Aviazione Civile
21.2 C
Rome
Lun, Agosto 19, 2019
Pagina 1 di 24 12311 ... ultimoultimo
Visualizzazione dei risultati da 1 a 25 su 585
  1. #1
    Socio 2015 L'avatar di I-POV
    Registrato dal
    Mar 2008
    residenza
    Varese - Chatham NJ
    Messaggi
    1,438

    Predefinito Ustica - Stato condannato a risarcire le vittime: "motivata la tesi del missile"

    da "Repubblica"

    Nessuna esplosione interna al Dc-9 Itavia con 81 persone a bordo: la Cassazione conferma che il controllo dei radar sui cieli italiani non era adeguato e conferma quanto stabilito anche dalla Corte di Appello di Palermo a fondamento delle prime richieste risarcitorie presentate dai familiari di tre vittime


    un missile e non di una esplosione interna al Dc-9 Itavia con 81 persone a bordo, e lo Stato deve risarcire i familiari delle vittime per non aver garantito, con sufficienti controlli dei radar civili e militari, la sicurezza dei cieli. Lo sottolinea la Cassazione in sede civile nella prima sentenza definitiva di condanna al risarcimento. E' la prima verità su Ustica dopo il niente di fatto dei processi penali.

    E' "abbondantemente e congruamente motivata la tesi del missile" accolta dalla Corte di Appello di Palermo a fondamento delle prime richieste risarcitorie contro lo Stato presentate dai familiari di tre vittime della strage di Ustica, scrive la Cassazione civile confermando che il controllo dei radar sui cieli italiani non era adeguato.

    Il Dc-9 I-Tigi Itavia, in volo da Bologna a Palermo con il nominativo radio IH870, scomparve dagli schermi del radar del centro di controllo aereo di Roma alle 20,59 e 45 secondi del 27 giugno 1980. L'aereo era precipitato nel mar Tirreno, in acque internazionali, tra le isole di Ponza e Ustica. All'alba del 28 giugno vennero trovati i primi corpi delle 81 vittime (77 passeggeri, tra cui 11 bambini, e quattro membri dell'equipaggio).

    Il volo IH870 era partito dall' aeroporto 'Guglielmo Marconi' di Borgo Panigale in ritardo, alle 20,08 anziché alle previste 18,30 di quel venerdì sera, ed era atteso allo scalo siciliano di Punta Raisi alle 21,13. Alle 20,56 il comandante Domenico Gatti aveva comunicato il suo prossimo arrivo parlando con "Roma Controllo". Il volo procedeva regolarmente a una quota di circa 7.500 metri senza irregolarità segnalate dal pilota. L'aereo, oltre che di Ciampino (Roma), era nel raggio d'azione di due radar della difesa aerea: Licola (vicino Napoli) e Marsala.

    Alle 21,21 il centro di Marsala avvertì del mancato arrivo a Palermo dell'aereo il centro operazioni della Difesa aerea di Martinafranca. Un minuto dopo il Rescue Coordination Centre di Martinafranca diede avvio alle operazioni di soccorso, allertando i vari centri dell'aeronautica, della marina militare e delle forze Usa.
    Alle 21,55 decollarono i primi elicotteri per le ricerche. Furono anche dirottati, nella probabile zona di caduta, navi passeggeri e pescherecci. Alle 7,05 del 28 giugno vennero avvistati i resti del DC-9. Le operazioni di ricerca proseguirono fino al 30 giugno, vennero recuperati i corpi di 39 degli 81 passeggeri, il cono di coda dell'aereo, vari relitti e alcuni bagagli delle vittime.

    "Non si può che essere soddisfatti per la decisione della Cassazione di confermare l'obbligo dello Stato a risarcire i parenti delle vittime di Ustica, ma adesso lo Stato deve trovare un po' di dignità e avere il coraggio di trarre le conseguenze da tutto questo: chiedere anche ad altri paesi, coinvolti nella strage, di dire la verità. È qualcosa che ci è dovuto, molto prima dei risarcimenti", ha detto Daria Bonfietti, presidente dell'Associazione parenti delle vittime strage di Ustica.

