Al via il processo sul fallimento Gandalf


freeair

Utente Registrato
7 Novembre 2005
1,923
1
.
Fallimento Gandalf: prime condanne per i vertici del vettore


02/12/2011
Scattano le condanne per il crac Gandalf, a poco meno di otto anni dalla dichiarazione di fallimento della compagnia aerea fondata nel 1999, quotata in Borsa e con sede operativa a Orio, che aveva lasciato debiti per 55 milioni. Dopo l'udienza preliminare, sono previsti 9 rinvii a giudizio, due patteggiamenti a un anno e 4 mesi e due condanne a due anni di reclusione. Il processo prenderà il via il 6 febbraio 2012: compariranno, davanti a un collegio di tre giudici, Bruno Azzalini, ex direttore generale, Gaetano In trieri, ex presidente del cda, gli ex membri del cda Gabriele Penitenti, Carlo Peretti e Giovanni Polvani e gli ex componenti del collegio sindacale Piermauro Antonio Carabellese, Carlo Mario Cattaneo, Oreste Luciani, Mario Poggio.

Fonte TTG
 

Bianconigliolo74

Utente Registrato
28 Aprile 2008
1,393
0
l'articolo e il titolo non sono coerenti. Dalla lettura si evince il solo rinvio a giudizio con inizio del processo il prossimo febbraio e non la condanna degli imputati. Ma qualcuno sa se sono fondate le voci che davano l' "ex presidente del cda" all'ombra dell'Etna?
 

rantax82

Utente Registrato
9 Luglio 2008
5,045
0
GVA-VRN
l'articolo e il titolo non sono coerenti. Dalla lettura si evince il solo rinvio a giudizio con inizio del processo il prossimo febbraio e non la condanna degli imputati. Ma qualcuno sa se sono fondate le voci che davano l' "ex presidente del cda" all'ombra dell'Etna?
mi pare sia ad ammirare altri "panorami"..
 

Old Crow

Utente Registrato
7 Giugno 2006
1,801
0
Certo quasi 12anni per arrivare all'udienza preliminare , poi mettiamocene altri 10 per i tre gradi di giudizio poi magari una bella prescrizione , e ditemi se non conviene fare il mariuolo di professione in italia.
 

Dancrane

Amministratore AC
Staff Forum
10 Febbraio 2008
17,143
704
Milano
Ho provveduto a modificare il titolo della discussione, che non corrispondeva alla realtà.
 

crew84

Utente Registrato
25 Marzo 2008
118
0
Italia
Fallimento Gandalf Airlines: dopo 7 anni si va al processo

Su La Repubblica si legge che a 7 anni dal fallimento di Gandalf Airlines (piccola compagnia business con base a BGY) finalmente inizia il processo...

Il pubblico ministero aveva richiesto di processare 16 persone (tra i vertici della compagnia e responsabili) le varie accuse erano: bancarotta fraudolenta, sottrazione di denaro dalle casse della società e falsificazione dei bilanci per occultare la situazione finanziaria della compagnia. Ebbene:

- 2 hanno patteggiato (risultato ZERO giorni di carcere per Amministratore Delegato e per Responsabile Amm.vo Finanziario: pena sospesa / condono)

- 2 membri del CDA condannati con rito abbreviato (risultato: ZERO giorni di carcere: pena sospesa)

- 3 assolti

- 9 affronteranno il processo, ma la giustizia italiana non lascia ben sperare...

Quasi quasi fondo anche io una compagnia aerea... :)

FONTI:

http://airport84.wordpress.com/2011/12/03/fallimento-gandalf-airlines-parte-il-processo/

http://parma.repubblica.it/cronaca/...so_quattro_condanne_fino_a_due_anni-25906503/
 

DusCgn

Utente Registrato
9 Novembre 2005
14,681
1
.
L’esperto di Toninelli: «Io un guru, di me si fida. Ma se potessi parlare...»Gaetano Francesco Intrieri, 53 anni, di Messina e la condanna del 2017 per bancarotta

«Sto pensando di dimettermi, per tornare a essere una persona normale», sbotta via sms Gaetano Francesco Intrieri, 53 anni, di Messina, al termine di un’altra giornata complicata. Da due mesi collabora come esperto della Struttura di missione (50 mila euro lordi il suo compenso) con il ministro M5S dei Trasporti, Danilo Toninelli: «Ma io non sono un attivista del Movimento, sono solo un tecnico e sto lavorando per il Paese, al di là delle ideologie. Io sono il*guru*dell’aviazione e invece mi stanno trattando da delinquente», si sfoga brevemente al telefono, con scarsissima modestia. Niente intervista, però, anche se la pressione mediatica cresce: «Il ministro Toninelli è in Germania, il vicepremier Di Maio è in partenza per la Cina, non sarebbe corretto parlare in loro assenza, aspettiamo», svicola Intrieri.

