice constatazione ovvia
 

AbruzzoNelCuore

Well-known member
Utente Registrato
5 Gennaio 2011
187
0
http://www.chietitoday.it/economia/a...-germania.html

Aumentano le rotte dall'aeroporto d'Abruzzo: presto si volerà per Francia, Germania, Piemonte e Sicilia

Il dipartimento Turismo della Regione Abruzzo ha inviato alla Centrale Unica di Committenza il nuovo bando per arrivare all'ampliamento delle rotte nazionali e internazionali e puntare ad aumentare il ventaglio delle offerte proposte dall'aeroporto d'Abruzzo come Francia, Germania, Piemonte e Sicilia e far crescere la qualità del turismo e quindi aumentare in maniera sensibile le presenze nella nostra regione.

Una notizia, diffusa dall'assessore al Turismo Mauro Febbo, che arriva a qualche giorno di distanza dal parere favorevole dell'Enac per il prolungamento di circa 300 metri della pista.

"La Regione Abruzzo - spiega Febbo - ha investito un milione e mezzo per sue nuove rotte nazionali strategiche come Torino e Catania e due destinazioni europee come Berlino e Parigi. A queste ultime due si aggiungeranno altre due rotte internazionali che deciderà la compagnia aerea aggiudicatrice del bando per arrivare quindi ben quattro località straniere. Inoltre, a questo bando bisogna aggiungere il lavoro strategico che unitamente alla Saga ed al suo presidente Paolini stiamo portando avanti per arrivare ad avere una rotta su Mosca. Infatti abbiamo attivato tutte le procedure e autorizzazioni necessarie attraverso l'Enit e il ministero per essere supportati amministrativamente e quindi arrivare quanto prima ad aprire un porta fondamentale per la nostra economia e per il nostro turismo verso i Paesi Balcani".

Se, come si paventa, dovesse chiudere l'aeroporto romano di Ciampino, la Regione candiderà lo scalo abruzzese a diventare il secondo aeroporto del centro Italia.
 

Mazingaro

Well-known member
Utente Registrato
5 Dicembre 2007
741
1
Comunque da quando è arrivato Paolini, l'aeroporto funziona molto meglio, è stato riammodernato, ampliato, e ci sono veramente progetti seri per farlo crescere ancora di più; è vero che l'iter dei lavori dell'aerostazione era già partito quando ancora c'era Mattoscio, ma Paolini è stato concreto e continua ad esserlo. Complimenti davvero.
Premesso che il mio è un giudizio totalmente APOLITICO mi fa male leggere quanto scrivi. Personalmente credo che finora il sig. Paolini abbia fatto veramente poco e soprattutto non abbia molti meriti sulle cose fatte.
I lavori in aeroporto erano già in corso, lui ha avuto solo la fortuna di essere stato messo lì poco prima dell'inaugurazione. Tra l'altro per quanto ora la zona gates sia più grande e moderna di prima ho l'impressione che i lavori non siano stati fatti proprio bene. L'ultima volta che sono partito da psr il pavimento del duty free e di un altro locale commerciale era già tutto sconnesso (avevano posizionato orribili tavole di legno sopra il pavimento per evitare che i clienti potessero inciampare e cadere - spero abbiano risolto). Nei nuovi bagni non c'è nemmeno l'ombra di uno specchio. Gli schermi ai gates dopo mesi dall'inaugurazione sono ancora spenti (o con la scritta indicante il numero del gate ma non il volo) e passati i controlli non c'è attualmente uno schermo che indichi i voli e i rispettivi gates d'imbarco.
Ma la cosa che mi da più fastidio è che ogni volta che viene intervistato ne spara qualcuna, tipo, ad esempio:
- "14 bagni nei gates, una volta ce n'era uno solo"
- "siamo passati da 2 a 5 gates"
- "Volotea è una compagnia aerea italiana…"
- parlando del volo AZ psr-mxp "l'aeroporto di psr non era mai stato collegato con un hub prima d'ora"
Potrei continuare…

Poi l'ideona della business room il top davvero (vorrei sapere chi l'ha mai utilizzata)! E del cartello "prossima apertura banca" ne vogliamo parlare?
Sicuramente ci mette impegno e ha idee (ad esempio il coordinamento con peg e aoi) ma ad oggi i risultati sono davvero modesti.
E' da quando è arrivato che continua a dire che si lavora per il ripristino del volo per trn e per collegare l'aeroporto a un hub...aspettiamo ancora
 

antser

Well-known member
Utente Registrato
1 Ottobre 2016
595
0
Ma alla fine di tutte queste belle storie l'aeroporto sarà in grado di reggersi da solo o sarà, come adesso, una sorta di mini-Alitalia per gli abruzzesi? Perché se tutte queste belle rotte continuiamo a pagarle noi non è un buon affare
 