    La stessa richiesta è anche del giornalista Giampiero Marrazzo, direttore dell'Avanti!: "La sentenza definitiva della Cassazione coincide perfettamente con la tesi affermata dal Presidente emerito della Repubblica, Francesco Cossiga, nell'inchiesta da me condotta e nel procedimento portato avanti dall'avvocato Daniele Osnato, legale dei familiari delle vittime di Ustica", ha detto Marrazzo, autore insieme al collega Gianluca Cerasola del film inchiesta dal titolo "Sopra e sotto il tavolo", con le interviste esclusive ai presidenti Cossiga e Andreotti. "Nel nostro lavoro giornalistico - ha continuato - abbiamo sempre sostenuto che, secondo quanto ci riferì Cossiga, solo un missile potesse aver colpito l'aereo nei cieli di Ustica, e che nessuna altra ipotesi potesse essere reale. Pertanto - ha concluso il direttore dell'Avanti! - sono felice che vi sia, una volta per tutte, una sentenza che affermi le responsabilità di chi allora doveva controllare la sicurezza dei cieli italiani. Un ultimo passo sarà comprendere da chi sia stato sparato il missile".



    Ci sono 10 tipi di persone al mondo: quelle che capiscono il sistema binario e quelle che non lo capiscono.

  2. #2
    Junior Member
    Registrato dal
    Apr 2008
    residenza
    .
    Messaggi
    342

    Predefinito Re: Ustica, Stato condannato a risarcire vittime."Congruamente motivata la tesi del m

    e adesso lasciamo impunite tutte quelle persone che fino ad ora hanno sempre negato ?

  3. #3
    Socio 2015 L'avatar di nicolap
    Registrato dal
    Nov 2005
    residenza
    Stromboli
    Messaggi
    27,924

    Predefinito Re: Ustica, Stato condannato a risarcire vittime."Congruamente motivata la tesi del m

    La terza sezione civile della Corte di Cassazione ha depositato oggi la sentenza 1871, che convalida di fatto la decisione della Corte d’Appello di Palermo del 2012 autorizzando l’erogazione dei risarcimenti ai parenti delle vittime.

    In modo particolare, la sentenza specifica che “non c’è dubbio che le Amministrazioni avessero l’obbligo di garantire la sicurezza dei voli”, aggiungendo che “è abbondantemente e congruamente motivata la tesi del missile accolta dalla Corte ‘Appello”.

    Mentre quindi, viene stabilito il sacrosanto diritto al risarcimento delle vittime da parte dello Stato, di fatto per non aver saputo garantire la sicurezza dei trasporti in quella fatidica notte, qualsiasi cosa sia successo, si ravvisa dall’altro l’incongruenza del riconoscimento dell’ipotesi “missile” come “abbondantemente e congruamente motivata”, dato che la stessa Cassazione, quella Penale però, valutò non sussistere alcun elemento di prova in questa direzione.

    In attesa di leggere il testo del dispositivo, che ancora non ho visto, e limitandosi ai generici rilanci di stampa, c’è quindi da chiedersi come e se le due anime della Cassazione abbiano condiviso anche una sola dei quasi due milioni di pagine dell’istruttoria penale e delle sue 277 udienze in contraddittorio.

    Ne esce quindi con le ossa rotte il tentativo – vergognoso – di Giovanardi di bloccare il risarcimento alle vittime adducendo la sussistenza di una presunta prescrizione, vedendosi finalmente riconosciuto il diritto dei parenti delle vittime ad un indennizzo in conseguenza della negligenza degli organi preposti ad assicurare la sicurezza dei trasporti (Difesa e Trasporti).

    Ma si fa ancora una volta una gran confusione sulle cause, non arrivando ad alcuna certezza, e rinnovando la convinzione (non provata in alcuna fase del processo penale – l’unico in cui c’è stata l’attività di indagine) che una causa prevalga sull’altra.
    Etiamsi omnes, ego non.

  4. #4
    Junior Member L'avatar di giovanve
    Registrato dal
    Dec 2009
    residenza
    Carrara
    Messaggi
    88

    Predefinito Re: Ustica, Stato condannato a risarcire vittime."Congruamente motivata la tesi del m

    1980...2013 : quanto mi girano! Ma in che razza di paese viviamo?

