Aviazione Civile
17.4 C
Rome
Ven, Settembre 20, 2019
Booking.com
Pagina 4 di 43 primaprima 1234567891011121314 ... ultimoultimo
Visualizzazione dei risultati da 76 a 100 su 1052
  1. #76
    Member L'avatar di LH243
    Registrato dal
    Oct 2016
    residenza
    EDDF, LIRF, LIVD
    Messaggi
    897

    Predefinito Re: Alitalia e Ferrovie: accordo raggiunto

    Quote Originariamente inviato da atlantique Visualizza il messaggio
    Fra 2 (forse 3 se gli va bene) anni si renderanno conto di aver perso ulteriore tempo, e che entrare in un grande gruppo mondiale oltre che il primo europeo, 2/3 anni prima sarebbe stato molto piu' vantaggioso.Fra due/tre anni avrebbero potuto cominciare a contare utili a valle della ristrutturazione e cominciare a crescere di nuovo.
    Occasione persa, l'ennesima.
    Se effettivamente arriverá la crisi nel 2020/2021 che ci si aspetta a quel punto le carte in gioco ed il loro stesso valore saranno anche molto differenti rispetto ad oggi.

  2. #77
    Senior Member L'avatar di TW 843
    Registrato dal
    Nov 2005
    residenza
    Ormeggiatore di aliscafi
    Messaggi
    31,009

    Predefinito Re: Alitalia e Ferrovie: accordo raggiunto

    Quote Originariamente inviato da belumosi Visualizza il messaggio
    Quoto tutto.
    Biquoto e straquoto.

  3. #78
    Senior Member L'avatar di indaco1
    Registrato dal
    Sep 2007
    residenza
    .
    Messaggi
    3,126

    Predefinito Re: Alitalia e Ferrovie: accordo raggiunto

    Premesso che quasi tutto fa arrabbiare, io l'ho gia' detto e lo ripeto: se usano FS per riassorbire il personale in eccesso di AZ potrebbe non essere una cosa del tutto sbagliata. Invece di prepensionarli, riassorbirli nella pubblica amministrazione o pagarli per fare nulla gli trovi un altro lavoro in un settore vagamente contiguo dove quello che sanno fare puo' essere in parte riutilizzato e non sono totalmente sul gobbo del contribuente. I trasporti su ferro un po' dovrebbero essere potenziati, e invece che fare nuove assunzioni potrebbero usare gli ex AZ.

    La cosa avrebbe un senso se una AZ molto dimagrita spostando un bel po' di bocche da sfamare in FS interessasse a LH o ad altri.

    Sicuramente qualcuno non sarebbe comunque contento (in primis gli interessati che magari preferirebbero 15 anni di cassa integrazione) ma sarebbe una minimizzazione del danno per il sistema.

  4. #79

    Predefinito Re: Alitalia e Ferrovie: accordo raggiunto

    Le Fs perdono uno dei manager di punta: Barbara Morgante, che ha dato le dimissioni dal ruolo di Direttore Centrale Governance Partecipazioni Estere FSI . Come riporta la Repubblica Morgante era in Fs dal 1998 e aveva ricoperto ruoli chiave come quello di direttore centrale strategie. Fino a settembre 2017 era stata amministratore delegato Trenitalia e, nel suo ruolo attuale, rispondeva direttamente all’amministratore delegato Giafranco Battisti.

    Una dimissione che, ipotizza il giornale, potrebbe avere a che fare con la nuova priorità del governo Salvini-Di Maio: salvare l’Alitalia, un impegno che potrebbe assorbire un’importante quota di risorse finanziarie a scapito della strategia di espansione internazionale di Fs.

    TTG Italia

  5. #80
    Senior Member L'avatar di East End Ave
    Registrato dal
    Aug 2013
    residenza
    su e giu' sull'atlantico...
    Messaggi
    3,750

    Predefinito Re: Alitalia e Ferrovie: accordo raggiunto

    Quote Originariamente inviato da ripps Visualizza il messaggio
    Le Fs perdono uno dei manager di punta: Barbara Morgante, che ha dato le dimissioni dal ruolo di Direttore Centrale Governance Partecipazioni Estere FSI . Come riporta la Repubblica Morgante era in Fs dal 1998 e aveva ricoperto ruoli chiave come quello di direttore centrale strategie. Fino a settembre 2017 era stata amministratore delegato Trenitalia e, nel suo ruolo attuale, rispondeva direttamente all’amministratore delegato Giafranco Battisti.

