AMPLIAMENTO DELL’AEROPORTO,
AFFIDATA LA PROGETTAZIONE
E CANTIERE AL VIA ENTRO FINE ANNO
Sarà lo studio di architettura One Works a realizzare la progettazione definitiva dell’ampliamento
del terminal del “Cristoforo Colombo”. Questa mattina firmato il contratto di affidamento dello
studio, per un importo di 288.000 euro. I lavori propedeutici partiranno entro fine anno.


Il nuovo terminal sarà luminoso, comodo e attento all’ambiente.


Genova, 9 settembre 2019 – Sarò lo studio di architettura milanese One Works a realizzare il progetto
definitivo dell’ampliamento del terminal dell’Aeroporto di Genova. L’intervento consisterà nella revisione e
nell’adeguamento del progetto originale, approvato da ENAC nel 2011, e nella progettazione definitiva del
nuovo impianto di smistamento bagagli. Entro 60 giorni da oggi One Works consegnerà il progetto
definitivo, consentendo così l’avvio dei lavori propedeutici, che prenderanno il via entro la fine dell’anno
con l’adeguamento dei sottoservizi nell’area interessata dall’ampliamento.
AMPLIAMENTO DELL’AEROSTAZIONE: NUMERI E LINEE GUIDA
L’importo del contratto di progettazione è di 288.000 euro, mentre la spesa complessiva per la
realizzazione dell’opera sarà di circa 16 milioni. L’intervento relativo al terminal passeggeri prevede la
realizzazione di un nuovo fabbricato di circa 5.500 metri quadri, su tre livelli, e il restyling dell’edificio
esistente, con particolare riferimento all’area accettazione e imbarchi. Il progetto comprende anche la
predisposizione di un nuovo impianto di smistamento bagagli, realizzato con la consulenza di Airport
Development Engineering & Trading SA (AD-ET), e la preventiva predisposizione dei sottoservizi.
L’ampliamento dovrà essere completato entro 36 mesi e consentirà di offrire ai passeggeri in partenza dal
“Cristoforo Colombo” un’esperienza completamente rinnovata, grazie al raddoppio dei varchi dei controlli
di sicurezza e all’apertura di nuove zone commerciali e di ristorazione.
L’intervento di ampliamento del terminal passeggeri sarà realizzato da One Works, tra i principali studi di
architettura italiani con profilo internazionale e con una particolare specializzazione nella progettazione
delle infrastrutture di trasporto e dei nodi intermodali. Per rispondere ai bisogni dell’Aeroporto di Genova e
in forza della propria esperienza, One Works realizzerà un primo ampliamento e ristrutturazione nel
rispetto dei più elevati standard internazionali. L’obiettivo è risolvere l’esigenza di aumentare la capacità
dell’aerostazione rispetto al traffico passeggeri atteso, adeguando nel contempo il terminal dal punto di
vista funzionale e qualitativo.
Il corpo di ampliamento, che verrà realizzato a est dell’attuale aerostazione, esprimerà il nuovo carattere
identitario del terminal passeggeri garantendo al tempo stesso l’integrazione architettonica con i volumi
esistenti. Il progetto si concentrerà nella definizione dell’involucro esterno, tenendo conto della specificità
del sito in cui è inserito quanto degli spazi interni, prevedendo la riqualificazione degli ambienti del terminal
esistente. Tutti i passeggeri in partenza potranno muoversi facilmente dall’edificio esistente al nuovo
passando attraverso la nuova area dei controlli di sicurezza e da qui raggiungeranno la nuova sala
imbarchi.
Il nuovo volume sarà caratterizzato da geometrie razionali e da ampie superfici vetrate che
consentiranno di illuminare di luce naturale gli spazi interni migliorandone la vivibilità e, al contempo,
incrementando il livello di comfort del passeggero. Inoltre, coerentemente con il costante lavoro di
approfondimento dei temi di sostenibilità ambientale ed efficienza energetica da parte dello studio,


verranno scelti materiali di rivestimento e finiture architettoniche ad alto contenuto di materiale riciclato
e con elevate prestazioni tecniche.