  5. #5

    Predefinito Re: Ustica, Stato condannato a risarcire vittime."Congruamente motivata la tesi del m

    Quote Originariamente inviato da giovanve Visualizza il messaggio
    1980...2013 : quanto mi girano! Ma in che razza di paese viviamo?
    Per questo il nostro povero e malandato Paese non è il solo, come testimonia il mio nickname.
    In Francia hanno un caso analogo verificatosi l'11 settembre 1968 e ancora oggi non si sa (almeno ufficialmente) perchè il Caravelle F-BOHB che effettuava il collegamento AJA-NCE precipitò in mare in fase di avvicinamento causando la morte dei 95 occupanti.
    Triste a dirsi, ma non siamo i soli quando c'è di mezzo il segreto di stato...

  6. #6
    Socio 2015 L'avatar di nicolap
    Registrato dal
    Nov 2005
    residenza
    Stromboli
    Messaggi
    27,924

    Predefinito Re: Ustica, Stato condannato a risarcire vittime."Congruamente motivata la tesi del m

    Etiamsi omnes, ego non.

  7. #7
    Amministratore L'avatar di enrico
    Registrato dal
    Jan 2008
    residenza
    Rapallo, Liguria.
    Messaggi
    14,623

    Predefinito Re: Ustica, Stato condannato a risarcire vittime."Congruamente motivata la tesi del m

    Quote Originariamente inviato da nicolap Visualizza il messaggio
    Grazie, molto interessante.

  8. #8

    Predefinito Re: Ustica, Stato condannato a risarcire vittime."Congruamente motivata la tesi del m

    Articolo fatto bene di un giornalista che sembra un po' più competente. E' basato sulle sentenze

    http://www.retroonline.it/2013/01/29...to-un-missile/

  9. #9
    Senior Member L'avatar di aa/vv??
    Registrato dal
    Aug 2008
    residenza
    Up in the air
    Messaggi
    2,958

    Predefinito Re: Ustica, Stato condannato a risarcire vittime."Congruamente motivata la tesi del m

    33 anni.... e nessun responsabile. Una delle tante brutte pagine della nostra storia contemporanea.
    Scegli un lavoro che ami e non lavorerai mai, nemmeno per un giorno in tutta la vita

  10. #10

    Predefinito Re: Ustica, Stato condannato a risarcire vittime."Congruamente motivata la tesi del m

    Quote Originariamente inviato da nicolap Visualizza il messaggio
    La terza sezione civile della Corte di Cassazione ha depositato oggi la sentenza 1871, che convalida di fatto la decisione della Corte d’Appello di Palermo del 2012 autorizzando l’erogazione dei risarcimenti ai parenti delle vittime.

    In modo particolare, la sentenza specifica che “non c’è dubbio che le Amministrazioni avessero l’obbligo di garantire la sicurezza dei voli”, aggiungendo che “è abbondantemente e congruamente motivata la tesi del missile accolta dalla Corte ‘Appello”.

    Mentre quindi, viene stabilito il sacrosanto diritto al risarcimento delle vittime da parte dello Stato, di fatto per non aver saputo garantire la sicurezza dei trasporti in quella fatidica notte, qualsiasi cosa sia successo, si ravvisa dall’altro l’incongruenza del riconoscimento dell’ipotesi “missile” come “abbondantemente e congruamente motivata”, dato che la stessa Cassazione, quella Penale però, valutò non sussistere alcun elemento di prova in questa direzione.

    In attesa di leggere il testo del dispositivo, che ancora non ho visto, e limitandosi ai generici rilanci di stampa, c’è quindi da chiedersi come e se le due anime della Cassazione abbiano condiviso anche una sola dei quasi due milioni di pagine dell’istruttoria penale e delle sue 277 udienze in contraddittorio.

    Ne esce quindi con le ossa rotte il tentativo – vergognoso – di Giovanardi di bloccare il risarcimento alle vittime adducendo la sussistenza di una presunta prescrizione, vedendosi finalmente riconosciuto il diritto dei parenti delle vittime ad un indennizzo in conseguenza della negligenza degli organi preposti ad assicurare la sicurezza dei trasporti (Difesa e Trasporti).