    Una dimissione che, ipotizza il giornale, potrebbe avere a che fare con la nuova priorità del governo Salvini-Di Maio: salvare l’Alitalia, un impegno che potrebbe assorbire un’importante quota di risorse finanziarie a scapito della strategia di espansione internazionale di Fs.

    TTG Italia
    Dico solo una cosa: cercavo un treno MIL-PAR, mi ritrovo sul sito SNCF. Vuoi fare MIL-ZRH? FFS-SBB. MIL-MUC? DB.
    Trenitalia con questa menata di AZ perde davvero un treno (!) importante, appunto quello dello sviluppo estero, davvero inesistente.

  6. #81

    Predefinito Re: Alitalia e Ferrovie: accordo raggiunto

    Quote Originariamente inviato da East End Ave Visualizza il messaggio
    Dico solo una cosa: cercavo un treno MIL-PAR, mi ritrovo sul sito SNCF. Vuoi fare MIL-ZRH? FFS-SBB. MIL-MUC? DB.
    Trenitalia con questa menata di AZ perde davvero un treno (!) importante, appunto quello dello sviluppo estero, davvero inesistente.
    Cris, però sono 12 ore di treno... forse conviene un LIN-CDG... anche con U2!
    Per il resto concordo... DB poi si integra con LH (errata corrige) e con EW offrono pacchetti giornalieri all inclusive.

  7. #82

    Predefinito Re: Alitalia e Ferrovie: accordo raggiunto

    Quote Originariamente inviato da millenove77 Visualizza il messaggio
    Cris, però sono 12 ore di treno... forse conviene un LIN-CDG... anche con U2!
    Per il resto concordo... DB poi si integra con LG e con EW offrono pacchetti giornalieri all inclusive.
    Se ricordo bene ai tempi nei quali i voli low cost non erano quello che sono oggi anche FS aveva collegamenti internazionali (non ho idea se li ha ancora o meno) fra l'altro in collaborazione con le compagnie citate sopra.
    Ora immagino sia un mercato molto più risicato, bisognerebbe verificare se ci sono accordi (tipo code share per esempio) o JV fra le varie compagnie perchè riducendosi il mercato è possibile che si siano accordati per collaborare e dividersi il mercato.

  8. #83
    Moderatore L'avatar di londonfog
    Registrato dal
    Jul 2012
    residenza
    Londra
    Messaggi
    7,950

    Predefinito Re: Alitalia e Ferrovie: accordo raggiunto

    Quote Originariamente inviato da East End Ave Visualizza il messaggio
    Dico solo una cosa: cercavo un treno MIL-PAR, mi ritrovo sul sito SNCF. Vuoi fare MIL-ZRH? FFS-SBB. MIL-MUC? DB.
    Trenitalia con questa menata di AZ perde davvero un treno (!) importante, appunto quello dello sviluppo estero, davvero inesistente.
    Non per difendere nessuno ma, circa sei mesi fa, sono riuscito ad acquistare un biglietto Milano-Zurigo sul sito Trenitalia. Sono appena andato a provare una Milano Centrale - Parigi e mi da una serie di treni e la possibilita' di comprare il biglietto. (Lo so, ho appena finito una riunione e ho bisogno di staccare per dieci minuti per non esplodere )

  9. #84
    Member L'avatar di tiefpeck
    Registrato dal
    Aug 2011
    residenza
    Back to Fischamend
    Messaggi
    1,808

    Predefinito Re: Alitalia e Ferrovie: accordo raggiunto

    Ci sono tratte come VIE - VCE dove coesistono aerei, autobus e treni (OeBB).

