Aviazione Civile
Booking.com
Pagina 8 di 13 primaprima 12345678910111213 ultimoultimo
Visualizzazione dei risultati da 176 a 200 su 318
  1. #176
    Socio 2015
    Registrato dal
    Oct 2006
    residenza
    Londra.
    Messaggi
    16,660

    Predefinito Re: AirItaly in liquidazione

    Quote Originariamente inviato da Mailand Visualizza il messaggio
    non mi sembrano dati brutti per il primo anno e con il federaggio che avevano.
    per agosto sono dati bruttini.
    Quote Originariamente inviato da Mailand Visualizza il messaggio
    poi si leggeva che la business era piena
    fonte?
    Quote Originariamente inviato da Mailand Visualizza il messaggio
    e un pilota pochi giorni fa ha detto che non riusciva a caricare tutto il cargo.
    dove lo Hai letto?

    Air Italy perdeva una caterva di soldi, inutile girarci troppo intorno.

  2. #177

    Predefinito Re: AirItaly in liquidazione

    Quote Originariamente inviato da Mailand Visualizza il messaggio
    non mi sembrano dati brutti per il primo anno e con il federaggio che avevano.
    poi si leggeva che la business era piena e un pilota pochi giorni fa ha detto che non riusciva a caricare tutto il cargo.

    gran parte del debito secondo me era dovuto ai 737MAX (se non ho capito male continuavano a pagare il noleggio), sostituzione del 737MAX con altri aerei dove pagavano anche cabin crew visto la non volontà degli equipaggi a volarci sopra e vorrei sapere il costo del leasing A330 per capire veramente l'invetimento di QR.

    A tutto questo aggiungiamo il Magistrato di Tempio reintegro di 400 persone non previste nell'accordo di acquisizione del 49% di Air Italy
    Non fai 200 milioni di perdita operativa per 3 737, degli A330 a leasing e via dicendo. Li fai volando o vuoto o a prezzi stracciati.
    Are we there yet? Stories from the road.

  3. #178
    Senior Member
    Registrato dal
    Nov 2005
    residenza
    .
    Messaggi
    14,685

    Predefinito Re: AirItaly in liquidazione

    Vi spiego lo schianto di Air Italy. L’analisi di Intrieri
    di Gaetano Intrieri

    La liquidazione di Air Italy e il ruolo di Qatar Airways. L’intervento di Gaetano Intrieri, esperto del settore aeronautico


    Quello di Air Italy era un default annunciato da tempo, era chiaro sin dall’inizio a chi conosce le dinamiche del trasporto aereo che l’entrata di Qatar Airways non poteva presupporre nulla di buono per il futuro della compagnia cara al Principe Karin Aga Khan

    Ricordo ancora che il bravissimo Giampiero Castano, dirigente responsabile dei tavoli di crisi del MISE ai tempi dell’acquisizione da parte dei qatarioti del 49% della compagnia aerea sarda mi chiese cosa ne pensassi di tale acquisizione, gli risposi che tempo due anni e avrebbero chiuso. Ma in quel momento erano tutti intenti a festeggiare con il sig. Al Baker che in una roboante conferenza stampa parlava di decine di macchine sia di corto che di lungo raggio che di li a poco avrebbero implementato la flotta e di migliaia di nuove assunzioni.

    Persino il buon Castano, memore del fatto che su Alitalia ci avevo sempre azzeccato nelle mie previsioni, mi guardava con i suoi occhioni seriosi esclamando:”Dai Gaetano questi hanno tanti soldi!!! Vedrai che stavolta ti sbagli”. Mi auguravo di sbagliarmi ma sapevo che l’aviazione ormai e così globalizzata e standardizzata da non ammettere più deficienze e le deficienze qatariote nel gestire aerei erano ben note agli addetti ai lavori, a tal punto che il ceo di Delta Ed Bastian, uno che di aerei se ne intende eccome, qualche tempo fa ebbe pubblicamente a dichiarare che Qatar Airways era l’aerolinea peggio gestita al mondo, se possibile anche peggio di Alitalia. Quello che l’emiro del Qatar ha speso per la sua aerolinea di bandiera sono cifre folli ed inimmaginabili con perdite medie intorno al miliardo di dollari annui, e il mio timore che la gestione allegra e pressappochista in salsa qatariota si estendesse alla storica Meridiana era giustificato dai numeri.

