8 ottobre - 18 anni dopo

freeair

Well-known member
Utente Registrato
7 Novembre 2005
1,923
0
.
Io c' ero.....

dopo dieci anni vorrei raccontarvi quel giorno vissuto da me in prima persona.
Scusate se vi potrei annoiare, ma mi sento di raccontarvi cosa ho provato, cosa ho vissuto.

Come tutte le mattine andavo all'ATA, mi ero alzato e dal mio ottavo piano non vedevo il suolo per la nebbia.
Arrivato ai tre ponti del Forlanini mi chiama mia mamma dicendomi " la radio sta dicendo che a Linate ce stato un incidente, sembra un aereo in rullaggio abbia urtato un palo della luce", la prendo alla leggera ridacchio, stavo sentendo anche io la notizia e pensavo al classico scoop mediatico.
Arrivo, parcheggio e vado verso l'ufficio, mi ferma un amica - concorrente, mi da le prime notizie fumose.
Avevo un aereo in partenza, corro anche io sul piazzale a cercarlo, eravamo in tre di società concorrenti ma si sa l' ATA è un paese e per solidarietà chi trovava un aereo dell'altro avrebbe avvisato. Io cerco il mio a un certo punto comincio a urlare il nome del comandante sperando mi risponda. Finalmente mi risponde. Era vivo era li.
persona eccezzionale che purtroppo ci ha lasciati in un altro incidente sempre li...
Vado in ufficio e il telefono inizia a suonare, io non vedevo il piazzale c'era ancora troppa nebbia, ma le sirene il via vai di quei carri neri lasciava presagire tutto.
Il silenzio era surreale, mai provata una sensazione simile.
Il telefono suona tutti giornalisti in cerca di news o scoop. " Mi spiace non posso dire niente non so niente".
Mamma ad ogni aggiornamento di notizie al tg radio mi chiamava per sapere se tutto andava bene e sentiva piano piano la mia voce crollare.
Arriva una telefonata da CPH.... era una persona da cui un mio collega doveva andare. La prima volta che ho dovuto dire cosa era successo... stavo crollando psicologicamente.
Poi dopo altre telefonate di giornalisti ne arriva una. " Ciao sono la moglie di XXX...mio marito era su quell'aereo...! Era un mio collega aspettato da signore di CPH.
Gia sapevo che la sorte era la stessa per tutti. Codardamente, non so non ce l'ho fatta a dire a quella donna la fine del marito.
Ho chiamato il mio titolare, ho detto che aveva chiamato la Sig. e che pensavo fosse giusto fosse lui a spiegare l'accaduto.
Non saprò mai se ho fatto bene o no. L'ho fatto.
Lui la chiama e spiega.
Io non riuscivo piu a stare in ufficio, scendo in aerostazione non so perche sapevo fosse peggio, ma non sentivo piu il telefono.
Appena arrivo solo perche ho un tesserino SEA vengo aggredito dai giornalisti, scappo dentro l'aerostazione per evitarli. Mi chiama la mamma ancora. Capisce e mi lascia stare. Mi chiama il mio ex capo, persona eccezionale e stimata. A quel punto crollo e mi sfogo con lui. Avevo il magone non riuscivo a fermarmi.
Arrivano i ragazzi dal main apron, reduci che avevano visto e vissuto in diretta. Non descrivo cosa ho visto.
La giornata va avanti, la nebbia si dirada e cerchiamo dall'ufficio di capire e vedere.
Non si capiva niente. Lampeggianti blu, carri neri, in un ordine che a noi sembrava un marasma.
Nel pomeriggio entra in ufficio un ragazzo, perso, bianco, sguardo perso nel vuoto, non parlava. Era al controllo.
Sono le 18 torno a casa.
Il mio piu caro amico mi chiede se usciamo a prendere una birra se volevo tentare di svagarmi. Impossibile ma accetto.
Prima della birra chiedo se mi porta davanti al Forlanini. Lo fa, duro un minuto e scoppio. Decine di televisioni, giornalisti, cronisti ...e tanti amici, famigliari....
Decido di andarmene non ce la facevo piu, capisce la situazione e tenta di distrarmi, ma è dura....
Notte in bianco, ma la mattina sono in ufficio.
Per tre giorni il silenzio rendeva l'aeroporto indescrivibile, rendeva il dramma vissuto. Ma siamo andati avanti. Era nostro dovere.
Quello che so è che ancora molti particolari dopo 10 anni e che ho omesso per lunghezza li ricordo e non li dimenticherò mai......
 