  10. #85

    Predefinito Re: Alitalia e Ferrovie: accordo raggiunto

    Quote Originariamente inviato da Farfallina Visualizza il messaggio
    Se ricordo bene ai tempi nei quali i voli low cost non erano quello che sono oggi anche FS aveva collegamenti internazionali (non ho idea se li ha ancora o meno) fra l'altro in collaborazione con le compagnie citate sopra.
    Ora immagino sia un mercato molto più risicato, bisognerebbe verificare se ci sono accordi (tipo code share per esempio) o JV fra le varie compagnie perchè riducendosi il mercato è possibile che si siano accordati per collaborare e dividersi il mercato.
    Altro esempio. In Spagna, per esperienza, IB offre Malaga - Milano via madrid con la tratta Malaga - Madrid con AVE (Alta Velocidad Espanola) e con il collegamento stazione Atocha (Madrid) - Aeroporto di Madrid incluso con linea di Metropolitana dedicata (si sale ad Atocha e si scende a Barajas). L'ho usata 4 volte... tutto in vendita sul sito IB.

  11. #86

    Predefinito Re: Alitalia e Ferrovie: accordo raggiunto

    Quote Originariamente inviato da tiefpeck Visualizza il messaggio
    Ci sono tratte come VIE - VCE dove coesistono aerei, autobus e treni (OeBB).
    Nelle medesime circostanze di @londonfog (i.e. post-riunione), mi ero preso la briga di simulare proprio un Venezia-Wien Hauptbahnhof per oggi pomeriggio (acquistabile su lefrecce.it)

    G

  12. #87

    Predefinito Re: Alitalia e Ferrovie: accordo raggiunto

    Quote Originariamente inviato da East End Ave Visualizza il messaggio
    Dico solo una cosa: cercavo un treno MIL-PAR, mi ritrovo sul sito SNCF. Vuoi fare MIL-ZRH? FFS-SBB. MIL-MUC? DB.
    Trenitalia con questa menata di AZ perde davvero un treno (!) importante, appunto quello dello sviluppo estero, davvero inesistente.
    Il treno internazionale e' ancora un'utopia, specie se comparato con l'aereo: tra Italia e paesi confinanti ci sono ancora diverse tensioni per l'alimentazione, diversi sistemi di segnalazione, zero liberalizzazioni (con la stessa societa' in possesso di rotaie e treni)... e in piu' le percorrenze non sono concorrenziali.
    Are we there yet? Stories from the road.

  13. #88
    Senior Member L'avatar di indaco1
    Registrato dal
    Sep 2007
    residenza
    .
    Messaggi
    3,126

    Predefinito Re: Alitalia e Ferrovie: accordo raggiunto

    Anche io non mi sogno di difendere nessuno, ma i treni transfrontalieri li aveva gia' azzoppati Moretti.

    Nello specifico ricordo che sulla Milano Parigi (ma in generale Italia-Francia) c'e' una situazione paradossale. I treni AV che fanno questo itinerario, nella tratta Milano-Torino NON UTILIZZANO LA LINEA AV. Ripeto, i treni AV non vanno sulla linea AV, peraltro costata un botto e ampiamente sottoutilizzata. I motivi tecnici sono il segnalamento non compatibile. Ma non e' una giustificazione, e' come dire che in vacanza al mare non faccio il bagno perche' non ho portato il costume.

    Ricordo a tutti che la TAV in Val di Susa, con tunnel costi stellari, dovrebbe servire per far risparmiare un tempo non molto diverso da quello che e' gia' possibile fare mettendo un po' di elettronica e certificazioni a bordo dei treni, senza nuovi manufatti. Inoltre i TGV MIL-PAR fanno itinerari molto perditempo anche al di la dell'uso della linea AV.

    https://www.agoravox.it/Si-TAV-Milan...gi-il-TGV.html

    Ovviamente a pensare male si commette peccato ma qualche sospetto che qualcuno proponga futuri tempi di percorrenza che utilizzano la MI-TO AV facendoli passare come se fossero merito della TAV di montagna c'e'. Questo e' uno dei pochi argomenti su cui i no tav potrebbero avere qualche ragione, per il ben noto fenomeno che anche un orologio rotto due volte al giorno da l'ora corretta.

    Poi se vogliamo parlare della valorizzazione dell'Alptransit e dei tunnel gia' fatti dagli Svizzeri, tra cui il nuovo Gottardo, ci sarebbe un altro film da girare.
    Ultima modifica di indaco1; 26th November 2018 a 13: 48

  14. #89

    Predefinito Re: Alitalia e Ferrovie: accordo raggiunto

    Quote Originariamente inviato da indaco1 Visualizza il messaggio
    Anche io non mi sogno di difendere nessuno, ma i treni transfrontalieri li aveva gia' azzoppati Moretti.