    E’ pur vero però che in questo Paese dove i numeri non interessano a nessuno, e dove le aerolinee hanno storicamente sommato perdite su perdite, l’arrivo dei petroldollari non poteva che essere salutato come una liberazione fossero quelli dell’emiro di Abu Dhabi o quelli dell’emiro di Doha poco importava, l’importante era vendersi politicamente i presunti successi industriali e le grandi sinergie dal prospero futuro.

    Peccato che gli Arabi ben consci dei limiti manageriali dei propri capi azienda e altrettanto consci che con la politica e il lobbismo italiano ci avrebbero rimesso tanti soldini, hanno di fatto capovolto la storia della serie: loro pensano di gabbarci ed invece saremo noi a gabbare loro! Detto, fatto!

    In tanti miei scritti ho analizzato e documentato la speculazione di Etihad ai danni di Alitalia, oggi molte di quelle analisi sono diventati veri e propri capi di imputazione grazie allo straordinario lavoro degli inquirenti che hanno in carico l’indagine sulla bancarotta di Alitalia ebbene i qatarioti hanno agito in modo pressoché identico con la piccola compagnia del principe Ismaelita facendola chiudere dopo oltre 50 anni di storia e di sacrifici di sua Altezza Karim Aga Khan a cui occorre riconoscere una straordinaria disponibilità nel coprire le enormi perdite dell’ultimo ventennio di Meridiana poi diventata Air Italy. Diciamolo chiaramente, se non vi fosse stato un azionista di tale disponibilità economica e soprattutto di tale pazienza nel coprire annualmente perdite al di la di ogni ragionevole limite, Meridiana sarebbe finita in fallimento come tutte le altre aerolinee italiane Neos esclusa.

    Il principe aveva pazientemente coperto perdite davvero significative negli anni solo per fare uno esempio, non poco scalpore aveva suscitato la perdita del 2014 quando l’allora amministratore delegato Roberto Scaramella venne di fatto esautorato da Aga Khan dopo una perdita monstre di 174 milioni di Euro riferita alla sola gestione di Meridian Fly, poi consolidatasi in 160 milioni di Euro a livello di gruppo. Ma si sa, in Italia i numeri contano zero ed allora mentre addirittura la procura di Tempio Pausania consapevole del dissesto chiedeva invano la nomina di commissari giudiziali per mettere le mani su tale scriteriata gestione, il governo del tempo invece premiava cotanta destrezza manageriale nominando di li a poco lo stesso Scaramella ai vertici di Enav e dopo l’esperienza in Enav, come se non bastasse le Ferrovie dello Stato lo nominarono loro super consulente per redigere insieme ad altri consulenti il piano di Fs per Alitalia. 36 pagine di un piano – che definirlo industriale è davvero enfatico – costato alle casse delle Fs e quindi di noi tutti diversi milioni di euro.

    I 174 milioni persi nel 2014 sembravano un record inarrivabile, mai nella storia dell’aviazione, un aerolinea con una flotta di circa 20 aerei era riuscita a perdere tanti soldi in un unico esercizio, eppure in questo caso, vale il detto che al peggio non c’è mai fine, ed il peggio si materializza in un aitante personaggio canadese di origini bulgare, Rossen Dimitrov, che grazie all’incontro con Al Baker, da assistente di volo diventa il manager di Qatar Airways inviato in Air Italy per gestire la gloriosa ex aerolinea sarda.

    In realtà si comprende da subito che al Qatar di Air Italy non frega un fico secco già da questa scelta un po’ bizzarra, dettata secondo molti più da motivi personali che manageriali. Ma non è tutto, i fantasmagorici strateghi qatarioti decidono di smantellare la storia di Alisarda/Meridiana non solo riunificandola con la controllata Air Italy e denominando l’aerolinea con il nome di quest’ultima, ma di fatto smantellando la sede di Olbia e pressoché azzerando Meridiana Maintenance la storica officina di manutenzione aerea di Meridiana.