Nessuna voglia, quindi, di spiegare neppure l’ultima «perla».*Giacomo Amadori, che nei giorni scorsi su*la Verità*aveva già rivelato la sua condanna definitiva nel 2017 per bancarotta fraudolenta, legata alle vicende della compagnia aerea Gandalf, ha pubblicato ieri ampi stralci di un interrogatorio del 2005, quando — decidendo di collaborare con la giustizia — Intrieri dichiarò questo davanti al pm Pietro Errede della Procura di Parma: «Tutto quello che ho detto... le altre volte sono cazz...». All’epoca il manager — ha scritto ieri*la Verità*— avrebbe distratto dalle casse dell’azienda in difficoltà circa 480 mila euro (in tre tranche) per pagare debiti personali: «Una condanna non la puoi mica nascondere — così si difende adesso Intrieri, chiuso fino a tarda sera nel bunker del ministero di Porta Pia, una riunione dopo l’altra, aprendosi solo con le persone più vicine —. Ma quei soldi non li ho presi io, ho un documento che lo dimostra. Mi trattano come un delinquente e io invece sono forse uno dei manager che lavora di più nel mondo dell’aviazione, ho lavorato per decine di compagnie, due anni fa scoprii che Alitalia era tecnicamente fallita e lo scrissi pubblicamente, poi dopo 6 mesi è fallita davvero. Per questo mi attaccano. I dipendenti Alitalia sui social sono tutti con me, migliaia di persone vorrebbero che io andassi a lavorare per l’azienda...».

Dopo quello che dichiarò nel 2005 al pm di Parma, però, è inevitabile prendere con una certa cautela le cose che dice: «Nei miei confronti solo attacchi strumentali, perché mi sono occupato di Alitalia, dell’Air Force di Renzi, di Benetton. Insomma, ho dato fastidio a tanti. E se devo dirla tutta, dopo due mesi al ministero, avrei già dei sassolini da togliermi dalle scarpe...». Toninelli è avvisato. Docente a contratto all’università di Tor Vergata dove insegna «Controllo di gestione», Intrieri ha nel curriculum anche un Mba (Master in Business Administration) alla Bocconi di Milano e studi al Massachusetts Institute of Technology di Boston. Ma il dubbio, dopo le «cazz...» sull’inchiesta Gandalf, è lecito: avrà ancora la fiducia di Toninelli? «Credo di sì, non sarei qui altrimenti. Comunque a me nessuno mi può rovinare — assicura —. Perché non ho scheletri nell’armadio».

18 settembre 2018 (modifica il 18 settembre 2018 | 23:50)

© RIPRODUZIONE RISERVATA

https://www.corriere.it/politica/18...re-0deb83a6-bb8c-11e8-bdaa-50b21d428469.shtml
 

Farfallina

Utente Registrato
23 Marzo 2009
14,644
154
Spettacolo a 5 stelle, giusto un paio di mesi ad annusare le poltrone e stanno rinnegando tutti i loro principi fondanti. E non bisogna stupirsi se della coppia di governo Salvini sta facendo il pieno do consensi mentre i 5s arrancano.
 

DusCgn

Utente Registrato
9 Novembre 2005
14,681
1
.

Curriculum tarocco per l’esperto di Toninelli?
@neXt quotidiano | 19 settembre 2018


Nei giorni scorsi Gaetano Intrieri, esperto assunto da Danilo Toninelli al ministero delle Infrastrutture, è finito nei guai per una condanna per bancarotta ricevuta nella vicenda della compagnia aerea Gandalf. L’articolo de La Verità che raccontava la vicenda era stato però smentito da un’intervista rilasciata a Daniele Martini del Fatto dallo stesso Intrieri, il quale raccontava di aver pagato lui un debito di Gandalf e quindi poi di essersi ripreso i soldi (429mila euro) e l’intervistatore non gli chiedeva conto di quanto scritto dalla Cassazione nella sentenza (incredibile, trattandosi del Fatto!). Il giorno dopo la pubblicazione delle motivazioni della sentenza di condanna per bancarotta avevano sgomberato il campo: era stato lo stesso Intrieri a confessare di essersi appropriato della somma per regolare un suo debito con Banca Intesa. Con buona pace delle balle raccontate dalla senatrice M5S Giulia Lupo su Facebook che evidentemente ritiene corretto passare il tempo (“pagata con i nostri soldi”, direbbe Beppe Grillo!) sul social network a fare l’intenditrice di giornalismo invece che ad appurare se le storie che le raccontano sono vere o no.