    Ma si fa ancora una volta una gran confusione sulle cause, non arrivando ad alcuna certezza, e rinnovando la convinzione (non provata in alcuna fase del processo penale – l’unico in cui c’è stata l’attività di indagine) che una causa prevalga sull’altra.
    Concordo ogni parola del tuo intervento:Bravo!
    Quello che è veramente vergognoso è che un cosiddetto rappresentante dei cittadini (giovanardi - la minuscola è assolutamente voluta) si sia adoperato affinchè non venisse riconosciuto il minimo che si potesse riconoscere a quei poveretti ed ai loro familiari

  11. #11
    Socio 2015 L'avatar di nicolap
    Registrato dal
    Nov 2005
    residenza
    Stromboli
    Messaggi
    27,924

    Predefinito Re: Ustica, Stato condannato a risarcire vittime."Congruamente motivata la tesi del m

    Quote Originariamente inviato da 738Ryanair Visualizza il messaggio
    Articolo fatto bene di un giornalista che sembra un po' più competente. E' basato sulle sentenze

    http://www.retroonline.it/2013/01/29...to-un-missile/
    L'autore dovrebbe essere anche un giovane forumista di AC, che spero voglia intervenire.

    L'articolo fa confusione sull'inchiesta condotta in sede penale e le considerazioni espresse in sede civile, senza spiegare l'evidente incongruenza tra le due. La sentenza della Cassazione civile di ieri non ha fatto luce sull'episodio, ma espresso un parere favorevole circa le richieste dei giudici civili di I e II grado.
    L'articolo, come la gran parte di quelli scritti sull'argomento, parte dalla convinzione che ad aver causato l'incidente sia stato un missile, senza tuttavia spiegare il perchè nel processo penale (che è l'unico in cui sono state condotte indagini) non si sia arrivati a questa conclusione.
    Se si vuole condurre un'indagine fatta per bene è necessario partire dall'inizio dell'inchiesta, e mettere insieme tutti gli elementi di indagine. Altrimenti si parte dalle conclusioni e si procede a tappe nella selezione degli elementi che confermano l'una o l'altra teoria.
    Etiamsi omnes, ego non.

  12. #12
    Senior Member L'avatar di rinco59
    Registrato dal
    Mar 2006
    residenza
    verona, Veneto.
    Messaggi
    3,428

    Predefinito Re: Ustica, Stato condannato a risarcire vittime."Congruamente motivata la tesi del m

    Quote Originariamente inviato da nicolap Visualizza il messaggio
    L'autore dovrebbe essere anche un giovane forumista di AC, che spero voglia intervenire.

    L'articolo fa confusione sull'inchiesta condotta in sede penale e le considerazioni espresse in sede civile, senza spiegare l'evidente incongruenza tra le due. La sentenza della Cassazione civile di ieri non ha fatto luce sull'episodio, ma espresso un parere favorevole circa le richieste dei giudici civili di I e II grado.
    L'articolo, come la gran parte di quelli scritti sull'argomento, parte dalla convinzione che ad aver causato l'incidente sia stato un missile, senza tuttavia spiegare il perchè nel processo penale (che è l'unico in cui sono state condotte indagini) non si sia arrivati a questa conclusione.
    Se si vuole condurre un'indagine fatta per bene è necessario partire dall'inizio dell'inchiesta, e mettere insieme tutti gli elementi di indagine. Altrimenti si parte dalle conclusioni e si procede a tappe nella selezione degli elementi che confermano l'una o l'altra teoria.
    Credo che tu debba integrare il tuo ntervento, altrimenti incorri nello stesso errore dell estensore dell articolo.
    In sede penale non è stata accertata responsabilità; e, come ben sai, nell'ordinamento Italiano, la responsabilità penale è individuale.
    Vuol dire che non è stato possibile nè risalire alla causa del disastro ne ai suoi autori.
    L oggetto del processo civile è un altro.
    Accertato che la causa del disastro NON è staato un cedimento strutturale ( su questa ipotesi, di Itavia una ben determinata parte politica ha fatto carne di porco), bensì una causa di natura dolosa, ha accertato che chi doveva garantire la sicurezza del trasporto aereo, in quell occasione non lo ha fatto.
    Non rileva nemmeno se bomba o missile ( anche se, personalmente, propendo nettamente per la seconda ipotesi).