    In quel periodo ero componente della struttura tecnica di missione presso il Ministero dei Trasporti e su sollecitazione del Ministro, mi occupai di capire cosa stesse succedendo. Convocai presso Enac l’azienda che in quella sede venne rappresentata dall’allora presidente Marco Rigotti e riuscii quanto meno a frenare l’irruenza qatariota nel voler mandare a tutti i costi a casa la quasi totalità dei lavoratori sardi. Di li a poco andai via dal Ministero, ma ciò non mi impedì di comprendere la situazione economico finanziaria della compagnia ed avvisare Enac di quanto avevo potuto analizzare, malgrado Rigotti cercasse di riferire che le perdite erano previste dal budget e che erano circoscritte ad una sessantina di milioni di euro. Purtroppo, le mie impressioni basate sull’analisi dei pochi dati erano corrette, a tal punto che il team di sorveglianza delle licenze di esercizio diffidò nel marzo 2019 Air Italy ad adempiere alla copertura delle ingenti perdite pena la sospensione della licenza dopo aver acclarato che quanto io avevo ipotizzato era vero, ovvero che il record che sembrava imbattibile di Scaramella era stato superato con una perdita superiore ai 180 milioni di euro.

    Ma non è finita qui, poiché nel 2019, approfittando dei problemi sopravvenuti con il Boeing 737 MAX dopo i due noti incidenti e considerando che Air Italy a seguito di tali eventi dovette mettere a terra i tre esemplari che aveva in flotta, il Qatar e il suo manager si fecero venire una idea meravigliosa ovvero sostituire i tre aeromobili attraverso la costituzione di fatto della prima ACMI airline della storia dell’aviazione. ACMI è l’acronimo usato per definire il noleggio di un aeromobile, comprensivo di equipaggio e di assistenza manutentiva, per cui ecco che in un’ormai scellerata politica sempre più orientata ad umiliare i dipendenti dell’aerolinea, si tennero a casa equipaggi italiani dopo aver mandato a casa tanti meccanici aeronautici certificati presso la sede di Olbia, per prendere aerei con equipaggi e meccanici bulgari probabilmente mi viene da pensare per rendere omaggio alle origini dell’aitante manager qatariota. L’idea si dimostra essere davvero ottima e azzeccata sul piano della redditualità, a tal punto che finalmente nel 2019 si frantuma il muro dei 200 milioni di perdite. Con una flotta ormai ridotta a 7 aeroplani ed alcuni aerei presi con la formula ACMI si riesce finalmente ad arrivare all’ambito record di perdere in un unico esercizio oltre 200 milioni di euro.

    Una macelleria sociale senza precedenti, distruzione di competenze manageriali, distruzione di know how manutentivo, distruzione di quella che era la catchment area commerciale storica ovvero la Sardegna per riuscire nell’impresa unica ed inarrivabile nella storia dell’aviazione commerciale di perdere 200 milioni in un anno con una flotta di 7 aeromobili. Occorre qui dare atto che neanche i migliori strateghi che si sono succeduti negli anni in Alitalia sono riusciti ad arrivare a tanto. Chapeau!

    Ma come hanno fatto a perdere tutti questi soldi? E soprattutto il filantropo socio qatariota quanti soldi ha perso?

    Esattamente come nel caso di Etihad con Alitalia, i soldi usciti dalla porta sono rientrati dalla finestra in molti modi, componenti aeronautici, servizi vari che Air Italy era di fatto costretta ad acquistare dal Qatar a prezzi anche 3 volte superiori a quelli di mercato, sino ad arrivare al leasing degli aerei di lungo raggio, ovvero i 5 decantati Airbus A330. Aeromobili con una vita media di circa 15 anni che il Qatar ha concesso in locazione ad Air Italy ad una rata mensile media di 500 mila dollari rispetto ad un prezzo di mercato di 185 mila dollari. Il Qatar di fatto in due anni si è portato a casa circa 40 milioni di dollari con un clamoroso dumping sugli aerei di lungo raggio concessi ad Air Italy e cui va aggiunto un ulteriore speculazione sui 3 Boeing 737 MAX di cui Air Italy ha dovuto continuare a corrispondere la rata di locazione al Qatar anche dopo che le disposizioni aeronautiche ne avevano vietato l’operatività. Incredibile ma vero! Ed a questo punto mi chiedo di cosa si occupassero Rigotti e gli altri membri del Cda di Air Italy nominati dalla holding dell’Aga Khan per rappresentarlo in consiglio di amministrazione?