La firma del contratto è avvenuta questa mattina presso la sede dell’Autorità di Sistema Portuale del Mar
Ligure Occidentale, co-titolare dell’affidamento insieme all’Aeroporto di Genova. Il piano di ampliamento
del “Cristoforo Colombo” rientra infatti tra gli investimenti previsti dal Programma Straordinario
adottato dal Commissario per la ricostruzione a seguito della sottoscrizione della Convenzione avvenuta lo
scorso luglio tra il Commissario Straordinario per la Ricostruzione, l’Autorità di Sistema Portuale del Mar
Ligure Occidentale, l’Ente Nazionale per l’Aviazione Civile e Aeroporto di Genova S.p.A.
Alla firma del documento erano presenti l’Assessore alla Mobilità del Comune di Genova, Matteo Campora,
il Presidente dell’Autorità Portuale del Mar Ligure Occidentale, Paolo Emilio Signorini, il Responsabile per
l’attuazione del “Programma Straordinario di Investimenti Urgenti”, Marco Rettighieri, il Direttore della
Centrale di Vigilanza Tecnica dell’Ente Nazionale per l’Aviazione Civile, Roberto Vergari, il Presidente e il
Direttore Generale dell’Aeroporto di Genova, Paolo Odone e Piero Righi, e il co-fondatore e manager di
One Works Giulio De Carli.
«Fin dal nostro insediamento abbiamo lavorato, insieme alle altre istituzioni locali e agli azionisti pubblici,
Autorità di Sistema portuale del Mar Ligure Occidentale e Camera di Commercio, per il rilancio dello scalo. -
ha affermato Giovanni Toti, Presidente della Regione Liguria - Quell'impegno si è concretizzato in un
dettagliato piano di sviluppo che sta dando straordinari risultati, come dimostrano i numeri record di voli e
passeggeri di questa estate. Dopo due anni di continui incrementi di traffico, oggi siamo pronti per avviare i
lavori di ampliamento dello scalo, per garantire anche in futuro nuovi spazi di crescita per la questa
infrastruttura strategica per Genova e per la Liguria. Grazie a questo progetto avremo un aeroporto non
solo più moderno e accogliente ma anche più facilmente raggiungibile a beneficio di aziende, turisti,
crocieristi e ovviamente di tutti i cittadini liguri».
«L’inversione di rotta dell’Aeroporto di Genova è sotto gli occhi di tutti: numeri da record, miglioramento
dei servizi, nuovi voli stanno permettendo al nostro scalo di guardare al futuro e di crescere al passo con la
città che si proietta ad essere la città leader del Mediterraneo. - commenta il Sindaco di Genova, Marco
Bucci - I lavori di ampliamento del nuovo scalo dimostrano quanta volontà ci sia di far crescere il
“Cristoforo Colombo” rendendolo più fruibile e più accogliente. La fortuna di Genova è di avere un
aeroporto nel pieno contesto urbano con sposamenti da e per il centro cittadino molto brevi, una
caratteristica che deve essere assolutamente valorizzata».
«La vicinanza alla città è un punto di forza dell’aeroporto di Genova- ha dichiarato Paolo Emilio Signorini,
Presidente dell’Autorità di Sistema del Mar Ligure Occidentale -che, grazie ai fondi del Programma
Straordinario, migliorerà ulteriormente con la messa in sicurezza del viadotto Via Pionieri d’Italia. Oggi
affidiamo la progettazione definitiva del primo lotto funzionale dell’ampliamento della aerostazione con un
contributo dell’Autorità di sistema portuale di 11,3 milioni di euro; l’avvio dei lavori propedeutici per
l’ampliamento è previsto entro la fine di quest’anno. Forti di una migliore accessibilità e fruibilità, siamo
tutti impegnati a consolidare il trend di crescita dei volumi di traffico attraverso il presidio degli elementi
che contribuiscono a rendere lo scalo più competitivo.