  13. #13
    Member L'avatar di i-ffss
    Registrato dal
    Aug 2010
    residenza
    LIMF
    Messaggi
    1,320

    Predefinito Re: Ustica, Stato condannato a risarcire vittime."Congruamente motivata la tesi del m

    "I wanna fly like a bird in the sky just you and I"

  14. #14
    Socio 2015 L'avatar di nicolap
    Registrato dal
    Nov 2005
    residenza
    Stromboli
    Messaggi
    27,924

    Predefinito Re: Ustica, Stato condannato a risarcire vittime."Congruamente motivata la tesi del m

    Il primo sito e' di un consulente privato, che per un po' e' stato perito di parte dell'Itavia. Di parte, appunto.
    Il tipo e' saltato agli onori della cronaca nuovamente poco tempo fa, in occasione di una conferenza a Casa Pound sulla questione dei maro'. A qualcuno sono girate le scatole ed è stata fatta una ricerca sul tipo, facendo saltar fuori che non è né ingegnere (titolo col quale si presentava), ne esperto di balistica.
    Pare si sia molto alterato per questo.

    Il secondo articolo e' una compilation di errori e fantasie tra le quali secondo me spicca trionfalmente il finale, con due mig23 che decollano dal nulla in Italia per scortare il 727 di Gheddafi, udite udite, fino a destinazione in Polonia. Nel nel mezzo della guerra fredda e in missione segreta.
    Nemmeno Ian Fleming osava dove osa Fasanella.
    Etiamsi omnes, ego non.

  15. #15
    Socio 2015 L'avatar di nicolap
    Registrato dal
    Nov 2005
    residenza
    Stromboli
    Messaggi
    27,924

    Predefinito Re: Ustica, Stato condannato a risarcire vittime."Congruamente motivata la tesi del m

    Quote Originariamente inviato da rinco59 Visualizza il messaggio
    Credo che tu debba integrare il tuo ntervento, altrimenti incorri nello stesso errore dell estensore dell articolo.
    In sede penale non è stata accertata responsabilità; e, come ben sai, nell'ordinamento Italiano, la responsabilità penale è individuale.
    Vuol dire che non è stato possibile nè risalire alla causa del disastro ne ai suoi autori.
    L oggetto del processo civile è un altro.
    Accertato che la causa del disastro NON è staato un cedimento strutturale ( su questa ipotesi, di Itavia una ben determinata parte politica ha fatto carne di porco), bensì una causa di natura dolosa, ha accertato che chi doveva garantire la sicurezza del trasporto aereo, in quell occasione non lo ha fatto.
    Non rileva nemmeno se bomba o missile ( anche se, personalmente, propendo nettamente per la seconda ipotesi).
    Rinco, questa e' una sintesi di quello che cercavamo di farti comprendere ieri in area associazione.
    Etiamsi omnes, ego non.

  16. #16
    Member L'avatar di i-ffss
    Registrato dal
    Aug 2010
    residenza
    LIMF
    Messaggi
    1,320

    Predefinito Re: Ustica, Stato condannato a risarcire vittime."Congruamente motivata la tesi del m

    Quote Originariamente inviato da nicolap Visualizza il messaggio
    Il primo sito e' di un consulente privato, che per un po' e' stato perito di parte dell'Itavia. Di parte, appunto.
    Il tipo e' saltato agli onori della cronaca nuovamente poco tempo fa, in occasione di una conferenza a Casa Pound sulla questione dei maro'. A qualcuno sono girate le scatole ed è stata fatta una ricerca sul tipo, facendo saltar fuori che non è né ingegnere (titolo col quale si presentava), ne esperto di balistica.
    Pare si sia molto alterato per questo.