    Ecco allora che “pietire” lo straniero come si sta cercando di fare anche per Alitalia, in aviazione non funziona, una cosa è allearsi con aerolinee di altri Paesi, cosa ben diversa è farsi comprare da aerolinee straniere che legittimamente poi vengono in Italia a speculare a spese dei lavoratori del comparto aereo e dei contribuenti italiani

    E’ evidente che allo stato di quanto sin qui descritto la decisione di Karim Aga Khan di mettere in liquidazione volontaria l’impresa non può non essere compresa, sia sotto il profilo industriale che umano. E appaiono quanto mai fuori luogo le dichiarazioni di taluni politici che in questi giorni commentano ipocritamente la decisione dell’assemblea dei soci facendo finta di non essere a conoscenza dello stato dell’arte. Lo stato dell’arte era ben noto tra gli addetti ai lavori.

    https://www.startmag.it/smartcity/vi...i-di-intrieri/

  4. #179

    Predefinito Re: AirItaly in liquidazione

    Quote Originariamente inviato da 13900 Visualizza il messaggio
    Non fai 200 milioni di perdita operativa per 3 737, degli A330 a leasing e via dicendo. Li fai volando o vuoto o a prezzi stracciati.
    basta vedere chi era l'head of revman...

  5. #180

    Predefinito Re: AirItaly in liquidazione

    Quote Originariamente inviato da DusCgn Visualizza il messaggio
    Vi spiego lo schianto di Air Italy. L’analisi di Intrieri
    di Gaetano Intrieri

    La liquidazione di Air Italy e il ruolo di Qatar Airways. L’intervento di Gaetano Intrieri, esperto del settore aeronautico
    Sarebbe anche leggibile se non fosse che a ogni riga deve ricordarci che lui l'aveva previsto....
    Are we there yet? Stories from the road.

  6. #181
    Moderatore L'avatar di londonfog
    Registrato dal
    Jul 2012
    residenza
    Londra
    Messaggi
    8,198

    Predefinito Re: AirItaly in liquidazione

    Quote Originariamente inviato da 13900 Visualizza il messaggio
    Sarebbe anche leggibile se non fosse che a ogni riga deve ricordarci che lui l'aveva previsto....
    E' anche che e' sempre e comunque colpa degli altri

  7. #182

    Predefinito Re: AirItaly in liquidazione

    L'articolo è interessante e offre un punto di vista diverso sulla vicenda; però non capisco quale fosse la necessità per i qatarini di agire come Gordon Gekko.

  8. #183
    Senior Member L'avatar di East End Ave
    Registrato dal
    Aug 2013
    residenza
    su e giu' sull'atlantico...
    Messaggi
    4,373

    Predefinito Re: AirItaly in liquidazione

    Quote Originariamente inviato da 13900 Visualizza il messaggio
    Non fai 200 milioni di perdita operativa per 3 737, degli A330 a leasing e via dicendo. Li fai volando o vuoto o a prezzi stracciati.
    Game, set, match, perche' e' esattamente questo il punto Fab!
    Mi si chiede un Fare Match per un gruppo di 40 pax MIL-NYC-MIL ad agosto a....170EUR + YQ ????
    PMO NYC PMO via MIL a 230?
    NAP SFO NAP a 290?
    Ma dai...vuoi fare M/S pensando cosa, che il CASK si tramuti in una zucca? Suicidio annunciato ai quattro venti, ma tutti sordi e opportunisti a cercare di pagare il meno e basta, gli stessi che ora strillano su FB a suon di insulti e parolacce! Ridicoli, tutti!

  9. #184
    Amministratore L'avatar di enrico
    Registrato dal
    Jan 2008
    residenza
    Rapallo, Liguria.
    Messaggi
    14,788

    Predefinito Re: AirItaly in liquidazione

    Quote Originariamente inviato da East End Ave Visualizza il messaggio
    Game, set, match, perche' e' esattamente questo il punto Fab!
    Mi si chiede un Fare Match per un gruppo di 40 pax MIL-NYC-MIL ad agosto a....170EUR + YQ ????
    PMO NYC PMO via MIL a 230?
    NAP SFO NAP a 290?
    Ma dai...vuoi fare M/S pensando cosa, che il CASK si tramuti in una zucca? Suicidio annunciato ai quattro venti, ma tutti sordi e opportunisti a cercare di pagare il meno e basta, gli stessi che ora strillano su FB a suon di insulti e parolacce! Ridicoli, tutti!
    Come numeri assoluti AirItaly dava fastidi osulla ITA-USA agli altri vettori, o drenava poco?

