Orologi e Aviazione, storie incrociate – Rolex GMT Master

Quando il Boeing 707 portò alla creazione del Rolex GMT Master

0
2722

La navigazione ha sempre avuto necessità di strumenti di misurazione, principalmente dedicati a stabilire il punto nave attraverso lo studio della posizione delle stelle ed a tenere accuratamente traccia dei tempi di navigazione dal punto A al punto B.

Con l’avvento della navigazione aerea questa necessità è letteralmente esplosa, complice soprattutto la maggiore velocità con la quale un aeromobile si muove rispetto ad una nave e la conseguente necessità di strumenti di misurazione sempre più accurati.

L’aviazione è stata quindi di notevole impulso al settore dell’orologeria determinandone in alcuni casi la nascita di modelli iconici, inizialmente utilizzati come strumenti di lavoro e poi divenuti vere e proprie icone per il grande pubblico.

Oggi vorrei raccontarvi brevemente la nascita del Rolex GMT Master, un orologio creato su apposita richiesta di Pan Am per i propri piloti intercontinentali.

Siamo nel 1955 e Pan Am sta lavorando all’ingresso in flotta di un aereo rivoluzionario per i tempi, il Boeing 707, in grado di volare senza scalo tra Stati Uniti ed Europa con tempi di percorrenza del tutto paragonabili a quelli odierni.

Tale prestazioni comportano il dover affrontare seriamente il fenomeno del Jet Lag: per attenuare questo fenomeno, le ricerche del tempo nel campo della medicina aeronautica consigliano di tenere traccia dell’ora alla quale gli equipaggi sono maggiormente abituati, cercando quanto più possibile di combinare veglia e sonno con tale ora una volta giunti a destinazione.

Per questo motivo nasce l’esigenza di creare un orologio da polso in grado di tenere sotto controllo due ore differenti.

Ed è così che Pan Am inizia a collaborare con Rolex per la realizzazione di un orologio che soddisfacesse tale esigenza, arrivando a presentare nel 1955 il Rolex GMT Master, un orologio che tramite una quarta lancetta che compie un giro ogni 24 ore è in grado di indicare appunto una seconda ora su una corona appositamente graduata.

Il primo Rolex GMT Master del 1955

In breve il successo di tale orologio travalica i confini aziendali di Pan Am, diventando disponibile anche ai clienti Rolex di tutto il mondo.

Qualche anno dopo, con l’avvento del Concorde, il GMT diventa definitivamente un’icona nel mondo dell’orologeria: quel 2 Marzo 1969, giorno del primo volo del Concorde francese, André Turcat indossa proprio un Rolex GMT Master e la stessa cosa accade poco dopo quando Brian Trubshaw effettua il primo volo sul Concorde inglese.

Il ritorno di immagine che Rolex ne trae è enorme, arrivando a dedicare campagne pubblicitarie al felice binomio Concorde-Rolex.

Pubblicità Rolex, primi anni ’70

Oggi, dopo innumerevoli migliorie e affinamenti estetici, il Rolex GMT Master II è ancora qui, a ricordarci che è nato per volare.

Rolex GMT Master II, ultimo modello presentato nel 2013
Booking.com

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here