    Il secondo articolo e' una compilation di errori e fantasie tra le quali secondo me spicca trionfalmente il finale, con due mig23 che decollano dal nulla in Italia per scortare il 727 di Gheddafi, udite udite, fino a destinazione in Polonia. Nel nel mezzo della guerra fredda e in missione segreta.
    Nemmeno Ian Fleming osava dove osa Fasanella.
    cose che si scrivono e si son scritte su questa vicenda: mica le ho scritte io; e comunque sono fonti: che siano più o meno condite di fantascienza e/o di partigianerie è insito nella cosa.... Fasanella il libro lo ha scritto con Priore che certamente è quello che più si è battuto per mettere luce sulla strage...

    la mia personale opinione è che su questa (e su tante altre vicende - la strage di Bologna di due mesi dopo ad esempio) le cose sono state talmente inquinate che non se ne verrà mai a capo: la sentenza di Palermo è importante perchè almeno dice che lo Stato non ha protetto i suoi cittadini...
    "I wanna fly like a bird in the sky just you and I"

  17. #17
    Socio 2015 L'avatar di nicolap
    Registrato dal
    Nov 2005
    residenza
    Stromboli
    Messaggi
    27,924

    Predefinito Re: Ustica, Stato condannato a risarcire vittime."Congruamente motivata la tesi del m

    Quote Originariamente inviato da i-ffss Visualizza il messaggio
    cose che si scrivono e si son scritte su questa vicenda: mica le ho scritte io; e comunque sono fonti: che siano più o meno condite di fantascienza e/o di partigianerie è insito nella cosa.... Fasanella il libro lo ha scritto con Priore che certamente è quello che più si è battuto per mettere luce sulla strage...

    la mia personale opinione è che su questa (e su tante altre vicende - la strage di Bologna di due mesi dopo ad esempio) le cose sono state talmente inquinate che non se ne verrà mai a capo: la sentenza di Palermo è importante perchè almeno dice che lo Stato non ha protetto i suoi cittadini...
    Era una risposta, non una critica.
    Di informazioni assurde in giro ce ne sono a bizzeffe, da ambo le parti.
    Basta non cadere nel ridicolo, come nel caso dello scemo del villaggio il cui zio gli disse tutto in punto di morte.
    Etiamsi omnes, ego non.

  18. #18
    Member
    Registrato dal
    Jun 2007
    residenza
    bergamo.
    Messaggi
    696

    Predefinito Re: Ustica, Stato condannato a risarcire vittime."Congruamente motivata la tesi del m

    Quote Originariamente inviato da nicolap Visualizza il messaggio
    Sintetica, forse troppo. Ma chiarissima.

    Poco c'entrano gli accertamenti nei processi penali, che hanno ad oggetto responsabilità personali. Anzi, è richiamato espressamente il precedente sulla medesima fattispecie delle sezioni civili sulla domanda risarcitoria di Itavia.

    Ricordo, giusto per capire, che la responsabilità civile ravvisata in capo agli enti preposti ad assicurare la sicurezza del volo civile si fonda sulla maggiore persuasività della tesi per cui l'evento si è verificato per cause non imputabili al vettore (ossia il lancio del missile). E la Cassazione non entra nel merito (perchè non può), ma si limita a constatare che la sentenza impugnata sul punto reca una motivazione esente da vizi di logicità e priva di profili contraddittori. Nei processi penali, invece, doveva raggiungersi la certezza che l'evento fosse causato da un missile e dovevano escludersi con altrettanta certezza tutte le altre possibili cause. La circostanza del lancio del missile da parte di un mezzo militare, infatti, costituiva l'elemento fondante tutte le condotte contestate (quest'ultimo aspetto l'ho desunto dai giornali, non dalle sentenze direttamente).

    La responsabilità civile, in altre parole, si accontenta di un insieme di prove che dimostrano un certo fatto con un risultato finale anche diverso dalla certezza che, invece, è immune da dubbi anche di grado probabilistico assai basso o marginale (per esempio, quando in ambito tecnico vi sono due ipotesi, una con grado probabilistico scientificamente dimostrato pari al 90% ed altra pari al 10%, l'ipotesi principale non si considera certa in ambito penale mentre in ambito civile sì o, se proprio, l'ipotesi alternativa con forza probabilista pari al 10% giustifica una riduzione proporzionale del risarcimento).