  10. #185
    Senior Member L'avatar di East End Ave
    Registrato dal
    Aug 2013
    residenza
    su e giu' sull'atlantico...
    Messaggi
    4,373

    Predefinito Re: AirItaly in liquidazione

    Quote Originariamente inviato da enrico Visualizza il messaggio
    Come numeri assoluti AirItaly dava fastidi osulla ITA-USA agli altri vettori, o drenava poco?
    Molto fastidio Enrico, ma non come competitor (def = a person, team, or company that is competing against others) ma come elemento che pur di fare market share ha distrutto lo yield, affossato il mercato, il proprio revenue (e, a causa del dumping selvaggio, anche quello degli altri vettori), illuso migliaia di passeggeri e disintegrato 1400 lavoratori e le loro famiglie.
    A che pro? Non so, non riesco a darmi una risposta.
    Se veramente ci stanno dietro giretti di soldi per cui IG comprava da QR a tre volte tanto come riportava l'articolo qui sopra, beh, penso che la Procura di Tempio chiedera' a quella di Civitavecchia come procedere...

  11. #186

    Predefinito Re: AirItaly in liquidazione

    Quote Originariamente inviato da Renato Visualizza il messaggio
    L'articolo è interessante e offre un punto di vista diverso sulla vicenda; però non capisco quale fosse la necessità per i qatarini di agire come Gordon Gekko.
    Il punto cruciale, secondo me, in quell’articolo è il leasing. Davvero QR ha chiesto $500mila/mese di leasing per un 330? e il costo di mercato è davvero $185mila/mese?

  12. #187

    Predefinito Re: AirItaly in liquidazione

    Quote Originariamente inviato da East End Ave Visualizza il messaggio
    Molto fastidio Enrico, ma non come competitor (def = a person, team, or company that is competing against others) ma come elemento che pur di fare market share ha distrutto lo yield, affossato il mercato, il proprio revenue (e, a causa del dumping selvaggio, anche quello degli altri vettori), illuso migliaia di passeggeri e disintegrato 1400 lavoratori e le loro famiglie.
    A che pro? Non so, non riesco a darmi una risposta.
    Se veramente ci stanno dietro giretti di soldi per cui IG comprava da QR a tre volte tanto come riportava l'articolo qui sopra, beh, penso che la Procura di Tempio chiedera' a quella di Civitavecchia come procedere...
    Se chiudono in bonis la procura di Tempio non chiederà un bel niente. Eventuali azioni di responsabilità verso gli amministratori avvengono in caso di fallimento, con una chiusura in bonis sostanzialmente la proprietà ha dilapidato i suoi fondi e sono abbastanza cavolacci suoi, ovviamente semplificando.

  13. #188

    Predefinito Re: AirItaly in liquidazione

    Quote Originariamente inviato da 13900 Visualizza il messaggio
    Il punto cruciale, secondo me, in quell’articolo è il leasing. Davvero QR ha chiesto $500mila/mese di leasing per un 330? e il costo di mercato è davvero $185mila/mese?
    Il dato ha molto sorpreso anche me (e bisogna comunque vedere se sia vero): ma l'Aga Khan dormiva ? Tra l'altro i 330 di IG erano nella sostanza dei vecchi scassoni con (secondo le specifiche che ho trovato online, non per esperienza diretta) Business Class "vecchia" a configurazione 2-2-2 e senza neppure flat-bed seats a 180°, e quindi semmai il leasing avrebbe dovuto essere "di favore", anche considerato che era un'operazione intercompany. Poi non credo che, anche se i numeri fossero veri, il progetto IG sia fallito per questo

  14. #189

    Predefinito Re: AirItaly in liquidazione

    Quote Originariamente inviato da nonflier Visualizza il messaggio
    Il dato ha molto sorpreso anche me (e bisogna comunque vedere se sia vero): ma l'Aga Khan dormiva ? Tra l'altro i 330 di IG erano nella sostanza dei vecchi scassoni con (secondo le specifiche che ho trovato online, non per esperienza diretta) Business Class "vecchia" a configurazione 2-2-2 e senza neppure flat-bed seats a 180°, e quindi semmai il leasing avrebbe dovuto essere "di favore", anche considerato che era un'operazione intercompany. Poi non credo che, anche se i numeri fossero veri, il progetto IG sia fallito per questo
    Chiamarli 'scassoni' e' ingeneroso.
    Are we there yet? Stories from the road.