    Nello specifico ricordo che sulla Milano Parigi (ma in generale Italia-Francia) c'e' una situazione paradossale. I treni AV che fanno questo itinerario, nella tratta Milano-Torino NON UTILIZZANO LA LINEA AV. Ripeto, i treni AV non vanno sulla linea AV, peraltro costata un botto e ampiamente sottoutilizzata. I motivi tecnici sono il segnalamento non compatibile. Ma non e' una giustificazione, e' come dire che in vacanza al mare non faccio il bagno perche' non ho portato il costume.
    [OT]La colpa non e' di Moretti, secondo me. In base a quello che mi ricordo delle discussioni dei tempi di SSC, la colpa sarebbe di SNCF, i cui TGV non hanno il segnalamento ERTMS (europeo) di 2o livello. Allo stesso modo, sempre in base a quello che mi ricordo, un Eurostar italiano non potrebbe andare in Francia perche' ha l'ERTMS ma non cio' che usano in Francia...[/OT]
    Are we there yet? Stories from the road.

  15. #90
    Junior Member
    Registrato dal
    Apr 2015
    residenza
    Roma
    Messaggi
    29

    Predefinito Re: Alitalia e Ferrovie: accordo raggiunto

    Perdonami ma molto probabilmente non ti intendi troppo di trasporto ferroviario e forse neanche chi ha scritto l'articolo che hai postato.
    L'affermazione "I motivi tecnici sono il segnalamento non compatibile. Ma non e' una giustificazione, e' come dire che in vacanza al mare non faccio il bagno perché non ho portato il costume" è a dir poco semplicistica.
    Ti ricordo che i sistemi di segnalamento e di controllo ferroviario ad oggi sono paragonabili all'avionica aerea e in ballo c'è la sicurezza dei viaggiatori!

    Per rapportarla al campo aeroportuale potremmo dire che un A380 può atterrare in tutte le piste tanto l'asfalto è lo stesso :-)

  16. #91

    Predefinito Re: Alitalia e Ferrovie: accordo raggiunto

    [OT] intanto Italo sorpassa Trenitalia...
    https://www.ilmessaggero.it/video/cr...a-4131341.html
    Non so come sia potuto accadere, mi sembra la tratta fra Firenze e Roma

  17. #92
    Senior Member L'avatar di East End Ave
    Registrato dal
    Aug 2013
    residenza
    su e giu' sull'atlantico...
    Messaggi
    3,750

    Predefinito Re: Alitalia e Ferrovie: accordo raggiunto

    Quote Originariamente inviato da millenove77 Visualizza il messaggio
    Cris, però sono 12 ore di treno... forse conviene un LIN-CDG... anche con U2!
    Per il resto concordo... DB poi si integra con LH (errata corrige) e con EW offrono pacchetti giornalieri all inclusive.
    Scelta precisa per traversare varie regioni della Francia in diurna, e sono 7 ore e non 12. Diretto, non-stop, TGV.
    E nota bene, ferma a Torino, Chambery, Lyon e altre due credo.

    Quote Originariamente inviato da londonfog Visualizza il messaggio
    Non per difendere nessuno ma, circa sei mesi fa, sono riuscito ad acquistare un biglietto Milano-Zurigo sul sito Trenitalia. Sono appena andato a provare una Milano Centrale - Parigi e mi da una serie di treni e la possibilita' di comprare il biglietto. (Lo so, ho appena finito una riunione e ho bisogno di staccare per dieci minuti per non esplodere )
    Ti da' una serie di treni, multicambi tra bus, intercity e TGV a prezzi FOLLI quando io ho preso un TGV MIL-PAR , diretto, 1a classe, EUR110 in due. Fai te.
    Buon ritorno alla riunione o quant'altro, cercando magari cose impossibili sul sito Trenitalia, o possibili al link https://it.oui.sncf/it/?ef_id=CjwKCA...!!+sncf%20+oui

  18. #93

    Predefinito Re: Alitalia e Ferrovie: accordo raggiunto

    Quote Originariamente inviato da East End Ave Visualizza il messaggio
    Scelta precisa per traversare varie regioni della Francia in diurna, e sono 7 ore e non 12. Diretto, non-stop, TGV.
    E nota bene, ferma a Torino, Chambery, Lyon e altre due credo.

    https://it.oui.sncf/it/?ef_id=CjwKCA...!!+sncf%20+oui
    Uhhh allora non male! anzi, interessante visto che arrivi in centro città e non a CDG... Per di più se è per il panorama...