    Ma la cosa che mi pare più importante è l'affermazione di principio per cui il verificarsi dell'evento di per se stesso prova la responsabilità degli enti che dovevano garantire la sicurezza. Così procedendo, infatti, si configura una vera e propria presunzione legale di responsabilità per colpa omissiva dell'ente di controllo, anche in caso di evento causato da condotta imputabile immediatamente al vettore. In questa prospettiva, missile o non missile fa poca differenza.

  19. #19
    Socio 2015 L'avatar di nicolap
    Registrato dal
    Nov 2005
    residenza
    Stromboli
    Messaggi
    27,924

    Predefinito Re: Ustica, Stato condannato a risarcire vittime."Congruamente motivata la tesi del m

    Quote Originariamente inviato da I-DILA Visualizza il messaggio
    In questa prospettiva, missile o non missile fa poca differenza.
    Su questo credo che nessuno abbia dubbi, e negare il risarcimento alle vittime sarebbe stato immorale, oltre che criminale.
    Resta il problema, stante il non dover entrare nel merito da parte della Cassazione, del giudizio che ha invece espresso. E prima di lei i due gradi del giudizio civile.
    Etiamsi omnes, ego non.

  20. #20
    Member L'avatar di i-ffss
    Registrato dal
    Aug 2010
    residenza
    LIMF
    Messaggi
    1,320

    Predefinito Re: Ustica, Stato condannato a risarcire vittime."Congruamente motivata la tesi del m

    Se qualcuno volesse/potesse, dovrebbe ricominciare dal quel 28 giugno e provare a dimostrare definitivamente o anche a confutare definitivamente la tesi del missile, anche se, come ho scritto prima, le cose son state talmente inquinate (sin dai primi minuti) che diventa complesso: probabilmente, a meno che i francesi o gli americani presentino della documentazione spontaneamente (ma quando mai!!!) rimarremo con un verità che non è nemmeno tale, ma presunta tale perchè più o meno verosimile rispetto ad altre.
    "I wanna fly like a bird in the sky just you and I"

  21. #21
    Socio 2015 L'avatar di nicolap
    Registrato dal
    Nov 2005
    residenza
    Stromboli
    Messaggi
    27,924

    Predefinito Re: Ustica, Stato condannato a risarcire vittime."Congruamente motivata la tesi del m

    Quote Originariamente inviato da i-ffss Visualizza il messaggio
    Se qualcuno volesse/potesse, dovrebbe ricominciare dal quel 28 giugno e provare a dimostrare definitivamente o anche a confutare definitivamente la tesi del missile, anche se, come ho scritto prima, le cose son state talmente inquinate (sin dai primi minuti) che diventa complesso: probabilmente, a meno che i francesi o gli americani presentino della documentazione spontaneamente (ma quando mai!!!) rimarremo con un verità che non è nemmeno tale, ma presunta tale perchè più o meno verosimile rispetto ad altre.
    Già il partire dalla convinzione che Francia ed Usa sappiano ma tacciano significa impostare l'indagine partendo dalle conclusioni. Un modo, di fatto, per giustificareex ante ciò di cui si è' convinti e che in qualche modo si vuole dimostrare.
    Etiamsi omnes, ego non.

  22. #22
    Member
    Registrato dal
    Feb 2011
    residenza
    Firenze
    Messaggi
    743

    Predefinito Re: Ustica, Stato condannato a risarcire vittime."Congruamente motivata la tesi del m

    Dovrebbe essere il colpevole (o i colpevoli) a risarcire le vittime: sapremo mai chi?

