Turkish Airlines fronteggia la crisi con un mix nuove rotte e riduzione flotta

Il 2016 si conferma un anno di crisi per i conti di Turkish Airlines

0
1527

A-330 TC-JNC di Turkish Airlines (Archivio AC)

 

Istanbul – La crisi di Turkish Airlines non accenna a rallentare, dopo il vertiginoso crollo di passeggeri conseguente all’incremento del terrorismo e al tentativo di colpo di Stato dello scorso luglio in Turchia.

I dati diramati dalla compagnia, relativi all’andamento dei primi nove mesi del 2016, registrano una perdita netta di 463 milioni di dollari, a fronte di ricavi netti per 877 milioni di dollari nel medesimo intervallo temporale dello scorso anno.

Per contenere le perdite derivanti da un andamento critico del mercato, Turkish ha messo a terra 28 aeroplani (12 A330, 3 A340, 8 A319 e 5 B737), ne ha noleggiati 8 (tutti A 330) ed ha rinegoziato la programmazione di consegna di quelli in ordine.

Tra il 2018 e il 2022 sono infatti previsti in ingresso 92 nuovi A 321neo, 65 B 737 Max8 e 10 B 737 Max9, per un totale di 167 macchine con media di consegna di 34 esemplari all’anno, ridotti adesso ad un totale di 118 esemplari con ratei di consegna di 10 esemplari all’anno, e con un’estensione del calendario probabilmente superiore agli 8 anni.

Al tempo stesso la compagnia cerca di innovare il network intercettando la clientela leisure ed aggiungendo destinazioni soprattutto in Africa e nei Caraibi. Come annunciato lo scorso 4 novembre, sono stati avviati o saranno operati a breve nuovi voli per le Seychelles (attivo dal 4 novembre), per Zanzibar (a partire dal 13 dicembre p.v.), per l’Havana e per Caracas (entrambi a partire dal 20 dicembre).

Turkish Airlines cerca in tal modo attraverso un mix di strategie commerciali e ottimizzazioni della flotta di reagire a quello che senza dubbio si accinge a concludersi come l’anno con i peggiori risultati dal 2008, puntando su oculate scelte di nicchia nel mercato turistico e contando su una ripresa dei flussi turistici verso il paese dopo una fase particolarmente turbolenta della vita istituzionale.

Booking.com

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here