Mazingaro

Well-known member
Utente Registrato
5 Dicembre 2007
741
1
Ma alla fine di tutte queste belle storie l'aeroporto sarà in grado di reggersi da solo o sarà, come adesso, una sorta di mini-Alitalia per gli abruzzesi? Perché se tutte queste belle rotte continuiamo a pagarle noi non è un buon affare
Mi spieghi perchè non dovrebbe essere un buon affare? Posso vedere i calcoli che hai fatto?
 

liopic

Well-known member
Utente Registrato
29 Agosto 2013
83
0
P66C
Buona sera a tutti, è da diverso tempo che non intervengo su questo thread.
Speriamo che sia la volta buona per questo aeroporto! Lo spero per chi ci lavora e per un vero rilancio turistico dell'intero Abruzzo. I miei dubbi ( che ho sempre esternato) derivano dal fatto che senza i milioni di euro elargiti sotto varie forme dalla regione Abruzzo alla SAGA ( gestore di PSR ) l'attività operativa e le tratte sarebbero state una chimera. La domanda che pongo a me stesso e a chi vorrà rispondere è: ora che uscirà un nuovo bando milionario per le nuove tratte mentre stà finendo il beneficio dei vecchi bandi cosa succederà? Le compagnie (o meglio la Rayanair !) faranno come qualche anno fà minacciando l'abbandono perché le tratte erano improvvisamente diventate non più remunerative?
Il movimento aereo/cargo/ pax genera ( contabilmente) redditività?In parole povere il sistema PSR è in grado di reggersi e fare profitto con le proprie forze o la regione dovrà continuamente intervenire con fondi pubblici?
Grazie per la cortese attenzione e ad majora!
 

antser

Well-known member
Utente Registrato
1 Ottobre 2016
595
0
Mi spieghi perchè non dovrebbe essere un buon affare? Posso vedere i calcoli che hai fatto?
Io i calcoli non li ho fatti e non potrei nemmeno non avendo uno straccio di numero. Ma conosco i miei polli. E mi ricordo delle fanfare con Ryanair che non mi risulta ci abbia mai volato aggratis a Pescara.
Tu puoi mostrarmi i dati che ho chiesto, ovvero che l'aeroporto sarà in grado di reggersi sulle proprie gambe?
 

AbruzzoNelCuore

Well-known member
Utente Registrato
5 Gennaio 2011
187
0
Premesso che il mio è un giudizio totalmente APOLITICO mi fa male leggere quanto scrivi. Personalmente credo che finora il sig. Paolini abbia fatto veramente poco e soprattutto non abbia molti meriti sulle cose fatte.
I lavori in aeroporto erano già in corso, lui ha avuto solo la fortuna di essere stato messo lì poco prima dell'inaugurazione. Tra l'altro per quanto ora la zona gates sia più grande e moderna di prima ho l'impressione che i lavori non siano stati fatti proprio bene. L'ultima volta che sono partito da psr il pavimento del duty free e di un altro locale commerciale era già tutto sconnesso (avevano posizionato orribili tavole di legno sopra il pavimento per evitare che i clienti potessero inciampare e cadere - spero abbiano risolto). Nei nuovi bagni non c'è nemmeno l'ombra di uno specchio. Gli schermi ai gates dopo mesi dall'inaugurazione sono ancora spenti (o con la scritta indicante il numero del gate ma non il volo) e passati i controlli non c'è attualmente uno schermo che indichi i voli e i rispettivi gates d'imbarco.
Ma la cosa che mi da più fastidio è che ogni volta che viene intervistato ne spara qualcuna, tipo, ad esempio:
- "14 bagni nei gates, una volta ce n'era uno solo"
- "siamo passati da 2 a 5 gates"
- "Volotea è una compagnia aerea italiana…"
- parlando del volo AZ psr-mxp "l'aeroporto di psr non era mai stato collegato con un hub prima d'ora"
Potrei continuare…

Poi l'ideona della business room il top davvero (vorrei sapere chi l'ha mai utilizzata)! E del cartello "prossima apertura banca" ne vogliamo parlare?
Sicuramente ci mette impegno e ha idee (ad esempio il coordinamento con peg e aoi) ma ad oggi i risultati sono davvero modesti.
E' da quando è arrivato che continua a dire che si lavora per il ripristino del volo per trn e per collegare l'aeroporto a un hub...aspettiamo ancora
Anche il mio è un giudizio apolitico, ho precisato infatti che i lavori erano gia partiti sotto la gestione Mattoscio per essere corretti, però dai miracoli è chiaro che anche lui non ne fa, forse ho usato toni troppi trionfalistici, diciamo però che non siamo andati a peggiorare e questa già è una buona cosa.
 