nicolap

Amministratore AC
Staff Forum
10 Novembre 2005
28,385
4
Roma
molto toccante il tuo racconto freeair, grazie.
e grazie anche a Dancrane. il primo articolo è davvero triste.
 

Balente

Bannato
3 Ottobre 2010
369
0
quel giorno ricordo di essermi svegliato sentendo le prime notizie alla radio (avevo fatto il turno di sera e finito tardi). Ho sentito incidente aereo a LIN..un MD..sono saltato sul letto e in un attimo ho pensato che a quell'ora di Md nostri potevano essercene almeno 4. Poi hanno dato la notizia che era un aereo SAS.
Che pena nel cuore leggere l'articolo del corriere, quanta pena e dispiacere per chi è stato coinvolto. Penso che tutti noi che lavoriamo con gli aerei ci auguriamo che non succeda mai, e mai ad un nostro aereo, ad un nostro equipaggio.
Fai dei corsi, ti addestri a gestire l'emergenza, ma preghi di non trovarti mai coinvolto. Freeair grazie della tua testimonianza
 

Dancrane

Amministratore AC
Staff Forum
10 Febbraio 2008
16,364
13
Milano
Grazie Freeair, credo sia facilmente immaginabile il peso nel ricordare l'episodio e che rafforza il mio ringraziamento.
Ho aperto il thread perchè è giusto ricordare, ed è corretto che un forum di aviazione non dimentichi quello che è successo. L'incidente ha certamente contribuito al miglioramento della sicurezza negli aeroporti, e certamente lo sforzo profuso quotidianamente dall'Associazione dei parenti delle vittime (e dal suo Presidente, Paolo Pettinaroli in particolar modo) ha fatto sì che di sicurezza non si smetta mai di parlare, di confrontarsi e di discutere.
A chi non c'è mai stato, suggerisco di fare un salto al "Bosco dei faggi" al Parco Forlanini: è una piccola cosa, che aiuta a non dimenticare.
 

billy13

Well-known member
Utente Registrato
21 Febbraio 2006
1,301
0
Treviso
per chi (come me) ha un figlio/i della medesima età dei bambini dei primo articolo... è un tonfo al cuore e una lacrima sul viso...
grazie a freeair per la testimonianza.
 

setIRSposition

Moderatore
6 Novembre 2005
11,479
5
:flower2:

Un pensiero addolorato per chi non è più tra noi, scomparso senza un valido perché in una grigia mattina di dieci anni fa.

E un pensiero anche alle loro famiglie: l'unico modo per rispettare fino in fondo il loro dolore è quello di mettere in pratica, giorno dopo giorno e senza eccezioni, i tanti, troppi insegnamenti nati da quella triste mattina.
 

TheVoyager

Bannato
6 Giugno 2010
2,541
0
In tutti gli aeroporti italiani è stato indetto un minuto di silenzio in memoria delle vittime dell'incidente?
 

Dancrane

Amministratore AC
Staff Forum
10 Febbraio 2008
16,364
13
Milano
Ci ha lasciato Paolo Pettinaroli

Si é spento il presidente della Fondazione 8 ottobre 2001, che nell'incidente di Linate perse il figlio e da allora dedicó tutte le enerie per il miglioramento della sicurezza aerea. Ci lascia una grande persona.

http://www.fondazione8ottobre.com