Questione ambientale e settore aviazione

13900

Well-known member
Utente Registrato
26 Aprile 2012
5,983
168
Re: Complimenti a 13900!!

Se posso permettermi, 13900, in un articolo così esaustivo non ho trovato un accenno alle emissioni non-CO2 che danno un quadro completo sull' impatto totale del settore. È stata una tua scelta o non le hai prese in considerazione?
Ciao FLR, nell'articolo le misure in tonnellate che vedi sono CO2-equivalenti. Da Eurostat: Greenhouse gases (CO2, N2O in CO2 equivalent, CH4 in CO2 equivalent, HFC in CO2 equivalent, PFC in CO2 equivalent, SF6 in CO2 equivalent, NF3 in CO2 equivalent). Io ho provato a tradurre tutto 'sto papiello in "CO2-equivalenti"....
 

FLR86

Well-known member
Utente Registrato
29 Aprile 2017
354
3
Re: Complimenti a 13900!!

Ciao FLR, nell'articolo le misure in tonnellate che vedi sono CO2-equivalenti. Da Eurostat: Greenhouse gases (CO2, N2O in CO2 equivalent, CH4 in CO2 equivalent, HFC in CO2 equivalent, PFC in CO2 equivalent, SF6 in CO2 equivalent, NF3 in CO2 equivalent). Io ho provato a tradurre tutto 'sto papiello in "CO2-equivalenti"....
Ah ok, grazie. My bad!
 

setIRSposition

Moderatore
6 Novembre 2005
11,475
13
Re: Complimenti a 13900!!

Ogni a/m classe 737 NG/A320 che atterra nella TMA di Milano è soggetto ad una discesa anticipata rispetto al profilo ideale economico, cio si traduce in un consumo addizionale di 100-200 kg (a volo). Provenendo da Nord ( svizzera ) il controllo svizzero ordina la discesa gia' al confine nord (germania-francia).
Ciao, nella mia esperienza posso dirti che - nella stragrande maggioranza dei casi - quando gli svizzeri o i francesi trasferiscono a Milano un arrivo per un aeroporto della TMA, l'equipaggio è pronto ad un'ulteriore discesa, segno che è sul corretto profilo, se non addirittura alto. Una notevole eccezione a questa tendenza sono gli arrivi a Bergamo via TOP, che sono pesantemente penalizzati sul piano verticale (FL250 in ingresso nell'area di Milano, con più di 120NM da percorrere). Una cosa insensata, di cui ignoro il motivo.

Condivido però il discorso di massima: in Italia meno che altrove ci sono un sacco di restrizioni, pensate per togliere traffico ad alcuni specifici settori di controllo, che hanno effetti nefasti sull'efficienza del volo, e di conseguenza sul suo impatto ambientale. Mi viene in mente la discesa molto precoce per l'aeroporto di Marsiglia, quando si proviene dall'area di Milano: gli arrivi a Marsiglia devono essere a FL230 sul confine Milano/Marsiglia, anche lì con un centinaio di miglia abbondanti da fare.
Purtroppo, finché non risolveremo il problema della capacità dei settori di controllo europei (laddove Marsiglia e alcuni settori tedeschi sono tra worst offenders), continueranno ad esistere queste rigidità.

Altro è il punto sulle "nuove" procedure di arrivo a Malpensa (i c.d. "tromboni"), che hanno effettivamente un profilo di volo più basso rispetto al passato. Questo non è casuale, ma serve a poter "mandar dentro" qualunque aereo verso il final approach fix, garantendogli un corretto rapporto tra la sua quota e le miglia da percorrere. In quel caso, mi viene da dire che l'inefficienza del profilo verticale viene più che compensata dal minor tempo passato in volo, ma è una valutazione spannometrica.

Mi unisco ai complimenti all'amico 13900: bravo!
 

londonfog

Moderatore
Utente Registrato
8 Luglio 2012
8,367
39
Londra
Re: Attivista si arrampica sull'aereo a LCY

... Puntare il dito contro la Cina, come quella brutta e cattiva, lo trovo un po' troppo semplice a mio avviso.
Qui trovate un grafico (aggiornato al 2018) delle emissioni di CO2 per paese

http://www.globalcarbonatlas.org/en/CO2-emissions
Il cambiamento di clima e' un problema globale, se guardi il grafico nel link di Dancrane ti rendi conto di quanto sia importante la Cina (e gli USA) nella lotto per limitare il cambiamento di clima. A questo vorrei aggiungere la deforestazione rampante dell'Amazonia in Brasile. Con questo non voglio assolvere nessun'altro paese e, probabilmente, ho il dente avvelenato con Extinction Rebellion perche' hanno bloccato il centro di Londra per quasi due settimane e questo mi ha causato grossi inconvenienti.
Rimango del parere che concentrarsi sull'aviazione ignorando altre cause di 'global warming' sia troppo facile, relativemente inutile e di forte 'riscontro' sui media. Con questo, ribadisco, che sono discussioni che vanno fatte ma con parametri realistici e scientifici. (vedi articolo di 13900)
 

Jambock

Well-known member
Utente Registrato
19 Giugno 2016
411
1
MXP
Re: Complimenti a 13900!!