  15. #190
    Senior Member L'avatar di East End Ave
    Registrato dal
    Aug 2013
    residenza
    su e giu' sull'atlantico...
    Messaggi
    4,373

    Predefinito Re: AirItaly in liquidazione

    Quote Originariamente inviato da Farfallina Visualizza il messaggio
    Se chiudono in bonis la procura di Tempio non chiederà un bel niente. Eventuali azioni di responsabilità verso gli amministratori avvengono in caso di fallimento, con una chiusura in bonis sostanzialmente la proprietà ha dilapidato i suoi fondi e sono abbastanza cavolacci suoi, ovviamente semplificando.
    a parole, scritte, cosi' han detto; ma vedi che a distanza di giorni la procedura di rimborso sembra assai complicata tanto da portare ENAC a intimare maggiore chiarezza, risposte e toll free. Altrimenti avrai ragione te e ognuno fa quel che vuole coi propri soldi, fermo restando che la dinamica descritta e' assai fumosa e poco, molto poco ortodossa...

  16. #191
    Senior Member
    Registrato dal
    Nov 2005
    residenza
    .
    Messaggi
    2,089

    Predefinito Re: AirItaly in liquidazione

    Non mi sembra sia già stato postato il link all'articolo del ... Professore

    https://www.startmag.it/smartcity/vi...i-di-intrieri/


    Ops.. dal cellulare non avevo visto che era qualche post più sopra, chiedo venia
    Ultima modifica di 747MXP; 18th February 2020 a 14: 21

  17. #192

    Predefinito Re: AirItaly in liquidazione

    Oggi è il giorno in cui avrei dovuto ricevere una mail con scritto come Air Italy mi avrebbe riprotetto per farmi andare (o tornare, dipende dal punto di vista) a Milano.
    Niente email ricevuta, e oggi chiamare il call center è ancora più problematico dei giorni scorsi, con la linea che a scelta cade dopo 15 minuti di attesa, o che suona occupato dopo 45 secondi, o che finisce in un loop dove non si capisce niente da quanto la qualità della chiamata sia pessima...

  18. #193

    Predefinito Re: AirItaly in liquidazione

    A Milano da dove?
    chiedere via email il rimborso e riprenotare non sarebbe più facile?

  19. #194
    Senior Member L'avatar di TW 843
    Registrato dal
    Nov 2005
    residenza
    Ormeggiatore di aliscafi
    Messaggi
    31,640

    Predefinito Re: AirItaly in liquidazione

    Occhio a Paolino Di Grandi...poi non dite che non vi avevo avvertito.

    Stappa un COA, stappa stappa dai
    stappa un COA, stappa stappa dai
    è fantasia, è allegria, è simpatia, è Bulgariaaaaaaaaaaaaaaaaaa

  20. #195

    Predefinito Re: AirItaly in liquidazione

    io di mail per chiedere il refound ne ho gia’ mandate 3, risposte zero, in compenso mi mandano ogni giorno una mail per ricordarmi di scegliere il posto sul volo che non ho piu’ ( e per il quale, per assurdo, il posto lo avevo pure scelto e pagato).

  21. #196
    Senior Member L'avatar di TW 843
    Registrato dal
    Nov 2005
    residenza
    Ormeggiatore di aliscafi
    Messaggi
    31,640

  22. #197
    Senior Member L'avatar di TW 843
    Registrato dal
    Nov 2005
    residenza
    Ormeggiatore di aliscafi
    Messaggi
    31,640

    Predefinito Re: AirItaly in liquidazione

    Air Italy, le ali spezzate degli italiani.
    Siamo con un comandante che ha lavorato molti anni nella compagnia Air Italy e gli chiediamo come mai siamo arrivati a questo punto e quali sono state le responsabilità: carenze di personale o organizzative?

    La responsabilità della crisi è soprattutto manageriale, ovvero il modo abbastanza singolare in cui è stata gestita la compagnia da parte del management scelto dai 2 partners che hanno dato vita ad AQA holding che possedeva il capitale azionario di Airitaly: ovvero Alisarda SpA società storica del Principe Karim Aga Khan azionista di.maggioranza col 51% e Qatar Airways uno dei più importanti vettori del trasporto aereo mondiale.

    Ultimamente Air Italy usava aerei bulgari come mai?