Oggi Gaetano Intrieri torna agli onori delle cronache grazie al Foglio, che in un articolo a firma di Luciano Capone ci fa sapere che non c’è traccia di un titolo di studio che ha citato nel suo curriculum:

Dalla sua ha il curriculum: avrebbe un Master in business administration (Mba) al Massachusetts Institute of Technology (Mit), una delle più prestigiose università al mondo; avrebbe lavorato per otto anni in McKinsey, una delle più importanti multinazionali della consulenza strategica; sarebbe professore all’Università di Roma Tor Vergata; avrebbe una grande esperienza nella ristrutturazione delle compagnie aeree. Usiamo il condizionale perché questo è ciò che dichiara l’esperto di Toninelli, ma poco o nulla di tutto ciò corrisponde alla realtà. Partiamo dall’Mba al Mit.

Intrieri scrive sul suo profilo Linkedin di averlo conseguito nel 1989-90 e lo ha ribadito il 17 maggio 2018 in una audizione in Senato sulla vicenda Alitalia (“Ho studiato in America, dove ho avuto la fortuna di frequentare un Mba”) e lo ripete spesso su Twitter. Il dubbio però sorge quando, proprio sul social network, scrive ripetutamente di essere stato allievo del premio Nobel “Pietro” Modigliani (“Tanto rispetto per Savona, abbiamo avuto lo stesso maestro il più grande di tutti si chiamava Pietro Modigliani”; “Papà con tanti sacrifici mi mandò a studiare in Usa con il numero uno della storia dell’economia finanziaria e della finanza strutturata si chiamava Pietro Modigliani”). C’è un problema: è vero che Modigliani ha vinto il Nobel e che insegnava al Mit, ma non si chiamava Pietro. Si chiamava Franco, come sa chiunque mastichi un po’ di economia.

Il puntiglioso prof. Riccardo Puglisi, economista all’Università di Pavia e cacciatore di titoli accademici gonfiati, che insieme al Foglio ha notato lo svarione, ha scritto al Mit per chiedere se realmente Intrieri abbia preso un Mba: “Non abbiamo traccia di alcun individuo registrato come studente con questo nome”, rispondono da Boston. L’unico Mit dove Intrieri ha messo piede è quello di Roma, il ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti, e solo per merito di Toninelli. Intrieri dice di aver preso, recentemente, un secondo Mba in Bocconi (che in realtà sarebbe il primo), e questo è vero. L’università conferma al Foglio che ha avuto uno studente con quel nome.

Non solo: anche se Intrieri si presenta come professore a Tor Vergata, l’università ha fatto sapere al Foglio che “il dott. Intrieri non è un dipendente del nostro Ateneo. Per il master in Ingegneria dell’impresa ha insegnato fino all’a.a. 2016/2017 per due moduli da tre lezioni ciascuno” e pertanto “non è corretto definirlo docente di Tor Vergata”. La parte divertente di tutto ciò è che Intrieri ha dato le dimissioni quando si è venuto a sapere della condanna per bancarotta. Toninelli le ha respinte.


https://www.nextquotidiano.it/gaetano-intrieri-toninelli-curriculum/
 

747MXP

Utente Registrato
21 Novembre 2005
2,103
5
.
L’esperto di Toninelli: «Io un guru, di me si fida. Ma se potessi parlare...»Gaetano Francesco Intrieri, 53 anni, di Messina e la condanna del 2017 per bancarotta

«Sto pensando di dimettermi, per tornare a essere una persona normale», sbotta via sms Gaetano Francesco Intrieri, 53 anni, di Messina, al termine di un’altra giornata complicata. Da due mesi collabora come esperto della Struttura di missione (50 mila euro lordi il suo compenso) con il ministro M5S dei Trasporti, Danilo Toninelli: «Ma io non sono un attivista del Movimento, sono solo un tecnico e sto lavorando per il Paese, al di là delle ideologie. Io sono il*guru*dell’aviazione e invece mi stanno trattando da delinquente», [...]

https://www.corriere.it/politica/18...re-0deb83a6-bb8c-11e8-bdaa-50b21d428469.shtml

Dopo aver letto guru dell'aviazione ho rigurgitato anche il pranzo dei Pasqua del 1992.

Non c'è limite all'indecenza.
 

Farfallina

Utente Registrato
23 Marzo 2009
14,644
154
Che le opposizioni chiamino Toninelli a riferire in Parlamento su condanne e curriculum del suo super esperto e se vere le accuse che ai dimetta anche lui insieme al suo esperto. Pazzesco!
 

enrico

Amministratore AC
Staff Forum
30 Gennaio 2008
14,895
65
Rapallo, Liguria.
In passato i legali del Professore ci scrissero diverse volte invocando il (legittimo) diritto all'oblio del loro assistito in merito alle precedenti vicende giudiziarie.
Considerato che la questione è tornata prepotentemente di attualità riterrei che il diritto all'oblio sia venuto meno, in caso contrario gli avvocati del Professore potranno nuovamente contattare aviazione civile, così come tutti gli altri media.
 

Edoardo

Moderatore
Utente Registrato
16 Settembre 2011
5,364
25
Ultima modifica:

13900

Utente Registrato
26 Aprile 2012
7,112
1,735