Complimenti anche da parte mia per l'ottimo articolo pieno di fatti e scritto in modo chiaro e comprensibile a tutti!

Probabilmente vado OT, ma approfitto per fare i complimenti anche a Nicola per i suoi interessantissimi articoli (sempre sul Huffington Post)
 

aamilan

Moderatore
Utente Registrato
17 Luglio 2008
4,503
3
Re: Complimenti a 13900!!

Congrats

Inviato dal mio SM-G935F utilizzando Tapatalk
 

13900

Well-known member
Utente Registrato
26 Aprile 2012
5,983
168
Re: Attivista si arrampica sull'aereo a LCY

https://video.repubblica.it/mondo/l.../346020/346604?ref=RHPPRB-BS-I0-C4-P1-S1.4-T1

Poverino, io lo avrei aiutato. Intendo, quello che lo ha tirato giù dal treno...
Stunts come questi non aiutano il movimento.

Il problema del cambiamento climatico va affrontato con logica, secondo me, lavorando con intelligenza a risolverne le cause. Deve funzionare a ogni livello, dall'inviduo che nel suo piccolo compra il detersivo 'alla spina' e magari mangia piu' pollo e meno manzo, fino alla macroeconomia dello stato che dismette le centrali a carbone, passando per l'industria del trasporto marittimo che smette di usare la nafta.

Extinction Rebellion aveva una sua certa utilita', quella di catalizzare il pensiero pubblico e di rendere visibile la questione. Salire su treni, incollarsi alla DLR, fare queste ca**te, non serve. Perche' non vanno a Belchatow a inchiodarsi alla centrale a carbone piu' grossa d'Europa? 30.000 tonnellate all'anno di CO2 emesse. Un po' di piu' di salire sul tetto della Jubilee a rompere i cabbasisi a gente che non ha auto, usa i mezzi pubblici e magari - poracci loro - e' pure vegana.
 

SE-ROM

Well-known member
Utente Registrato
12 Ottobre 2018
96
0
ARN
Re: Attivista si arrampica sull'aereo a LCY

Stunts come questi non aiutano il movimento.

Il problema del cambiamento climatico va affrontato con logica, secondo me, lavorando con intelligenza a risolverne le cause. Deve funzionare a ogni livello, dall'inviduo che nel suo piccolo compra il detersivo 'alla spina' e magari mangia piu' pollo e meno manzo, fino alla macroeconomia dello stato che dismette le centrali a carbone, passando per l'industria del trasporto marittimo che smette di usare la nafta.

Extinction Rebellion aveva una sua certa utilita', quella di catalizzare il pensiero pubblico e di rendere visibile la questione. Salire su treni, incollarsi alla DLR, fare queste ca**te, non serve. Perche' non vanno a Belchatow a inchiodarsi alla centrale a carbone piu' grossa d'Europa? 30.000 tonnellate all'anno di CO2 emesse. Un po' di piu' di salire sul tetto della Jubilee a rompere i cabbasisi a gente che non ha auto, usa i mezzi pubblici e magari - poracci loro - e' pure vegana.
Proprio per questo suggerivo di scorporare le due discussioni - se uno dei moderatori può. Sarebbe un peccato aprire un nuovo thread per discutere dell'impatto ambientale dell'aviazione civile e perdere i contributi già postati qui.
 

13900

Well-known member
Utente Registrato
26 Aprile 2012
5,983
168
Re: Attivista si arrampica sull'aereo a LCY

Proprio per questo suggerivo di scorporare le due discussioni - se uno dei moderatori può. Sarebbe un peccato aprire un nuovo thread per discutere dell'impatto ambientale dell'aviazione civile e perdere i contributi già postati qui.
Hai ragione, IMHO. Dancraaaaneeeeeee...
 

13900

Well-known member
Utente Registrato
26 Aprile 2012
5,983
168
Re: Attivista si arrampica sull'aereo a LCY

Proprio per questo suggerivo di scorporare le due discussioni - se uno dei moderatori può. Sarebbe un peccato aprire un nuovo thread per discutere dell'impatto ambientale dell'aviazione civile e perdere i contributi già postati qui.
Hai ragione, IMHO. Dancraaaaneeeeeee...
 