AbruzzoNelCuore

Well-known member
Utente Registrato
5 Gennaio 2011
187
0
Io i calcoli non li ho fatti e non potrei nemmeno non avendo uno straccio di numero. Ma conosco i miei polli. E mi ricordo delle fanfare con Ryanair che non mi risulta ci abbia mai volato aggratis a Pescara.
Tu puoi mostrarmi i dati che ho chiesto, ovvero che l'aeroporto sarà in grado di reggersi sulle proprie gambe?
C'era uno studio dell'Università d'Annunzio sull'aeroporto

https://www.ilcentro.it/abruzzo/addio-ryanair-ma-l-abruzzo-si-può-permettere-di-perderla-1.1457060

Meno voli, meno passeggeri, meno lavoro, meno economia. Tutti elementi negativi che si riflettono nell’economia e nell’indotto occupazionale generato dall’aeroporto. Una ricerca commissionata all’Università d’Annunzio dall’ex presidente Saga Lucio Laureti ha calcolato che ogni turista atterrato in Abruzzo spenderebbe 160 euro al giorno per cui l’ammontare complessivo del giro d’affari che ruoterebbe intorno all’indotto del turismo sarebbe pari a 116,2 milioni di euro. Secondo la Cna il valore di un euro verrebbe moltiplicato per 23 nell’indotto.

Poi ognuno si faccia l'idea che vuole, è chiaro che l'aeroporto in qualche modo genera economia e indotto, poi è normale che posso anche capire chi non è d'accordo a dare tutti quei soldi e sovvenzioni a Ryanair per far modo che atterri in Abruzzo e per onestà intellettuale sembra che secondo questo studio la regione Abruzzo abbia speso oltre 60 milioni di Euro, però io rimango sempre della mia idea: se ne sprecano tanti di soldi per cazzate, il mio modesto parere è invece che questi soldi sono ben spesi, tanto io non credo mica alla favoletta che raddoppieranno tutta l'intera tratta della ferrovia Roma-Pescara, troppi soldi ci vorrebbero e poca utenza al momento ne varrebbe davvero la pena? Stesso discorso per le strade e le autostrade: quanti soldi ci vorrebbero per riammodernarle e rimetterle apposto?
 
Ultima modifica:

liopic

Well-known member
Utente Registrato
29 Agosto 2013
83
0
P66C
C'era uno studio dell'Università d'Annunzio sull'aeroporto

https://www.ilcentro.it/abruzzo/addio-ryanair-ma-l-abruzzo-si-può-permettere-di-perderla-1.1457060

Meno voli, meno passeggeri, meno lavoro, meno economia. Tutti elementi negativi che si riflettono nell’economia e nell’indotto occupazionale generato dall’aeroporto. Una ricerca commissionata all’Università d’Annunzio dall’ex presidente Saga Lucio Laureti ha calcolato che ogni turista atterrato in Abruzzo spenderebbe 160 euro al giorno per cui l’ammontare complessivo del giro d’affari che ruoterebbe intorno all’indotto del turismo sarebbe pari a 116,2 milioni di euro. Secondo la Cna il valore di un euro verrebbe moltiplicato per 23 nell’indotto.

Poi ognuno si faccia l'idea che vuole, è chiaro che l'aeroporto in qualche modo genera economia e indotto, poi è normale che posso anche capire chi non è d'accordo a dare tutti quei soldi e sovvenzioni a Ryanair per far modo che atterri in Abruzzo e per onestà intellettuale sembra che secondo questo studio la regione Abruzzo abbia speso oltre 60 milioni di Euro, però io rimango sempre della mia idea: se ne sprecano tanti di soldi per cazzate, il mio modesto parere è invece che questi soldi sono ben spesi, tanto io non credo mica alla favoletta che raddoppieranno tutta l'intera tratta della ferrovia Roma-Pescara, troppi soldi ci vorrebbero e poca utenza al momento ne varrebbe davvero la pena? Stesso discorso per le strade e le autostrade: quanti soldi ci vorrebbero per riammodernarle e rimetterle apposto?
Quindi l'anno scorso gli aeroporti italiani hanno avuto circa 190 milioni di pax, facendo un semplice calcolo di quelli in arrivo moltiplicate 95 milioni x 160 € e il risultato è che i pax in arrivo hanno speso più di 14 miliardi di euro se poi moltiplichiamo per 23 come dice la CNA avremo la cifra di 322 miliardi al giorno! Mi sembra un pò esagerato.
 

DETTAGLIO

Well-known member
Utente Registrato
14 Ottobre 2017
62
0
Passeggeri e turisti non sono sinonimi.

Non tutti i passeggeri sono turisti.
Non tutti i turisti sono passeggeri.
 

liopic

Well-known member
Utente Registrato
29 Agosto 2013
83
0
P66C
Passeggeri e turisti non sono sinonimi.

Non tutti i passeggeri sono turisti.
Non tutti i turisti sono passeggeri.
Il mio era un paradosso, ma anche se i veri turisti fossero solo il 10% vorrebbe dire che lasciano in Italia 32 miliardi di euro al giorno che in un anno fanno 11.680 miliardi di euro pari a circa 4 volte il PIL annuale dell'Italia!!!!! Penso che chi ha fatto quel report per giustificare i contributi all'aeroporto di PSR a dir poco ha preso una cantonata. Tutto qui.