    Sappiamo solo che per supplire alla carenza degli aeromobili di corto raggio previsti e mai entrati in flotta, situazione peraltro aggravatasi dalla messa a terra dei Boeing 737Max dopo i noti incidenti internazionali, il Chief Operating Officer dellla compagnia l’ex assistente volo nonché responsabile della scelta dei servizi di bordo, il bulgaro ROSSEN DIMITROV, ha preferito stipulare contratti di wet leasing con COMPAGNIE AEREE dei propri connazionali come BULGARIAN E Tayaranjet , invece di impiegare i nostri equipaggi, anzi un intero settore come quello del Boeing 767 , che faceva voli intercontinentali è stato lasciato a terra con i piloti a 0 ore e gli aerei dismessi per stipulare contratti di leasing molto onerosi per gli Airbus A330 del Qatar che li hanno sostituiti.

    PARLIAMO DELLA PARTE ECONOMICA: come mai I BILANCI sono stati SEMPRE PIU’ IN ROSSO COL *PASSARE DEGLI ANNI?

    E’ MANCATA LA FASE DI SORVEGLIANZA e di controllo sia MANAGERIALE da parte degli azionisti sia istituzionale che poi ERANO LE PREMESSE contenute nel PIANO INDUSTRIALE presentato nel 2018.
    La liquidazione annunciata dalla proprietà caduta come un fulmine a ciel sereno sulle spalle dei dipendenti, senza peraltro coinvolgere il governo italiano, minaccia ora DI LASCIARE SENZA LAVORO PIU’ DI 1500 DIPENDENTI, di cui UN MIGLIAIO IN LOMBARDIA E GLI ALTRI 550 IN SARDEGNA.
    IN LOMBARDIA LE PROVINCE PIU’ COLPITE SONO VARESE E MILANO.
    A MALPENSA ci sono tutt’oggi UN MIGLIAIO DI DIPENDENTI.


    Come mai se il settore trasporto aereo e’ così in crescita le due compagnie italiane sono in perdita?

    PER FARE UTILI NEL TRASPORTO AEREO BISOGNA saper FARE SISTEMA e SINERGIA TRA TUTTI GLI ATTORI presenti nEL MERCATO ITALIANO. GLI STRANIERI SONO STATI FATTI ENTRARE, nel nostro mercato del trasporto aereo ed hanno potuto godere delle RISORSE ECONOMICHE del settore lasciando solo le briciole ai concorrenti italiani. Questa poi è una liquidazione volontaria “in bonis” voluta degli azionisti, peraltro mai avvenuta prima nel settore e questo preclude la possibilità degli ammortizzatori sociali per i dipendenti.

    Ma forse si voleva farla collassare sin dall’inizio?

    NONOSTANTE l’altisonante PRESENTAZIONE AL GALLIA di Milano, dove era PRESENTE anche L’AMMINISTRATORE DELEGATO AKBAR Al Baker di Qatar Airways e LA DICHIARAZIONE di possedere un BUDGET ILLIMITATO per acquisire i PREVISTI 50 AEROMOBILI (30 DI LUNGO RAGGIO E 20 DI CORTO RAGGIO) nonché la PROMESSA DI 10 MILA ASSUNZIONI E di offrire LA PARTECIPAZIONE DEI DIPENDENTI AGLI UTILI, IN REALTA’ NULLA DEL PIANO INDUSTRIALE SI E’ mai REALIZZATO.

    QUALI SONO ORA LE POSSIBILITA’ DI RINASCERE?

    SCARSE A MENO CHE QUALCUNO NON RILEVI LE QUOTE Di Alisarda SpA CHE HA IL 5% della società, un POTESI REMOTA quindi, GLI UNICI CHE POSSONO TROVARE UN PARTNER SONO I NOSTRI Governanti, ACCORPANDO AIR ITALY Ed ALITALIA per poter “FARE SISTEMA”.

    Nessuno è intervenuto a livello politico per sanare la situazione?

    Tutte le sigle sindacali avevano chiesto per mesi di intervenire a istituzioni ed organi di controllo, visto che il piano industriale era ben lungi dall’attuarsi, ma il loro appello e’ rimasto inascoltato.
    LA SOLUZIONE adesso E’ ANCHE POLITICA: LO STATO DEVE INTERVENIRE SULLA CRISI DEL TRASPORTO AEREO nazionale, SFORZANDOSI DI FARE UN POLO unico ITALIANO del trasporto aereo.
    ALTRO ASPETTO PREOCCUPANTE è che il PERSONALE è QUASI TUTTO CON ETA’ al di SOPRA dei 40 ANNI, un’ETA’ IN CUI non si è più FACILMENTE RICOLLOCABILI in questo mercato.