Dancrane

Amministratore AC
Staff Forum
10 Febbraio 2008
16,460
57
Milano
Re: Attivista si arrampica sull'aereo a LCY

Riesce difficile fare una separazione delle due discussioni (andrebbero movimentati i singoli messaggi e diventa complesso), l'unica a mio avviso è unirle, si mischiano un po' i post ma ci si raccapezza meglio a seguire. Tanto, ormai, i complimenti a 13900 li abbiamo fatti...

Edit: vediamo se così migliora
 

13900

Well-known member
Utente Registrato
26 Aprile 2012
5,983
168
Domanda per i nostri piloti, specie quelli (Oneshot?) che volano su 320ceo e neo: quanta differenza vedono, su stessa/comparabile rotta e load, tra un aereo e l'altro? Parlavo un po' di tempo fa con un amico dispatcher che si meravigliava della differenza di fuel uplift tra neo e ceo. Mi diceva che gli era capitato di sbrigare un ceo per GLA e un neo per EDI e, per quest'ultimo, si era allarmato credendo che avessero chiesto il fuel per un volo fino a NCL e non per EDI... poi s'e' reso conto del tipo di aereo.
 

Dancrane

Amministratore AC
Staff Forum
10 Febbraio 2008
16,460
57
Milano
Re: Attivista si arrampica sull'aereo a LCY

...

Il problema del cambiamento climatico va affrontato con logica, secondo me, lavorando con intelligenza a risolverne le cause. Deve funzionare a ogni livello, dall'inviduo che nel suo piccolo compra il detersivo 'alla spina' e magari mangia piu' pollo e meno manzo, fino alla macroeconomia dello stato che dismette le centrali a carbone, passando per l'industria del trasporto marittimo che smette di usare la nafta.

...
Esattamente. Sino a quando si discute del singolo settore, non se ne esce, prova ne è che anche a cancellare l'aviazione si passerebbe da 100 a 96 come indice. Lo sforzo da fare, invece, è quello di impegnarsi, ognugno nel proprio settore e nella propria produzione di CO2 ed affini, a ridurre le emissioni. Senza dimenticare che tutto questo ha un costo, e non ci si deve nascondere dietro al dito di non poterselo permettere come scusa per rimanere fermi al palo.
 

OneShot

Well-known member
Utente Registrato
31 Dicembre 2015
1,962
49
Paris
Domanda per i nostri piloti, specie quelli (Oneshot?) che volano su 320ceo e neo: quanta differenza vedono, su stessa/comparabile rotta e load, tra un aereo e l'altro? Parlavo un po' di tempo fa con un amico dispatcher che si meravigliava della differenza di fuel uplift tra neo e ceo. Mi diceva che gli era capitato di sbrigare un ceo per GLA e un neo per EDI e, per quest'ultimo, si era allarmato credendo che avessero chiesto il fuel per un volo fino a NCL e non per EDI... poi s'e' reso conto del tipo di aereo.
Eccomi, mi hai cercato?
La differenza la si nota eccome fra i due. Non ti posso dare dati recenti o statistiche perché non ne ho e non me le ricordo, ma se la memoria non mi inganna, col CEO in crociera sei sui 1000/1100 kg/h a motore (flussometro a FL 370 e aereo pieno) col NEO si è abbondantemente sotto a 1000.
Mi aveva colpito il Minimum diverting fuel sui voli per FCO con alternato CIA: il CEO vorrebbe 2000kg, il NEO 1600kg. Calcola che sotto i 1500 (750kg ogni innertank) hai una master caution L/R wing tank LOW LEVEL.
 

13900

Well-known member
Utente Registrato
26 Aprile 2012
5,983
168
Eccomi, mi hai cercato?
La differenza la si nota eccome fra i due. Non ti posso dare dati recenti o statistiche perché non ne ho e non me le ricordo, ma se la memoria non mi inganna, col CEO in crociera sei sui 1000/1100 kg/h a motore (flussometro a FL 370 e aereo pieno) col NEO si è abbondantemente sotto a 1000.
Mi aveva colpito il Minimum diverting fuel sui voli per FCO con alternato CIA: il CEO vorrebbe 2000kg, il NEO 1600kg. Calcola che sotto i 1500 (750kg ogni innertank) hai una master caution L/R wing tank LOW LEVEL.
Apperò. 20% un meno per il minimum fuel e se il consumo a crociera è 900 kg/h siamo tra il 10 e il 20% di risparmio... Tu pensa se oltre ai motori ci fossero anche ali nuove!

Grazie mille!