  23. #23
    Bannato
    Registrato dal
    Jan 2013
    Messaggi
    27

    Predefinito Re: Ustica, Stato condannato a risarcire vittime."Congruamente motivata la tesi del m

    Quote Originariamente inviato da nicolap Visualizza il messaggio
    Nemmeno Ian Fleming osava dove osa Fasanella.
    buongiorno, non trovo una sezione "presentazioni" e davvero avrei evitato di "presentarmi" in un tema cosi spinoso... ma non resisto

    sono un lettore assiduo e piuttosto CRITICO di Fasanella (sara' per il fatto che mi e' piuttosto antipatico caratterialmente), ma mai mi permetterei di liquidare il suo lavoro (tanto meno quello di R. Priore) in maniera cosi' sprezzante.

    comprendo l'approccio garantista, ma l'argomentazione che la sentenza penale non abbia sancito l'ipotesi missile lascia un po' il tempo che trova: se iniziassimo ad elencare i casi in cui la verita' giudiziaria e' ben lontana da quella storica non la finiremmo piu'.

    ma dunque, se non e' stato un missile e' stata una bomba a far cadere l'itavia... mentre incrociavano aerei militari, guarda caso a pochi chilometri da dove cade un mig libico...
    Ultima modifica di abboriggeno; 30th January 2013 a 12: 43

  24. #24
    Senior Member L'avatar di aa/vv??
    Registrato dal
    Aug 2008
    residenza
    Up in the air
    Messaggi
    2,958

    Predefinito Re: Ustica, Stato condannato a risarcire vittime."Congruamente motivata la tesi del m

    Io non me ne intendo molto di processi in caso di disastri aerei e di sentenze e risarcimenti. Ma seguendo il discorso riassunto da Nicola (in sintesi, dimmi se ho capito bene: penalmente non si sa chi condannare perchè non si sa nemmeno cosa sia successo; civilmente lo Stato pagherà perchè non ha difeso/tutelato i cittadini) si potrebbe ipotizzare che in ogni incidente aereo le cui cause ad oggi siano sconosciute, lo Stato di debba accollare i risarcimenti.
    Tra l'altro qualcune conosce la percentuale di incidenti aerei di cui non si conosca la causa?
    Scegli un lavoro che ami e non lavorerai mai, nemmeno per un giorno in tutta la vita

  25. #25
    Amministratore L'avatar di kenyaprince
    Registrato dal
    Jun 2008
    residenza
    VCE-TSF
    Messaggi
    29,093

    Predefinito Re: Ustica, Stato condannato a risarcire vittime."Congruamente motivata la tesi del m

    Quote Originariamente inviato da aa/vv?? Visualizza il messaggio
    Io non me ne intendo molto di processi in caso di disastri aerei e di sentenze e risarcimenti. Ma seguendo il discorso riassunto da Nicola (in sintesi, dimmi se ho capito bene: penalmente non si sa chi condannare perchè non si sa nemmeno cosa sia successo; civilmente lo Stato pagherà perchè non ha difeso/tutelato i cittadini) si potrebbe ipotizzare che in ogni incidente aereo le cui cause ad oggi siano sconosciute, lo Stato di debba accollare i risarcimenti.
    Tra l'altro qualcune conosce la percentuale di incidenti aerei di cui non si conosca la causa?
    No , non si sa cosa è successo. Il risarcimento è stabilito perchè lo stato avrebbe dovuto vigilare sui cieli italiani e in questa occasione non lo ha fatto.

Pagina 1 di 24 12311 ... ultimoultimo

Informazione discussione

Utenti che visualizzano questa discussione

Ci sono attualmente 1 utenti che visualizzano di questa discussione. (0 utenti 1 ospiti)

Discussioni simili

  1. Risposte: 1
    Ultimo messaggio: 27th June 2014, 11: 04
  2. Missile nordcoreano sfiora aereo cinese
    Da xplane nel forum Aviazione Civile
    Risposte: 0
    Ultimo messaggio: 6th March 2014, 14: 14
  3. Risposte: 40
    Ultimo messaggio: 21st September 2011, 09: 01
  4. un missile italiano
    Da DadoB87 nel forum Spot IT - L'angolo dello spotter
    Risposte: 2
    Ultimo messaggio: 10th February 2011, 10: 43
  5. 747 Garuda sfiorato da un missile indiano
    Da redcoat78 nel forum Aviazione Civile
    Risposte: 2
    Ultimo messaggio: 13th April 2007, 09: 54

Segnalibri

Segnalibri

Permessi di invio

Permessi di invio

  • Non puoi inserire discussioni
  • Non puoi inserire repliche
  • Non puoi inserire allegati
  • Non puoi modificare i tuoi messaggi
  •