  19. #94

    Predefinito Re: Alitalia e Ferrovie: accordo raggiunto

    Quote Originariamente inviato da millenove77 Visualizza il messaggio
    Altro esempio. In Spagna, per esperienza, IB offre Malaga - Milano via madrid con la tratta Malaga - Madrid con AVE (Alta Velocidad Espanola) e con il collegamento stazione Atocha (Madrid) - Aeroporto di Madrid incluso con linea di Metropolitana dedicata (si sale ad Atocha e si scende a Barajas). L'ho usata 4 volte... tutto in vendita sul sito IB.
    Perdonami se faccio il precisino: il collegamento Atocha - Barajas non è con la Metro (che pure arriva a Barajas, ma con la linea 8 che va a Nuevos Ministerios), bensì con il Cercanìas (C1 e C10), che è di RENFE (REd Nacional Ferrocarriles Espanoles) così come AVE, mentre la Metro è di Metromadrid; in pratica si devono mettere d'accordo in due, non in tre.

  20. #95

    Predefinito Re: Alitalia e Ferrovie: accordo raggiunto

    Quote Originariamente inviato da TapiroVolante Visualizza il messaggio
    Perdonami se faccio il precisino: il collegamento Atocha - Barajas non è con la Metro (che pure arriva a Barajas, ma con la linea 8 che va a Nuevos Ministerios), bensì con il Cercanìas (C1 e C10), che è di RENFE (REd Nacional Ferrocarriles Espanoles) così come AVE, mentre la Metro è di Metromadrid; in pratica si devono mettere d'accordo in due, non in tre.
    Chiedo Venia e grazie per la precisazione... comunque funziona alla grande; vai al chiosco della RENFE, fai la scansione del QR code del biglietto aereo e ti escono i biglietti dei treni, a questo punto, e non della metro.

  21. #96
    Moderatore L'avatar di I-DAVE
    Registrato dal
    Nov 2005
    residenza
    vicino al Soviet di Pirelligrad, dove chi critica è presentuoso
    Messaggi
    9,933

    Predefinito Re: Alitalia e Ferrovie: accordo raggiunto

    Quote Originariamente inviato da millenove77 Visualizza il messaggio
    Altro esempio. In Spagna, per esperienza, IB offre Malaga - Milano via madrid con la tratta Malaga - Madrid con AVE (Alta Velocidad Espanola) e con il collegamento stazione Atocha (Madrid) - Aeroporto di Madrid incluso con linea di Metropolitana dedicata (si sale ad Atocha e si scende a Barajas). L'ho usata 4 volte... tutto in vendita sul sito IB.
    Perché sottoporsi al supplizio della doppia rottura di carico (aereo-Cercanias-AVE)? Costava molto meno? Era molto più veloce?

    DaV
    Why don't you ask the kids at Tienanmen square?
    Was fashion the reason why they were there?

  22. #97

    Predefinito Re: Alitalia e Ferrovie: accordo raggiunto

    Quote Originariamente inviato da I-DAVE Visualizza il messaggio
    Perché sottoporsi al supplizio della doppia rottura di carico (aereo-Cercanias-AVE)? Costava molto meno? Era molto più veloce?

    DaV
    Un po' di tutto.
    Maggiori connessioni. l'AGP-MAD non ha molte frequenze...
    Ho pagato un AGP-MAD-LIN 75 €... contro i 250 di puro volato... ed era Agosto.

  23. #98

    Predefinito Re: Alitalia e Ferrovie: accordo raggiunto

    Che cosa chiede easyJet a Fs per entrare in Italia? L’articolo di Angela Zoppo, giornalista di MF/Mliano Finanza

    Adesione alla cordata, ma a tre condizioni: possibilità di sviluppo nel corto e medio raggio, termini commerciali adeguate e impegno economico contenuto. Ma easyJet, che dovrebbe affiancare Delta nel salvataggio di Alitalia coordinato dal gruppo FS, vuole anche altre garanzie ora i commissari straordinari hanno dato via libera all’offerta.