    Redazione
    https://varesepress.info/2020/02/15/...egli-italiani/

  23. #198

    Predefinito Re: AirItaly in liquidazione

    Quote Originariamente inviato da maclover Visualizza il messaggio
    A Milano da dove?
    chiedere via email il rimborso e riprenotare non sarebbe più facile?
    Da New York.
    Ero curioso di sapere SE e COME mi avrebbero riprotetto, ma a questo punto ho preso un volo con DL 🤷🏻*♂️

  24. #199
    Senior Member L'avatar di TW 843
    Registrato dal
    Nov 2005
    residenza
    Ormeggiatore di aliscafi
    Messaggi
    31,640

    Predefinito Re: AirItaly in liquidazione

    Beh dai, siamo salvi!


    Le imprese storiche di Olbia scendono in campo per salvare Air Italy
    17 Febbraio 2020

    Le dichiarazioni.

    Le aziende del territorio, con i loro dipendenti, circa 500 persone, esprimono solidarietà per i lavoratori di Air Italy.

    Le imprese: Ferro Tre, Pincar, Maila, Color System, Impianti elettrici Asara Raimondo, F.lli Pinna, Impresa Francesco Muntone, Emmeciemme, Giemme Costruzioni, Due C, Air Tech, Favuzzi gomme, Gennai & Putzu, Tecnovetro, Cogel Sarda, Autofficina Palmas, Deiana Srl Character, Addis ferramenta, Sarda elettrica, Navarra neon, Bibite Laconi, Demontis Srl, Idini estintori, Daninvest, Eco service, bibite laconi, Site isolamenti, Vitali Spa, Eco System.

    “Condividiamo il dramma delle famiglie olbiesi – dichiarano le aziende – per la perdita dei posti di lavoro e sottolineiamo la Nostra preoccupazione per il futuro socio economico del territorio gallurese che è cresciuto e si è valorizzato anche grazie ad Air Italy che nell’arco di 60 anni ha contribuito da una parte ad importare nuove capacità e conoscenze, dall’altra ad esportare le bellezze e le eccellenze isolane in Italia, in Europa e nel Mondo” .

    “Sollecitiamo fortemente le istituzioni, affinché vengano adottate scelte di buon senso e di tutela generale, pronti a garantire pieno sostegno per qualsiasi iniziativa a sostegno della difesa dei posti di lavoro” concludono le aziende di Olbia

  25. #200
    Senior Member L'avatar di TW 843
    Registrato dal
    Nov 2005
    residenza
    Ormeggiatore di aliscafi
    Messaggi
    31,640

    Predefinito Re: AirItaly in liquidazione

    Vi confesso di essere molto deluso, amareggiato e sconfortato dal fatto che la farmacia Mascia di Olbia non abbia voluto dare il proprio sostegno a questa importante iniziativa.

Informazione discussione

Utenti che visualizzano questa discussione

Ci sono attualmente 1 utenti che visualizzano di questa discussione. (0 utenti 1 ospiti)

Discussioni simili

  1. Aeroporto Siena: messa in liquidazione
    Da Simme71 nel forum Aviazione Civile
    Risposte: 0
    Ultimo messaggio: 26th October 2012, 13: 54
  2. Liquidazione per seaf?
    Da ridolfi84 nel forum Aviazione Civile
    Risposte: 102
    Ultimo messaggio: 24th September 2012, 06: 21
  3. AirBee va in liquidazione volontaria
    Da goafan nel forum Aviazione Civile
    Risposte: 23
    Ultimo messaggio: 17th December 2008, 12: 41
  4. Air Mauritania in liquidazione
    Da Cesare.Caldi nel forum Aviazione Civile
    Risposte: 0
    Ultimo messaggio: 21st January 2008, 21: 09
  5. Rioja Airlines in liquidazione
    Da baritarra nel forum Aviazione Civile
    Risposte: 0
    Ultimo messaggio: 10th September 2007, 20: 07

Segnalibri

Segnalibri

Permessi di invio

Permessi di invio

  • Non puoi inserire discussioni
  • Non puoi inserire repliche
  • Non puoi inserire allegati
  • Non puoi modificare i tuoi messaggi
  •