«Aeroporto. La parola stessa racchiude l’anima, la forza e il futuro di Genova. - ha dichiarato Marco
Rettighieri, Responsabile per l’attuazione del “Programma Straordinario di Investimenti Urgenti” - Trovo
importante sottolineare come questa meravigliosa città abbia saputo risollevarsi dalla tragedia dello scorso
anno e di come grazie all’impegno di tutti i cittadini, nonché degli Enti e delle Istituzioni, stiamo restituendo
il valore e la bellezza che l’ha sempre contraddistinta. In qualità di Responsabile dell’Attuazione del
Programma Straordinario d’Investimenti urgenti per la ripresa e lo sviluppo del porto e delle relative


infrastrutture di accessibilità e per il collegamento intermodale dell’Aeroporto Cristoforo Colombo con la
città di Genova, ringrazio tutti i tecnici che collaborano con me e che con serietà e professionalità
contribuiscono ad affrontare e superare le sfide, rispettare gli impegni e talvolta anticipare le tempistiche
prefissate».
«In questo momento di impegno congiunto per il rilancio della città, la struttura tecnica dell’ENAC sta
profondendo ogni sforzo per contribuire allo sviluppo dell’Aeroporto di Genova e di tutto il territorio ligure.
- ha dichiarato Roberto Vergari, Direttore della Centrale di Vigilanza Tecnica dell’Ente Nazionale per
l’Aviazione Civile - Dopo l’approvazione da parte di ENAC in giugno del progetto di collegamento fra la
nuova stazione ferroviaria e l'aeroporto C. Colombo di Genova, la revisione del progetto del Terminal è
l’ulteriore tassello che consentirà di migliorare i livelli di servizio, il comfort e, in generare, la qualità della
mobilità del passeggero in transito per lo scalo genovese. La struttura competente dell’ENAC ha già
calendarizzato i primi incontri finalizzati alla definizione dei driver per la revisione del progetto e avviato
con l’Aeroporto di Genova l’istruttoria per il rinnovo del Contratto di Programma per il periodo regolatorio
2020-2023, grazie al quale verrà garantita la vigilanza e il controllo sugli investimenti infrastrutturali».
«La firma del contratto di affidamento della progettazione del nuovo terminal del “Cristoforo Colombo” è
un momento importantissimo per il nostro scalo. - ha dichiarato Paolo Odone, Presidente dell’Aeroporto di
Genova - Il costante aumento di traffico passeggeri ha reso necessario l’avvio del programma di
ampliamento, che ora è possibile grazie al costante lavoro delle Istituzioni.
«Siamo grati alle Istituzioni locali, che hanno dato una forte accelerazione al piano di sviluppo del terminal.
In poche settimane siamo passati dalla firma della Convenzione per il finanziamento dei lavori
all’affidamento della progettazione. - ha detto Piero Righi, Direttore Generale dell’Aeroporto di Genova - Si
tratta di un passaggio fondamentale per la crescita dell’aeroporto, ma anche di un segnale importante per
tutta la Liguria. Insieme a One Works lavoreremo per progettare un nuovo terminal moderno, accogliente e
funzionale, che potrà regalare a residenti e turisti un’esperienza di viaggio completamente nuova».
Giulio De Carli, co-fondatore e Managing Partner di One Works, ha commentato: «Desidero ringraziare tutti
per questo incarico. Ci muoviamo in molti mercati, dallo UK al Golfo, passando per la Thailandia dove
stiamo organizzando il primo summit internazionale del trasporto aereo e ferroviario, fino all’India, ma
quando possiamo condividere con il nostro Paese ciò che impariamo ogni giorno guardando a tutto il
mondo, la soddisfazione ha tutto un altro sapore. In particolare tornare a lavorare a Genova per me e tutto
il nostro team è un grande onore e un modo concreto di sentirci parte dell’importante lavoro di supporto
messo in campo per sostenere questa magnifica città. Una città che storicamente ha il viaggio nel proprio
dna, e per chi come me ha lavorato una vita nell’architettura delle infrastrutture di trasporto e commerciali,
è una vera e propria fonte di ispirazione».