    ECCO RICHIESTE E MIRE DI EASYJET SU ALITALIA

    Rispetto al vettore statunitense, che punta al lungo raggio e al potenziamento della jv transatlantica, easyJet è quello che sulla carta potrebbe risultare il più penalizzato dalla convivenza col gruppo ferroviario: nello studio che si è fatta preparare prima di depositare la sua manifestazione d’interesse, infatti, è evidenziato che sul corto raggio il maggior competitor di Alitalia oggi non è un’altra compagnia aerea ma proprio il gruppo FS.

    PERCHE’ C’E’ L’INTERESSE DI EASYJET SULL’ITALIA

    Ma l’interesse della low cost britannica per i cieli italiani è forte. Che Alitalia sia nel mirino lo ha confermato anche François Bacchetta, responsabile Francia e Italia di EasyJet, Anno su anno, stando ai dati pubblicati martedì scorso, la quota di mercato detenuta in Italia dalla low cost britannica è cresciuta del 10%.

    IL CONFRONTO

    Ma in Germania, con l’acquisizione degli asset di Air berlin, il balzo è stato addirittura del 48%, a fronte di un esborso di appena 40 milioni di sterline. Per questo l’operazione tedesca è diventata il benchmark di ogni possibile, futura mossa che porti ad aggregazioni tra vettori.

    CHE COSA HA DETTO IL CAPO AZIENDA DI EASYJET

    Il ceo Johan Lundgren ha messo in chiaro alcuni di questi aspetti anche con gli analisti, ricordando che è il mercato stesso ad andare in questa direzione, visto che dalle 2005 ad oggi le compagnie aeree che detengono il’84% del mercato europee sono scese da 25 a 11.

    GLI OBIETTIVI DI EASYJET

    «Abbiamo la forza finanziaria di partecipare all’operazione», ha detto Lundgren, «ma valgono per noi le tre condizioni che ci hanno guidato nell’acquisizione di Air Berlin, soprattutto le opportunità di sviluppo nel corto raggio».

    LO SCENARIO

    La manovra di avvicinamento all’Alitalia, intanto, è già costata a easyJet altri 7 milioni di sterline, perché per mantenere il patentino di operatore comunitario anche dopo la Brexit, la compagnia ha dovuto aprire una nuova società in Austria, EasyJet Europe, e registrare licenze di volo ed alcuni aeromobili. Ma il salto vero potrebbe avvenire ora, con la maggioranza di un fondo europeo al quale girare il 50% del capitale.

    Da MF

  24. #99
    Senior Member L'avatar di maxlanz
    Registrato dal
    Jun 2007
    residenza
    VRN
    Messaggi
    2,091

    Predefinito Re: Alitalia e Ferrovie: accordo raggiunto

    Quote Originariamente inviato da Dancrane Visualizza il messaggio
    Passano gli anni, mal'italianità della compagnia va sempre di moda, un po' come il tailleur.

    Sinergia = supposta, anche questa volta il contribuente lo prende nel medesimo posto (della supposta).

    La validità del partner industriale si valuta in funzione dell'esecuzione degli ordini governativi: per essere valido il partner deve mettere i soldi, essere in minoranza, non licenziare nessuno, non contare una fava. Costituisce titolo preferenziale l'essere sordo, cieco e muto.

    Tradotto: il prestito ponte è andato in vacca anche a questo giro. E poi si chiedono perchè vanno a peripatetiche le collocazioni dei BTP!
    Ineccepibile.

    Ciao
    Massimo
    Ricordiamoci di prendere i croccantini per i voli domestici o la turbolenza severa ci mette in castigo.

  25. #100

    Predefinito Re: Alitalia e Ferrovie: accordo raggiunto

    Quote Originariamente inviato da ripps Visualizza il messaggio
    Che cosa chiede easyJet a Fs per entrare in Italia? L’articolo di Angela Zoppo, giornalista di MF/Mliano Finanza

    Adesione alla cordata, ma a tre condizioni: possibilità di sviluppo nel corto e medio raggio, termini commerciali adeguate e impegno economico contenuto. Ma easyJet, che dovrebbe affiancare Delta nel salvataggio di Alitalia coordinato dal gruppo FS, vuole anche altre garanzie ora i commissari straordinari hanno dato via libera all’offerta.

