Etihad Airways avrebbe scelto di sostituire James Hogan

L’indiscrezione (non confermata) arriva dal quotidiano tedesco Handelsblatt, che cita fonti interne all’azienda.

0
1948
James Hogan - WTTC

ABU DHABI – Il giornale tedesco Handelsblatt ha appena riportato l’indiscrezione per cui la proprietà di Etihad Airways, il vettore emiratino, avrebbe scelto di sostituire il suo presidente e amministratore delegato, l’australiano James Hogan in carica dal 2006. Handelsblatt non fornisce conferme né ulteriori dettagli, ma specifica tuttavia come la ragione della scelta sarebbe legata proprio alla recente strategia di acquisizioni di vettori europei di piccole e medie dimensioni, tra cui innanzitutto Alitalia e Air Berlin.

A differenza dei vicini di casa Emirates e Qatar Airways, che pur mantenendo un alto grado di indipendenza hanno comunque consolidato la loro posizione in Europa e nel mondo tramite una serie di accordi mirati, o, nel caso del vettore di Doha, con l’ingresso nell’alleanza One World, il vettore di Abu Dhabi ha seguito una strategia ben più radicale, fatta di acquisizioni e di partecipazioni dirette in diverse compagnie aeree. Oltre ai già citati esempi italiano e tedesco, EY è infatti socio di minoranza anche di Air Serbia, Aer Lingus, e Darwin Airlines, nonché di Air Seychelles, Virgin Australia, e Jet Airways.

Questo originale sistema di partecipazioni, la cui paternità viene fatta risalire allo stesso Hogan, non avrebbe però dato i frutti sperati in termini di ritorno economico. Da qui la scelta di sacrificare il manager australiano, notizia questa su cui speriamo di tornare a breve con ulteriori dettagli e informazioni.

Booking.com

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here