    ECCO RICHIESTE E MIRE DI EASYJET SU ALITALIA

    Rispetto al vettore statunitense, che punta al lungo raggio e al potenziamento della jv transatlantica, easyJet è quello che sulla carta potrebbe risultare il più penalizzato dalla convivenza col gruppo ferroviario: nello studio che si è fatta preparare prima di depositare la sua manifestazione d’interesse, infatti, è evidenziato che sul corto raggio il maggior competitor di Alitalia oggi non è un’altra compagnia aerea ma proprio il gruppo FS.

    PERCHE’ C’E’ L’INTERESSE DI EASYJET SULL’ITALIA

    Ma l’interesse della low cost britannica per i cieli italiani è forte. Che Alitalia sia nel mirino lo ha confermato anche François Bacchetta, responsabile Francia e Italia di EasyJet, Anno su anno, stando ai dati pubblicati martedì scorso, la quota di mercato detenuta in Italia dalla low cost britannica è cresciuta del 10%.

    IL CONFRONTO

    Ma in Germania, con l’acquisizione degli asset di Air berlin, il balzo è stato addirittura del 48%, a fronte di un esborso di appena 40 milioni di sterline. Per questo l’operazione tedesca è diventata il benchmark di ogni possibile, futura mossa che porti ad aggregazioni tra vettori.

    CHE COSA HA DETTO IL CAPO AZIENDA DI EASYJET

    Il ceo Johan Lundgren ha messo in chiaro alcuni di questi aspetti anche con gli analisti, ricordando che è il mercato stesso ad andare in questa direzione, visto che dalle 2005 ad oggi le compagnie aeree che detengono il’84% del mercato europee sono scese da 25 a 11.

    GLI OBIETTIVI DI EASYJET

    «Abbiamo la forza finanziaria di partecipare all’operazione», ha detto Lundgren, «ma valgono per noi le tre condizioni che ci hanno guidato nell’acquisizione di Air Berlin, soprattutto le opportunità di sviluppo nel corto raggio».

    LO SCENARIO

    La manovra di avvicinamento all’Alitalia, intanto, è già costata a easyJet altri 7 milioni di sterline, perché per mantenere il patentino di operatore comunitario anche dopo la Brexit, la compagnia ha dovuto aprire una nuova società in Austria, EasyJet Europe, e registrare licenze di volo ed alcuni aeromobili. Ma il salto vero potrebbe avvenire ora, con la maggioranza di un fondo europeo al quale girare il 50% del capitale.

    Da MF
    Alla fine mi sa che U2 non entrerà nella new company ma acquisirà un tot di macchine in leasing con relativo personale e slot a LIN. A occhio dire che potrebbero essere sulle 20 macchine. Operazione che taciterebbe i problemi antitrust come avvenuto in Germania. Più complicata l'entrata diretta nel capitale di AZ cosa che non risolverebbe ma invece aggraverebbe la posizione antitrust con FR e LH pronte a richiedere i famosi slot a LIN.

Informazione discussione

Utenti che visualizzano questa discussione

Ci sono attualmente 1 utenti che visualizzano di questa discussione. (0 utenti 1 ospiti)

Discussioni simili

  1. Risposte: 2
    Ultimo messaggio: 28th November 2011, 13: 38
  2. Raggiunto l'accordo per il Malpensa-Trieste
    Da SkySurfer nel forum Aviazione Civile
    Risposte: 30
    Ultimo messaggio: 10th November 2008, 19: 42
  3. ALITALIA . esuberi accordo raggiunto a Cagliari
    Da Josh_LIEE nel forum Aviazione Civile
    Risposte: 13
    Ultimo messaggio: 4th March 2007, 09: 33
  4. Raggiunto Accordo tra Sacbo e DHL!!!!
    Da I-TIGI nel forum Aviazione Civile
    Risposte: 20
    Ultimo messaggio: 19th September 2006, 13: 20

Segnalibri

Segnalibri

Permessi di invio

Permessi di invio

  • Non puoi inserire discussioni
  • Non puoi inserire repliche
  • Non puoi inserire allegati
  • Non puoi modificare i tuoi messaggi
  •